Tag: sotto

15 Giugno 2009 0

Le mura poligonali scomparse sotto la vegetazione

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La storia dimenticata sotto spine, rovi ed erbacce. Sono le mura poligonali di Atina meta, ne giorni scorsi, di una passeggiata archeologica di alcuni ragazzi. Giunti sul posto, in località Santo Stefano, quasi non le trovavano coperte come erano dalla vegetazione spontanea. Di ritorno da quella passeggiata, alcuni del gruppo hanno scritto una lettera e l’hanno inviata alla redazione de Il Punto a Mezzogiorno: “Mentre nelle stanze della politica si decidono i fondi da destinare ai progetti dei Grandi Attrattori Culturali su tutto il territorio regionale, i cittadini si ritrovano, come sempre, a costatare lo stato di abbandono dei beni archeologici e monumentali dei loro comuni. Così, mentre assessori e sindaci si affrettano a sfoderare i migliori progetti, come scheletri negli armadi degli uffici, per approfittare degli ultimi fondi messi a disposizione dall’Assessorato dei Beni Culturali della Regione, capita che un gruppo di ragazzi organizza una passeggiata archeologica sulla collina di Santo Stefano, Comune di Atina, e con fatica riesce ad ammirare le mura poligonali, oggetto delle auspicate opere di riqualificazione, tante sono le erbacce e le spine che ostacolano il passaggio e la vista. Non è facile fare i conti con la storia, non è facile tenerla in vita e riuscire ad esserne orgogliosi, eppure sembra così facile, in alcuni ambienti, fare discorsi di conservazione, tutela, valorizzazione dei beni culturali, senza sapere nemmeno dove si trovano e in che stato vigono, ormai da anni. È il caso di Atina, uno dei comuni interessati al progetto regionale, che permetterà il miglioramento delle condizioni di fruibilità delle mura poligonali, essendo queste meravigliosamente conservate sul territorio della Collina di Santo Stefano e Valle Giordana, poco conosciute dai flussi turistici abituali, ma molto apprezzate dagli archeologi che le considerano opere di grande ingegneria urbanistica e militare, per un’epoca, IV e V sec. a.C., in cui i popoli vivevano di pastorizia e caccia, contando solo sulla benevolenza degli dei e sulla prosperità del terreno. Mura imponenti, megalitiche, mai vinte dagli attacchi romani, dalle guerre medievali, né da quelle moderne, sfiorate appena dalle scosse sismiche dell’ultimo secolo, eppure trascurate senza ritegno dalle amministrazioni pubbliche di oggi, che pretendono di fare cultura con i conti, senza voler mai davvero fare i conti con la cultura”.

8 Giugno 2009 0

Guidava sotto gli effetti della droga, patente ritirata

Di redazione

La Guardia di Finanza di Cassino , nel corso di un apposito servizio di controllo del territorio, finalizzato al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti e Codice della Strada, ha fermato un soggetto alla guida di un’autovettura, in evidente stato confusionale. I militari, hanno constatato che , il soggetto incappato nel controllo stradale, era in uno stato di alterazione psico-fisica, da assunzione di stupefacenti. L’automobilista, pur manifestando il proprio diniego ad eventuali esami tossicologici (poi effettuati) dichiarava di essersi recato a Napoli, dalla sua città di residenza – Balsorano( AQ) – per acquistare una dose di cocaina e una di eroina. Al conducente, quindi, è stata ritirata la patente di guida e segnalato alla Prefettura di Frosinone così come prevede l’ex articolo 75 D.P.R. 309/90. La capillare presenza sul territorio della Guardia di Finanza, permette il contrasto al traffico della droga, contribuendo come in questo caso ad evitare il triste fenomeno degli incidenti stradali, causati da stati di ebbrezza per alcolici e stupefacenti, che si concentrano soprattutto nel sabato sera.

4 Giugno 2009 0

Schianto mortale sotto gli occhi delle prostitute

Di redazione

Una morte avvenuta sotto gli occhi di alcune prostitute. Oggi pomeriggio, sullo stradone della zona industriuale di Frosinone, un operaio di 42 anni di Alatri, ha perso la vita in un tamponamento tra il ducato su cui viaggiava la vittima insiema ad altri colleghi, e un camion frigorifero. Un impatto violentissimo ch non ha lasciato scampo al 42enne originario della Romania. La parte anteriore sinistra del mezzo, proprio dove il 42enne era seduto, è andata quasi completamente distrutta. All’arrivo dei soccorsi, i sanitari del 118, per lui, non c’era più nulla da fare. Feriti anche anche altri due operai che sono stati ricoverati in ospedale di Frosinone. Le cause dell’incidente sono al vaglio della polizia stradale. Anche se non è ancora chiaro il motivo per cui il Ducato, si è schiantato contro l’altro mezzo, si sa però che nel punto in cui il sinistro è avvenuto, lo stradone della zona industriale del capoluogo ciociaro, c’erano molte prostitute.

