Tag: minaccia

11 Dicembre 2018 0

Ai domiciliari a Cassino, 45enne si chiude in casa e minaccia di farla esplodere con il gas

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Ha minacciato di togliersi la vita con un gesto estremo che, se attuato, sarebbe stato causa di un disastro. A Cassino, nella tarda mattinata di oggi, un 45enne residente in via Garigliano e agli arresti domiciliari, si è chiuso in casa aprendo la valvola del gas con l’intenzione, o almeno così minacciava, di voler togliersi la vita con una esplosione che avrebbe arrecato danni all’intero palazzo. Immediatamente sul posto sono accorsi vigili del fuoco, operatori del 118 e i carabinieri della Compagnia di Cassino che hanno aperto con l’uomo una trattativa in seguito alla quale è stata scongiurata la tragedia. Il 45enne, quindi, è stato affidato agli operatori del 118 e la casa è stata messa in sicurezza.

Ermanno Amedei

15 Novembre 2018 0

Minaccia di dar fuoco alla casa se la ex non apre, arrestato a Terracina marito violento

Di admin

TERRACINA – Gli Agenti del Commissariato di Terracina hanno arrestato nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia S.B. 48enne di origine indiana. L’uomo, in fase di separazione dalla moglie, aveva cercato di introdursi all’interno dell’abitazione della stessa per aggredirla, così come già aveva fatto numerose volte. Le violenze a cui, negli anni di convivenza con il marito, la donna è stata sottoposta l’avevano persuasa circa tre mesi fa a rivolgersi alla Polizia di Stato. Oltre ai soprusi sulla moglie, l’uomo noncurante della presenza della figlia di 7 anni faceva vivere nel terrore l’intero nucleo familiare. Dopo la prima denuncia sporta in Commissariato dalla vittima e le continue richieste d’intervento formulate al 113, l’aguzzino aveva deciso di allontanarsi spontaneamente dall’abitazione di famiglia. Purtroppo quella che sembrava essere una nuova pagina nel corso della vita delle due sventurate vittime si è poi rivelata solo una breve pausa. L’uomo infatti, pur non coabitando più nell’abitazione di famiglia, aveva cominciato a presentarsi ad ogni ora del giorno e della notte minacciando di dare fuoco all’abitazione se non gli fosse stato aperto. I suoi raid, finalizzati a generare terrore, erano fulminei, tanto che le Volanti del Commissariato non riuscivano a coglierlo in flagranza di reato né a rintracciarlo. A questo punto veniva predisposto un servizio a tutela delle vittime, con Agenti anche in borghese, nella certezza che l’uomo si sarebbe ripresentato presso quell’abitazione. In effetti egli si presentava di buon ora, intorno alle 7 del mattino, quando, deciso ad accedere nella casa e ad aggredire la moglie, cominciava a danneggiarne il portone d’ingresso. Deciso a tutto, pronunciava frasi che tradotte da un connazionale, vicino di casa, stavano a significare che avrebbe fatto “un cimitero”. Grazie al tempestivo intervento di due equipaggi del Commissariato l’uomo veniva colto in flagranza e bloccato. La donna e la bambina in stato di shock venivano soccorse e rassicurate. Dopo le formalità di rito il cittadino indiano veniva tatto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia, imputazione per la quale annovera già precedenti specifici sempre nei confronti della moglie, quando anni addietro erano residenti in un’altra città e le sue condotte erano le medesime. In questi anni la donna, percossa con calci e pugni era finita anche in Ospedale a causa di una ferita lacero contusa che le venne suturata su una gamba quando il marito in preda ad uno dei suoi raptus l’aveva percossa con un piatto. Su disposizione dell’A.G. lo stesso verrà giudicato con rito ordinario presso il Tribunale di Latina, restando a disposizione ristretto presso la Casa Circondariale di Latina per l’udienza di convalida.

15 Ottobre 2018 0

Litiga con automobilista e lo minaccia con una pistola, denunciato

Di admin

FROSINONE – Litiga per una precedenza stradale e minaccia l’altro automobilista con una pistola. Acacde anche questo per le strade di Frosinone e a scoprirlo è stato sabato pomeriggio un 48enne del capoluogo che a bordo della sua autovettura stava percorrendo le vie del centro per effettuare alcune spese.

