Tag: quarta

9 Ottobre 2019 0

Quarta linea al termocombustore di San Vittore, il sindaco: perché fare la differenziata quando vengono a bruciare rifiuti di chi non la fa?

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SAN VITTORE DEL LAZIO – Una quarta linea di incenerimento nel termocombustore di San Vittore del Lazio sembra essere ben più di un’ipotesi se l’amministratore delegato di Acea ne parla serenamente in un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano.

Insomma l’appendice del Lazio, il territorio regionale più lontano dalla Capitale si conferma il luogo ideale, per gli impresari di Acea e per la politica Romana e forse anche regionale, dove andare a smaltire i rifiuti della Capitale. Una logica a cui il sindaco di San Vittore Nadia Bucci non ci sta e lo scrive a chiare note in un post su facebook.     “Roma va salvata, va aiutata, è pur sempre la Capitale se poi c’è guadagno perchè fermarsi? chissenefrega di ciò che succede al Sud di Roma… Ecco… già sentir parlare di incenerimento di rifiuti in seno ad un convegno dedicato alla sostenibilità la dice lunga sulla concezione di economia circolare e sostenibile!!!! E poi perchè i miei cittadini dovrebbero essere vessati e subire incondizionatamente? Perchè dovrebbero sforzarsi a fare quotidianamente la raccolta differenziata e poi comunque subire l’incenerimento dei rifiuti prodotti da altri cittadini e amministratori che non hanno ancora maturato quella famosa sensibilità “ecosostenibile” di cui si vantano sui social? Ci tengo a precisare che non è una questione politica perchè se l’impianto di San Vittore è nato sotto determinate bandiere politiche è cresciuto sotto altre. Però sentir affermare che non ci sono problemi di sorta e soprattutto sentir dire dalla Sindaca di Roma, l’avv. Raggi, che è rimasta sola sulla questione rifiuti, bhè sa veramente di ridicolo. Invece di piangersi addosso o di ricorrere al facile guadagno, applicassero le soluzioni più tecnologicamente avanzate che ai tempi di oggi di certo non mancano, che programmassero investimenti da realizzare sui loro territori che sono alquanto vasti, e quindi che si preoccupassero di quegli iter autorizzativi e non della quarta linea a San Vittore. IL NOSTRO PICCOLO, ED EX ORTICELLO, E’ ORMAI SATURO”.

10 Dicembre 2018 0

Volley Serie C. Quarta vittoria consecutiva per le ragazze della Intent Sport

Di felice pensabene

Prosegue la rivincita delle ragazze della Intent Volley che nell’ultimo match, prima delle festività, sono rimaste fedeli al proprio obiettivo: scalare la vetta della Serie C.

Sebbene ancora in fase di riassestamento, durante l’ultima partita, disputata in casa sabato 8 dicembre, le pallavoliste di Zagarolo hanno dato del filo da torcere alla APD Don Orione, attualmente 4° in classifica, un avversario forte, ma non imbattibile di fronte all’energia sfoderata dalle atlete lo scorso weekend.

Dai primi minuti di match la Intent Volley ha dimostrato infatti una sportiva aggressività che non ha potuto che avvantaggiarla fino alla fine, con giusto qualche remora in chiusura del set. “Abbiamo giocato molto bene, questa partita contribuisce a rafforzare la nostra positività poiché la Intent Sport, 7° in classifica, ha battuto una squadra più solida e più su in classifica”, afferma l’allenatore Dario De Notarpietro.

La ripresa è tangibile nella strategia, nella difesa fortificata e nell’attacco preciso che si è percepito durante la partita, soprattutto nei momenti di maggior competizione. Torna così a farsi sentire il gioco avvincente che ha contraddistinto nelle precedenti stagioni la squadra di Zagarolo. Con una competizione da fiato corto e una tifoseria accanita, la Intent Sport ha così chiuso il set con un 3-2, regalando alle ragazze di Zagarolo un periodo di festività sereno, ma da non sottovalutare: il prossimo appuntamento sarà in casa nel 2019, il 5 gennaio, quando le atlete dovranno sfidare la Polisportiva Casal De’ Pazzi Asd.

