Tag: della

16 Ottobre 2019 0

VIDEO – Poliziotti uccisi a Trieste, commozione a Velletri per il rientro della salma di Matteo

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Una folla commossa ha accolto questa sera a Velletri la salma Di Matteo Demenego, l’agente della polizia assassinato il 4 ottobre, insieme al suo collega Pierluigi Rotta, all’interno della questura di Trieste.

Il corpo dell’agente è partito nel pomeriggio di Oggi da Trieste appena dopo i funerali di Stato e, con un volo di Stato, è arrivato a Ciampino. Alle 18, scortato da un corteo di motociclette e di auto della polizia, è arrivato a Velletri dove ad accoglierlo c’erano, nonostante la notizia dell’arrivo non fosse stata pubblicizzata, circa 500 persone oltre ad una folta rappresentazione di agenti, di Carabinieri, finanzieri e agenti della polizia Locale.

Il sindaco Pocci ha detto: “E’ un brutto giorno per Velletri”. Quando il carro funebre si è fermato davanti alla cattedale di San Clemente, dove domani verrà celebrata una nuova messa, un caloroso applauso ha salutato Matteo. Alle 21 è iniziata la veglia funebre.

16 Ottobre 2019 0

I palombari della Marina Militare rimuovono 4 ordigni inesplosi sui fondali a Palmarola

Di Ermanno Amedei

PONZA – I Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (G.O.S.) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso il Nucleo S.D.A.I. di Napoli (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi), sono intervenuti presso l’isola di Palmarola, nell’arcipelago pontino, per individuare, rimuovere e distruggere 4 proiettili d’artiglieria di medio calibro risalenti all’ultimo conflitto mondiale.

I residuati bellici si trovavano a circa 10 metri di profondità a poco meno di 50 metri dalla linea di costa e la loro presenza era stata segnalata alla locale Autorità marittima il precedente giorno 10, da un subacqueo dilettante che, nel corso di un’immersione aveva notato sul fondo degli oggetti che, per forma e dimensioni, sembravano essere dei grossi proiettili.

I Palombari dello S.D.A.I. di Napoli, chiamati ad intervenire su disposizione della Prefettura di Latina, si sono recati sul posto ed hanno effettuato un’attenta perlustrazione subacquea che ha confermato la presenza degli ordigni. Questi, con tutte le cautele del caso, sono stati prima rimossi e quindi portati in un’area individuata da Circomare Ponza dove sono stati fatti brillare secondo le consolidate procedure tese a preservare l’ecosistema marino.

Ricordiamo che chiunque si dovesse imbattere in mare in oggetti che all’apparenza possono essere assimilati ad ordigni bellici, ha l’obbligo morale e materiale di segnalare il rinvenimento alla più vicina sede della Guardia Costiera o Stazione dei Carabinieri.

 

11 Ottobre 2019 0

Anagni, operazione ad alto impatto di contrasto alle violazioni del Codice della Polizia Stradale

Di Comunicato Stampa

ANAGNI – Nella giornata del 9 ottobre si è svolta nella città di Anagni un’operazione ad “Alto Impatto” con l’impiego di quattro unità operative della Sezione Polizia Stradale di Frosinone e del personale del Distaccamento di Sora. I servizi programmati riguardano in particolare l’utilizzo corretto delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini e sono finalizzati a prevenire tutte quelle abitudini scorrette e pericolose che possono determinare in caso di sinistro gravi lesioni agli occupanti dei veicoli coinvolti. Gli operatori hanno proceduto a controllare centinaia di autovetture in transito e al termine risultano essere state contestate 145 violazioni, di cui ben 111 per il mancato uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per i bambini, una decina di conducenti sono stati sorpresi alla guida facendo uso del telefono cellulare, alcuni procedevano eccedendo il limite di velocità, tre veicoli circolavano senza essere stati sottoposti alla visita di revisione periodica, sono state ritirate tre patenti di guida e tre carte di circolazione e decurtati 670 punti . L’esito del servizio effettuato ha fatto emergere il dato allarmante della inosservanza delle più elementari norme di sicurezza alla guida e la necessità di perseverare nella attività di controllo e di prevenzione con futuri e frequenti posti di controllo.