Improvvisamente l’uomo è stato avvicinato alle spalle da un’altra utilitaria il cui conducente, sceso dalla propria vettura, ha iniziato a dare in escandescenza. I toni si sono fatti esagitati tanto che quest’ultimo è tornato in auto uscendone con una pistola e minacciando di morte lo sventurato automobilista, dandosi successivamente alla fuga.

Tuttavia la vittima della plateale aggressione è riuscita ad individuare la targa del fuggitivo e allertare il 113 che in pochi attimi ha raggiunto il luogo della diatriba.

Effettuati i primi accertamenti la squadra volanti ha trovato l’aggressore presso la propria abitazione. Procedendo alla perquisizione del veicolo segnalato, all’interno del baule è stata rinvenuta una pistola replica Beretta 92 cromata avvolta in un panno con caricatore rifornito con un colpo, inserito nell’arma stessa e con il cane armato pronto all’uso, priva del tappo rosso.

Per lui è scatatta la denuncia per minaccia aggravata.

7 Ottobre 2018 0

Minaccia di suicidarsi in casa, salvata donna incinta al settimo mese di gravidanza

Di admin

ROMA – Si è barricata in casa e minacciava di suicidarsi. A manifestare la terribile intenzione è stata, nel pomeriggio di oggi, una ragazza incinta, al settimo mese di gravidanza, residente in Via di Pietra Papa 10. La donna chiusa nel bagno minacciava di togliersi la vita.

Sul posto immediatamente sono arrivate tre squadre dei vigili del fuoco del comando di Roma con supporto di autoscala e carro teli. Dopo aver organizzato la procedura operativa standard, gonfiando due grossi materassi, per le sicurezza di quanto di competenza, i vigili sono entrati nell’appartamento salvando la signora in evidente stato confusionale, la stessa è stata presa in consegna dagli operatori del 118.

2 Ottobre 2018 0

Barricata in casa minaccia di tagliarsi la gola, donna salvata da irruzione dei carabinieri

Di admin

CEPRANO – Dalle 16 di oggi fino a tarda serata, una donna di Ceprano barricata in casa, ha mantenuto occupati carabinieri e soccorritori minacciando di suicidarsi se qualcuno fosse entrato.

La donna di circa 50 anni minacciava di tagliarsi la gola con un coltello che aveva già usato per crearsi lesioni al collo. Una lunga trattativa durata ore con i carabinieri ha permesso ai militari e ai vigili del fuoco di guadagnare tempo e decidere una modalità di intervento.

Questa sera è scattata l’irruzione e, i militari, agevolati dal lavoro dei pompieri, sono entrati nell’appartamento immobilizzandola e affidarla alle cure degli operatori del 118.

Ermanno Amedei

23 Settembre 2018 0

Marito violento minaccia moglie e figli a Pontecorvo, allontanato da casa

Di admin

PONTECORVO – Ubriaco e violento, manteneva la famiglia sotto la cappa della paura. O almeno questo hanno riscontrato i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo che hanno indagato sulle dinamiche interne alle mura domestiche di una famiglia del posto e che hanno portato il Gip del tribunale di Cassino ad allontanare il marito violento dalla casa.

IL FATTO

Qualche giorno fa i Carabinieri di un Comando Stazione della Compagnia di Pontecorvo, sono intervenuti su richiesta di una donna nella cui casa il marito, in evidente stato di ebrezza alcolica, stava minacciando la famiglia. Il tempestivo intervento dei militari ha consentito non solo di riportare l’uomo alla calma, ma anche di tranquillizzare la moglie che finalmente ha trovato il coraggio di denunciare quello che lei e i figli subivano da tempo. Le immediate indagini hanno portato prima al deferimento dell’uomo per il “reato di maltrattamenti in famiglia e minacce” e poi, nella serata di ieri, alla notifica del provvedimento emesso dal GIP del Tribunale di Cassino del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati alle persone offese e ai luoghi dalle stesse frequentati. In particolare lo stesso dovrà rispettare la distanza di 300 metri ed evitare qualsiasi tipo di contatto anche telefonico e via internet.