 

6 Novembre 2017 Off

SERIE C SILVER – Pallacanestro Veroli 2016 supera Carver Roma 82 – 75, quarta vittoria consecutiva

Di felice pensabene

La Pallacanestro Veroli 2016 ottiene la quarta vittoria consecutiva chiudendo il match contro Carver Roma con il risultato di 82-75 e guadagnando due punti pesanti in ottica Play-Off. Gara sempre condotta dai padroni di casa che hanno dovuto però sudare fino alla fine contro un’avversaria che nel finale ha provato la rimonta. Veroli parte subito con le marce alte trascinata, come di consueto, dai fratelli Fiorini: Marco e Giorgio ispirati al tiro consentono il primo vantaggio casalingo sul 22-14, grazie ad un gioco corale fatto di un’ottima circolazione di palla in attacco. Coach Rotondo, infatti, opta per un primo quintetto d’esperienza con Mauti in cabina di regia, Fiorini G., Velocci e Fiorini M. da esterni e Frusone unico lungo. Anche nei primi minuti del secondo quarto la Pallacanestro Veroli 2016 detta inesorabilmente i ritmi della gara, trovando soluzioni offensive sia dall’arco che in contropiede. Nelle rotazioni dei ciociari, entrano Iannarilli, Lauretti e Celani che si fanno trovare ancora una volta pronti. A metà del secondo periodo però arriva la reazione d’orgoglio della Carver che, approfittando dei minuti di riposo concessi da Coach Rotondo ai suoi “senatori”, riduce le distanze chiudendo all’intervallo sul 46-37 e con l’inerzia a suo favore. Nel terzo periodo Coach Rotondo sistema il quintetto, ancora una volta affidandosi ai suoi uomini di maggiore esperienza: i giallorossi iniziano di nuovo a “macinare” gioco, come se nulla fosse accaduto e con grande carattere chiudono il terzo quarto sul +18(70-52). Le ottime giocate difensive di Velocci, la solita sostanza di Frusone e Celani sotto canestro e la vena realizzativa dei Fratelli Fiorini, infatti, riaccendono il numeroso pubblico di casa. Carver con orgoglio non molla e prova fino all’ultimo a rientrare nel match riuscendo comunque con un bel finale a limitare lo scarto, importante anche in chiave differenza canestri.  La vittoria va però a Veroli che allunga il suo ottimo momento di forma: quattro vittorie di fila per la formazione ciociara che si attesta nelle zone altissime di classifica. Vittoria ancora più preziosa vista l’assenza di Vinci le cui condizioni fisiche sono ancora sotto osservazione, ma soprattutto perché la vittoria è arrivata grazie ad una prova corale in cui la forza del gruppo ha fatto veramente la differenza. Un periodo roseo questo per la Pallacanestro Veroli 2016 che il 30 Ottobre 2017, presso l’Auditorium del Palazzo delle Federazioni di Viale Tiziano, è stata presente alla quarta edizione dei Basket Awards, la cerimonia di premiazione delle eccellenze della pallacanestro regionale organizzata dal Comitato Regionale Fip Lazio, divenuta ormai appuntamento tradizionale del nostro basket. A ricevere un riconoscimento i volti dei protagonisti della stagione 2016-2017: atleti e tecnici delle società laziali che hanno raggiunto i migliori risultati, conquistando la promozione nelle rispettive categorie; i giocatori che hanno portato in alto il nome del Lazio onorando la maglia azzurra nelle Nazionali giovanili e 3×3; i giovani talenti che la scorsa primavera hanno portato a casa un argento e un bronzo al Trofeo del Regioni, rispettivamente nel torneo maschile e femminile. Accanto a loro, alla presenza del presidente Fip Giovanni Petrucci, dei vicepresidenti Laguardia e Invernizzi, del presidente del Coni Lazio Riccardo Viola e del presidente della Legabasket Femminile Massimo Protani, le personalità che con il proprio impegno hanno contribuito alla crescita del movimento, raggiungendo grandi risultati nella passata stagione o nel corso di intere carriere dedicate al nostro sport. Tra i premiati la Pallacanestro Veroli 2016 che nella passata stagione ha ottenuto la Promozione in Serie C Silver. Una grande soddisfazione per la giovane Società giallorossa che ha gettato basi solide per tornare a crescere.

Prossimo appuntamento Sabato 11 Novembre, alle ore 18:00, sul campo del Tevere Basket.

Pallacanestro Veroli 2016 vs Carver Roma 82 – 75

Pall. Veroli 2016: Fiorini G. 20, Fiorini M. 28, Frusone 10, Iannarilli 4, Velocci 7, Celani 12, Lauretti 1, Fontana, Mauti, Igliozzi n.e. All. Rotondo.

 Carver Roma: Stravato 6, Cenciarelli 3, Brusaporci 13, Fabrizi 6, Mazzarese 8, Giampaolo 4, Benincasa 4, Guiducci 7, Pagnanelli 11, Costantini 2, Bini 9, Martucci 2. All. Bramonti Ass. Rossi

