Tag: rubare

13 Settembre 2019 0

Dopo aver rubato borse e auto, i Bonnie e Clyde di Velleltri sorpresi a rubare frutta: arrestati per poche ore

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Sono entrati di notte nella frutteria e sono stati sorpresi dai carabinieri ad ingozzarsi di frutta. Per questo, ieri notte a Velletri è stata arrestata la coppia terribile che da alcuni mesi in città ha rimediato diverse denunce per furto e ricettazione scampando alle manette. Si tratta di una cittadina brasiliana di 34 anni ed il suo compagno tunisino di 22 anni, nullafacenti che vivono di espedienti. Nella notte tra martedì e mercoledì si sono introdotti all’interno della frutteria di via Ulderico Mattoccia, una struttura in legno chiusa da pesanti teli di plastica. Qualcuno li ha visti entrare e ha allertato i militari. Al loro arrivo i carabinieri del Norm li hanno trovati ancora dentro che mangiavano frutta. E’ quindi scattato l’arresto per furto aggravato. Ieri mattina erano già davanti al gip del tribunale di Velletri che li ha processati per Direttissima condannandoli ad 8 mesi di reclusione, pena sospesa e rimettendoli in libertà. L’arresto arriva dopo una lunga attività delinquenziale che era costata loro solamente denunce a piede libero. La prima attività con cui i Bonnie e Clyde dei Castelli si sono fatti conoscere è stata, questa estate, quando hanno cominciato a rubare borse dalle auto. Avevano collaudato un sistema che adottavano nei pressi dell’ospedale scegliendo come vittime, signore che viaggiavano da sole con la borsa sul sedile passeggeri e il finestrino aperto. La 34enne fingeva di attraversare la strada rallentando l’auto della vittima e lui fulmineo arraffava la borsa per poi fuggire insieme. Al terzo tentativo sono stati individuati e denunciati dai carabinieri della stazione di Velletri. Appena due settimane fa, gli agenti del commissariato di Velletri, in seguito alla segnalazione per furto in centro città, sono intervenuti individuando i due che fingevano di passeggiare. Perquisiti, negli slip del giovane, sono state trovate le chiavi di una Smart parcheggiata poco distante e che risultava essere stata rubata la mattina stessa a Velletri. Anche in quel caso, per loro, l’autorità giudiziaria non è andata oltre la semplice denuncia per ricettazione. Ieri, invece, sono scattate le manette ma, poche ore dopo, sono tornati in libertà in attesa dei processi per gli altri reati commessi, ma con la possibilità di commetterne ancora.

20 Maggio 2019 0

Tenta di rubare in un’abitazione, sorpreso dalla proprietaria fugge, arrestato dai carabinieri

Di felice pensabene

PONTECORVO – Ieri personale del N.O.R.M.- Aliquota Operativa del locale Comando Compagnia Carabinieri, nell’ambito di un servizio per il controllo del territorio e finalizzato a contrastare la commissione dei reati predatori, traeva in arresto un 24enne  di nazionalità macedone e residente a Roccasecca, ( già gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio, contro la persona, in materia di sostanze stupefacenti) poiché resosi responsabile del reato di “tentato furto aggravato”.

In particolare l’uomo, nel tentativo di perpetrare un furto, si introduceva  all’interno di un’ abitazione sita in Pontecorvo ma, sorpreso dal proprietario della casa, si dava a precipitosa fuga dileguandosi a piedi nelle zone circostanti. I militari operanti, allertati dalla vittima, intervenivano prontamente sul posto, riuscendo a rintracciare  il malvivente nelle vie adiacenti e procedendo così al suo arresto.

Inoltre, nel medesimo contesto operativo, lo stesso, veniva anche  segnalato alla Prefettura di Frosinone poiché,  a seguito della perquisizione personale,  veniva trovato in possesso di un involucro contenente grammi 2,24 di  sostanza stupefacente del tipo “hashish”, sottoposto a sequestro. Ad espletate formalità di rito, così come disposto dalla competente A.G., l’uomo veniva accompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza del rito direttissimo.

