Tag: della

3 Gennaio 2020 0

Arriva da Albano Laziale il nuovo comandante della polizia locale di Cassino, è Giuseppe Nunziata

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Giuseppe Nunziata è il nuovo comandante della polizia locale di Cassino e arriva da Albano Laziale. Nunziata è dipendente del comune di Albano e in quel comune comanda la polizia Locale fino al 13 gennaio, quando entrerà in servizio a Cassino.

Nella città martire arriva in assegnazione temporanea per ricoprire il ruolo che è vacante, ma che è stato coperto dal capitano Antonio Neri.

Il suo incarico avrà una durata di 12 mesi. La determina è stata firmata dalla giunta comunale di Cassino il 19 dicembre scorso. Il nuovo comandante è coinvolto in una vicenda giudiziaria ancora pendente in tribunale a Velletri per peculato.

Ermanno Amedei

30 Dicembre 2019 0

“Mercatino della droga” a Genzano, arrestato 28enne

Di Ermanno Amedei

Genzano di Roma – Aveva messo su un piccolo “mercatino dello spaccio” che, date le festività natalizie e quelle imminenti di fine anno, viaggiava al massimo della efficienza.

Proprio il via vai di giovani consumatori che entravano ed uscivano da un appartamento a Genzano di Roma non è sfuggita ai carabinieri. I militari hanno predisposto un servizio di osservazione nei pressi dell’abitazione del 28enne e di chi gli faceva visita per pochi minuti, per poi andare via furtivamente.

Sulla base di queste indicazioni investigative, è stato effettuato un controllo nell’appartamento, rinvenendo 300 grammi di hashish e marijuana, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Il giovane è stato arrestato è stato portato in caserma e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Velletri in attesa del rito direttissimo.

Ermanno Amedei

Foto repertorio

21 Dicembre 2019 0

Sottopasso della stazione di Velletri ripulita ma nuovamente in balìa dei vandali ,

Di Ermanno Amedei

Velletri – Era un pessimo biglietto da visita per la città di Velletri, ma i lavori eseguiti nel sottopassaggio della stazione ferroviaria hanno ripristinato un minimo decoro. Il rischio è che in poco tempo si possa tornare allo squallore dato che sono già evidenti i primi segni di imbrattamento.

Da tempo, quel corridoio sotterraneo che collega il parcheggio al piazzale che dà accesso sia alle banchine dei treni della linea Velletri Roma, che alle banchine di arrivo e partenza degli autobus, era oggetto di proteste da parte pendolari che lamentavano le pessime condizioni in cui versava a causa di immondizia, squallore e cattivi odori. A protestare erano anche i commercianti vicini che lo indicavano come luogo poco sicuro, malfrequentato fino a tarda sera da chi, in alcuni casi, si accaniva danneggiando anche le strutture esterne alle loro attività. Con un colpo di spugna, o meglio, con tante passate di pennello e vernice, a fine novembre, una squadra di operai commissionati dal comune di Velletri a cui spetta l’onere della manutenzione strutturale, ha restituito decoro almeno alle pareti del sottopasso. Nel 2013 giovani artisti vennero ingaggiati per realizzare disegni che abbellissero e rendessero piacevole il passaggio in quel corridoio. Disegni, prima studiati, poi approvati ed infine realizzati a regola d’arte.

La mancanza di controlli ha permesso a disegnatori improvvisati, o semplici imbrattatori, di coprire quei disegni con volgarità e scritte di ogni genere. Impossibile, quindi, rimuovere l’uno senza rimuovere l’altro.

E’ stato quindi necessario coprire tutto con una passata di pittura grigia triste ma pulita. Il rischio, però, tutt’altro che ipotetico, è che quei muri possano tornare ad essere imbrattati. Già a pochi giorni dalla fine dei lavori, le prime tracce di attività vandaliche sono evidenti. Se un primo passo è stato fatto, ne restano altri ancora da fare. Le vetrine che avrebbero potuto contenere merce in esposizione o informazioni utili per passeggeri o turisti, sono rimaste così come i vandali le hanno lasciate: sfondate e con grossi pezzi di vetro a minacciare l’incolumità dei passanti. Ma l’esigenza principale resta quella di fornire la struttura di un sistema di videosorveglianza di cui al momento è sguarnita. L’installazione di telecamere servirebbe come deterrente non solo contro vandali o imbrattatori, ma anche per arginare quei fenomeni delinquenziali che trovano terreno fertile in luoghi poco controllati e frequentati da studenti.