foto di repertorio

10 Ottobre 2019 0

Perquisita la casa del “Bambinello” di Gallinaro, passate al setaccio le sedi della “Chiesa Universale”

Di Antonio Nardelli

Nel corso della mattinata odierna, i carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Frosinone e i militari del Gruppo di Cassino della Guardia di Finanza, hanno eseguito nelle province di Frosinone, Napoli, Aosta e Parma, su delega della Procura della Repubblica di Cassino, un decreto di perquisizione e sequestro presso abitazioni, società e luoghi di culto riconducibili alla “Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme” con sede in Gallinaro (FR) e diffusa su tutto il territorio nazionale.

Il provvedimento scaturisce nell’ambito di un’attività d’indagine volta a svolgere accertamenti e verifiche a seguito di numerose segnalazioni pervenute in ordine a presunte indebite condotte di varia natura, realizzate dai promotori e seguaci del citato credo religioso.

9 Ottobre 2019 0

Terracina, arrestato 49enne per maltrattamenti nei confronti della compagna

Di Comunicato Stampa

TERRACINA (LT) – Nella giornata del ieri gli agenti del Commissariato di Terracina, nell’ambito di preordinati servizi di controllo del territorio, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali plurime con l’utilizzo di un’arma impropria e minacce aggravate, S.M. 49enne terracinese. Gli Agenti del Commissariato erano intervenuti su richiesta formulata al 113 dalla compagna del predetto che riferiva di trovarsi presso il luogo di lavoro ove gestisce un’impresa agricola. La donna, terrorizzata, descriveva una violenta aggressione in atto, in cui era rimasta vittima da parte del compagno e che secondariamente aveva visti coinvolti il proprio figlio, avuto da una precedente relazione, ed un amico di questi. Sul posto intervenivano equipaggi della Squadra Volante e della Squadra Anticrimine che a fatica riuscivano a contenere l’uomo dai suoi propositi nei confronti dei due giovani, colpevoli di essere accorsi in difesa della donna. L’uomo annovera precedenti per gli stessi reati per i quali già in passato era stato destinatario di un allontanamento dalla casa familiare. Per quanto ricostruito dagli investigatori, avendo udito le grida della madre, il figlio era accorso a verificare cosa stesse accadendo accompagnato da un amico con cui si trovava in quel momento in azienda. Non appena i due giovani raggiungevano la donna la trovavano dolorante e terrorizzata mentre l’uomo sfasciava ogni suppellettile ed arredo scaraventando a terra prodotti e cassette. Alla vista dei due soccorritori l’aggressore incentrava le sue violente condotte sugli stessi che si difendevano come potevano cercando d’impedire all’uomo, armatosi di un piccone, di avvicinarsi nuovamente alla donna. Non appena veniva ristabilita la sicurezza, gli operatori di polizia garantivano a tutti le cure mediche mentre ascoltavano la testimonianza dei numerosi presenti e repertavano la scena del crimine sequestrando il piccone utilizzato. Stante la manifesta pericolosità sociale evidenziata dal soggetto, concordemente con il P.M. di turno della Procura della Repubblica di Latina, veniva arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Latina ove tuttora si trova a disposizione dell’A.G. giudicante.

Foto di repertorio

8 Ottobre 2019 0

Polstrada, attività di prevenzione sulle strade della provincia con “Police Controller” e “Street Controller”

Di Comunicato Stampa

FROSINONE – Al termine del periodo estivo il traffico veicolare sulle nostre strade è tornato alla normalità e l’attività di controllo posta in essere dalla Polizia Stradale di Frosinone si è rivolta nuovamente al monitoraggio e controllo del traffico dei veicoli industriali che hanno ripreso a circolare a pieno regime.

