Tag: campione

25 Luglio 2019 0

Luca Costantino da Cassino incoronato campione italiano di fisarmonica diatonica. Concorso di Corvaro

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Luca Costantino vince il campionato italiano di organetto, nello specifico fisarmonica diatonica. Una passione che lo ha portato davvero lontano. Una bella affermazione che è riuscito ad ottenere lo scorso 21 luglio a Corvaro. Luca Costantino è di Cassino ed è lui stesso a spiegarci qualcosa in più su un percorso molto interessante “Mi innamoro all’ età di 14 anni di questo strumento, ci spiega, e ho partecipato a tanti concorsi locali e non piazzandomi piu volte tra i primi posti. Domenica 21 luglio 2019 si è svolto il 23° campionato italiano di fisarmonica diatonica e mi sono aggiudicato il primo posto e titolo da campione italiano per la sezione fisarmonica diatonica con un punteggio pari a 99,75 su 100 quasi il massimo! ” Decisamente una bella soddisfazione per il campione che ha portato in alto il nome della città di Cassino. Al concorso che lo ha incoronato campione d’Italia, vi partecipano molti organettisti selezionati in precedenti concorsi. Poi il campione ci parla un po’ della sua vita “La passione, dice, è nata così un giorno come tanti quando andai da mia nonna e vidi una fisarmonica parcheggiata lì messa nel suo armadio e chiesi se potevo portarla a casa. Da lì inizia una passione irrefrenabile solo Sentire quel suono mi affascinava. Quindi decisi di iniziare un percorso di formazione con la fisarmonica sotto la guida del maestro Angelo Cardinali (2volte campione del mondo di fisarmonica)anche lui di Cassino e Danilo di Mambro anche lui insegnante di fisarmonica di Cassino . Poi la passione si sposta sull’ organetto strumento più piccolo, ma di ulteriore difficoltà, perché quando apri fa un suono e quando chiudi un altro X questo si chiama fisarmonica diatonica. Iniziò quindi lo studio dell organetto sotto la guida del maestro Angelo piccoli di Frosinone per poi spostarmi piano piano verso altri insegnanti ne cito qualcuno (Francesco Tassoni campione del mondo junior 1996 ,Daniele lamano insegnante di fisarmonica e organetto di Roma )e nel 2016 decido di prendere lezioni di 8 bassi (fisarmonica diatonica)e decisi di contattare direttamente di persona il campione del Mondo di fisarmonica diatonica M.Alessandro Gaudio di Sapri attualmente professore presso il conservatorio di musica tchaikovsky di Nocera torinese ,per farmi spegare bene come funzionasse questo strumento lui è un tecnico su questo lo conosce come Le sue tasche. Mi ha guidato verso questo successo preparandomi in modo tale da affrontare questi campionati dove il livello di preparazione dei colleghi musicisti è molto alto”. Infine “Dedico questa vittoria a mia moglie che mi ha sostenuto in questo percorso e a mio figlio che nascerà a dicembre”. Un traguardo importante quello di Luca che senza dubbio. N. C.

5 Aprile 2019 0

Marco Capraro di Cassino è campione di Pole Sport

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Il 27enne Marco Capraro, di Cassino ha vinto il campionato Pole Sport Italia, affiliato alI’international Pole Sports Federation (IPSF), gareggiando nella categoria Professional Senior Men.

Il campionato si tiene ogni anno a Roma. Rispetto a una semplice esibizione, una gara di Pole Sport presenta determinate caratteristiche, come la tenuta di una determinata figura, l’esecuzione di una sequenza di movimenti obbligatori e un punteggio tecnico stabilito da una giuria esperta.