Ermanno Amedei

17 Dicembre 2019 0

Cassino, lite tra anziana zia e nipote durante messa in ricordo della defunta nella chiesa di San Giovanni

Di Ermanno Amedei

Cassino – Un 30enne si sarebbe scagliato, oggi pomeriggio alle 18 circa, contro l’anziana zia prendendola a pedate e insulti costringendola alle cure ospedaliere.

Tutto sarebbe avvenuto nella chiesa di san Giovanni di Cassino dove i parenti di una anziana donna deceduta 8 giorni fa, si sono ritrovati nella celebrazione di una messa in suo ricordo.

Non si conoscono i motivi che hanno scatenato la furia dell’uomo, fatto sta che, secondo testimoni, all’avvicinarsi della ultrasettantenne per il rinnovo delle condoglianze, l’uomo l’’ha scacciata prima in malo modo per poi colpirla mentre lei si allontanava.

Attimi di tensione e l’intervento di altri parenti per fermare il 30enne e soccorrere la donna che è stata portata in ospedale a Cassino e refertata.

Ermanno Amedei

13 Dicembre 2019 0

Alessandro Bovo medaglia d’oro della pallanuoto al workshop del Matrix di Genzano

Di Ermanno Amedei

Genzano di Roma – I segreti della pallanuoto svelati ai giovani atleti e giovani coach dei Castelli da Alessandro Bovo, medaglia d’oro ai giochi olimpici di Barcellona 1992 e di una di bronzo in quelle di Atlanta 1996, attuale allenatore dell’An Brescia con cui ha vinto una coppa Italia e una Euro Cup.

Attorno all’atleta, tra i maggiori esponenti italiani della disciplina sportiva, ruota il waterpolo workshop che comincia domani al Matrix di Genzano. E’ il primo evento in Italia a cui partecipa Bovo ed è la prima collaborazione tra Bovo e la Matrix; un appuntamento aperto ad atleti e tecnici delle squadre locali di qualsiasi categoria. Un fine settimana di alta formazione a cui parteciperà Marco Lancissi, responsabile della preparazione atletica delle squadre nazionali di pallanuoto e di nuoto. A fare gli onori di casa sarà il direttore tecnico della pallanuoto Matrix, Francesca Petrilli che guida da bordo vasca le squadre dai campionati Fin Regionali fino ai nazionali.

Al momento sono previste le partecipazioni di tecnici e atleti del Villaggio Doria di Albano, della Sis Roma e Coppa Oro Roma. I segreti del dribling, della gestione della superiorità o inferiorità numerica, la figura dell’allenatore come motivatore o formatore di giovani atleti saranno svelati nel corso di incontri con Bovo e i coach. Poi le squadre si alterneranno in vasca e in palestra con lo stesso Bovo e con Lanciassi per una sessione di preparazione a “secco” e terminerà domenica pomeriggio con attestati di partecipazione sia ad atleti che ad allenatori. Un appuntamento di grande spessore, sia dal punto di vista sportivo che dal punto di vista delle occasioni; sabato e domenica al Matrix di Genzano di Roma ci sono persone che hanno contribuito a far grande la pallanuoto italiana.

Ermanno Amedei

12 Dicembre 2019 0

I sapori della valle di Comino e della Via Francigena del Lazio approdano in Terra Santa

Di Antonio Nardelli

A Betlemme, Nazaret e Gerusalemme dal 3 al 7 dicembre sono arrivati i piatti tipici della valle di Comino e della Via Francigena del Lazio con gli agrichef di Coldiretti Lazio Loreto Pacitti e Ilaria Marino.

L’iniziativa fa parte del progetto “Sapori in cammino-La via Francigena: dal Lazio in Terra Santa attraverso spiritualità ed enogastronomia” ed è stata organizzata dall’associazione Solidali con la Terra Santa in collaborazione con la Custodia Francescana in Terra Santa e il patrocinio della Regione Lazio.

La finalità è la promozione attraverso la degustazione dei prodotti enogastranomoci dei nostri territori che insistono sulla via Francigena.

