Tag: badante

30 Novembre 2017 0

Arrestata badante 65enne per maltrattamenti al disabile che accudiva

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Castelliri – I Carabinieri della Stazione di Isola del Liri,hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di “maltrattamenti continuati in danno di persona affidata per ragioni di vigilanza e cura” P.R., una 65enne del posto, già censita per atti persecutori nei confronti dell’ex coniuge. La stessa, durante l’attività di badante espletata  presso l’abitazione di un disabile del luogo, lo aggrediva maltrattandolo prima verbalmente per poi colpirlo all’orecchio sinistro con il manico della scopa mentre era ancora nel letto, procurandogli visibili lesioni. Successivamente sottoponeva la vittima ad una doccia fredda. Tutta l’azione delittuosa veniva ripresa da alcune telecamere installate nell’abitazione da un congiunto, che da alcune settimane aveva notato sul corpo del disabile segni di percosse. Il personale del 118 fatto confluire sul posto, provvedeva a trasportare il malcapitato presso il pronto soccorso dell’Ospedale Civile di Sora. L’arrestata, ad espletate  formalità di rito, veniva tradotta presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

21 Ottobre 2017 Off

Badante italiana indagata dalla Guardia di finanza per circonvenzione di incapace

Di felice pensabene
Fondi – Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale Latina in relazione alla fattispecie di reato di circonvenzione d’incapace cui all’art. 643 c.p. hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo per un valore di 1.310.00,00 euro disposto dal Tribunale del capoluogo su richiesta del Pubblico Ministero dott.ssa Luigia Spinelli. L’indagine si è sviluppata a seguito di una denuncia sporta da un familiare di un’anziana persona di Fondi (LT), a conoscenza delle disponibilità patrimoniali della vittima.Il soggetto, un uomo di oltre 90, ritenuto nel 2011 incapace di intendere e di volere dalla ASL di Latina che gli aveva riconosciuto lo stato d’infermità e l’accompagnamento, aveva compiuto una serie di atti dispositivi del proprio patrimonio a favore della propria badante di origini italiane. Le mirate indagini di polizia giudiziaria condottedai militari della Compagnia di Fondi mediante escussionii in atti di persone informate sui fatti e con accurata ricostruzione della situazione patrimoniale e finanziaria hanno evidenziato come dai conti correnti dell’uomo fossero state prelevate cospicue somme a beneficio della donna e come la stessa si fosse fatta intestare, quale unica beneficiaria, due polizze vita per un controvalore complessivo pari ad euro 1.310.000,00. La Procura della Repubblica di Latina valutate le evidenze sanitarie e le risultanze delle indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Fondi, richiedeva all’Ufficio del Giudice per le indagini preliminari l’emissione di un provvedimento cautelativo sulle due polizze al fine di salvaguardare gli interessi della vittima e degli eventuali legittimi eredi beneficiari. Il Giudice ritenute fondate le motivazioni addotte a sostegno della richiesta disponeva di appore il vincolo cautelare sulle due polizze vita.
5 Maggio 2017 0

Isernia- Rubano nella casa di una 90enne, incastrati badante e compagno, amanti di scommesse e shopping

Di Comunicato Stampa

I Carabinieri della Stazione di Isernia, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia, per il reato di furto aggravato, una 45enne ed un 40enne, entrambi di origine rumena. Secondo quanto accertato dai militari, la donna, badante di una 90enne di Isernia, con la complicità del suo compagno, in più occasioni aveva sottratto dall’abitazione dell’anziana donna denaro contante e oggetti di valore. Il passo falso che ha consentito i Carabinieri di incastrare la coppia, è stato il furto di una carta di credito, con la quale i malfattori avevano fatto acquisti per circa duemila euro presso vari negozi del centro cittadino e avevano anche acquistato giocate presso una sala scommesse.