“E’ stata la mia prima gara, un’esperienza che mi ha permesso di riscoprire l’importanza di mettermi in gioco – ha detto il 27enne – L’inizio di un percorso che mi porterà a riscrivere le condizioni della mia felicità e a puntare sempre in alto. Ho finalmente deciso di essere secondo soltanto a me stesso e sono il primo ad aver portato la Pole Dance a Cassino. Piuttosto che chiamarla semplicemente POLE DANCE, preferisco parlare di POLE SPORT. Non si tratta semplicemente di una danza (come suggerisce erroneamente il nome), quanto di una ginnastica acrobatica a carico naturale che utilizza una pertica per tonificare e sviluppare in armonia tutti i muscoli del corpo. La POLE ha un impatto sia fisico che psicologico: migliora la mobilità articolare, la flessibilità, l’equilibrio, la coordinazione e contribuisce a migliore l’autostima e la fiducia in se stessi. Il corpo cambia già nei primi mesi di allenamento. Nonostante la presenza di una pertica (o palo), la mia disciplina non va confusa con la lap dance,dato che non ha la componente erotica. Tutti possono praticarla: uomini, donne e bambini”.
19 Aprile 2018 0

Festa per Gianmarco Cardillo da arbitro del CSI a campione italiano dei ‘pesi massimi’ di pugilato

Di felice pensabene

È passato solo qualche mese da quando Gianmarco Cardillo conquistava il titolo di Campione Italiano di Pugilato, nella categoria Pesi massimi. Gianmarco nella stagione 2014/15, però, è stato anche arbitro con il CSi di Cassino ed ha diretto ben 19 gare. È stato quindi e lo è tutt’ora “UNO DI NOI”.

Per questo motivo i suoi vecchi compagni hanno sentito il dovere di dedicargli una giornata speciale, domenica 22 aprile. Una giornata da passare insieme a lui e facendogli sentire la nostra vicinanza specie ora che dovrà difendere il titolo. I componenti del CSI di Cassino, il presidente Mario Scuro, gli dedicheranno il giusto tributo ad un campione di Cassino, ad un giovane atleta che ha raggiunto l’importante traguardo della conquista del titolo italiano nella massima categoria della boxe. Sarà l’occasione di festeggiarlo nel modo che merita, ripercorrendo le tappe della sua carriera, del suo impegno di sportivo, prima nelle vesti di arbitro nei vari tornei di calcio organizzati negli anni passati dal CSI – Cassino. Sarà anche l’occasione per far sentire al giovane campione cassinate la vicinanza della Città, dei suoi tifosi nelle competizioni che, si spera, lo portino ad ottenere sempre maggiori e prestigiosi risultati, in uno sport duro, affascinante e che ha radici lontane nel tempo. Una giornata di festa per Gianmarco, per farlo sentire ancor di più “Uno di Noi”!

F. Pensabene

23 Gennaio 2018 0

Ducato Sora già Campione d’inverno per Labbirra… ancora un turno

Di felice pensabene

Penultima giornata del girone di andata dei tornei 2017-18, con Ducato di Sora che prosegue la sua corsa in vetta alla classifica del girone di Eccellenza con 34 punti dopo la vittoria, 5 a 0, ottenuta contro Amatori Aquino. Vittoria anche per l’altra formazione volsca, il Canceglie, che supera in trasferta il Viticuso per 1 a 4 e mantiene la seconda posizione a quota 29 punti. Torna alla vittoria anche la Longobarda e lo fa in trasferta per 0 a 1 contro Caira superandola di una lunghezza in classifica. Altra vittoria di spicco quella ottenuta da Cervaro, se pur non senza fatica, per 4 a 2 contro DS Dodici. In Promozione non basta al Collecedro la vittoria esterna per 0 a 4 sul terreno di Amatori Terelle per superare la capolista Labbirra ferma per il turno di riposo. Resta saldamente al terzo posto Moscuso con la vittoria casalinga per 3 a 0 contro Amatori Castelnuovo. Vittoria in trasferta anche per Caffè Reale, 3 a 0 contro l’altra formazione aurunca, Real Castelnuovo e Colfelice sul campo dei padroni di casa Drink Team Duff per 0 a 6. Pareggio a suon di reti, 3 a 3, fra Janula e Amatori Piedimonte.