Gli agrichef Pacitti e Marino hanno deliziato gli ospiti con pasta e patate, pollo e peperoni di Pontecorvo, gricia, carbonara, zuppa di legumi, formaggi tipici tra cui il pecorino di Picinisco, polenta, verdure ripassate, crostata di Visciole, pasta al pomodoro e basilico, zif zaf (caponata), ciambelle al vino, tozzetti, cannellini Atina sale olio.

4 Dicembre 2019 2

L’ospedale di Cassino ai vertici della chirurgia italiana, intervento in diretta mondiale

Di Ermanno Amedei

Cassino – In occasione del 30° Congresso di Chirurgia dell’Apparato Digerente, organizzato a Roma dal Professor Giorgio Palazzini il 29 Novembre 2019 e che ormai rappresenta uno dei più grandi eventi scientifici di chirurgia in diretta a livello mondiale, l’Equipe chirurgica del Santa Scolastica di Cassino guidata dal Professor Roberto Santoro è stata invitata a partecipare e ad eseguire un intervento di chirurgia oncologica epatica maggiore. L’intervento, lo si legge in una nota della Asl di Frosinone, ha riscosso molto successo ed il paziente è già in via di guarigione.

“Essere stati coinvolti in un evento di così grande rilevanza a livello nazionale ed anche internazionale è stata una grande soddisfazione per tutto l’Ospedale oltre che ovviamente mia personale – ha commentato nella nota il Professor Roberto Santoro – E’soprattutto il risultato di tre anni di grande lavoro dedicato alla chirurgia oncologica per i cittadini di questo territorio che riceve un riconoscimento di alto prestigio dalla comunità scientifica”.

La UOC di Chirurgia Generale diretta dal Professor Roberto Santoro è ormai diventata un centro riferimento regionale per la chirurgia oncologica attestandosi tra i primi posti come volume di attività per il trattamento del cancro colorettale. La chirurgia epatica maggiore viene eseguita spesso per metastasi epatiche proprio cancro colorettale e solo in pochi centri del nostro paese.

“Poter proporre questi trattamenti altamente specialistici al Santa Scolastica – sottolinea nella nota il Direttore Generale Stefano Lorusso –  è una grande opportunità per tutta la Provincia. Poter portare le sale operatorie di Cassino in diretta a confrontarsi con gli altri grandi centri italiani ed esteri su interventi di così alta specializzazione e grande complessità è un risultato eccezionale che dimostra che anche in Provincia è possibile fornire prestazioni di eccellenza in questo campo”.

26 Novembre 2019 0

Arrestato ad Aquino il pirata della strada che ieri ha ucciso un pedone a Castrocielo

Di Comunicato Stampa

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Pontecorvo e della Stazione di Aquino hanno sottoposto a fermo di P.G. un 53enne residente ad Aquino, sondaggista, incensurato, per il reato di “omicidio stradale”.

Le indagini effettuate dai militari operanti consentivano di appurare che il fermato nella serata del 24 novembre, transitando con la sua autovettura sulla S.R. 6 Casilina, nel comune di Castrocielo, urtava un pedone che camminava sul ciglio della strada facendolo cadere all’interno della cunetta di scolo dell’acqua, venendo ritrovato solo la mattina del 25 novembre da un cittadino che vive in prossimità del luogo. Giunti sul posto gli operanti procedevano alla identificazione del cadavere, un marocchino di 62 anni, ambulante, che da tempo viveva a Castrocielo, procedendo a repertare i frammenti di un’autovettura, quali uno specchietto retrovisore lato passeggero, un pezzo di fanale e dei frammenti di plastica, che subito hanno lasciato intendere che il cadavere fosse stato investito da un’autovettura. Gli accertamenti esperiti sui numeri seriali rinvenuti sui frammenti, hanno permesso di individuare il tipo di veicolo e grazie all’acquisizione di immagini di alcune telecamere e dall’incrocio di centinaia di targhe associate al tipo di veicolo, è stato possibile identificare il veicolo. Nella tarda serata di ieri i Carabinieri rintracciavano l’uomo presso la sua abitazione nonché l’autovettura all’interno del garage che presentava tutti i segni di danneggiamento compatibili con l’investimento. Il soggetto, dopo l’interrogatorio delegato dall’AG di Cassino veniva dichiarato in stato di fermo e sottoposto agli arresti domiciliari. Giovedì 28 p.v. verrà conferito l’incarico al medico legale per l’esame autoptico.

