Tag: mette

3 Dicembre 2019 0

“Origine comune” presentato a Roma, progetto che mette a sistema le eccellenze agro alimentari di vari comuni

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Roma – Si è svolta, questa mattina a i Roma l’evento di presentazione del progetto «Origine Comune» promosso da Anci Lazio con la collaborazione tecnica di Agro Camera.

Altri 24 comuni hanno aderito con le loro eccellenze agro alimentari, vere protagoniste della manifestazione, che saranno promosse e protette dal sistema delle Denominazioni Comunali di Origine ed entreranno nel circuito regionale.

L’evento odierno è stata l’occasione per presentare il lavoro svolto, sono stati presenti i sindaci dei comuni che hanno aderito a questa edizione del bando e i comuni che avevano già ottenuto il riconoscimento De.Co., per un mix di eccellenze laziali che Anci Lazio intende sostenere anche come volano delle rispettive economie locali.

28 Agosto 2018 0

Scassina la porta di casa della ex e la mette a soqquadro, arrestato 25enne a Cassino

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Ha scassinato la porta della casa della ex per metterla a soqquyadro distruggendone gli arredi. é accaduto a Cassino ad opera di un 24enne già noto alle forze dell’ordine.

Il giovane, in assenza della moglie, dalla quale è in fase di separazione, dopo aver scardinato la porta d’ingresso ed essersi introdotto all’interno dall’abitazione coniugale, attualmente abitata solo dalla coniuge, mettendola interamente a soqquadro arrecando notevoli danni. Al sopraggiungere della moglie, lo stesso l’ha aggredita fisicamente con calci e pugni, inveendo contro di lei.

La donna, dopo essersi divincolata con l’aiuto della madre, è riuscita a telefonare al 112 che immediatamente ha inviato sul posto una pattuglia. I militari operanti hanno costato i danni arrecati nonché la presenza dello stesso nell’abitazione, bloccandolo e traendolo in arresto. La vittima, ancora in forte stato di agitazione, è stata accompagnata in Ospedale dove gli sono state riscontate lesioni giudicate guaribili in 15 giorni..

Il giovane, invece, arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei familiari sita nella Città Martire.

4 Giugno 2018 0

La puntura di Ultimo… a chi mette a rischio la salute dei bambini con gare col massimo ribasso

Di Ermanno Amedei

LA PUNTURA DI ULTIMO – “A Pescara 80 bambini intossicati per il cibo scadente delle mense scolastiche. Quest’ anno sono decine i casi in tutt’Italia, ma è stato così anche negli anni scorsi.

Vincere le gare col massimo ribasso per poi dare ai bambini cibo avariato dovrebbe essere considerato un reato molto grave.

Si commettono in realtà due reati, sia danneggiando le aziende serie che non possono competere con prezzi così bassi e sia attentando alla salute dei più piccoli. A quando l’inasprimento delle pene?”

Ultimo

11 Maggio 2018 0

La moda uomo primavera-estate 2018 mette al bando i vestiti ultraslim

Di Ermanno Amedei

ATTUALITA’ – Nella moda uomo che vedremo per questa stagione primavera-estate 2018 troveremo una forte controtendenza relativamente ai modelli di vestiti che sono stati pensati dai principali stilisti e che andremo ad utilizzare durante i prossimi mesi caldi. Vengono messi al bando gli abiti ultraslim che hanno caratterizzato pantaloni, camicie e giacche negli ultimi anni, in favore di capi dalla vestibilità più comoda. Una notizia che verrà presa sicuramente in modo positivo da coloro che, a causa della loro pancetta, dovevano indossare tale abbigliamento con una sorta di apnea perenne.