5 Novembre 2017 Off

Cassino batte 2 a 1 Anzio, quarta vittoria consecutiva

Di felice pensabene

Undicesima giornata del Campionato Nazionale Dilettanti di Serie “D”, girone “G”, il Cassino porta a casa un’altra importante vittoria contro Anzio. La formazione di mister Urbano attendeva l’Anzio per confermarsi in zona play off andando a caccia della quarta vittoria consecutiva. L’inizio della gara vede alcune schermaglie inoffensive da parte di entrambi le formazioni, poi gli undici di Urbano iniziano a fare sul serio anche se gli ospiti si fanno pericolosi con le ripartite. Il Cassino schiera il modulo classico, mentre gli ospiti mandano in campo una difesa a 5. Bisogna arrivare al 24’ per vedere il Cassino impensierire la porta difesa da Rizzaro. Ma è al 25’ che Tribelli, su assist dalla sinistra di Celiento, fa centro e porta i padroni casa in vantaggio. Cassino 1 Anzio 0. ′ Cassino si entusiasma e continua ad attaccare. Anzio, ora è in seria difficoltà. Al 30’ si rivede l’Anzio con un tiro Papa dai 35 metri, ma palla che va altissima e non arreca problemi a Della Pietra. Più un alleggerimento che un pericolo vero e proprio. Insistono gli ospiti al 32′ Lauri ci prova dalla distanza, palla fuori non di molto. Ora gli ospiti sembrano aver ritrovato la riorganizzazione in fase offensiva. La partita va avanti con cambi di fronte ma tutt’altro che emozionante e anche giocata su ritmi bassi. Il primo tempo si chiude senza ulteriori emozioni col Cassino avanti. Si riprende, ma solo al 50′ Celiento sulla destra attraversa il terreno di gioco, per 50 metri palla al piede dopo un aggancio al volo da applausi, arriva sul fondo ma il suo cross è timido e viene facilmente neutralizzato da Rizzaro. Un minuto più tardi Celiento ancora in ripartenza dal lato opposto dell’azione precedente prova la conclusione, ma la palla è fuori. Anzio prova a spingere a caccia del pari e lo ottiene al 56’ con Papa che recupera una palla vagante in area e scaglia un destro sul primo palo che trafigge Dalla Pietra. Il Cassino si scuote e in diverse occasioni si avvicina al raddoppio. Si va avanti così fino al 83′ quando n cross di Pintori da destra trova la testa di Abreu, ma c’è il tocco con la mano di Costanzo ravvisato dall’arbitro, la signora Ilaria Bianchini di Terni, assistita da Nicola Morea e Andrea Maria Masciale entrambi di Molfetta. È lo stesso Pintori ad incaricarsi del tiro. Destro forte e angolato, Rizzaro intuisce ma non la prende. Cassino 2 Anzio 1. Cassino che si difende ma non rinuncia al contropiede fino alla fine, quando dopo 6 minuti di recupero arriva il triplice fischio. Terreno in buone condizioni, 800 gli spettatori al Salveti. Cassino, quindi, incornicia un’altra importante vittoria, la quarta consecutiva e rimane in zona play off.

foto di archivio

28 Marzo 2017 0

Basket C Gold: NB Sora 2000 vince la quarta partita e vola per l’accesso ai Play-Off

Di felice pensabene

Partita molto importante quella che si è giocata a Sora in ottica Play-off. Se da una parte Anzio arriva al PalaPanico con una salvezza già acquisita, ma con la sete  di conquistare un posto ai play off, i padroni di casa invece hanno assoluto bisogno dei due punti per centrare e mettere  un piede nella posizione  che  gli garantirebbe aritmeticamente la qualificazione per i play off.

Il quintetto di partenza sorano vede in campo Roljic, Galuppi, De Laurentiis, Dulovic e Capitan Rossetti, mentre i pontini rispondono schierando Nardi, Piccinini, Nwokoye, Capitan Margio e Camillo. I minuti iniziali della partita sono molto elettrizzanti, con le due squadre che mettono in campo una grande intensità sia nella fase offensiva che in quella difensiva. Ne nasce così un match avvincente dal punto di vista agonistico e del punteggio. Dulovic segna 5 punti nel giro di due minuti per i locali, ma gli ospiti rispondono con Nardi e una tripla Piccinini (5-5) pareggiando. Al terzi minuto gli ospiti con Nardi effettuano il sorpasso, ma dura il tempo di rimettere la palla in campo, che De Laurentiis( buona la sua prova) pazza una tripla del sorpasso (8-7). Dopo una prima metà partita sottotono, Rossetti incomincia a dare il suo contributo alla causa volsca con 6 punti e una buona difesa, ma Anzio non si intimorisce e risponde colpo su colpo grazie ai canestri di Nwokoye e Piccinini portando il risultato sul 16-15 a pochi istanti dalla fine del quarto. Ci pensa però Roljic con due triple a chiudere il quarto sul 22-15 per la Expert Lucarelli NB Sora 2000.

