Tag: polstrada

6 Agosto 2019 0

Fine settimana all’insegna del superlavoro per la Polstrada sul tratto Frosinone Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Un fine settimana intenso nel traffico autostradale ed anche nelle attività svolte dagli agenti della polizia stradale  di Frosinone, Cassino e Sora.

L’esito dei controlli ha portato gli operatori ad intervenire nelle sole giornate di sabato e domenica per 53 richieste di soccorso di conducenti in difficoltà e per i rilievi di 4 incidenti stradali con solo danni a cose.

Complessivamente, nelle stesse giornate  sono stati fermati e controllati 195 veicoli e 275 persone , rilevate e contestate 98 infrazioni al Codice della Strada e decurtati 401 punti dalle patenti dei conducenti con il ritiro di 4 patenti e 9 carte di circolazione.

A seguito dei controlli mirati disposti, solo nella giornata di sabato, gli operatori del Distaccamento Polizia Stradale di Sora hanno contestato tra le altre infrazioni , 29 articoli 172 del C.d.S. per il mancato utilizzo delle prescritte cinture di sicurezza e diversi articoli 173 per l’uso di telefoni cellulari durante la guida.

Domenica mattina i controlli effettuati sull’itinerario di servizio sulla Strada Regionale 509 tra Sora e Forca D’Acero hanno impegnato gli operatori nel controllo dei numerosi motociclisti che ormai abitualmente, nei fine settimana, si dirigono in Abruzzo spesso creando situazioni di vero pericolo per manovre azzardate ed eccesso di velocità nella conduzione dei potenti motocicli.

Sono stati fermati e controllati circa 70 motoveicoli e contestate 56 infrazioni con ritiro di 4 patenti di guida e 8 carte di circolazione, decurtati 144 punti dalla patente. Le infrazioni più numerose hanno riguardato la velocità non commisurata in curva e la manomissione dei dispositivi in genere dei motoveicoli condotti. Numerosi sono stati gli automobilisti che si sono fermati per dimostrare il loro apprezzamento agli operatori per il servizio di controllo in atto.

19 Luglio 2019 0

La Polstrada controlla un’auto, ma il proprietario ne ha intestate altre 77 usate da rom ed extracomunitari

Di redazionecassino1

FROSINONE – Sei mesi di indagini della Sottosezione della Polizia Stradale di Frosinone ci sono voluti per sgominare un traffico illecito di auto prive di copertura assicurativa e di revisione. L’indagine è partita, circa sei mesi fa, a seguito di un controllo effettuato da una pattuglia della Polstrada di Frosinone, in servizio sulla A1 nel tratto di competenza, su un’auto ferma in una piazzola di sosta contravvenzionata, parcheggiata che, pur non da ricercare, risultava sprovvista di copertura assicurativa. Gli uomini della Polstrada nel redigere il relativo verbale, procedevano ad ulteriori accertamenti sul proprietario del veicolo che risultava essere R.P.G. di anni 32, nato a Salerno, ma residente in provincia di Rovigo.

L’uomo risultava intestatario di ben 77 altri veicoli, la maggior parte dei quali sprovvisti di assicurazione e revisione; inoltre, attraverso il controllo dei numeri di targa, emergeva che ogni qualvolta che i veicoli venivano fermati e controllati dalle Forze dell’ordine, alla guida vi erano rom o cittadini extracomunitari, con precedenti per reati contro il patrimonio o simili, e che gli occupanti all’ALT ingaggiavano sparatorie con le Forze dell’Ordine.

Tutti gli elementi inducevano gli inquirenti a considerare R.P.G un prestanome al “soldo” dei malavitosi, e che l’uomo, presso l’INPS, non risultava svolgere alcuna attività lavorativa e di conseguenza non percepiva alcun reddito negli ultimi cinque anni.

Alla luce di tutto ciò, tutti gli automezzi venivano radiati d’ufficio, con l’inserimento presso la Banca Dati per la ricerca/rintraccio al fine di procedere al sequestro amministrativo dei veicoli, il ritiro delle targhe al fine di impedirne l’ulteriore improprio utilizzo.

 

12 Giugno 2019 0

Ruba in Autogrill “La Macchia”, arrestata dalla Polstrada la moglie manager di un noto cantante anni ’70

Di redazionecassino1

FROSINONE – Nella mattinata odierna gli uomini della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone nei confronti di O.N. , 77 anni, moglie manager di un noto cantante anni “70, ritenuta responsabile di un furto avvenuto il 3 maggio scorso all’interno dell’Autogrill La Macchia Ovest di Anagni.

