Tag: elementare

7 Giugno 2019 0

Le Emozioni hanno voce: quella della 2B dell’elementare San Silvestro

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO –  Un viaggio tra l’inquietudine creativa di Renoir, passando per l’angoscia di Munch e la violenza pittorica di Ligabue, fino ad arrivare agli stati d’animo ‘colorati’ di Van Gogh.  Non siamo al MoMA di New York ma nell’androne della scuola elementare San Silvestro di Cassino dove gli alunni della 2 B si sono improvvisati, sotto la guida delle insegnanti, critici osservatori, per andare ad indagare nella sfera emozionale ‘sfruttando’ l’arte pittorica.

Dare voce alle emozioni non è un affare semplice. Imparare a riconoscere le emozioni, imparare ad affrontarle e a gestirle crea sicuramente un clima più sereno con sé stessi e con gli altri.   Ed il titolo del progetto “Stare bene a scuola” racconta in pieno lo spirito del percorso che ha portato i bambini a riconoscere le emozioni che regolano la quotidianità e a rappresentarle in un saggio di fine anno in cui sono stati mostrati i vari passi del progetto interdisciplinare curato dalle insegnanti GRADINI BARBARA, CUNTO VALENTINA,  VERRECCHIA ANNA MARIA,  DELICATO ISABELLA, EVANGELISTA ROSSANA.

Non solo arte perché gli alunni della 2B hanno impersonato la rabbia, la felicità, la paura, la tristezza, la gelosia anche attraverso la musica, da Vasco Rossi a Cyndi Lauper, in una rappresentazione di fine anno trasversale in cui ogni bambino si è messo in gioco, con semplicità e consapevolezza.

Un gioco da ragazzi quello che è sembrato vedendo la spontaneità dei bambini di seconda elementare ma che presuppone invece un lavoro fatto attraverso varie stimolazioni: racconti, produzioni scritte, disegni, canzoni, film – con la proiezione e la spiegazione di Inside Out, il film d’animazione che personifica il viaggio emozionale interiore presente in ciascuno di noi. Da questo lavoro è nata così una raccolta di emozioni che ogni bambino ha creato, illustrato e rilegato, creando un vero e proprio vademecum emozionale.

Senza che se ne rendessero conto i bambini hanno imparato la preziosa arte della prossemica,  la disciplina semiologica che studia i gesti, il comportamento, lo spazio e le distanze all’interno di una comunicazione, sia verbale sia non verbale. Il tutto attraverso l’arte del gioco.

Nella gestione di alcune emozioni, quelle più forti, tipo la rabbia, sono emersi differenti vissuti che, anche se con qualche difficoltà, sono stati affrontati e oltrepassati. Un modo questo anche per superare quelle difficoltà che spesso impediscono ai più piccoli di spiccare il volo.

Difficoltà anche nell’esecuzione pratica del progetto dettate dalle ‘solite’ ristrettezze economiche cui la scuola italiana è condannata. Ma, come suggerito dal team delle insegnanti, le difficoltà si superano anche con l’ingegno ed allora tutto è diventato ottimo materiale da riciclo, ridando vita ad ogni cosa che sembri non essere più utile.

Un progetto dunque non solo finalizzato alla rappresentazione scolastica di fine anno ma un percorso che ha plasmato ogni alunno, suggerendo diversi spunti di riflessione e di approccio alla quotidianità, anche quella fatta di ostacoli e difficoltà da superare.

21 bambini ‘colorati’ hanno vestito i panni delle emozioni per spiegare agli adulti che le emozioni hanno una voce, basta saperla riconoscere ed ascoltare!

 

 

 

1 Giugno 2018 0

Scuola elementare San Silvestro; piccoli “mastri burattinai” insegnano ai grandi il valore delle cose semplici

Di felice pensabene

CASSINO – Il gran caldo non ferma la ‘Passione’ di bimbi e maestre che nel cortile assolato della scuola elementare hanno portato in scena lo spettacolo di fine anno. Vincono i bambini, i 35 alunni delle classi prime del plesso San Silvestro di Cassino si sono definitivamente lasciati alle spalle il debutto alle elementari  con uno spettacolo in cui si sono inventati mastri burattinai per insegnare ai più grandi il significato delle cose più semplici. A come amicizia, B come bacio, C come carezza, D come Dono, E è l’emozione di un lavoro con passione. Quella che ha vinto nello spettacolo della 1 A e della 1 B, coordinato dalle insegnanti Annamaria Sidonio, Olga Mauro, Valentina Cunto, Barbara Gradini, Annamaria Verrecchia, Isabella Delicato, Rossana Evangelista che sono riuscite a superare i consueti ostacoli dettati da un sistema scolastico lacunoso che avrebbe bisogno di strutture più accoglienti e adeguate agli sforzi, massimi, profusi tra le aule durante l’anno da insegnanti, tirocinanti e bambini.