Nel tratto della A/1 tra Colleferro e Ceprano le pattuglie della Sottosezione Autostradale di Frosinone, controllando i mezzi adibiti al trasporto di merci pericolose, hanno contestato, nella sola giornata del primo ottobre, ben 12 infrazioni per violazioni delle norme concernenti le prescrizioni di sicurezza stabilite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sottraendo complessivamente dai documenti di guida 30 punti.

Le pattuglie impegnate sulla viabilità provinciale con l’ausilio dei sistemi di controllo “POLICE CONTROLLER” e “STREET CONTROLLER” hanno monitorato centinaia di veicoli in transito, verificandone in tempo reale la copertura assicurativa e la regolare revisione. E’ stato contravvenzionato un autista professionale e gli è stata ritirata la patente e decurtati 10 punti tramite l’utilizzo del sistema “Police Controller”. Questa apparecchiatura analizza e incrocia i dati registrati relativi ai tempi di guida e riposo e controlla l’osservanza delle norme da parte dei conducenti professionali, ed in questa occasione ha permesso di accertare il mancato inserimento della carta personale del conducente nell’apparecchio digitale di bordo

La pattuglia del Distaccamento di Sora è stata impegnata nella mattinata odierna nei controlli volti alla prevenzione degli incidenti stradali e ha sanzionato ben 45 persone per il mancato uso delle prescritte cinture di sicurezza. Il dato allarmante del numero così elevato di conducenti e passeggeri che ancora non allacciano le cinture di sicurezza, da solo, è sufficiente per rimarcare la preoccupante mancanza di consapevolezza del rischio di gravi conseguenze anche in caso di piccoli urti.

1 Ottobre 2019 0

Cambio al vertice della Scuola Carabinieri di Velletri, Il colonnello Liporace subentra al colonnello Marino

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Cambio al vertice della scuola carabinieri di Velletri. Il nuovo comandante del 2° Reggimento Allievi Marescialli e Brigadieri è il colonnello Oreste Leporace e arriva dal comando provinciale carabinieri di Padova. L’ufficiale subentra al colonnello Liviano Marino che ha comandato la scuola per tre anni.

Il passaggio di consegne è avvenuto nel coeso di una cerimonia alla presenza del Comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze, Generale di Brigata Claudio Cogliano. Marino andrà a ricoprire un prestigioso incarico all’estero.

27 Settembre 2019 0

Cassino, al “Climate Strike” migliaia di studenti della Città per lottare contro la distruzione del Pianeta

Di felice pensabene

CASSINO – Una data importante, quella di oggi 27 settembre, in occasione del terzo sciopero globale per il clima che vedrà in tutte le piazze del Paese, insieme agli studenti, le lavoratrici e i lavoratori. Essere nelle piazze oggi significa non assistere inermi alla distruzione del Pianeta, rivendicare un cambiamento non più rinviabile dei modelli socio-economici, sollecitare investimenti capaci di realizzare la tutela ambientale e l’equilibrio del territorio, creando nuova e buona occupazione.

Cassino ed i suoi studenti, lavoratori, insegnanti non si è sottratta all’appuntamento. In migliaia hanno sfilato dal piazzale della stazione ferroviaria, lungo viale Dante per raggiungere il centro della città e confluire in piazza De Gasperi per ribadire con forza il loro impegno, la loro lotta contro i cambiamenti climatici, per una politica di tutela del territorio nazionale ed in particolare di quello locale. Una manifestazione in nome del loro diritto al futuro e della vivibilità del Pianeta, maturata nella consapevolezza che occorre fare della sostenibilità ambientale elemento centrale della conoscenza e che gli educatori sono determinanti per fornire gli elementi necessari a comprendere ed affrontare una crisi di vasta portata che influenzerà inevitabilmente la vita delle generazioni future.

Manifestare oggi, tutti insieme, uniti, significa far vivere nelle nuove generazioni la speranza di salvare il mondo e di renderlo migliore, per non rubare i loro sogni e il loro futuro, anche ai giovani della nostra Città.

