Tag: finisce

5 Ottobre 2019 0

Smerciava cocaina, 73enne finisce ai domiciliari a Sora

Di Antonio Nardelli
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ieri pomeriggio a Sora gli agenti del Commissariato di P.S. dopo una meticolosa attività investigativa, hano arestato un settantatreenne sorano per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini hanno permesso di individuare una abitazione in una zona periferica del centro volsco dove un uomo di età avanzata smerciava sostanza stupefacente.

Il 73enne sarebbe stato sorpreso mentre cedeva una dose di sostanza, risultata poi essere cocaina, ad un giovane del posto, che sarà segnalato alla Prefettura di Frosinone quale assuntore di stupefacenti.

La successiva attività di perquisizione personale e domiciliare consentiva di rinvenire ulteriori 20 dosi già confezionate e pronte per lo spaccio e 4.700 euro in contanti, prevalentemente banconote da 50 euro, presumibile provento dello smercio delittuoso. Non si escludono ulteriori sviluppi derivanti dall’attività degli investigatori che stanno cercando di ricostruire la fitta rete di contatti che lo spacciatore aveva per la sua fruttuosa attività criminosa. Per quanto sopra, su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Cassino, l’uomo veniva posto agli arresti domiciliari.

24 Settembre 2019 0

Lite tra ex fidanzati finisce in rissa, denunciate sei persone

Di Ermanno Amedei

SAN GIORGIO A LIRI – Questa mattina a San Giorgio a Liri, i carabinieri hanno denunciato per rissa aggravata, danneggiamento e lesioni personali in concorso, sei persone. Si tratta di  B.A., 22enne di Piedimonte San Germano (già censito per reati contro la persona);  L.G., 37enne di San Giorgio a Liri (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio); L.P., 34enne di San Giorgio a Liri (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio); L.C.C., 24enne di a San Giorgio a Liri (già censita per reati contro il patrimonio); L.D., 22enne di San Giorgio a Liri (già censito per reati contro la persona); L.P., 40enne di San Giorgio a Liri (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio).

Nella tarda serata di ieri i militari , unitamente a quelli della Stazione di San Giovanni Incarico e del NORM della Compagnia di Pontecorvo, su segnalazione della Centrale Operativa sono intervenuti a San Giorgio a Liri dove era in atto una rissa.  Giunti sul posto, i Carabinieri hanno provveduto alla identificazione dei soggetti coinvolti nella rissa scaturita a causa di motivi sentimentali tra il 22enne e la ex moglie di uno di essi. Nel corso della rissa il 22enne riportava delle ferite medicate dall’Ospedale Civile di Cassino e dimesso con giorni 7 di prognosi s.c. poiché affetto da “ferita del labbro inferiore, contusione del cranio, del volto e dell’incisivo sinistro”. Nel medesimo contesto, ricorrendone i presupposti di legge, a carico del 22enne veniva altresì notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio di San Giorgio a Liri, per anni tre.

22 Luglio 2019 0

Appicca l’incendio in una azienda, 20enne finisce ai domiciliari

Di felice pensabene

ALVITO – Questa mattina  i Carabinieri delle Stazioni di Alvito e Casalvieri  hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “incendio” un 20enne incensurato di Casalvieri, sorpreso ad appiccare il fuoco all’interno dell’ex azienda “Cava S. Maria”, sita in località S. Maria, che si propagava per circa un ettaro di terreni incolti.

Il piromane era all’attenzione dei militari da diverso tempo, in quanto sospettato di essere l’autore di diversi analoghi episodi in danno di vari terreni. Tali delitti non erano stati forieri di gravi conseguenze solo grazie al pronto intervento dei proprietari dei fondi, celeri nello spegnimento dei principi d’incendio.

Durante la stesura degli atti il giovane, incalzato dalla richiesta di spiegazioni dei Carabinieri, confessava altri tre episodi avvenuti durante questo mese di luglio, nei giorni 5, 8 e 15  in agro del Comune di Alvito ed ulteriori accertamenti sono tuttora in corso da parte dei militari operanti.