La nuova moda per i mesi estivi vede uno stile e delle forme che sono importate dallo streetwear, più rilassate, che vedono la presenza di capi più ampi e che sfociano anche in misure oversize, abbinandole al resto del proprio outfit. Il nuovo abbigliamento uomo è in corso di evoluzione e cambiamento, ed oggi andremo a vedere quelle che sono le principali tendenze emerse dalle sfilate dalle principali case di moda e da quanto proposto dai professionisti del vestire uomo come Boggi Milano, che da decenni rappresenta un riferimento, grazie ai suoi negozi fisici e alle nuove esperienze di acquisto online, per l’uomo che vuole essere impeccabile in ogni genere di occasione.

Partiamo col vedere quali sono state le proposte dai big del settore della moda come Dior, Armani, Hugo Boss, Dolce&Gabbana, tutti allineati nel presentare pantaloni “regular fit”, dalla gamba più morbida, che vengono portati sotto una camicia in denim per un look molto confortevole. Un denim che risulta intramontabile e che viene valorizzato dalle proposte della Compagnia del Denim, che propone un tessuto autentico, che va dalle 6 alle 13 once, presentato con lavaggi slavati, sbiancati e arricchiti con rotture, scritte e sporcatore di vario genere. Per quanto riguarda invece il classico pantalone, troviamo dei modelli che presentano un addome più rotondo del normale, utili per coloro che hanno misure di cosce che faticavano ad entrare negli skinny, modelli che vengono portati anche per questa stagione con i tanto discussi risvoltini. Oppure potremo optare per pantaloni supercomodi in tessuto tecnico, nel caso in cui il proprio outfit prenda una direzione più sportiva, oppure soluzioni realizzate con materiali quali il fresco lana, cotone e tessuti leggeri in genere.

Guardando alle altre tendenze 2018 per la moda uomo primavera-estate, troviamo il ritorno del gilet, con la tendenza di indossarlo in una tonalità più chiara rispetto al completo. Le giacche invece, tornano nelle forme proporzionate al busto, con le spalle che cadono morbide, mai ravvicinate alla figura, con i rever ben visibili, anche se in nessun caso mai esasperati. Troveremo in questo periodo caldo anche tante giacche sfoderabili, mentre quella che si conferma ancora una volta un capo chiave nel guardaroba è la field jacket.

Per quanto concerne i colori maggiormente utilizzati  il “must have” è rappresentato dalle tinte pastello e il tono su tono, ma anche righe orizzontali, ma queste ultime solo su pantaloni, polo e t-shirt. Per coloro che  invece vogliono un outfit più formale, è essenziale saper abbinare nel modo corretto i colori, in modo da allestire un abbigliamento spezzato come ad esempio: blazer bordeaux, camicia azzurra, cravatta paisley bordeaux e pantalone chino beige. In fine un accenno per le scarpe che vedremo indossate nei prossimi mesi, le sneakers sono considerate ormai un passpartout, anche se spesso si abusa molto della loro ampia versatilità di utilizzo, ma la primavera sarà soprattutto la stagione delle loafer e dei mocassini.

20 Luglio 2017 0

Frosinone : la Polizia di Stato mette a segno un altro colpo contro il mercato dello spaccio

Di Comunicato Stampa

Proseguono nel capoluogo ciociaro intensi e capillari servizi finalizzati alla prevenzione ad al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Gli uomini della Squadra Mobile e della Squadra Volante, con il prezioso ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato, hanno messo a segno un altro importante “colpo” contro il mercato dello spaccio. Dopo gli arresti della scorsa settimana con un ingente quantitativo di droga sequestrata, i poliziotti hanno denunciato 26enne frusinate per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L ‘uomo, alla vista degli agenti tenta di far perdere le sue tracce , nascondendosi in un appartamento dello stabile già “attenzionato” dagli investigatori. Raggiunto e bloccato, il 26enne è stato trovato i possesso di 370 euro presunto provento dell’attività di spaccio. La capillare perquisizione dello stabile, con l’aiuto di due unità cinofile, ha permesso di scoprire, nei locali delle terrazze, due buste contenenti nr. 202 dosi di cocaina e nr. 90 di hashish (dal peso di 2 gr l’una). Il dettaglio delle dosi è un dato importante perché la cocaina, venduta a 20 euro la dose, avrebbe fruttato oltre 4.000 euro, mentre l’hashish, sempre a 20 euro la dose, avrebbe fruttato 1.800 euro circa.