27 Settembre 2019 0

Cerimonia per Commemorare i caduti in piazza De Gasperi con gli studenti della Fondazione Stiftung

Di felice pensabene

CASSINO – Ieri mattina si è svolta la cerimonia di Commemorazione dei Caduti della II Guerra mondiale in piazza De Gasperi della Fondazione tedesca Monte Cassino Stiftung. La Fondazione ha fatto giungere a Cassino 45 tra studenti e professori, provenienti da Germania, Polonia ed Inghilterra che si sono uniti ad una classe dell’Istituto Medaglia d’Oro di Cassino, che durante il loro soggiorno, hanno visitato i vari Sacrari Militari di Cassino, oltre al Sacrario Militare Italiano di Mignano Montelungo. Uno degli obiettivi della Fondazione è quello di far conoscere ai ragazzi gli eventi che hanno caratterizzato le varie battaglie di Cassino e di fare incontrare questi ragazzi nei luoghi dove i loro nonni hanno combattuto gli uni contro gli altri. Alla Cerimonia di Commemorazione hanno partecipato tutti i ragazzi provenienti da Wittenburg: Gymnasiales Schulzentrum (Germania), da Faringdon: Community College (Regni Unito) e da Wagrowiec : I Liceum Ogolnoksztazcace (Polonia). Sono intervenuti, per un saluto oltre al Sindaco di Cassino, Enzo Salera, anche l’On. le Ciacciarelli, Presidente della V Commissione Consiliare Regionale “Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo”, e don Benedetto che ha recitato una preghiera. Presenti anche gli addetti militari di Germania, Polonia e Regno Unito. Presenti anche gli studenti delle scuole superiori della Città, un momento per ribadire gli orrori della guerra e l’importanza della pace, della tolleranza e della fratellanza fra i popoli. In questi luoghi i giovani studenti sono stati qui insieme, uniti e in pace grazie al sacrificio dei loro nonni che hanno dato la loro vita per la libertà e la Pace.

25 Settembre 2019 0

Cassino, giro di vite su “carrellati selvaggi” della differenziata per esercizi commerciali e condominii

Di felice pensabene

Cassino – Che la situazione dei carrellati per la raccolta differenziata dei rifiuti a Cassino fosse divenuta intollerabile è ormai da tempo una realtà. Da troppo tempo ad ogni angolo di strada è facile vedere carrellati stracolmi a tutte le ore del giorno, in alcuni casi addirittura con i rifiuti lasciati a terra.

L’amministrazione comunale ha deciso di porre fine a questo malcostume restituendo decoro e pulizia alla città in fatto di deposito rifiuti, regolamentando una volta per tutte il sistema della raccolta differenziata.

Decoro e normalità, del resto, erano stati due pilastri della campagna elettorale del sindaco Salera che ora sembra voler fare sul serio. Le due delegate, quella alla polizia locale, Barbara Alifuoco, e quella al commercio Delli Colli inizieranno dapprima un’opera prima informazione, poi, di sanzioni per chi non sarà in regola con l’ordinanza del 28 maggio 2013 emanata dal sindaco Petrarcone. Un provvedimento emanato per disciplinare il sistema della raccolta differenziata porta a porta.

L’ordinanza, infatti, stabiliva che i condominii dotati di carrellati dovevano munirsi di appositi spazi chiusi dove tenere i cassonetti posizionandoli all’esterno solo nei giorni e negli orari stabiliti per la raccolta, proprio per evitare, come avviene adesso, che fossero lasciati sui marciapiedi. Stesso discorso per i locali commerciali.

Dai prossimi giorni, dunque, si partirà con un’azione informativa a tappeto sia negli edifici che nei negozi: per chi non si metterà in regola scatteranno le sanzioni.

Sembra, quindi, avviato il percorso verso un maggior decoro della città, soprattutto si spera che nel giro di poco tempo tutti si mettano in regola. Ne va della salute di tutti.