Il secondo quarto si apre subito col Sora in attacco e Dulovic  che  realizza. Passano pochi secondi  e  De Laurentiis in un contrasto ne ha  la peggio, uscendo dal campo con una  fote botta al ginocchio. I biancocelesti continuano  la loro marcia con Mannarelli, entrato al posto di De Laurentis  che  dalla lunetta  insacca  4/4 tiri liberi. Gli ospiti non indietreggiano, con un tripla di Pecetta prima e un piazzato di Conforti  poi ricuciono lo strappo per il 29-25. Roljic nuovamente con delle buone giocate e l’acciaccato De Laurentiis, con due tiri liberi su un fallo subito, portano il risultato sul 33-25. Anzio nonostante tutto continua con le sue ottime percentuali da tre punti grazie ai canestri di Pecetta che sono inframezzati da un facile lay-up sotto canestro di Margio (39-34). Ancora l’ex di turno Margio con un’entrata porta i suoi a -3 sul 39-36 a pochi minuti dalla fine. Il gioco incomincia a farsi più maschio in questo frangente con la terna arbitrale che lascia correre più di qualche contatto al limite del fallo. Roljic con un bel movimento in post basso riporta Sora sul +4 (40-36)  che sarà poi anche il risultato finale del quarto. Protagonista di tale break è il capitano, Roljic, che contribuisce con 7 punti e una difesa asfissiante che permette ai suoi compagni di squadra di recuperare alcuni palloni.

La terza frazione inizia con Sora che ripropone il quintetto di inizio match; andando subito a canestro con un ritrovato Dulovic ( apparso assente nelle ultime gare) e portando i biancocelesti ciociari a un mini break di 12-1 (53-39) con capitan Rossetti motivatore dei biancocelesti. Coach Lico cerca di frenare l’emorragia chiamando un minuto di time out. Al rientro in campo Pecetta e Conforti riescono a far scattare i punti sul tabellone portando i pontini sul 55 a 43. Ma è la NB Sora che ha la gara in mano e con Roljic e Taskov chiudono il quarto sul 61-47.

L’ultima frazione si apre con una tripla di Roljic, infallibile cecchino della serata, e il canestro di Galuppi che riporta i padroni di casa sul +9 (64-55) prima dei tre punti realizzati da Nwokoye . Le due squadre incominciano ad essere stanche dopo una prima frazione giocata a tutta e il punteggio rimane invariato per tre minuti di gioco prima che venga sbloccato dai canestri, sempre preziosi di capitan Rossetti per il + 12 locale. Gabrielli (Anzio) con una tripla raggiunge quota 62 riportando Anzio a -9 (71-62), , chiudendo di fatto il match qui visto che i locali con Roljic , Dulovic e Rossetti non danno tregua alla difesa ospite, quando ancora mancano meno di 4’ minuti alla fine. Gli ultimi minuti sono di puro “garbage-time” che i giocatori utilizzano per migliorare le proprie medie. mentre entrambi gli allenatori danno ampia rotazione alle proprie panchine. Miglior marcatore del match ed MVP del match Luka Roljic con 24 punti cooadiuvato da Dulovic 22 e Rossetti 19 a cui va riconosciuta la sua esperienza e capacità di leggere, nei momenti topici della partita, come gestirla e rendere possibile l’impossibile . Per Anzio il miglior realizzatore risulta essere Pecetta con 18 punti. Il commento a fine gara del coach sorano Maurizio Polidori “ Passata la giusta euforia di fine partita perché è stata una vittoria sofferta ma voluta fortemente stiamo contando gli infortunati. Questa sera i ragazzi hanno dato una risposta sul campo forte definitiva a chi durante questi mesi non ha risparmiato critiche anche pesanti sulle loro capacità tecniche e sulle loro provenienza. Sono convinto che non esiste modo migliore per rispondere a personaggi che poco sanno di basket e pochissimo di uomini.

Stiamo verificando le condizioni di chi è uscito dalla partita molto mal messo, Galuppi sembra che abbia qualche guaio serio al polso, De Laurenti sente forti dolori al ginocchio colpito durante la gara ed infine Mannarelli ha preso una bruttissima botta al setto nasale e questa sera fa fatica a respirare. Lunedi dovremo assolutamente far vedere i 3 ragazzi per provarli a recuperare per la gara di domenica a Civitavecchia ora devono solo sperare che i medici li possano rimettere in piedi. Anche se abbiamo vinto ancora non abbiamo fatto nulla di particolare ci rimango 3 gare che per noi devono essere 3 finali mi auguro solo di poterle giocare con tutti gli effettivi.”

Con questa vittoria la Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 vedono avvicinarsi l’accesso ai play-off, mantenendo l’ottavo posto in classifica, leccandosi le ferite di questa gara. Ci si ritrova in palestra martedì, per preparare la difficile trasferta di domenica prossima a Civitavecchia.

Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 84 – Anzio Bk Club 69

Parziali: 22-15 / 18-21 / 21-11 / 23-22

Expert Lucarelli N.B. Sora 2000: Alonzi 0, Roljic 24, Taskov 2, Castellucci n.e., Mannarelli 6, Galuppi 4, De Laurentiis 7, Tanzilli n.e., Dulovic 22, Rossetti 19; Coach: Polidori

Anzio Bk Club: Nardi 10, D’Alfonso M. n.e., Piccinini 4, D’Alfonso D. 3, Nwokoye 10, Conforti 9, Pecetta 18, Margio 10, Camillo 2, Lerro n.e., Gabrielli 3; Coach: Lico

13 Dicembre 2016 0

A Sora quarta tappa del tour informativo “Non siete soli#chiamateci sempre”

Di Ermanno Amedei

Sora – Nel pomeriggio di ieri, presso il centro anziani “Gnore Peppe” di Sora, ha fatto tappa il quarto tour informativo del Progetto Sicurezza Anziani, organizzato dalla Questura di Frosinone, nell’ambito della seconda fase della campagna antitruffedella Polizia di Stato “Non siete soli#chiamateci sempre”.

Il fenomeno delle truffe è stato esaminato  con il Primo Dirigente della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell’Immigrazione Dott.ssa Antonella Chiapparelli , con  il Vice Questore Aggiunto Dott. Carlo Bianchi Dirigente della Squadra Mobile, con il Capo di Gabinetto e Portavoce Dott.ssa Cristina Rapetti.

L’analisi psicologica vittima-truffatore è stata affidata al Direttore Tecnico Capo Psicologo Dott.ssa Cristina Pagliarosi, mentre la tematica delle cyber-truffe è stata  approfondita  dal Responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni Sostituto Commissario Tiziana Belli.

Sono stati inoltre proiettati i due nuovi spot, ideati da Gianni Ippoliti e condivisi su facebook della Questura, integrati con la visione degli ormai collaudati  cortometraggi  di  Lino Banfi.

La platea ha partecipato attivamente all’incontro – dibattito, confrontandosi con gli esperti sul fenomeno “truffe”.

Gli over ’65 sono stati invitati a diffidare sempre degli sconosciuti e ricordando che il truffatore nasconde bene la sua slealtà, in quanto si pone abitualmente  con modi gentili, ben vestito ed informato sulle vittime da “colpire”.

L’evento si è svolto in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, rappresentata, per l’occasione, dall’Assessore alle Politiche Sociali Veronica Di Ruscio e dal Consigliere Simona Castagna.

Presente il presidente del centro anziani “Gnore Peppe” Federico Colucci.

La Polizia di Stato rinnova l’invito “chiamateci sempre”, contattando il numero di emergenza 113 per ogni difficoltà, dando appuntamento al nuovo anno con altre tappe del tour informativo della campagna antitruffe over’65.