F. Pensabene

8 Maggio 2017 0

Grimaldi campione delle sei barriere al centro ippico di Atina. Adesso Piazza di Siena

Di Ermanno Amedei

Atina – “Sei barriere consecutive, con un ultimo salto da un metro e ottanta, nel primo barrage, e uno e novanta nella finale. Questa la prova “erculea” che ha consacrato l’armatore napoletano, Eugenio Grimaldi, campione delle sei barriere al Centro Ippico di Atina”. E’ quanto si legge in una nota dell’associazione Ippica Atina.

“Domenica 7 maggio, la struttura equestre gestita dall’Associazione Ippica Atina ha visto uno dei migliori momenti di sport di tutti i tempi. Grimaldi, non solo è risultato il primo della classifica in sella a Stick, ma si è portato a casa anche il secondo post, montando Unit, e di fatto piazzandosi subito davanti al cavaliere pugliese Giulio Torsello, in sella a Capira.

Ma questa è stata solo la seconda delle grandi emozioni agonistiche della giornata di domenica, perché la mattinata è stata dedicata alla prestigiosa gara a squadre del Campionato Centromeridionale 2017, che ha visto primeggiare la Puglia grazie al circolo ippico Colò Asd, secondi i campani di Le Caselle e terza ancora la Puglia che ha potuto contare sull’ottima prova degli atleti di DeFinibusTerrae.

Sabato, invece, si è chiusa la parte riservata alle performance singole dei binomi. Sul podio degli assoluti del Campionato Centromeridionale 2017, Pasquale Datena in sella a Lady Landor, secondo Gianluca Apolloni con Baby Arko e sul terzo gradino Stefano Brecciaroli che ha montato Falco Van HetRoosakker.

Un finale in grande stile per un evento spettacolare che prelude all’internazionale di Piazza di Siena. Prova superata per lo Staff del presidente Fabio Tamburrini e del suo socio Mario La Rocca. All’Associazione Ippica Atina i complimenti del Presidente della Fise Marco Di Paola e del presidente del Comitato regionale Fise Lazio Carlo Nepi, entrambi presenti e soddisfatti dell’esito di un concorso nazionale che si dimostra anno dopo anni sempre più importante. Questo sicuramente n ragione del coinvolgimento di ben undici regioni ma anche per l’elevato livello tecnico dei partecipanti”.

28 Novembre 2016 0

Rally della Ciociaria: De Santis si conferma campione di razza sul podio Giannetti e Cannavò

Di felice pensabene

Il pilota di Castro dei Volsci, alla terza edizione del rally della Ciociaria ha ribadito ancora una volta con un successo perentorio, le sue capacità e la sua padronanza nel guidare la Fiesta R5 del Team Bernini, nonostante da tempo abbia optato per le gare su terra. Una vittoria di forza, quella ottenuta da Graziano De Santis con Andrea Colapietro alle note nel fine settimana appena trascorso, sulle strade della Valle del Liri. La gara è stata una partita a tre, tra De Santis affiancato da Colapietro, Giannetti-Moro e Cannavò-Grimaldi, rispettivamente con una Fiesta R5, una Skoda R5 e una 207 S2000. Bene anche il toscano Alessio Santini che la Clio S16 e con la Mazzetti alle note è uscito alla distanza, dopo un avvio cauto ed un problema alla pompa della benzina, nel secondo giro del trittico di prove ha dato vita ad un proprio show. Nelle otto prove in programma i tre piloti con altrettante vetture diverse, non si sono risparmiati. La gara articolata su due giorni, ha visto il grande successo della doppia presenza a Monte San Giovanni Campano, con una prova che ha attraversato il centro ciociaro nella sua totalità. Mentre la domenica il ‘circus’ si è concentrato sulle restanti sei prove. Nel computo dei successi di prove, tutti e tre almeno una volta hanno vinto uno degli otto tratti cronometrati. Successo di classe per Ivando Zoffranieri (R3C), Serapiglia (R2B), Santini (S1600), De Lucia (A5), Palombo (N2), Massa (N3), Turri (R1CN), Del Primo (A0). Gran bella gara per la coppia in rosa Di Sarra-Di Sarra (N2) che oltre a portare a termine la non facile gara, hanno dato una vita ad un equipaggio al femminile che ci auguriamo di trovare più spesso nelle gare non solo ciociare. Tante anche le defezioni per guasti meccanici, Gianni D’Avelli (pompa dell’olio), Viti, Fiorella (frizione), Lauro, Bronzi, Palmieri, De Lucia, Bondanese, De Filippi, Lattavo. Classifica assoluta finale 1) 2 De Santis-Colapietro (Fiesta R5); 2) 1 Giannetti-Moro (Skoda R5) a 13’’7; 3) 3 Cannavò-Grimaldi (Peugeot S2000) a 54’’2; 4) 9 Zoffranieri-Mastrantoni (Clio R3C) a 3:44.1; 5) 11 Serapiglia-Silvaggi (Twingo R2B) a 5:18.8; 6) 10 Buglione-Del Greco (Clio R3C) a 5:21.5; 7) 7 Santini-Mazzetti (Clio S1600) a 5:55.8; 8) 5 Nardozi-Cinelli (Peugeot 207 S2000) a 6:49.9; 9) 25 De Lucia-Lautieri (Peugeot 106 A5) a 7:18.9; 10) 29 Palombo-Iacobelli (Peugeot 106 A5) a 8:18.5.