L’arrestato al termine delle formalità di rito, come disposto dall’A.G., è stato posto agli arresti domiciliari.

foto di repertorio

29 Giugno 2019 0

Finisce nella rete della polizia dopo 4 anni grazie ad un’impronta

Di Comunicato Stampa

I fatti risalgono al gennaio del 2015 quando un esercizio commerciale della zona bassa di Frosinone, particolarmente attivo nel settore dell’intrattenimento per bambini, fu oggetto di un rilevante furto. Sul posto all’epoca dei fatti personale della polizia scientifica a seguito di accertamenti riuscì ad estrapolare un’impronta a cui tuttavia non si potette attribuire un nome e cognome. A distanza di anni, nelle recenti settimane, a margine di un controllo e foto segnalamento effettuato dalla a Fiumicino nei confronti di un 32enne romano indagato per furto con destrezza, all’interno del Terminal aeroportuale, è stato possibile identificare il soggetto la cui impronta palmare è perfettamente corrispondente a quella rilevata dalla polizia scientifica. Per lui è scattata la denuncia in stato di libertà per furto. Foto d’archivio

6 Maggio 2019 0

Frosinone, lancia un involucro contenente hashish e fugge, ma finisce ai ‘domiciliari’

Di felice pensabene

FROSINONE – Nel pomeriggio di ieri, un equipaggio del Reparto Volanti sta transitando nei pressi di Piazza Vivoli quando un uomo, già noto, alla vista degli agenti lancia un oggetto, dandosi immediatamente alla fuga.

L’involucro viene prontamente recuperato , 10 grammi di hashisc, con inseguimento del fuggitivo, che comunque riesce a raggiungere la propria abitazione, nelle vicinanze.

I poliziotti non demordono e l’uomo esce “scortato” da un pitbull.

La presenza del cane e l’atteggiamento aggressivo dell’uomo non riescono a far desistere, ovviamente, i poliziotti, che lo accompagnano in Questura per gli accertamenti di rito.

Scatta l’arresto: il P.M., in attesa di convalida ne dispone il regime degli arresti domiciliari.

Nel verificare l’idoneità dell’abitazione indicata dall’uomo, gli agenti rinvengono altro stupefacente, ulteriori 9 grammi.

 

 

4 Maggio 2019 0

Isola Liri, ruba 70 euro dalla borsa di una donna, marocchino 27enne finisce ai domiciliari

Di felice pensabene

ISOLA LIRI – Nella giornata di ieri nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione   una pattuglia del Distaccamento Polizia Stradale di Sora veniva allertata dalle grida di una donna che in stato di agitazione riferiva di essere stata vittima di un furto nei pressi del centro abitato di Isola del Liri.

Nello specifico la stessa aveva parcheggiato momentaneamente la propria autovettura Smart, per cui un uomo riconosciuto poi da alcuni passanti come E.B.R. di anni 27 di origine marocchina residente sempre nel centro abitato di Isola del Liri aveva approfittato del fatto che l’auto non era stata chiusa a chiave, rovistava quindi nella borsa della malcapitata prelevando 70 euro dal portafoglio.

Preso atto del fatto, gli operatori si recavano nei pressi dell’abitazione del cittadino marocchino , dove lo stesso spontaneamente dichiarava di essere stato lui l’autore del furto, restituendo esattamente la somma asportata.

L’A.G. della Procura della Repubblica di Cassino, disponeva per E.B.R. la misura degli arresti domiciliari ed il giudizio per direttissima.

 

 

 

13 Aprile 2019 0

Cassino: Incontro sessuale col trans finisce a botte. Un arresto

Di Comunicato Stampa

E’ accaduto prima dell’alba, questa mattina, verso le ore 5. Una lite furibonda che ha richiesto l’intervento dei carabinieri comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo e coordinati dal capitano Ivan Mastromanno. Tre giovani e due trans sudamericani le persone coinvolte. All’origine della lite una prestazione sessuale non consumata. Infatti un 25enne e’finito in manette per estorsione. Nel dettaglio il ragazzo si sarebbe reso artefice prima di minacce, poi di un’aggressione fisica per farsi restituire 50 euro per una prestazione sessuale non consumata. E’stato pertanto sottoposto agli aadd. Il suo amico 21enne invece e’stato denunciato in concorso. Per il terzo giovane non sarebbero emersi indizi di reato. Nei guai anche un brasiliano per lesioni, il quale per difendere il compagno avrebbe aggredito il giovane arrestato.  Foto d’archivio

22 Febbraio 2019 0

Velletri, giovane scooterista finisce sotto un furgone. Salvato dai pompieri

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Un 18enne è rimasto gravemente ferito in incidente stradale nella tarda mattinata di ieri su via dei Cinque Archi a Velletri.