foto di repertorio

19 Novembre 2018 0

Sorprese a rubare in appartamento a Fiuggi, arrestate due donne Rom

Di Ermanno Amedei

FIUGGI – I carabinieri di Fiuggi hanno arrestato in flagranza di reato per “tentato furto aggravato in concorso” due donne, una 23enne ed una 32enne, di origini Rom entrambe residenti a Ceccano, conviventi, già censite per numerosi reati contro il patrimonio. Le due donne, sorprese dal proprietario mentre tentavano di entrare in un’abitazione dopo aver forzato una finestra, si sono date a precipitosa fuga, venendo però intercettate dai Carabinieri comandati dal maresciallo Raffaele De Somma che in quel frangente si trovavano nella zona e bloccate dopo un breve inseguimento a piedi. Nel corso dell’attività i militari operanti, collaborati da personale della locale Tenenza della G.d.F., raccoglievano altresì elementi a carico delle predette, in ordine ad un altro tentativo di furto in abitazione perpetrato lo stesso pomeriggio ai danni di una 41enne del luogo, motivo per cui le due arrestate venivano deferite alla competente A.G., anche per tali fatti. Il materiale atto allo scasso, i guanti ed una torcia utilizzati, venivano posti sotto sequestro, unitamente alla somma in contanti di euro 327 ritenuta provento di attività illecita. Le arrestate, espletate le formalità di rito, sono state accompagnate una, poiché in stato di gravidanza, presso il suo domicilio in regime di arresti domiciliari e l’altra presso le camere di sicurezza della Compagnia di Alatri in attesa dell’udienza di convalida. Nei confronti delle due donne, ricorrendone i presupposti di legge, verrà inoltrata anche proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di far ritorno in quel Comune per anni tre. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare l’eventuale responsabilità delle arrestate in ordine ad altri furti commessi in città.

26 Giugno 2018 0

Arrestato dai Carabinieri il 24enne che aveva tentato di rubare il tablet a un poliziotto sul treno Roma-Cassino

Di felice pensabene

ANAGNI –  I militari del NORM della locale Compagnia, nell’ambito di specifici servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori, traevano in arresto per “rapina impropria” un 24enne cittadino marocchino residente a Castro dei Volsci, già censito per reati inerenti gli stupefacenti, contro la persona e contro il patrimonio.

Lo stesso veniva bloccato dai militari operanti dopo avere consumato, a bordo del treno locale Roma-Cassino (nella tratta Colleferro-Anagni), una rapina impropria in danno di un agente della Polizia di Stato che viaggiava sul treno libero dal servizio. In particolare, il cittadino extracomunitario approfittando della distrazione della vittima, s’impossessava di un tablet che questi custodiva all’interno di un borsello poggiato sul sedile. Avvedutosi dell’accaduto l’agente riusciva, dopo un breve inseguimento all’interno del convoglio, a bloccare il malintenzionato recuperando la refurtiva e cercando invano di fermare il malfattore che, approfittando della fermata del treno alla Stazione di Anagni, dopo averlo strattonato violentemente riusciva a scendere dalla carrozza dandosi alla fuga.

Immediatamente la locale Centrale Operativa, alla quale era giunta la segnalazione da parte dello stesso agente, faceva confluire sul posto alcune pattuglie dell’Aliquota Radiomobile, che riuscivano a bloccare il magrebino ancora all’interno dello scalo ferroviario traendolo in arresto.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Anagni in attesa del rito direttissimo disposto dall’Autorità Giudiziaria.

3 Maggio 2018 0

Tenta di rubare piante in un vivaio a Ceccano, denunciato 32enne

Di Ermanno Amedei

CECCANO –  I carabinieri di Ceccano, hanno denunciato in stato di libertà, per tentato furto aggravato, un 32enne del luogo, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio. L’uomo, nella notte del 1° maggio, dopo aver scavalcato la recinzione di un noto vivaio della città fabraterna, ha prelevato circa 20 piante ornamentali, posizionandole all’esterno del piazzale e pronte per essere caricate su un furgone.

Il proprietario della ditta, accortosi di quanto stava accadendo, ha allertato i carabinieri i quali, giunti tempestivamente sul posto, hanno bloccato l’uomo mentre tentava di fuggire. La refurtiva, del valore di 2mila euro circa, è stata recuperata e restituita all’avente diritto. Sul conto del 32enne è stata avanzata anche la proposta della misura di prevenzione dell’avviso orale.

28 Marzo 2018 0

Furgone come ariete per sfondare vetrina a bar di Ceccano e rubare slot machine e sigarett

Di Ermanno Amedei

CECCANO – Hanno sfondato la vetrina di un bar e hanno fatto razzie di slot machine e sigarette. I ladri hanno agito questa notte a Ceccano prendendo di mira il “Gran Caffè Pagano” di via Fabrateria. L’allarme è stato lanciato alle 2 circa e sul poso sono arrivate le pattuglie dei carabinieri del Norm di Frosinone e delle stazioni circostanti.

I malviventi hanno portato via tre slot machine con le relative cassette di sicurezza interne e quante più sigarette sono riusciti ad arraffare. Una modlità consueta dato che le macchinette vengono forzate, svuotate dei soldi, e poi abbandonate nelle campagne.

Le indagini si sono concentrate sulle immagini registrate dalle telecamere. Poco dopo il furgone utilizzato come ariete è stato ritrovato in fiamme in via Passo del Cardinale.

Ermanno Amedei

6 Marzo 2018 0

Era ai domiciliari a Cassino ma andava a rubare nei negozi di abbigliamento

Di Ermanno Amedei

CASSINO – I poliziotti del Commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello  di Napoli, nei confronti di una 45enne che, agli arresti domiciliari, si era resa responsabile di furto, in concorso, in danno di un negozio di abbigliamento.

La donna era stata “incastrata” dalle immagini del sistema di videosorveglianza, che aveva anche ripreso l’auto con la quale si era data alla fuga dopo il colpo.