27 Aprile 2017 0

Tour antitruffe della polizia ad Anagni, il questore Santarelli mette in guardia gli over 65

Di Ermanno Amedei

 

Anagni – La “squadra antitruffa” della Questura di Frosinone continua il tour informativo nell’ambito del Progetto Sicurezza Anziani, che sta  interessando tutto il territorio provinciale.

Oggi pomeriggio ha fatto tappa ad Anagni, presso il Centro Anziani, in collaborazione  con il presidente del Coordinamento Provinciale Ancescao Ferdinando Matarese, presente con il presidente del centro Silvio Castigli ed il Sindaco Fausto Bassetta.

Quello nella Città dei Papi è un graditissimo ritorno per la Polizia di Stato, dopo l’ incontro dello scorso anno, con una platea sempre attenta, interessata e numerosissima – oltre 100 partecipanti -.

Dopo il Questore di Frosinone, dr. Filippo Santarelli hanno preso la parola il Dirigente la Squadra Mobile dr. Carlo Bianchi ed il Direttore Tecnico Capo Psicologo dott.ssa Cristina Pagliarosi.

Con filmati, indicazioni ed aneddoti, gli “esperti” della Polizia di Stato hanno messo in guardia gli over ’65 da eventuali malintenzionati, ma il messaggio è ovviamente esteso a tutti, perché i truffatori colpiscono ad ampio raggio: è di questa mattina il caso di un 53enne vittima di una truffa online nel cassinate  o ieri di una 33enne raggirata da un 20enne che si era creato un falso profilo facebook per mettere a segno le sue truffe.

28 Gennaio 2017 0

Cassino- La Polizia di Stato mette in atto controlli straordinari. Fondamentale l’ausilio del sistema Mercurio

Di Comunicato Stampa

Controlli straordinari del territorio della Polizia di Stato nella città martire: la tecnologia al servizio della Polizia. Programmati, a Cassino, servizi di controlli straordinari del territorio: in campo personale del Commissariato della Città Martire e del Reparto Prevenzione Crimine Lazio. Nel pomeriggio di ieri e nella mattinata di oggi, a Cassino, personale del Commissariato, con l’ausilio delle unità Speciali del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, ha svolto una serie di controlli straordinari del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e reati di natura predatoria. 5 sono stati i posti di controllo istituiti lungo le arterie adduttive alla città. Gli uomini della Polizia di Stato, poi, hanno focalizzato la loro attenzione sui centri di maggiore aggregazione sociale, sui luoghi di ritrovo, nonché in prossimità di scuole ed esercizi commerciali. Preziosa la collaudata collaborazione delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, i cui mezzi sono dotati dell’ormai noto sistema “Mercurio”, una piattaforma tecnologica che permette, in tempo reale, di verificare la regolarità dei veicoli anche in movimento. Nel corso dell’attività di prevenzione sono stati eseguiti 1916 controlli in ridottissimi margini di tempo assicurando, nel contempo, una maggiore copertura del territorio. La presenza degli uomini in divisa si pone come obiettivo quello di garantire la sicurezza e renderla percepita ai cittadini.

24 Ottobre 2016 0

Il bar Dip mette le cuffie alla Movida di Cassino. Ecco come la città diventa silenziosa

Di Ermanno Amedei

Cassino – Mettere le cuffie alla Movida per rendere rumorosa la città solo per chi vuole divertirsi, e silenziosa per chi vuole riposare.

La tecnologia esiste e c’è chi intende adoperarla per far coesistere di due sacrosanti diritti: quello al divertimento, e quello alla tranquillità.