Le indagini sono state avviate a seguito del furto di un Hoverboard della Ducati Corse, articolo in edizione limitata, esposto nei locali dell’Autogrill, del valore di circa 200 Euro.

Lo scooter elettrico era stato asportato da una donna che si era introdotta nel market impossessandosi dell’attrezzo e portandolo all’esterno eludendo i dispositivi antitaccheggio. La stessa donna si era poi introdotta in un’autovettura con due uomini a bordo che la attendevano nel parcheggio esterno dell’Autogrill.

Con l’aiuto delle immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza dell’area di servizio la polizia stradale è riuscita a risalire all’auto con la quale la donna, con precedenti penali specifici si era allontanata lungo l’autostrada in direzione sud, insieme al figlio ed al marito artista, per raggiungere una località della Puglia ove era in programma un’esibizione canora.

La perquisizione dell’abitazione romana della coppia aveva permesso pochi giorni dopo di rinvenire e sequestrare l’Hoverboard rubato.

La donna si trova ora agli arresti domiciliari e dovrà rispondere di furto aggravato in concorso con il figlio che risulta il proprietario dell’auto utilizzata per allontanarsi dal luogo del furto.

foto repertorio

6 Giugno 2019 0

Fermato in A1 dalla Polstrada di Cassino un furgone con attrezzature da cantiere di dubbia provenienza

Di redazionecassino1

CASSINO – Fermato in A1 dalla Polizia stradale di Cassino un furgone Fiorino carico di attrezzi da cantiere di ogni genere.

Alla guida del veicolo due uomini di 45 e 35 anni. Gli occupanti del furgone non hanno saputo spiegare agli aenti della Polstrada la provenienza del materiale trasportato il cui valore, da un primo accertamento dei militari si aggirerebbe intorno ai diecimila euro.

Gli agenti della sottosezione della Polizia stradale di Cassino stanno cercando di stabilire la provenienza del materiale e s si tratti di arnesi frutto di un furto.

foto di repertorio

8 Aprile 2019 0

Controlli a tappeto della Polstrada in tutta la provincia

Di redazionecassino1

FROSINONE – Continua incessante l’attività di prevenzione e repressione dei reati in genere da parte della Polizia Stradale di Frosinone, con un accento alle violazioni del Codice della Strada in materia di assicurazioni,  sulla scorta delle direttive impartite dal Questore di Frosinone in sede di tavolo tecnico tenutosi il 5 aprile scorso.

Infatti nel  decorso fine  settimana, gli operatori della Polizia Stradale  hanno contestato ad un pullman di linea adibito a scuolabus, di proprietà di un comune ad est della ciociaria,  l’art.193 c.d.s. cioè la mancanza della prevista copertura assicurativa da oltre due anni, con conseguente sequestro del mezzo.

Inoltre nell’ambito del servizio  “strage del sabato sera”, sempre gli operatori della Polizia Stradale, hanno elevato n°7 contesti contravvenzionali ai sensi dell’art.186 C.d.S., relativi alla guida in stato di ebbrezza alcoolica, con contestuale ritiro delle patenti di guida e denuncia all’A.G.

4 Aprile 2019 0

Sora, chiusa dalla Polstrada un’autocarrozzeria per ricettazione e reati ambientali

Di redazionecassino1

SORA – Personale del Distaccamento Polizia Stradale di Sora ha dato esecuzione all’ordinanza, emessa dalla Procura della Repubblica di Cassino, della misura cautelare reale del sequestro preventivo di una autocarrozzeria e di una casa rurale, nel comune di San Giovanni Incarico.

Il provvedimento è stato notificato al titolare legale dell’attività, un 61enne del luogo, al termine di complesse indagini condotte dai poliziotti del Distaccamento sorano.

L’accusa è ricettazione continuata e  reati ambientali.

E’ stato accertato, infatti,  che l’uomo acquistava o comunque riceveva veicoli di provenienza delittuosa ed  effettuava “un’attività di abbandono e deposito incontrollato  di rifiuti pericolosi senza la necessaria autorizzazione”, con lo stoccaggio sui terreni di numerosi pezzi di ricambio, destinati poi alla commercializzazione in tutta Italia.

