Tag: colpi

30 Aprile 2019 0

Ultimi colpi di coda del “Generale Inverno”, imbiancate le cime della Ciociaria

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Un inverno duro a morire, quello che dovrebbe volgere al termine, si è spinto ieri, con un colpo di coda, a riappropriarsi con il suo manto bianco delle cime a confine tra Ciociaria e Abruzzo.

Lunghi tratti della strada regionale 509 sono coperti ancora stamattina dalla neve in particolare nella zona del passo di Forca D’Acero. Una condizione climatica sorprendente considerando la primavera inoltrata e che di sorpresa ha preso la vegetazione in fioritura. L’inevitabile risalita delle temperature, però, non permetterebbe altre sorprese.

(La foto è riferita a ieri 29 aprile 2019)

9 Febbraio 2019 0

Colpì lo spasimante della moglie uccidendolo, 42enne deve scontare 5 anni e mezzo di carcere

Di admin

SORA – Gli agenti del Commissariato di polizia di Sora hanno eseguito un ordine di carcerazione della Procura Generale della Corte di Appello di Roma nei confronti di un quarantaduenne nato negli Stati Uniti d’America e residente in Irlanda, ma di fatto domiciliato a Sora.

L’arrestato dovrà scontare un residuo di pena di 5 anni e mezzo derivante da una condanna per omicidio preterintenzionale scaturita a seguito di un fatto di cronaca avvenuto nel febbraio 2014.

Nello specifico, l’uomo, nel centro cittadino di un paese vicino Sora, aggredì un sessantaquattrenne che aveva molestato la sua compagna, la vittima riportò importanti lesioni e spirò in ospedale dopo qualche giorno.

Per quanto sopra, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Cassino.

7 Giugno 2018 0

A colpi d’ascia per scacciare coppietta dal suo terreno, arrestato 56enne

Di admin

PATRICA – Ha preso a colpi d’ascia la macchina con all’interno un uomo e una donna che si erano appartati sul suo terreno.

Per questo, stamattina I carabinieri della stazione di Supino, unitamente al personale del Norm di Frosinone, hanno arrestato un 56enne residente a Patrica e già gravato da vicende penali per furto, truffa, lesioni personali, violenza sessuale, violenza privata, per violenza privata, minaccia aggravata e danneggiamento aggravato.  L’arrestato, brandendo l’ascia, ha infierito nei confronti di una donna ed un suo conoscente, la cui unica colpa sarebbe stata quella di essersi fermata con la propria autovettura all’interno di un terreno di sua proprietà costringendoli, prima attraverso minacce verbali a farli fuggire e, successivamente, con lo stesso arnese  rivolgendo la sua inaudita violenza contro l’autovettura della donna, colpendola ripetutamente e provocando quindi gravissimi danni (foto in alto).

Solo il tempestivo intervento congiunto dei militari operanti, ha permesso che l’animo feroce del soggetto venisse placato e, contestualmente condotto in caserma per le previste e conseguenti formalità di rito e, dopo l’udienza del rito per direttissima, svoltosi nella mattinata odierna presso i competenti uffici giudiziari, lo stesso veniva tradotto presso la sua abitazione, poiché sottoposto alla misura degli agli arresti domiciliari.

29 Marzo 2018 0

Cavallo giustiziato a colpi di pistola a Collepardo, indagini in cors

Di admin

COLLEPARDO – Era disteso sulla Strada Provinciale 224 a Collepardo attinto da colpi di arma da fuoco. A segnalare la presenza del cavallo morto ai carabinieri di Alatri sono stati alcuni automobilisti che si sono trovati la carcassa del cavallo adulto proprio sulla strada.

I carabinieri comandati dal Maggiore Gabriele Argirò, arrivati sul posto sul posto in località San Nicola, hanno constatato che ad uccidere l’animale erano stati tre colpi di arma da fuoco di piccolo calibro, quasi certamente pistola.

L’animale non era microcippato e a quanto pare, aal momento, nessuno ne ha rivendicato la proprietà. Sul posto è stato chiamato personale veterinario della Asl di Frosinone che ha recuperato la carcassa e che provvederà ad estrarre la pallottola utile nelle indagini che sono in corso per risalire all’autore o autori del gesto. Ermanno Amedei

21 Marzo 2018 0

Rissa a colpi di accetta e forcone per la figlia contesa: tre arresti

Di admin

ROCCA PRIORA (RM) – I Carabinieri della Stazione di Rocca Priora hanno arrestato tre cittadini italiani, di 50, 47 e 20 anni, di cui uno già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di rissa aggravata.

Il 47enne, unitamente al figlio 20enne, dopo essersi recato presso l’abitazione del convivente della ex moglie per convincere la propria figlia di 18 anni, che si era allontanata nella mattinata, a tornare presso la casa paterna, ingaggiavano una violenta lite con il proprietario di casa e, impossessandosi di un bastone e di un’accetta, cercavano di colpire l’uomo che, nel contempo, tentava di aggredirli con un forcone.

I Carabinieri, prontamente intervenuti a seguito di una telefonata giunta al “112”, riuscivano a fare gettare a terra gli oggetti atti ad offendere e, dopo aver riportato, senza non poche difficoltà, la calma, li hanno arrestati.

Tutti gli arnesi sono stati sequestrati, mentre i tre sono stati portati nel carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

12 Febbraio 2018 0

Inseguimento e colpi di pistola a Ferentino, ladri scappano dopo furto a tabaccheria

Di admin

FERENTINO – Inseguimento con sparatoria a Ferentino dove, questa notte, i carabinieri della radiomobile della Compagnia di Anagni sono intervenuti nel centro storico della cittadina dove era stato segnalato un furto ai danni di una nota tabaccheria.