Teoricamente dovrebbe funzionare ma in pratica lo si scoprirà solamente la notte del 30 ottobre, quando il Dip di Cassino, un noto bar che raccoglie molta della movida cittadina, distribuirà cuffie ai suoi clienti che vorranno rimanere all’esterno del locale senza rinunciare ad ascoltare musica e magari ballare.

Il problema è quello di sempre: i locali sono in centro e il chiasso della movida impedisce di riposare a chi, invece, vi abita.

Un diritto che ha spinto la Questura a dare una stretta alla movida informando i titolari dei locali che dopo la mezzanotte, la musica esterna non sarà consentita. Pena: pesanti sanzioni. Per aver certezza che l’informazione fosse stata recepita, i gestori hanno dovuto anche firmare la “presa visione” di questo avvertimento.

Quello del Dip, sembra essere un esperimento significativo. I clienti, al costo di una consumazione, e dietro il rilascio di un documento, riceveranno una cuffia con tre canali per ascoltare altrettante tipologie di musica: Commerciale, House e Tekno. Inoltre potranno scegliere anche il volume. Un sistema che, ovviamente, argina il problema della musica; quello del vociare e degli schiamazzi è sempre ricondotto, invece, alla educazione della gente e alla consapevolezza di non vanificare gli sforzi che si stanno facendo per permettere di conciliare il loro diritto con quello di chi sceglie di andare a dormire.

Sarà particolare vedere gente ballare al tempo di una musica che non si sente, ma la tecnologia ci ha spinto anche ad accettare, senza considerare pazze, persone che sembrano parlare da sole quando, in realtà, parlano al telefono usando auricolari.

Ermanno Amedei

30 Settembre 2016 0

Donna 44enne si concede qualche bicchierino di troppo e si mette alla guida. Denunciata a Pontecorvo dai carabinieri

Di Comunicato Stampa

A Pontecorvo, il personale del N.O.R.M. – Aliquota Radiomobile, del locale Comando Compagnia, nell’ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, teso a contrastare la commissione dei reati in genere, deferiva in stato di libertà, alla competente A.G., per il reato di “guida in stato di ebbrezza alcolica”, una 44enne del posto. La donna fermata alla guida della propria autovettura, in evidente stato di ebbrezza alcolica, risultava positiva al test dell’etilometro evidenziando un tasso alcolemico di gran lunga superiore al valore consentito dalla norma vigente I militari operanti procedevano contestualmente al ritiro della patente di guida.

3 Agosto 2010 0

Incendi in Russia, l’Italia mette a disposizione i propri canadair

Di Comunicato Stampa

A seguito dello stato d’emergenza dichiarato ieri dal Governo Federale russo in relazione alle centinaia di incendi boschivi che, favoriti dalle elevate temperature, stanno interessando da giorni diverse zone del Paese e hanno già provocato 40 vittime e migliaia di persone sfollate, il Governo italiano ha dato la propria disponibilità all’invio di due velivoli Canadair anti-incendio boschivo. Anche alla luce della stretta collaborazione esistente tra i due Paesi in particolare in materia di protezione civile, il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, ha scritto infatti stamani al Ministro russo per la Gestione delle Emergenze esprimendo la vicinanza al Paese per la situazione di grande difficoltà e gli sforzi messi in campo per fronteggiarla, nonché a coloro che, a causa dell’emergenza, hanno perso i loro cari o le proprie abitazioni, e per offrire due dei 16 Canadair – CL415 che fanno parte della flotta aerea italiana. Non appena le autorità russe comunicheranno le proprie esigenze rispetto all’eventuale impiego dei mezzi italiani, i Canadair – che hanno una capacità di 6.000 litri di acqua e liquido estinguente ad ogni singolo lancio e sono in grado di rifornirsi in soli 12 secondi – decolleranno per essere messi nella disponibilità delle autorità russe a supporto delle operazioni svolte dalle numerose squadre impegnate nello spegnimento dei roghi di vaste proporzioni che stanno interessando ampie aree del Paese.