8 Febbraio 2019 0

Controlli in A1 della Polstrada: Denunciati a piede libero per ricettazione tre campani, 40mila euro valore della refurtiva

Di redazionecassino1

CASSINO – La scorsa notte,  operatori appartenenti alla Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, al  Km 688 Sud della A/1, nel  territorio del comune di Mignano Montelungo, procedevano   al fermo  di tre  persone.

Originarie della Campania, hanno rispettivamente   49, 30 e 28  anni,  con  precedenti di polizia.

Riferivano, alla richiesta degli agenti, di provenire da Roma, versione questa, però, non confermata dal   biglietto di entrata autostradale che invece indicava il casello di Cassino.

 Si   procedeva  ad un più accurato controllo.

All’interno del vano carico  venivano rinvenuti prodotti alimentari,   oltre a  cosmetici, batterie, colla ed altri articoli risultati   provento di vari furti  messi a segno presso negozi  nelle zone delle Marche e dell’Abruzzo.

Il valore totale della merce  sequestrata ammontava a 40.000 euro; contestata la ricettazione.

11 Gennaio 2019 0

Polstrada Frosinone, un anno di sicurezza stradale, 18660 infrazioni al CdS contestate nel 2018

Di redazionecassino1

FROSINONE – Tempo di bilanci anche per la Polizia Stradale di Frosinone che nel 2018 ha messo in campo 4434 pattuglie di vigilanza sul tratto autostradale di propria competenza dell’A/1, Caianello – Colleferro e 2488 sulla viabilità ordinaria oltre all’impiego di 576 pattuglie per altri servizi di Polizia Giudiziaria ed Infortunistica  in A/1 e 458 sulle altre arterie.

Il lavoro costante ha permesso la contestazione complessiva di 18660 infrazioni al codice della strada, il ritiro di 411 patenti di guida e di 464 carte di circolazione, mentre i punti complessivamente decurtati sono stati 26745.                  

Rispetto al 2017 si è rilevato un aumento del numero complessivo degli incidenti con feriti, 658 rispetto all’anno precedente (578)  ed un lieve aumento delle persone ferite, 388 invece di 368.

Ugualmente si è rilevato un incremento dei sinistri con conseguenze mortali: 15 eventi con 19 decessi, rispetto agli 11 incidenti con 13 persone decedute nell’anno precedente.

Particolare importanza è stata data ai servizi di contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti, che hanno visto impegnati unitamente al personale della Polizia Stradale il medico e personale sanitario della locale Questura. I conducenti controllati con etilometri, alcool test e drug test sono stati rispettivamente 6667 e 1255 di cui 150 sanzionati. Nello specifico 142 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 31 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

In attuazione al protocollo d’intesa tra Ministro dell’Interno e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, anche nel 2018 la Polstrada nella provincia di Frosinone ha potenziato i controlli dell’autotrasporto professionale, nel settore nazionale ed internazionale di trasporto di cose e di persone, nel settore del trasporto di animali vivi e di sostanze alimentari, nei trasporti eccezionali, controllando 19560 veicoli pesanti e contestando 5405 infrazioni, ritirando 145 patenti  e  48 carte di circolazione. Le infrazioni maggiormente rilevate hanno riguardato gli aspetti attinenti al veicolo ed alla documentazione nonché all’equipaggiamento di sicurezza dei conducenti.

Particolare attenzione è stata dedicata, altresì, ai controlli del trasporto degli studenti in occasione di gite e viaggi di istruzione. In particolare nella provincia sono stati controllati 515 pullman e sono state contestate 303 infrazioni al C.d.S..

 

Per tutto l’anno 2018, in attuazione di dispositivi mirati pianificati mensilmente a livello nazionale, sono stati effettuati 73 specifici controlli, secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, per il contrasto a condotte di guida pericolose. Al riguardo, sono stati eseguiti posti di controllo ed effettuati 1601 contesti per il mancato uso delle cinture sicurezza e sistemi di ritenuta, 548 per assenza della copertura assicurativa obbligatoria, e 1052 per l’uso vietato dei telefoni cellulari durante la guida.

Sono stati effettuati 65 controlli amministrativi alle attività commerciali connesse ai cicli di vita dei veicoli, controllati 507 veicoli ed effettuata  la contestazione di 9 sanzioni amministrative ed 1 sequestro penale.