10 Agosto 2010 0

Ciclismo Frosinone / Maestoso assolo del Campione Laziale Francesco Mandatori al giro della Ciociaria

Di redazione

La dodicesima edizione del Giro della Ciociaria per allievi, ha registrato l’adesione di 56 corridori in rappresentanza di 12 squadre provenienti da Lazio, Campania, Calabria e Molise. La gara, organizzata dalla GS Capogna Premiazioni con la regia di Antonio e Santino Capogna si è corsa sulla distanza di 84 chilometri con partenza ed arrivo a Frosinone (Madonna della Neve) su un percorso ondulato con le asperità del Giglio di Veroli nella parte iniziale e della Forcella a 10 km dalla conclusione alle porte del capoluogo ciociaro. Dopo la benedizione impartita da Padre Adelmo Scaccia della Parrocchia di Madonna della Neve e ricordata la figura di Elio Mastrosanti con un minuto di raccoglimento la gara ha preso il via alle ore 15,30. Dal km 10 al km 15 si sono messi in evidenza Dolo (Vigili del Fuoco), Brocchetti (Uc Anagni Cicli Nereggi) e Magon (Guazzolini Coratti Fassa Bortolo). Quest’ultimo ci ha riprovato nuovamente ad andare in fuga a partire dal chilometro 30 con Colone (Vigili del Fuoco) poi raggiunti da un superlativo Mandatori che da solo ha agguantato la coppia al comando al km 50 di corsa. Con un vantaggio massimo di 40″ al km 57 (bivio di Ceprano), il terzetto al comando è stato riassorbito da un drappello di inseguitori con Sannino (Pianura Eldo Visconti), Latella (Latella Sport) e Cardinali (UC Anagni Cicli Nereggi). Soltanto Sannino e Latella sono riusciti nell’impresa di raggiungere Magon, Colone e Mandatori alle porte di Frosinone sulla salita della Portella quando mancavano 9 chilometri alla conclusione. Da lì è partito Mandatori alla conquista solitaria del traguardo di Frosinone con 53″ su Sannino, 1’00″ su Latella e 1’05″ sul gruppetto dei più immediati inseguitori regolato da Pietravalle (Imperiale Grumese). Tempo del vincitore 2.07’00″ dopo 86 chilometri di corsa alla media di 40,630 km/h. Terzo ai recenti campionati italiani di Genova, Francesco Mandatori ha collezionato il quinto successo stagionale. ORDINE D’ARRIVO 1°Francesco Mandatori (Vigili del Fuoco Elleci Antares) 2°Giuseppe Sannino (Pianura Eldo Visconti) 3°Giovanni Latella (Latella Sport) 4°Giovanni Pietravalle (Imperiale Grumese) 5°Domenico Saldamarco (Pianura Eldo Visconti) 6°Francesco Faicchio (Pollena Trocchia) 7°Francesco Mozzillo (Pollena Trocchia) 8°Mario D’Ambrosio (Auriemma Cycling Promociclo) 9°Emanuele Pizzo (Guazzolini Coratti-Fassa Bortolo) 10°Alfredo Franco (Auriemma Cycling Promociclo)

