Tag: individuato

19 Febbraio 2019 0

Individuato e multato ad Arpino 39enne straniero che scaricava rifiuti nei boschi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ARPINO – I carabinieri di Arpino hanno individuato e contravvenzionava un cittadino marocchino 39enne, (già gravato da vicenda penale specifica nonché da una vicenda penale per reato contro la persona) e da tempo residente a Casalvieri, poiché- resosi responsabile della violazione di “abbandono di rifiuti non pericolosi”, in una località di proprietà comunale. Nei giorni scorsi, nel corso di un normale servizio perlustrativo nel territorio del comune di Arpino, i militari operanti individuavano una sorta di discarica abusiva con oltre un metro cubo di rifiuti gettati in una scarpata. A seguito delle specifiche attività info-investigative, l’uomo veniva individuato quale autore dell’abbandono di rifiuti. Gli immediati accertamenti, consentivano inoltre di accertare che l’uomo era già stato deferito in tato di libertà – nel 2013 – dal personale del Comando Stazione Carabinieri di Casalvieri “per aver bruciato materiale plastico e di gomma provocando l’emissione di fumi densi e maleodoranti”. Nei suo confronti gli è stata contestata quindi la violazione di “abbandono di rifiuti non pericolosi” nonché la sanzione amministrativa di euro 600 con l’obbligo dell’immediata bonifica dell’area interessata.

5 Febbraio 2019 0

Gaeta, individuato e denunciato dalla polizia un 60enne, il ‘danneggiatore seriale’ di auto in sosta

Di redazionecassino1

GAETA – La Polizia di Stato – Questura di Latina, a seguito di una articolata attività d’indagine, ha deferito in stato di libertà un pensionato residente in Gaeta (LT), M.A. di anni 60, per danneggiamento aggravato continuato.

Le indagini hanno avuto inizio dal mese di novembre 2018, quando un cittadino si recava presso quell’Ufficio per denunciare svariati atti vandalici in danno dell’autovettura acquistata da poco. Gli accertamenti in centro città effettuati dagli investigatori del Commissariato Distaccato di P.S. di Gaeta, hanno permesso di riscontrare decine di autovetture graffiate, senza distinzione fra nuove o vecchie. Il modus operandi acquisito dalla polizia giudiziaria, consentiva di assumere elementi di prova utili a cristallizzare le responsabilità ed identificare compiutamente l’autore. L’ipotesi più accreditata era che il sospettato, nei giorni feriali, sempre di prima mattina, usciva di casa per una breve passeggiata e graffiava le auto in sosta con un oggetto metallico, apparentemente senza alcun motivo.

Il fenomeno iniziava ad assumere proporzioni preoccupanti, ingenerando un diffuso senso d’insicurezza fra gli abitanti del centralissimo quartiere, scenario degli eventi. Molte delle autovetture ivi parcheggiate, in strada, si è saputo, erano state oggetto di danneggiamenti mai denunciati, avvenuti addirittura nel corso degli ultimi anni, in periodi e con cadenze non meglio definite.

Grazie alla risolutezza del denunciante che ha proficuamente collaborato con i poliziotti, è quindi iniziata l’attività investigativa, con appostamenti e documentazioni video, nel corso della quale è stato immortalato M.A. proprio mentre si accaniva sul veicolo in questione. Dopo aver riverniciato interamente l’autovettura, avveniva l’ennesimo nuovo danneggiamento, l’ultimo prima dell’intervento di questa mattina, quando gli agenti fermavano il responsabile denunciandolo in stato di libertà.

Sono in corso ulteriori accertamenti su casi analoghi.