Nell’ambito della specifica attività di contrasto al traffico illecito di veicoli, frode assicurativa, prioritaria competenza della squadre di Polizia Giudiziaria oltre alle fattispecie di riferimento, nell’anno sono state arrestate 5 persone e altre 39 sono state denunciate in stato di libertà.

Come ogni anno, anche nel 2018, è stata dedicata una particolare attenzione alla prevenzione attraverso un costante impegno nelle scuole con campagne di sicurezza stradale tra cui Icaro, che hanno visto la partecipazione di donne e uomini della Polizia Stradale che hanno coinvolto nell’educazione stradale oltre un migliaio di studenti di tutte le fasce d’età, compresi i bambini delle scuole primarie di numerosi centri della nostra provincia.

 

 

 

 

3 Gennaio 2019 0

Frosinone, furti in appartamento la Polstrada ferma due ragazze, un arresto

Di redazionecassino1

FROSINONE – Nella mattinata di ieri, la Sala Operativa della Questura di Frosinone diramava una nota di ricerche di un’autovettura Volkswagen Polo con a bordo due donne che avevano appena tentato di scassinare la porta di un appartamento situato nel centro abitato del capoluogo.

Le stesse si erano date alla fuga grazie all’intervento di un uomo, abitante nell’appartamento adiacente a quello forzato e che aveva dato l’allarme,  fornendo  tutte le informazioni necessarie all’operatore 113.

Le pattuglie della Polizia Stradale della Sottosezione di Frosinone si posizionavano in corrispondenza del casello autostradale della città, ove notavano sopraggiungere, lungo la via Monti Lepini,  l’autovettura segnalata.

L’auto veniva subito fermata: alla guida del veicolo una 15enne, mentre la ragazza , seduta sul sedile anteriore destro, in stato di gravidanza, una 23enne.  All’interno della vettura venivano rinvenuti degli attrezzi atti allo scasso utilizzati per tentare di forzare la porta dell’abitazione.

La   maggiorenne, dopo essere stata visitata dai sanitari presso l’ospedale civile di Frosinone, veniva tratta in arresto ed accompagnata presso il Carcere di Rebibbia di Roma, mentre la minorenne veniva denunciata in stato di libertà ed affidata ad una Casa Famiglia della provincia di Latina.

Entrambe   nomadi – dichiaravano di provenire dal campo di Via di Salone a Roma –  dovranno rispondere in concorso tra loro di tentato furto aggravato;

alla minore si contestava anche la guida senza patente.

Del tutto veniva notiziata l’A.G. che disponeva il giudizio direttissimo per la mattinata odierna.

10 Dicembre 2018 0

Truffa da 10mila euro per rivenditori di telefonini, denunciati due campani

Di redazionecassino1

CASSINO – Operatori della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, nel corso di  servizi  di vigilanza stradale  nel tratto di competenza sull’Autostrada del Sole, nei pressi del chilometro 661 della carreggiata sud ( territorio del comune di Aquino ), procedevano al fermo di una vettura Lancia Ypsilon, di colore grigio con due persone a bordo.

L’auto  risultava noleggiata presso una Società con sede a Potenza.

Identificati gli occupanti: entrambi campani; il conducente  mostrava il biglietto di entrata dal Casello di Genova Ovest,.

Le spiegazioni fornite risultavano discordanti; inoltre da accertamenti presso la Banca Dati emergevano per entrambi pregiudizi di polizia.

Si procedeva a perquisizione personale e veicolare.

Il controllo effettuato permetteva di rinvenire diverse buste in plastica nascoste nell’abitacolo e  contenenti telefoni marca IPHONE e relativi scontrini /finanziamento per un valore di circa 10000,00 (diecimila euro).

La merce rinvenuta risultava essere stata acquistata il 5 e 6 dicembre con finanziamenti di cui i convenuti non davano contezza e risultavano essere stati effettuati  a Genova, Novi Ligure, Montebello D/B (PV) e in altri centri del Nord Italia, zone compatibili con quelle percorse dai controllati.

Il tutto viene sequestrato e messo a disposizione dell’A.G. per i successivi adempimenti.

Alla luce di quanto emerso i fermati venivano deferiti all’A.G. per il reato di truffa in concorso e sostituzione di persona poiché la merce risultava essere stata acquistata con finanziamenti intestati a due persone diverse dai fermati come da accertamenti effettuati, fisicamente esistenti.