1 Novembre 2019 0

Precipita ultraleggero e trancia cavi della corrente, un morto ed un ferito grave

Di Ermanno Amedei

SANTA SEVERA – Un morto e un ferito grave è il bilancio dell’incidente aereo avvenuto oggi pomeriggio alle 16 a nord di Roma, a Santa Severa, località marina di Tolfa. Per cause imprecisate un ultraleggero aeromobile biposto è precipitato in una zona rurale.

Immediatamente sul posto sono arrivate tre squadre di vigili del fuoco del comando di Roma, da Cerveteri e Civitavecchia.

Probabilmente nella caduta il velivolo ha tranciato dei cavi di un traliccio. Due uomini a bordo di età media. Uno dei due uomini è morto mentre l’altro è in codice rosso.

25 Ottobre 2019 0

Perde la causa e spara all’avvocato della controparte, 76enne arrestato a Monterotondo

Di Ermanno Amedei

MONTEROTONDO – Ha sparato all’avvocato della controparte colpevole di aver difeso il suo avversario nel corso di una causa per un confine terriero. é accaduto ieri pomeriggio a Tivoli dove alle 15.30, i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, sotto la direzione del PM di turno della Procura di Tivoli, hanno proceduto all’arresto di P.U. di 76 anni , perché colto nella quasi flagranza di tentato omicidio dell’Avvocato D.S. Antonio e di porto e detenzione illegale di arma.

P. U., poco prima, aveva esploso tre colpi di arma da fuoco nei confronti dell’Avvocato, mediante una pistola Beretta modello 70, calibro 7,65 avente matricola abrasa. In particolare, P.U., mosso dal risentimento nei confronti dell’Avvocato D.S., difensore di una controparte del predetto P.U. in una causa civilistica, si era recato davanti lo studio del legale, sito in Monterotondo, in attesa che uscisse. Quando l’Avvocato, alle ore 15:10 circa odierne, è uscito dal portoncino del palazzo ove ha studio, P.U. ha esploso un primo colpo di pistola che si era infranto sul vetro del predetto portoncino e poi ha esploso altri due colpi sempre verso l’avvocato che cercava di scappare. Il terzo colpo, in particolare, colpiva, danneggiandola, la vetrata dell’ufficio postale sito dall’altro lato della via col di Lana.

I tre colpi non hanno ferito alcuna persona. P.U. è poi allontanato dal luogo dell’evento ed ha dapprima nascosto la pistola coperta con un drappo di colore blu sotto una siepe in una via limitrofa e si era infinte recato alla fermata dell’autobus ove veniva, tuttavia, fermato dai Carabinieri di Monterotondo, attivati da una richiesta al 112 di un cittadino e giunti in poco tempo sul posto.

Dalle prime indagini, dunque,  risulta che l’aggressione è avvenuta per ragioni connesse proprio all’esercizio dell’attività difensiva svolta dalla vittima in un procedimento civile concernente questioni di confini.  

L’autore della sparatoria è stato condotto in carcere e collocato a disposizione della Procura diretta dal procuratore capo Francesco Menditto che, nelle prossime ore, chiederà la convalida dell’arresto al Gip.

“Aldilà dell’accertamento dei fatti e della dinamica del delitto – si legge in una nota della procura di Tivoli – oltre che delle ragioni che lo hanno determinato, ciò che preoccupa è il fatto che per la prima volta nel circondario di Tivoli venga perpetrato un atto tanto grave ai danni di un avvocato proprio per l’esercizio del suo mandato difensivo. Ciò dimostra il tasso di elevata criminalità del territorio, prontamente contrastato dalle Forze dell’ordine, che ne hanno il pieno e diffuso controllo, e quanto lo stesso abbia elevato il tiro.

Non si può fare a meno di sottolineare come la gravità dell’atto, aldilà del suo accertamento investigativo, risieda proprio nell’essersi rivolto ai danni di un avvocato del Foro di Tivoli, Foro che si distingue per la sua professionalità e serietà nell’affermazione quotidiana del diritto costituzionale di difesa”.