21 Novembre 2016 0

La Virtus Cassino non fa sconti, superata Viterbo, quarta vittoria di fila

Di felice pensabene

Doveva essere una gara facile , doveva essere una formalità , la BPC Virtus Cassino nei pressi della vetta della classifica e la Stella Azzurra Viterbo fanalino di coda del girone C del Campionato Nazionale di Serie B , doveva essere ma non lo è stato . La Stella Azzurra Viterbo per due quarti ha fatto letteralmente vedere i sorci verdi ai padroni di casa che hanno completamente toppato l’approccio alla gara o forse la mente sgombra dei ragazzi di Fanciullo, il coach dei viterbesi, ha fatto il resto . Fatto è che la BPC Virtus Cassino per due quarti ha dovuto sempre guardare la targa dei biancoblù stellati che hanno regalato ai tifosi cassinati , accorsi al PalaVirtus per applaudire i propri beniamini , uno scenario non proprio esaltante per le speranze rossoblù. Dal riposo lungo però rientrava sul parquet cassinate una Virtus Cassino letteralmente imbufalita che in un amen spazzava via i rivali concedendo loro la miseria di 24 punti in due quarti , alzando all’inverosimile i ritmi difensivi . Insomma il Pala Virtus rimane imbattuto ed i rossoblù colgono la quarta vittoria consecutiva e continuano la loro corsa, la loro rincorsa al vertice. Il fanalino di coda Viterbo si presenta a Cassino senza il suo leader Marcante ma gioca un grandissimo primo tempo, nella ripresa però gli uomini di Vettese prendono in mano le operazioni e vincono con un grande margine di punti , ben venti . Grande partenza degli ospiti che , come dirà poi in sala stampa il coach dei viterbesi Fanciullo , rispettano in pieno il piano partita e sorprendono i padroni di casa chiudendo il primo quarto sul +6 (18-24) grazie alla buonissima vena di Listwon e Ingrillì, entrambi autori di 7 punti nei primi 10’. La gente rossoblù percepisce il peiricolo e rivive nella mente la partenza del match vs Barcellona di un mese orsono oramai . E cosa particolarmente importante è che nel secondo quarto la musica non cambia . La Stella Azzurra mantiene il divario inalterato per buona parte del secondo periodo ma Cassino si scuote e ritrova la parità prima della fiammata finale degli ospiti. I quali negli ultimi 20 secondi , complice una scellerata decisione arbitrale (antisportivo a Potì), a dispetto del fatto che era stato il cassinate a subire un plateale fallo realizzano ben 7 punti in un men che non si dica . E’ Rovere a fissare il punteggio sul 34-41 ,all’intervallo. Si va così negli spogliatoi dunque con la sorpresa numerica del tabellone del PalaVirtus . 34 a 41 per gli ospiti che sono stati davvero bravi sin qui a mettere in difficoltà i cassinati. Nella ripresa però la musica cambia in modo incredibile e diametralmente opposto. Sono gli uomini di Vettese ad entrare sul campo con una grinta fuori dal comune . Birindelli è una furia e trascina i suoi con una foga contagiosa anche per il pubblico della BPC Virtus Cassino. Valesin segna i primi punti della frazione, ma poi è l’immenso Del Testa a insaccare una tripla fondamentale per i suoi compagni . Birindelli segna due punti con un viaggio in lunetta dopo un coast to coast fantastico . Insomma la BPC Virtus Cassino viaggia esattamente al doppio della velocità dei viterbesi . La partita cambia repentinamente volto e la Virtus Cassino è in grado di ribaltare completamente la partita andando all’ultima pausa sul +8 (62-54). Nell’ultima frazione Viterbo non ha più benzina nel motore per provare a ricucire lo strappo operato sulla gara dai padroni di cada . Mancano le forze necessarie ai ragazzi di coach Fanciullo per rifarsi sotto alla battistrada .La BPC Virtus Cassino invece viaggia sulle ali dell’entusiasmo e arrotonda il divario finale grazie a giocate collettive davvero convincenti . Nota di merito per il giovane Filippo Serra sempre bravo a farsi trovare pronto allorquando viene chiamato in causa dal coach cassinate , Luca Vettese . E’ il secondo miglior realizzatore di serata dopo capitan Maurizio Del Testa . Si chiude sull’85 a 65 per i padroni di casa Vettese è stato bravo nel tourbillon dei cambi permette a tutti i propri ragazzi di iscriversi a referto . “Buoni sicuramente i due punti che non erano così scontati come un osservatore poco attento poteva ritenere alla vigilia di questo match “ osserva a fine gara un soddisfatto coach Luca Vettese “Viterbo è venuta a Cassino senza il suo giocatore più rappresentativo ( Marcante , ndr) ed è venuta libera mentalmente per proporre la sua partita . Noi abbiamo fatto una grande fatica ad imporre il nostro piano partita , che era quello di limitarli nel punteggio. Abbiamo subito tantissimo dal perimetro soprattutto. Sono molto soddisfatto dal fatto che tutti i ragazzi si siano fatti trovare pronti (Cassino , si pensi un po’, ha trovato nel suo paniere ben 45 punti dalla panchina, ndr). Devo essere molto contento anche perché ad esempio Valerio ( Marsili, ndr) si è fatto trovare pronto ed ha disputato davvero un buon match così come ha fatto Pippo Serra . Adesso ci attende un match davvero complesso. Dovremo andare a far visita ai romani della LUISS che sono un avversaio storico per noi . Sono molto ben allenati e soprattutto sono molto ma molto forti” conclude il coach rossoblù La Virtus Cassino infatti tornerà sul parquet in occasione della nona giornata del Campionato Nazionale di Serie B , girone C , sabato 26 novembre p.v. alle ore 18.00 Ma questa è un’altra storia ed avremo modo di parlarne in settimana .

BPC Virtus Cassino – Stella Azzurra Viterbo 85-65 Parziali : 18-24, 16-17, 30-13, 21-11 BPC Virtus Cassino : Maurizio Del testa 18 (3/4, 4/6), Duilio ernesto Birindelli 12 (4/9, 0/1), Gianluca Valesin 11 (3/5, 0/1), Filippo Serra 10 (0/0, 2/7), Biagio Sergio 8 (1/3, 2/5), Stefano Poti 8 (2/3, 1/3), Valerio Marsili 7 (3/4, 0/1), Renato Quartuccio 5 (1/1, 0/4), Simone Bagnoli 3 (1/2, 0/0), Andrea Giampaoli 3 (0/0, 1/4) Tiri liberi: 19 / 25 – Rimbalzi: 45 8 + 37 (Valerio Marsili 8) – Assist: 27 (Andrea Giampaoli 7) All. Luca Vettese Stella Azzurra Viterbo: Listwon 16 (6/13, 0/7), Ingrillì 12 (3/8, 2/3), Fowler 12 (0/3, 4/10), Ianuale 11 (2/7, 1/3), Rovere 10 (1/3, 2/5), Cianci 2 (1/4, 0/1), Ciampaglia 2 (1/1, 0/0), Meroi 0 (0/0, 0/0), Piazzolla 0 (0/0, 0/1), Casanova 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Ingrillì, Rovere 8) – Assist: 11 (Ingrillì 4) All. Fanciullo