20 Ottobre 2018 0

Paga con banconota da 50 euro falsa, ma viene individuato e denunciato a Ripi

Di redazione

Nella giornata di ieri, in Ripi, i militari della locale Stazione deferivano in stato di libertà un 44enne di origine campana (già censito per reati analoghi) per “spendita di monete false”. L’uomo si recava in un negozio del posto dove effettuava acquisti pagando con una banconota da 50 euro rivelatasi poi falsa, per poi dileguarsi a bordo dell’autovettura di proprietà della sua convivente. L’ attività investigativa condotta dai militari consentiva prima di risalire al numero di targa dell’auto e poi al malfattore, il quale veniva identificato dalla vittima grazie al riconoscimento della sua immagine tramite fascicolo fotografico. L’uomo pertanto veniva deferito e nei suoi confronti verrà avanzata proposta per l’applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Ripi. Foto d’archivio

25 Maggio 2018 0

Sventrava distribuitori automatici, individuato e arrestato 28enne di Frosinone

Di admin

FROSINONE – Era il terrore dei gestori di distributori self service a Frosinone. Con picconi e asce li sventrava per fare man bassa del contenuto. Un’intensa ed articolata attività d’ indagine dei poliziotti  della Squadra Volante della Questura, supportata anche da riscontri tecnici, ha permesso di assicurare alla giustizia un 28enne dell’hinterland frusinate.

Il suo obiettivo era asportare i soldi, danneggiando,  anche con piccone, l’accettatore di monete: “visitati” autolavaggi, lavanderie, distributori di bevande e snack.

Scarpe da ginnastica e smanicato con cappuccio è l’ abito da “lavoro” per mettere a segno i suoi colpi – circa 15 – , utilizzando per gli spostamenti una CLIO oppure una bicicletta.

Dal mese di dicembre dello scorso anno che gli agenti delle Volanti sono sulle sue tracce:  ieri l’epilogo con l’esecuzione dell’ordinanza applicativa della misura cautelare personale  emessa  dal GIP dr.ssa Ida Logoluso del  Tribunale di Frosinone nei confronti dell’uomo.

Dopo la notifica, è stato associato alla casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

6 Febbraio 2018 0

Accesso abusivo alla piattaforma Rousseau del Movimento 5 Stelle, individuato l’hacker

Di admin

DALL’ITALIA – Il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano, a conclusione di articolate indagini, ha eseguito un decreto di perquisizione e ispezione informatica, emesso dalla Procura della Repubblica di Milano nei confronti di un trentenne veneto indiziato di aver compiuto, la scorsa estate, accessi abusivi alla piattaforma informatica dell’Associazione Rousseau utilizzata per gestire le attività politiche del Movimento Cinque Stelle.

Le attività investigative, condotte con il supporto del Centro Nazionale per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, proseguono per accertare altre responsabilità nelle intrusioni informatiche compiute ai danni della citata piattaforma.

Il giovane è formalmente indagato dalla Procura della Repubblica di Milano per il reato di accesso abusivo a sistema informatico.

Per tutelare i dati personali dei cittadini e la sicurezza delle comunicazioni telematiche, la Polizia Postale e delle Comunicazioni conduce, su tutto il territorio nazionale, i programmi operativi della Polizia di Stato volti alla prevenzione e alla repressione degli attacchi informatici in danno delle infrastrutture critiche e sensibili.

4 Ottobre 2017 0

Frosinone: A spasso con un coltello di 19cm, individuato dagli agenti Nibbio

Di redazione

Gli agenti “Nibbio” moto montati, durante il consueto e capillare controllo del territorio, hanno effettuato l’accurata verifica di un’autovettura con a bordo un uomo poco più che trentenne, il quale, non molti minuti prima, è stato sorpreso dagli stessi agenti  in compagnia di un uomo noto alle forze dell’ordine per essere dedito al cosiddetto furto con scasso. Dando seguito a perquisizione, dunque, la Nibbio ha rinvenuto e sequestrato un coltello di 19 cm riposto in un vano immediatamente sotto il sedile del conducente. Viste le circostanze inequivocabili in capo all’uomo, quest’ultimo è stato accompagnato presso gli uffici della Questura di Frosinone dove è stato deferito penalmente. Con molta probabilità, rafforzata anche dalle poche informazioni frazionate e contraddittorie rilasciate dall’uomo, la scorsa notte, lo stesso, avrebbe consumato un furto, evitato grazie alla presenza sul territorio degli scrupolosi agenti della Polizia di Stato.