Tag: arrestati

13 Giugno 2009 0

Ladri di fieno arrestati dai carabinieri

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Stavano rubando foraggio quando sono stati individuati ed arrestati dai carabinieri di Alatri (Fr)Si tratta di due cittadini romeni, Iulian Galan 25enne e Valentin Ciocan, 20enne. I due si sono introdotti in un terreno privato da dove hanno trafugato foraggio per un valore complessivo di 500 euro. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza di quel Comando in attesa del rito direttissimo.

4 Giugno 2009 0

Tentano di rubare un camion, arrestati ladri troppo rumorosi

Di Comunicato Stampa

Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Giulianova (Te), hanno tratto in arresto in flagranza di reato di tentato furto aggravato, due cittadini albanesi. Si tratta di Kulloshi Armir e Muji Jetmir, rispettivamente di anni 33 e 29, entrambi residenti in Albania ma domiciliati a Giulianova. Verso le ore 5, i due hanno tentato di asportare un autocarro Renault Mascotte parcheggiato in Via Marsala, utilizzando arnesi da lavoro presenti sullo stesso camion, di proprietà di un muratore del luogo. Il rumore provocato per forzare l’autocarro è stato udito da alcuni residenti che hanno immediatamente allertato i Carabinieri. Pochi secondi e l’autoradio del Pronto Intervento è giunta sul posto, cogliendo in flagranza i due malfattori che sono stati arrestati e tradotti presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione della competente A.G.. “Ancora una volta la collaborazione dei cittadini è stata preziosa” è stato il commento del Capitano Luigi Dellegrazie, Comandante della Compagnia Carabinieri, soddisfatto della fiducia che la cittadinanza nutre verso l’Arma dei Carabinieri e l’operato dei suoi uomini.

22 Maggio 2009 0

Rapinano una banca ma vengono inseguiti e arrestati

Di Comunicato Stampa

Rapinano una banca ma vengono arrestati dai carabinieri. E’ accaduto questa mattina ad Isernia in via Umbria, dove due rapinatori in trasferta, un 17enne ed un 22enne di Giuliano in Campania, armati di taglierino, hanno fatto irruzione all’interno della filiale della banca Popolare dell’Adriatico. Nell’istituto di credito c’era una donna e un agente di polizia penitenziaria fuori servizio. Sotto la minaccia dei taglierino, i due rapinatori si son fatti consegnare dai cassieri circa 16mila euro e sono fuggiti a bordo di una Renault Scenic. L’agente ed un commerciante li ha inseguiti su un’auto privata lanciando l’allarme ai carabinieri. All’inseguimento, poi, si sono sostituiti i carabinieri. I due erano diretti verso Venafro, ma sono stati intercettati dai militari all’altezza di Sesto Campano. Taglierini e soldi sono stati recuperati, mentre per i due sono scattate le manette. Il 17enne, condotto nel carcere minorile di Avezzano, il 22enne in quello di Isernia.

21 Aprile 2009 0

Fanno la spesa e non pagano, arrestati quattro polacchi

Di Comunicato Stampa

Hanno fatto spesa all’interno del centro commerciale “Gli Archi” di Cassino ma hanno “dimenticato” di pagare. Si tratta di un gruppo di polacchi fermati davanti al parcheggio antistante la struttura commerciale in via Casilina sud. I carabinieri hanno così scorperto che gli stranieri: Marcin Bialk 26enne, Piotr Kulawczyk 44enne, Eugeniosz Maj 36enne e Elzbieta Michta 44 enne, avevano rubato dagli scaffali prodotti alimentari, di abbigliamento e di igiene personale. La refurtiva, del valore di euro 300 euro circa, è stata interamente recuperata e restituita all’avente diritto.

12 Febbraio 2009 0

Due giovani con pistola arrestati dai carabinieri

Di Comunicato Stampa

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora hanno arrestato tra CAsalvieri ed Atina due giovani di Isola del Liri responsabili di porto abusivo d’arma da fuoco e relativo munizionamento. I due Isolani, D.D. 27 anni e P.C. 26, si trovavano a bordo di un’auto quando sono stati notati in atteggiamento che hanno insospettito i carabinieri, che procedevano al controllo rinvenendo all’interno dell’abitacolo una pistola marca Beretta, calibro 7.65, carica e pronta all’uso e due confezioni di munizioni dello stesso calibro, per un totale di 100 colpi. Dai successivi accertamenti è risultato che sulla pistola c’erano diverse anomalie come la matricola parzialmente leggibile e la canna modificata per consentire l’innesto di un silenziatore e priva di matricola, particolari questi, che aumentano le potenzialità offensive rendendo l’arma più pericolosa e, soprattutto, clandestina. Tutti i corpi di reato ed i telefoni cellulari dei due arrestati sono stati posti sotto sequestro e, presto, verranno sottoposti a tutti gli accertamenti tecnici volti a fare piena luce sulla vicenda. I Carabinieri, infatti, dopo aver condotto i due soggetti presso il carcere di Cassino, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, hanno intrapreso un’intensa attività di indagine volta ad accertare la provenienza dell’arma e del relativo munizionamento. Inoltre, è al vaglio degli inquirenti la posizione dei due giovani, dei quali va accertata ogni responsabilità, chiarendo se la pistola ed i proiettili fossero destinati alla vendita o se l’arma sia stata già usata per commettere altri delitti.

9 Febbraio 2009 0

La sequestrano per violentarla, arrestati due stranieri

Di Comunicato Stampa

Volevano violentarla e per questo l’hanno costretta a salire in macchina. E’ accaduto ieri sera a Monte San Giovanni Campano (Fr). Una ragazzina di 15 anni era in piazza con gli amici quando è stata avvicinata dal suo ex fidanzato, un 21enne albanese, che era in compagnia di un 24enne romeno. I due, con la forza, l’avrebbero costretta a salire in macchina picchiando anche un altro 15enne che aveva tentato di difenderla. Sono scappati, quindi, diretti verso Veroli. Immediatamente è stato lanciato l’allarme ai carabinieri che hanno iniziato le ricerche. Dopo appena 15 minuti, la ragazzina è stata ritrovata dai militari sulla strada. Approfittando di un incrocio, si era gettata dalla vettura ancora in corsa. I due avrebbero cercato di inseguirla ma si sono imbattuti nella pattuglia dei carabinieri. Sono stati quindi arrestati con l’accusa di sequestro di persona e sono stati rinchiusi nel carcere di Frosinone.

23 Gennaio 2009 3

Gettano rifiuti per strada e vengono arrestati

Di Comunicato Stampa

Sono stati sorpresi mentre scaricavano materiale inerte e per questo sono stati arrestati dai carabinieri. E’ accadito a Roccadevandro dove, a finire in manette per aver abbandonato in un terreno in località Casamarina circa 10 quintali di calcinacci, sono stati due uomini di 35 anni, uno di Cassino e l’altro residente nello stesso comune del casertano. Dal loro camion avevano appena gettato tutto il materiale residuo di un cantiere edile di San Vittore del Lazio. Sono quindi rimasti vittime di quella legge in vigore solo in Campania, che punisce con l’arresto chi getta rifiuti in strada. Se lo avessero fatto alcuni chilometri prima, verso Cassino, sarebbero stati solamente denunciati. Oggi subiranno il processo per direttissima.