28 Settembre 2016 0

La quarta edizione della Motocavalcata Bonifacio VIII di Fiuggi scalda i motori

Di Ermanno Amedei

 

 

 

 

 

 

 

Cassino – Si scaldano i motori e i pneumatici per la Moto Cavalcata Bonifacio VIII. La data per la quarta edizione è fissata per il 2 ottobre e promette di rimanere scolpita nella memoria di chi vi parteciperà. Il percorso che si snoderà tra i monti Ernici è stato adattato a tutte le categorie: Soft, Medio e Hard. I tracciati si snoderanno all’interno del suggestivo acquedotto Romano, per continuare attraverso “acqua dei nervi”, il percorso utilizzato dalle truppe tedesche durante la ritirata della Seconda Guerra Mondiale. Le emozioni saranno forti per chiunque percorrerà i sentieri e le strade panoramiche che in località “Passo della Sella”, raggiungeranno i 931 metri sul livello del mare. Chi sceglierà il percorso Soft si divertirà in quanto lo stesso risulta essere scorrevole ma allo stesso tempo impegnativo. Per i “medi”, ci saranno confronti con tratti ardui e suggestivi. Chi sceglierà l’hard, infine, si troverà ad affrontare un tracciato che lo impegnerà fisicamente e mentalmente con dislivelli di percorso pari o superiori a percentuali del 20% circa. Claudio Terrinoni, presidente dell’associazione Enduristi Ciociari Fiuggi conclude: “Si consiglia la messa a punto della moto e tanta voglia di divertimento”.

14 Settembre 2016 0

Grande successo per la quarta edizione del “Mennea Day” targata Cus Cassino

Di felice pensabene

Un grande successo la quarta edizione del “Mennea Day” targata Cus Cassino. Ai nastri di partenza si sono presentati in 200 per percorrere i 200 metri. Pettorina numero uno per l’atleta paraolimpico Giuseppe Campoccio che ha compiuto il giro sulla pista di atletica del “Salveti” sulla sua sedia a rotelle, a testimonianza, ancora una volta, che lo sport è inclusione sociale e che il Cus Cassino è da sempre sensibile a queste tematiche. Sempre più forte è difatti la sinergia con la comunità Exodus, lunedì presente alla manifestazione con Luigi Maccaro che ha raccolto il testimone dal sindaco D’Alessandro per percorrere i 200 metri. Il rettore dell’Università di Cassino Giovanni Betta ha invece fatto la staffetta con il direttore generale dell’ateneo Antonio Capparelli. Tra le altre istituzioni presenti l’assessore del comune di Cassino Benedetto Leone e il consigliere regionale Marino Fardelli. Il presidente della Banca Popolare del Cassinate Donato Formisano, pur non prendendo direttamente parte alla gara è stato presente al “Salveti” in quanto ancora una volta l’istituto di credito della città martire è main sponsor della kermesse che il Cus Cassino organizza ormai da quattro anni per celebrare il record del grande Pietro Mennea. Quest’anno il tempo totale è stato di 2 ore, 31 minuti e 44 secondi. Il rettore ha approfittato della sua preparazione di valido tennista per correre una seconda frazione in un buon 41”05. La terza frazione è stata appannaggio del Direttore Generale dell’ateneo ciociaro Antonio Capparelli che buttate giacca e cravatta a bordo pista si è difeso con una frazione di grosso impegno.Ha fatto quindi anche il battesimo sportivo il nostro primo cittadino, il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro ha fatto valere le sue qualità di ex cestista e si è lasciato coinvolgere giocosamente nella kermesse applaudito dal folto pubblico presente. L’amministrazione cittadina ha registrato anche l’assessore alle politiche sociali Benedetto Leone che, grazie alla sua giovane prestanza ha fatto registrare il miglior tempo tra le autorità con un eccellente 32”96. Anche Marino Fardelli ha dato la sua simpatica adesione correndo tra l’altro in un buon 36”91. Naturalmente tra i tanti appassionati presenti che hanno partecipato attivamente alla manifestazione i tempi migliori sono venuti da due atleti di valore: in campo maschile si è confermato il più veloce Giuseppe Fantini della Intesatletica Latina con un eccellente 24”23; tra le ragazze invece ulteriore miglioramento per la giovanissima e promettente Giulia Verrecchia, del Cus Cassino, tra le più veloci tredicenni del lazio che ha fatto registrare un lusinghiero 29”75. Tra gli atleti di valore presenti oltre al due volte olimpionico ed ex primatista italiano dei 110 ostacoli Laurent Ottoz abbiamo avuto la piacevole e graziosa presenza delle due promettenti e con già un ricco palmares gemelle Mirabello: Anthea 4 volte campionessa italiana di marcia e 4 presenze nelle nazionali giovanili, in particolare ha gareggiato ai mondiali allievi di Calì (messico) e l’eccezionale secondo posto a Podebrady (Cechia) e il fantastico 49’23” sui 10 km ai mondiali di Roma; Angelica con 1 titolo di campionessa italiana e due eccellenti presenze nelle nazionali giovanili con l’8 posto agli europei di Tblisi e il 5° di Podebrady. Infine ultimo frazionista è stato il giovane e ormai famoso Luca d’Aguanno che dopo la presenza a numerose manifestazioni tra cui la maratona di Roma ha chiuso la kermesse cassinate con un’ultima frazione che ha visto tutti i presenti accompagnarlo in un festoso 200 metri finali. Ricordiamo che Luca è un testimonial dell’associazione Genitin onlus, associazione di genitori che affianca in tutte le problematiche le famiglie dei bambini nati prematuri. Ma aldilà dei numeri a vincere, anche quest’anno, al Mennea Day è stato il calore e l’entusiasmo dei tanti partecipanti, la passione e l’abnegazione del presidente del Cus Carmine Calce che insieme ad Agostino Terranova con tenacia continua a promuovere iniziative per sensibilizzare giovani e meno giovani all’atletica, ora che finalmente – grazie alla sinergia di Comune e Ateneo – la città può vantare una pista, intitolata proprio alla “Freccia del Sud”, che non ha nulla da invidiare agli impianti delle grandi città limitrofe. Un lavoro che va avanti da anni, e che ora finalmente comincia a dare i frutti sperati. Tanti, infatti, sono stati coloro che hanno partecipato e hanno voluto lasciare un pensiero: “Viva lo sport, viva Pietro Mennea: oggiAggiungi un appuntamento per oggi ho corso per te”; “è stata una giornata fantastica”; “lo sport non ruba e non illude: è il giudice più imparziale che la vita possa offrire”.