E la preside Vincenza Simeone ha sottolineato proprio come negli ultimi 20 anni il plesso che dirige, facente parte del III Istituto Comprensivo cassinate, abbia fatto passo da gigante, spogliandosi innanzitutto di quella veste periferica cui è stato relegato per troppo tempo. Scuola d’eccellenza, oggi il plesso può contare su una lunga serie di ammodernamenti anche se tante ancora sarebbero le possibilità di crescita.

Una palestra, uno spazio adeguato dove bimbi e ragazzi possano svolgere attività sportive e ludiche, realtà che al momento mancano presso l’istituto. Un cortile, ovviamente freddo d’inverno e assolato nei mesi primaverili: questa l’unica realtà su cui studenti e insegnanti possono contare per svolgere quelle attività che vanno al di là della consueta didattica tra i banchi.

Ma la passione, quella che ha caratterizzato la manifestazione di fine anno, ha vinto, anche sugli ostacoli contingenti. Il sole, bollente di questi giorni, non ha scalfito il lavoro dei bambini, delle maestre e l’entusiasmo dei tanti che hanno partecipato alla festa . Perché lo spettacolo si è concluso con un grande balletto finale che ha coinvolto nonni, genitori, zii, fratelli e sorelle, ‘rapiti’ dall’entusiasmo e dalla passione degli alunni più piccoli dell’elementare San Silvestro.

E già si pensa al prossimo anno. Non si esclude una collaborazione con Exodus. L’importante realtà cassinate si è dichiarata disponibile ad aprire le sue porte agli studenti della scuola San Silvestro per ospitarli nelle manifestazioni che, per carenze strutturali, non trovano adeguati spazi nel plesso di Cassino. Ma c’è ancora un anno di tempo per stringere ancor di più i rapporti con la comunità di recupero dove i bambini sono spesso ospiti a contatto con la natura e gli animali, improvvisandosi apicoltori, allevatori, giardinieri e cuochi, sotto l’occhio vigile di insegnanti e operatori della comunità.

14 Febbraio 2018 0

Tensione tra genitori e maestre alla scuola elementare di San Giorgio a Liri

Di Ermanno Amedei

SAN GIORGIO A LIRI – Tensione alle stelle tra genitori, e tra genitori e insegnanti della scuola elementare di San Giorgio a Liri.

Il fuoco covava sotto le ceneri e pare che ieri sarebbero cominciate violente liti davanti al plesso scolastico. Liti che si sono ripetute anche questa mattina con il rischio, addirittura, che divenisse qualcosa di diverso tanto che sul posto è arrivata anche una ambulanza del 118.

Del caso se ne stanno occupando anche i carabinieri per tentare di risalire alle cause che hanno innescato i dissapori. Pare che tutto sarebbe nato da prese in giro tra i bambini.

Ermanno Amedei

7 Marzo 2017 0

Auto forzate davanti la scuola elementare a Fiuggi

Di Ermanno Amedei

Fiuggi – Aspettano che le mamme lascino incustodite le auto per andare ad accompagnare i figli a scuola, e fanno razzie. Accade da qualche settimana a Fiuggi nel parcheggio della scuola elementare in via Val Madonna.

Si ripetono i casi in cui le donne, dopo aver assicurato i figli all’interno del plesso, trovano la vettura forzata. Pochi minuti bastano al, o ai malviventi, per fare man bassa delle loro borse e relativi portafogli.

Oltre al furto, quindi, anche i danni all’auto. Ieri l’ultimo episodio e del caso ne sono state informate le forze dell’ordine.

Ermanno Amedei 

Foto repertorio

 

13 Luglio 2010 0

vandali devastano la scuola elementare, danni per 10 mila euro

Di redazione

I responsabili della Scuola Materna ed Elementare “Don Milani” di Giulianova, hanno denunciato ai carabinieri che ignoti, probabilmente negli ultimi giorni, dopo aver forzato la porta antipanico posteriore, sono penetrati nell’Istituto imbrattando alcune mura con vernice, incollando delle sedie ad alcuni banchi di due aule, aprendo, inoltre, il bocchettone dell’acqua antincendio allagando gran parte del piano superiore e parte di quello inferiore. La stima dei danni subiti è in corso, in ogni caso ammonta a circa 10.000 Euro. Sono in corso indagini finalizzate ad accertare i responsabili dell’insano gesto.