Al loro arrivo i militari hanno intercettato una autovettura di grossa cilindrata con a bordo 4 individui travisati con tute e passamontagna ai quali hanno intimato inutilmente l’alt.

Uno dei malviventi, allo scopo di assicurarsi la fuga, dall’interno dell’abitacolo ha puntato una pistola contro i carabinieri che hanno esploso un colpo di arma da fuoco attingendo il cofano motore dell’autovettura in fuga la quale, avendo la strada sbarrata dall’autovettura militare, ha cambiato repentinamente il senso di marcia percorrendo in retromarcia un tratto della centralissima via XX Settembre danneggiando, nella spericolata manovra, alcuni paletti delimitanti la carreggiata.

I malfattori quindi si sono allontanati ad altissima velocità riuscendo a dileguarsi malgrado l’inseguimento dei carabinieri.

15 Gennaio 2018 0

Rapinano e pestano un 39enne a colpi di ombrello, arrestati due cittadini algerini

Di admin

ROMA – Ha tentato una reazione quando due malviventi lo hanno spintonato e rapinato dello smartphone ma è stato colpito violentemente alla testa e al volto con un ombrello.

In suo soccorso sono intervenuti i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante che hanno arrestato i due rapinatori. Si tratta di due cittadini algerini, di 40 e 41 anni, già noti alle forze dell’ordine, che ieri pomeriggio hanno “puntato” la loro vittima, un 39enne del Bangladesh, intenta in una telefonata in via Carlo Albero a pochi passi da piazza Vittorio Emanuele II. Avvicinato alle spalle, lo hanno spintonato per poi sfilargli dalle mani uno smartphone di ultima generazione e, quando l’uomo ha accennato ad una reazione è stato aggredito e preso letteralmente ad “ombrellate”.

Transitando in quel momento sulla via, i Carabinieri hanno assistito alle fasi concitate dell’aggressione e sono intervenuti bloccando i malviventi e soccorrendo la vittima, poi medicata all’ospedale San Giovanni Addolorata per diverse escoriazioni.

Recuperata e riconsegnata la refurtiva, i Carabinieri hanno portato in caserma gli arrestati, che sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza; sono accusati di rapina aggravata in concorso.

15 Novembre 2016 0

Aggrediti a colpi di spranga gli scuolabus del Comune di Cassino

Di redazionecassino1

Cassino – Aggrediti a colpi di mazza, questa mattina, alcuni mezzi del comune di Cassino adibiti a scuolabus, parcheggiati in piazza San Benedetto. L’episodio messo in atto da un uomo, sembra con problemi psichici e forse anche in preda ai fumi dell’alcool, mentre si recava alla mensa della Caritas. L’uomo avrebbe trovato occupato il posto auto, ritenuto di sua spettanza, dai mezzi di scuolabus, da qui ne è nata un’animata discussione con gli autisti dei mezzi comunali sfociata nell’atto vandalico.

L’uomo, sulla settantina, ha colpito il vetro parabrezza anteriore di uno scuolabus posteggiato. Non sarebbe la prima volta che accadono episodi che scatenano tensioni fra automobilisti e autisti degli scuolabus. Bisogna ricordare che i posti adibiti a parcheggio dei mezzi comunali sono ben delimitati da scritte e strisce gialle. Sul posto è intervenuta una pattuglia dei Carabinieri della caserma di Cassino, per identificare l’uomo, insieme ad una della Polizia Municipale.

Sull’episodio solidarietà è stata espressa dall’Amministrazione comunale nei confronti dei dipendenti aggrediti. “Esprimo la mia vicinanza a nome di tutta l’amministrazione, ai dipendenti del comune di Cassino che questa mattina sono stati aggrediti mentre svolgevano il servizio scuolabus. Un episodio increscioso che condanniamo senza se e senza ma è che denunceremo alle autorità preposte”, ha dichiarato L’assessore al Personale, Benedetto Leone commentando i fatti accaduti in mattinata.

“Domani, insieme al Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro incontreremo alle ore 10,30, presso la sala giunta – continuato Leone – i dipendenti del servizio scuolabus aggrediti, non solo per dimostrare la nostra vicinanza, ma anche per capire cosa sia effettivamente accaduto e se ci sono accortezze che come amministrazione possiamo adottare per prevenire questo genere di episodi”.

24 Luglio 2010 0

Rapina a… colpi di testate. Arrestato un 35enne

Di redazione

Ha preteso soldi e, difronte al no, ha sferrato una testata in faccia al malcapitato rompendogli il setto nasale. I fatti sono accaduti lo scorso mese di giugno nel quartiere san Bartolomeo di Cassino e l’autore dell’aggressione è un 35enne, del posto individuato e denunciato dalla polizia del commissariato di cassino dopo circa un mese di indagini. In quell’occasione il 35enne, con vari precedenti penali alli spalle, avrebbe prima minacciato e poi duramente colpito un coetaneo che si rifiutava di consegnare i soldi che aveva indosso. Dope le percosse, l’aggressore è stato messo in fuga da un passante. A distanza di un mese gli uomini del vice questore Gianfranco Simeone lo hanno rintracciato anche grazie a riscontri fotografici e lo hanno denunciato. Ermanno Amedei

20 Giugno 2010 0

Rapinatori seriali, le immagini dei colpi messi a segno

Di redazione

Immagini forti quelle riprese dalle telecamere a circuito chiuso delle farmacie e supermercati rapinati dal gruppo di fuoco composto dai due pedemontani. Immagini che hanno permesso ai militari comandati dal capitano Pier Francesco Di Carlo di risalire ai due e arrestarli nuovamente ieri mattina. La sequenza dei video (clicca qui per vederli) dimostra la decisione e la violenza con cui i due mettevano a segno i colpi.