3 Febbraio 2010 0

BASKET LANCIANO / La Bls centra la quarta vittoria consecutiva

Di Comunicato Stampa

BLS Lanciano 70 Nuovo Pineto Basket 52 La Bls centra l’obiettivo della quarta vittoria consecutiva, regolando Pineto in un match senza storia, condotto dai frentani dall’inizio alla fine senza apparenti difficoltà. I gialloblu, guidati da un ottimo Borromeo, autore di 20 punti, e da un ritrovato Davide De Nardis (11), hanno avuto vita facile contro un Pineto apparso squadra ben diversa da quella capace di infliggere 10 punti di distacco ai frentani nella gara dell’andata. Una nuova ottima prestazione collettiva è valsa ai ragazzi di Salomone un’altra importante vittoria, che consente a Lanciano di avvicinare ulteriormente in classifica un mini gruppo di 3 squadre, formato da Penne, Penta Teramo e Atri, ormai distanti solo 2 lunghezze. Dopo un avvio dirompente, la Bls viene riavvicinata dal Pineto, guidato dal brillante Peca e il quarto termina 16 a 13 per i padroni di casa. Già nel secondo quarto però i gialloblu toccano un vantaggio di 10 punti, quando con un contropiede di Carlo Mancinelli si portano sul 28 a 18, a 5 minuti dal riposo. Terminato il quarto sul 35 a 25, Lanciano chiude la pratica Pineto a un minuto dal termine della terza frazione, grazie a una doppia tripla, firmata dalla coppia d’oro Borromeo-Mariani che vale il 54 a 38, punteggio che taglia definitivamente le gambe agli ospiti rendendo il quarto periodo puro “garbage time”. Dopo la passerella per l’intera squadra juniores nell’ultimo minuto della quarta frazione, la sirena pone fine all’incontro sul 70 a 52. Domenica prossima la Bls è attesa sull’ostico campo di Ripalimosani, dove i ragazzi di coach Salomone tenteranno di allungare ulteriormente la striscia positiva. BLS LANCIANO: Mancinelli 5, Borromeo 20, Mariani 11, F. Pasquini 11, Tano 8, De Nardis 11, Ambrosini, 4, D. Pasquini 2, Di Nardo 0, Carosella 0, Di Campli 0, Maccarone 0 Coach: Salomone NUOVO PINETO BASKET: Cantatore 5, Francani 0, Di Febo 3, De Lutiis 2, Giusti 0, Peca 19, Biasone 4, Pallini 3, Roncone n.e. Serafini 7 Coach: D’Alberto

Parziali: (16/13, 19/12, 22/13, 13/14) ARBITRI: TARQUINIO (Pescasseroli) e GUARINO (Campobasso)