11 Giugno 2018 0

Minaccia a mano armata davanti al seggio elettorale a Pignataro, arrestato

Di admin

PIGNATARO INTERAMNA – Una foto postata su facebook da un candidato sindaco con il genitore di un candidato consigliere comunale avversario a Pignataro Interamna ha innescato una furibonda lite davanti al seggio, terminata con la minaccia a mano armata e, conseguentemente, con un arresto.

Tutto è accaduto alle 16 circa di ieri pomeriggio davanti all’unico seggio di Pignataro allestito nel plesso della scuola elementare. I due per quella foto hanno iniziato a litigare, passando poi alle minacce verbali fino a che, uno dei due, si è recato a casa ed è tornato poco dopo armato di una pistola.

Con quell’arma ha intimorito l’altro uomo, senza preoccuparsi neanche della presenza dei carabinieri i quali, sono intervenuti, e lo hanno disarmato di quella pistola che pii si è rivelata un giocattolo. Per lui, comunque, è scattato l’arresto.

5 Giugno 2018 0

Pretende dai genitori i soldi per la droga e li minaccia con un coltello, arrestata 44enne di Cassino

Di admin

CASSINO – I carabinieri della Compagnia di Cassino hanno arrestato una 44enne, già censita per danneggiamento, rapina ed in materia di sostanze stupefacenti per il reato di tentata estorsione continuata ed aggravata.

La donna, già in regime degli arresti domiciliari, trovandosi in forte stato di agitazione pretendeva dai propri familiari conviventi la somma di circa 100 euro necessaria all’acquisto di sostanze stupefacenti. Al rifiuto delle reiterate richieste, la 44enne ha minacciato di morte, mediante un grosso coltello, i propri genitori e la sorella, i quali pertanto hanno richiesto l’intervento dei militari che l’hanno bloccata, assicurandola alla giustizia.

Al termine delle formalità di rito, la donna è stata tradotta presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia, a disposizione dall’Autorità Giudiziaria.

11 Maggio 2018 0

Picchia e minaccia la nonna e la bisnonna, 16enne fermato dalla polizia

Di admin

ROMA – Minorenne romano, di 16 anni,  si dedicava a picchiare e minacciare ripetutamente la nonna affidataria e la bisnonna conviventi al fine di estorcere loro delle somme di denaro necessarie per l’acquisto di sostanze stupefacenti, di cui faceva uso abituale.

Le anziane donne, stanche dei calci, dei pugni, delle minacce e dei soprusi, hanno avuto il coraggio di denunciare presso il commissariato Porta Maggiore, i maltrattamenti e le percosse divenute insostenibili e realizzate anche con l’uso di un arma, poi risultata essere una replica, priva di tappo rosso e sequestrata.

Gli inquirenti dopo avere ricostruito minuziosamente i fatti denunciati ed avuti  i necessari riscontri, hanno informato la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma che, con procedura di urgenza, ha ottenuto, dal competente Giudice per le Indagini Preliminari, l’ordinanza di applicazione della misura cautelare del collocamento in Comunità, misura restrittiva eseguita ieri dai poliziotti.

Il minore che già in passato si era reso protagonista di analoghi fatti con violenza alle persone intraprenderà, tramite il Servizio Sociale del Ministero di Giustizia a cui è stato affidato, un percorso protetto di recupero e rieducazione secondo quanto previsto dalla speciale legislazione.

22 Marzo 2018 0

Si apre una voragine a Roma e minaccia di inghiottire due auto

Di admin

ROMA – Due automobili sono rimaste in bilico su una voragine che si è aperta oggi pomeriggio alle 15 in Circonvallaziona Appia 97 a Roma.

Due squadre di vigili del fuoco del Comando di Roma, stanno intervenendo nella zona, per recuperare le due vetture prima che la terra le inghiotta.

Sul posto una Squadra di vigili del fuoco e personale SAF (Speleo Alpino Fluviale) e il Funzionario di Servizio. I pompieri, prontamente intervenuti hanno iniziato l’opera di recupero delle due autovetture, una Fiat Panda e un’Alfa Romeo, rimaste in bilico sulla voragine larga 3 metri per 5 metri, profonda circa 6 metri.