5 Maggio 2017 0

Badante troppo insistente, denunciata a Castrocielo

Di Ermanno Amedei

Castrocielo – Una badante troppo attaccta al suo lavoro ha necessitato, Castrocielo, dell’intervento dei carabinieri. È accaduto qualche giorno fa quando i figli di un dirigente in pensione, non riuscivendo a convincere la donna che per il genitore, avevano deciso di cambiare badante, hanno dovuto chizmare le forze dell’ordine. Da sei mesi la badante straniera 45enne, regolarmente assunta, si occupava dell’uomo 90enne che aveva piccole disabilità. Ad Aprile, era venuto a mancare il rapporto fiduciario tra la famiglia e la badante anche a causa di un situaione di soggezione che i familiari avevano riscontrato nell’uomo, rispetto all donna. Per questo, contestualmente ad altri sospetti, approfittando di un periodo di vacanza, le hanno fatto sapere di avere di non avef più  bisogno di lei. Al suo rientro, ad inizio maggio, la donna pretendeva i parlare con l’assistito ipotizzando anche una sorta di maltrattmento. Alla fine i carabinieri hanno messo pace. La badane è andata via rimediando anche una denuncia per violenza privata.

Ermanno Amedei

23 Aprile 2010 0

Picchia e lega al letto con i collant la sua assistita, badante in manette

Di Comunicato Stampa

E’ stata arrestata per aver picchiato e maltrattato l’anziana donna che, invece, avrebbe dovuto amorevolmente accudire. Si tratta di P.F. una 54enne che a Veroli accudiva una donna invalida. La picchiava e la legava al letto con i collant. Le indagini dei carabinieri sono state innescate da una denuncia sporta dal figlio dell’anziana. La 54 anni, è stata a lungo oggetto di indagini fino a che i carabinieri sono riusciti ad accertare i maltrattamenti reiterati ai danni dell’anziana signora sottoponendola a percosse tali da procurargli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni, legandola, infine, alla sponda del letto con un paio di collant. Di fronte a questo quadro investigativo alla badante gli è stata notificata questa mattina u’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. I reati ipotizzati per lei sono maltrattamenti e lesioni personali. Er. Amedei ermadei@libero.it

29 Ottobre 2009 1

Farcisce una torta con i gioielli rubati, badante scoperta e licenziata

Di Comunicato Stampa

Una torta farcita di refurtiva. A fare il dolce è stata una badante rumena in servizio presso una famiglia residente in provincia di Perugia, che in procinto di tornare in Romania aveva preparato la torta sostenendo che sarebbe stato il regalo per i parenti. La ladra, però, non ha fatto i conti con la golosità del figlio della persona anziana che assisteva. Infatti è accaduto che quando l’uomo è tornato a casa di sera, ha aperto il frigorifero e, trovando il dolce, non ci ha pensato due volte nell’affettarlo. Tra crema e pan di Spagna però, il coltello si è incastrato in oggetti che sembravano metallici. Ripuliti, il goloso, si è accorto che si trattava di orecchini, bracciali e collane, oggetti preziosi che la donna aveva rubato in casa e nascosto nel dolce che avrebbe poi portato con se nel suo paese d’origine. Per questo la donna è stata denunciata e licenziata.

Una badante romena aveva nascosto in una bella torta da lei confezionata i gioielli rubati in casa del suo assistito ma l’ insolito nascondiglio è stato scoperto casualmente per la golosità del figlio dell’ anziano che vedendo il dolce non ha resistito alla tentazione di tagliarne una fetta. Il fatto, raccontato oggi sulle pagine della edizione umbra della Nazione, è avvenuto nei giorni scorsi a Sanfatucchio, un paese sulle rive del Lago Trasimeno. La badante si accingeva a tornare in Romania per fare visita ai parenti. Il dolce doveva essere un regalo per loro. Il figlio dell’ anziano assistito dalla donna rientrando in casa aveva aperto il frigorifero e vedendo quella bella torta ne aveva tagliata una fetta. Ha così scoperto che il «ripieno» del dolce era costituito da braccialetti, orecchini, collane ed altri gioielli. La badante – riferisce il quotidiano – non ha potuto negare la sua responsabilità ed è stata immediatamente licenziata.