26 Maggio 2010 0

Frana un muro della scuola elementare e trascina insegnante che rischia la paralisi alla gambe

Di redazione

Un incidente annunciato quello ccaduto ieri mattina nella scuola elementare di Mutignno, frazione di Pineto (Te). Il muretto franato e che ha trascinato con se una maestra 27enne provocndole ferite tali da farle rischiare la paralisi delle gambe era lesionato dai tmpi del terremoto dello scorso anno e, per questo, le autorità scolastiche avevano chiesto la chiusura dell’edificio. Cosa che non è avvenuta ma che, invece, si è concretizzata la terribile ipotesi. Quel muretto delimitava uno specchio di trreno utilizzato come orto per i bambini. E’ franato quando sopra c’era una persona adulta, la maestra ppunto, tra l’atro in sostituzione di una collega in maternità. Il volo di due metri circa, ha preceduto lo schiano al suolo e un violento colpo lla colonna vertebrale con conseguente frattura di una vetebra. Immediatmente trasportata in ospedale ad Atri, la ragazza è stata poi trasferita al nosocomio di Teramo dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. Solo il tempo dirà se la ragazza potrà tornare a camminare.

21 Maggio 2010 0

Mura perimetrali pericolanti e degrado alla scuola elementare Ceci

Di redazione

“Ci sono interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria che devono essere effettuati immediatamente e non possono essere ritardati dai problemi burocratici o dall’indifferenza degli uffici preposti”. Lo sostiene in una nota stampa, Giulio Rossi, fondatore del gruppo “Alatri Abbandonata”. “Parlo del muro perimetrale della scuola elementare Luigi Ceci, in via del Calasanzio ad Alatri (Fr), che rischia di crollare da un momento all’altro e di provocare così seri danni a persone e cose. Per fortuna si tratta della parte nord dell’edificio ma potrebbe essere comunque facilmente raggiunto dagli alunni durante la ricreazione. Inoltre la recinzione presenta un varco che potrebbe permettere l’accesso non autorizzato di malintenzionati. La presenza di un magazzino e di tubi che ne fuoriescono lascia intuire la presenza di impianti che potrebbero essere seriamente danneggiati dal probabile crollo. Colpisce l’indifferenza per questo problema, da tempo segnalato dal proprietario del piccolo fondo confinante dal quale è possibile osservare il muro completamente sfaldato e alcune grosse pietre già cadute al suolo. Anche la direzione didattica ha prontamente segnalato il fatto agli uffici comunali ma, a quanto pare, nessuno si preoccupa di adottare i più elementari provvedimenti per mettere il sito in sicurezza. Detto per inciso anche l’ambiente circostante è vistosamente degradato dalla presenza di piante infestanti, facile ricettacolo di insetti nocivi e pericolosi. Quanto si dovrà attendere ancora per questo intervento?”

27 Gennaio 2010 0

Crolla il soffitto in prima elementare, tragedia sfiorata

Di redazione

Se fosse accaduto solo qualche ora più tardi, a Sant’Apollinare (Fr), oggi, sarebbe stata giornata di lacrime. Per fortuna, però, il soffitto della prima elementare della scuola Don Bosco in Corso Mazzini, ha deciso di venir giù nel corso della notte. Quando, questa mattina, i personale che lavora nel plesso ha aperto le porte, ha trovato i piccoli banchi completamente sommersi da detriti ed altri calcinacci. In quella classe, sarebbero dovuti entrare i bambini di sei anni. A cedere, probabilpmente a casua di infiltrazioni d’acqua è stato una trave che ha fattio cadere il controsoffitto. Sul posto si sono recati i vigili del fuopco di Cassino (Fr) che hanno fatto arrivare sul posto anche un ingegnere del corpo da Frosinone. La scuola, quindi, è stata chiusa e i carabinieri hanno apposto l’ordinanza sul cancello. Sarà necessario, quindi, effettuare un controllo accurato sull’intera struttura per accertrne la stabilità e nel caso, intervenire.

12 Dicembre 2009 0

Riapre la scuola materna ed elementare di Caira

Di redazione

La scuola elementare e materna di Caira riaprirà i battenti nell’immediata vigilia di Natale con una rappresentazione degli alunni della scuola cui presenzieranno i vertici comunali e scolastici, rappresentanti della Regione Lazio e le famiglie dei piccoli alunni. Il plesso chiuso lo scorso anno a causa di preoccupanti segni di cedimentio strutturali è stato interessato da lavori di consolidamento. Il sindaco Bruno Vincenzo Scittarelli e l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe La Norcia, che hanno personalmente seguito il lungo iter dei lavori di recupero strutturale e messa in sicurezza dell’edificio, ringraziano per la proficua e continua collaborazione manifestata il dirigente del Genio Civile di Cassino, l’ing. Giuseppe Panarello, che ha coordinato gli interventi eseguiti dalla ditta appaltatrice, anch’essa disponibile e attenta alle esigenze manifestate dall’Amministrazione Comunale. Con la ripresa in consegna della scuola ora l’Amministrazione Comunale sta procedendo agli interventi di pulizia delle aree pertinenziali e dei locali e alla sistemazione dell’impiantistica per consentire la programmata ripresa dell’attività didattica.