Il veicolo, come da accertamenti, risulterà nella disponibilità della ladra che, nonostante fosse stata più volte sottoposta a misure di prevenzione, aveva continuato a condurre una vita “sregolata” e a frequentare persone “pregiudicate”.

1 Marzo 2018 0

Sorpresi a rubare ruote alle macchine a Gaeta: arrestati due uomini 

Di Ermanno Amedei

GAETA – Questa notte i carabinieri della tenenza di gaeta hanno tratto in arresto P.G., 46 enne e c.v., 47 enne, entrambi pregiudicati di napoli, per il reato di furto aggravato in concorso, in quanto sorpresi nella notte da una pattuglia dei carabinieri dopo che avevano asportato tutte le ruote da due autovetture parcheggiate. Un genere di furti che tra Gaeta e Formia si ripetono da tempo.

questa notte i militari comandati dal tenente Carmine Manzi, dopo aver notato una fiat tipo nuovo modello aggirarsi nelle zone maggiormente colpite e, in particolare nella via colle Sant’Agata.

Hanno quindi proceduto all’alt per fermarla e controllarla ma per tutta risposta gli occupanti si sono dati alla fuga.

Ne è nato un inseguimento riuscendo a bloccarla a Formia, all’altezza della rotonda, situata sotto la sede della compagnia carabinieri, grazie anche all’ausilio di una pattuglia della sezione operativa pronto impiego del gruppo della guardia di finanza di Formia che transitava in zona. a seguito di perquisizione personale e veicolare, i carabinieri hanno rinvenuto all’interno dell’autovettura le otto ruote, appena rubate a Gaeta da una fiat 500 e da un’audi A1, nonché vari attrezzi e guanti utilizzati dai due pregiudicati per mettere in atto il furto. le ruote sono state pertanto restituite ai legittimi proprietari mentre il restante materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro.

I carabinieri ora cercheranno di capire se gli autori del furto di questa notte erano soli o in compagnia di altri complici e, soprattutto, se gli stessi siano gli autori di altri furti analoghi avvenuti in zona nell’ultimo periodo.

4 Dicembre 2017 0

Tenta di rubare attrezzi da lavoro scoperto dal proprietario, nella fuga lo ferisce. Denunciato dai carabinieri un 47enne

Di felice pensabene

 Ceccano –  I militari della locale Stazione, deferivano in stato di libertà per “rapina impropria”, lesioni e porto abusivo di arma da taglio” un 47enne del luogo, già censito per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti. L’uomo, dopo aver asportato attrezzi da lavoro presso una rimessa agricola, veniva sorpreso dal proprietario ed alcuni vicini attratti dai rumori che lo inseguivano per un breve tratto. Una volta raggiunto, al fine di assicurarsi la fuga, abbandonava la refurtiva e colpiva con un taglierino l’avambraccio di uno dei presenti, dileguandosi.  I militari giunti sul posto, raccoglievano inconfutabili elementi utili all’identificazione, ponendosi immediatamente alla sua ricerca che dava però esito negativo. La refurtiva veniva restituita al legittimo proprietario mentre il taglierino sequestrato. La persona ferita, visitata presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Frosinone, veniva dimessa con alcuni giorni di prognosi per lievi lesioni.  Il soggetto, ancora attivamente ricercato, oltre a rispondere delle sue azioni, verrà proposto anche per l’applicazione di una ulteriore misura di prevenzione.

30 Novembre 2017 0

Si introduce in un’abitazione per rubare, ma gli occupanti lo fanno arrestare dai carabinieri

Di felice pensabene

Lariano – Ieri notte, nell’ambito di mirati servizi di controllo finalizzati a contrastare i furti in appartamento ed in danno degli esercizi commerciali, i Carabinieri della Stazione di Lariano hanno arrestato in flagranza di reato per tentata rapina in abitazione un 57 enne di Velletri, con precedenti.

L’uomo si è introdotto all’interno di un’abitazione ma è stato sorpreso dagli occupanti con i quali ha ingaggiato una colluttazione.

L’immediato intervento dei Carabinieri ha permesso di bloccare il malvivente che nel frattempo era riuscito a salire a bordo della propria auto nel tentativo di dileguarsi.

Il figlio del proprietario di casa, un ragazzo di 22 anni appena rientrato in casa, per l’aggressione subita dal ladro, è stato medicato presso l’ospedale di Velletri.

Nell’ambito dei mirati servizi di contrasto ai reati contro il patrimonio, già intensificati in vista delle prossime festività natalizie e di fine anno, sempre i Carabinieri della Stazione di Lariano – al termine di una meticolosa attività d’indagine – hanno denunciato in stato di libertà due 30enni romani, ritenuti responsabili di un furto aggravato verificatosi nel mese di ottobre in danno di un esercizio commerciale sempre di Lariano.

Le perquisizioni eseguite in un magazzino privato nell’hinterland della Capitale hanno permesso di ritrovare parte della refurtiva, in particolare un transpallet meccanico del valore di 500 euro.