27 Maggio 2010 0

Eccellenza: Volkswagen Cassino conquista il titolo di campione provinciale, battendo 1 a 0 Rocca D’ Evandro nello spareggio

Di felice pensabene

Si è chiuso anche il campionato di ‘Eccellenza’ con l’atteso incontro di spareggio fra Volkswagen Cassino (nella foto) e Rocca D’Evandro, nella suggestiva cornice dello stadio ‘G. Salveti’ e una delle prime vere, calde giornate primaverili. Incontro vinto dalla formazione cassinate per 1 a 0 sui rivali del Rocca D’Evandro. Arbitro dell’incontro il sig. Roberto Spiridigliozzi.  Le schermaglie fra le due formazioni non si son fatte attendere, è proprio Rocca D’Evandro a cercare di fare subito suo il risultato, attaccando con slancio e mettendo in difficoltà la formazione di Cassino. Nonostante tutto Volkswagen riesce a contenere gli assalti e di ripartire in contropiede. Una gara giocata con passione agonistica nella prima mezz’ora, ma caratterizzata anche da qualche fallo di troppo, che il signor Spiridigliozzi non lascia correre, a farne le spese è proprio Salvatore Arciero che dopo il secondo cartellino giallo deve lasciare il terreno di gioco per somma di ammonizioni. Volkswagen Cassino, tuttavia, non si perde d’animo e al ventesimo del primo tempo passa con una bella rete del numero nove Pasquale Grimaldi. Subita la rete poco riesce a concretizzare la formazione campana non riuscendo ad approfittare del vantaggio numerico. Nel secondo tempo entrambe la squadre si rilassano e cala il livello di gioco, complice anche il caldo, quasi ad attendere il fischio finale che puntualmente arriva alle 17.30 per la gioia dei tanti supporters della compagine cassinate. Delusione per gli sconfitti, ma che portano a casa comunque due importanti risultati di prestigio: aver contrastato fino alla fine le rivali e, soprattutto aver il capocannoniere del torneo, Diego Matrunola, autore di ben ventinove centri, un risultato di tutto rispetto. Termina così, dopo tre anni, il dominio di Shascia Boys, Volkswagen Cassino conquista il titolo di campione provinciale e sarà la prima squadra a rappresentare il comitato di Cassino nelle ormai prossime fasi regionali del campionato CSI. Grande soddisfazione per la squadra cassinate che nonostante qualche inciampo ha giocato sempre ad alti livelli. Ventinove partite giocate, 68 punti finali, ventuno vittorie e tre sconfitte, ben 47 reti segnate e solo 22 gol incassati rivelandosi miglior difesa del campionato. Dopo i festeggiamenti e le premiazioni del patron Mario Scuro, responsabile territoriale CSI, Volkswagen Cassino e Rocca d’Evandro, si preparano ad affrontare le fasi regionali. L’augurio è riescano contro le avversarie del Lazio a dimostrare il loro valore e a giocare il buon calcio con cui ci hanno deliziati per tutto il torneo. In bocca al lupo!

12 Luglio 2009 3

E’ morto Arturo Gatti, campione del mondo originario del cassinate

Di Ermanno Amedei

Il pugile Arturo “Thunder” Gatti, ex campione del mondo dei superpiuma e dei superleggeri è stato trovato morto oggi dalla moglie, la brasiliana Amanda Rodriguez, in un lussuoso albergo di Porto de Galinhas, nel nordest del Brasile, dove era in vacanza. Lo hanno trovato con addosso indumenti intimi e due ecchimosi al collo e alla nuca. Il pugile, 37 anni, era originario del cassinate, è cresciuto a Montreal e vissuto nel New Jersey. Non ha mai rinnegato le sue origini, nel 1995 ha battuto Tracy Petterson conquistando il titolo di campione del mondo dei superpiuma.