Il giovane viaggiava in sella ad uno scooter quando per cause anche ragazza al vaglio del carabinieri e della polizia locale è caduto ruzzolando sull’asfalto fino a fermarsi con il corpo era incastrato tra il paraurti e le ruote di un furgone.

I vigili del fuoco di Velletri immediatamente intrlervenuti hanno sollevato il mezzo liberando il giovane le cui condizioni, però, erano molto gravi. Sul posto è atterrata una eliambulanza il cui personale di bordo ha intubato il giovane e trasportato in un ospedale di Roma.

Ermanno Amedei

18 Febbraio 2019 0

Il big match fra Longobarda e Tordoni finisce in parità

Di felice pensabene

Non cambia la classifica nel torneo di Eccellenza. Dopo lo scontro diretto fra la Longobarda e la capolista Tordoni resta saldamente in vetta dopo il pareggio 1 a 1 nel derby della Città dei fiumi. La 18esima giornata, tuttavia, non risparmia novità. Prima fra tutte il terzo posto conquistato da Cervaro che supera con un secco 0 a 3 i padroni di casa del Collecedro. Altra importante novità, in questo turno, il ritorno alla vittoria del Moscuso (nella foto) che sul terreno di Isotopi si impone di misura, 0 a 1, sui padroni di casa. Battuta d’arresto per il Borussia sconfitto da DS Dodici per 2 a 0. Se ci si attendeva qualche modifica nei piani alti della classifica, in realtà, dopo la 18esima giornata del torneo, le vere novità sono venute da incontri di media e bassa classifica. Il prossimo turno, tuttavia, sarà importante per Cervaro impegnato a confermare il suo ‘stato di grazia’ nel match che lo vedrà opposto alla Longobarda. Il Moscuso che potrebbe avanzare in classifica e superare Collecedro nello scontro diretto con la formazione di Sant’Angelo. Incontro clou della diciannovesima giornata sarà quello fra Tordoni e Caira che potrebbe riportare la formazione cassinate a ridosso del vertice della classifica.

Nel girone “A” del torneo di Promozione resta capolista Janula nonostante il pareggio a reti inviolate con Cerreto. Aquino, tuttavia, non demorde e risponde con un 2 a 5 ottenuto nel facile confronto che lo vedeva opposto alla Sordella. Vittoria importante anche Friends for Football che consente a questa formazione di rimanere ancorata alla terza posizione in classifica, dopo la vittoria esterna ottenuta sui padroni di casa di Terzo Tempo per 2 a 3.

Nel girone “B” di Promozione continua a guidare la classifica AM Piedimonte con la vittoria ottenuta su una delle sue inseguitrici, il Belmonte, per 4 a 2. La seconda posizione rimane occupata da AM Colfelice nonostante il pareggio, 1 a 1, imposto dai padroni di casa AM Castelnuovo. Il prossimo turno non dovrebbe portare particolari novità, almeno sulla carta, con incontri che non possono creare preoccupazioni fra le formazioni che occupano i vertici del torneo.

F. Pensabene

16 Ottobre 2018 1

Cassino, litigio per la precedenza finisce male

Di Comunicato Stampa

CASSINO – Urla, strattoni, qualche colpo e magliette ridotte a brandelli in via Di Biasio a Cassino per una precedenza stradale. É accaduto stamattina poco dopo le 13 davanti l’ingresso del parcheggio multipiano e alla facoltá di Ingegneria dell’Università di Cassino. I conducenti di due auto, una Mini Cooper e una Toyota, si sono guardati prima in cagnesco per decidere chi dovesse passare, poi sono volati insulti e poi, una volta usciti dalle vetture si sono picchiati strappandosi di dosso le magliette. Poi entrambi sono tornati nelle proprie auto andando via a torso nudo convinti di aver fatto valere le proprie ragioni mentre le decine di studenti testimoni della scenata sono rimasti a chiedersi come fosse possibile litigare e picchiarsi per una precedenza stradale. Ermanno Amedei