27 Aprile 2009 0

Sala bingo sotto sequestro per Camorra

Di redazione

La sala Bingo di Ferentino è stata posto sotto sequestro dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone, nell’ambito di una vasta operazione antimafia condotta dal GICO di Napoli e dallo SCICO di Roma, nel corso di una operazione che ha portato all’arresto di trenta persone in tutta Italia. Con questa ulteriore, sostengono gli inquirenti, sarebbe stata colpita un’organizzazione di camorristi, mafiosi e imprenditori collusi che controllavano le imprese nel settore dei giochi pubblici, come le sale Bingo e le scommesse sportive ed avevano esteso i propri interessi anche in Ciociaria. I reati contestati vanno dall’associazione a delinquere di tipo mafioso, all’estorsione, alla truffa ai danni dello Stato, al riciclaggio di denaro, alla corruzione di pubblici ufficiali. L’indagine vede coinvolte 87 persone indagate a vario titolo, oltre al sequestro di 39 società, 23 ditte individuali, 100 immobili, tra cui 8 sale Bingo, 104 veicoli, 140 quote societarie, 220 rapporti bancari, per un valore complessivo pari ad oltre 150 milioni di euro. L’attività di contrasto operata nei confronti della criminalità organizzata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone è finalizzata ad evitare la penetrazione di interessi illeciti nel sistema economico del frusinate, perseguendo l’obiettivo primario di incidere sui flussi di denaro sporco e di privare le organizzazione criminali delle risorse economiche.

24 Marzo 2009 0

Campus svizzero sotto l’attacco del morbillo

Di redazione

In Svizzera il morbillo fa paura. Tra gli studenti dell’università e del Politecnico di Losanna sono stati registrati 28 casi di infezione dal morbo. Tra questi, tre casi sono stati costretti al ricovero in ospedale. Temendo che l’epidemia potesse propagarsi le direzioni dei due istituti hanno lanciato una campagna di vaccinazione gratuita per chi non ha ancora contratto la malattia. Allontanati dal campus per 21 giorni coloro che non volessero sottoporsi alla prevenzione. Il morbillo può colpire tutte le classi di età e comportare gravi complicazioni quali encefaliti e polmoniti.

23 Marzo 2009 0

Cane “fucilato” sotto gli occhi dela proprietaria

Di redazione

Ha imbracciato il fucile e ha sparato al cane che stava azzannando una delle sue pecore. Si tratta di un allevatore di 34 anni che ieri mattina, a Colle San Magno (Fr), dopo le continue liti con il vicinato per quel cane “troppo ambizioso” di azzannare capi del suo gregge, ha deciso di porvi rimedio on una fucilata. Il fatto è avvenuto sotto agli occhi atterriti della proprietaria. Alle sue proteste, l’uomo asbvrebbe rivolto l’arma anche contro di lei  che era accompagnata dal figlio. Una minaccia neanche tanto velata che è stata riferita ai carabinieri di Roccasecca chiamati sul posto. L’allevatore, quindi, è statro arrestato per minaccia aggravata e porto abusivo di arma. Il fucile da caccia infatti pare non fosse suo e che lui non aveva il porto d’armi. Per questo è stato trasportato in carcere a Cassino in attesa dell’udienza di convalida.

13 Marzo 2009 1

Scarsa igiene, panificio sotto sequestro

Di redazione

Un panificio di Cassino è stato chiuso, ieri mattina dai carabinieri della locale compagnia e dai loro colleghi del Nas. Norme igienico sanitarie ed anche di tipo urbanistico completamente ignorate, seconto gli inquirenti, hanno portato i militari a sequestrare l’attività commerciale “Il forno delle delizie” in via Garigliano a Cassino. Due settimane fa, gli stessi militari avevano sequestrato i laboratiri lascioando però fruibile al pubblico il punto vendita. Ieri il Gip del tribunale di Cassino Mancini ha ordinato il sequestro cautelare dell’intera attività.

12 Febbraio 2009 0

L’Italia sotto zero. Vento e neve su tutta la penisola

Di redazione

Neve a basse quote, venti sostenuti e un deciso abbassamento delle temperature: sono i fenomeni più significativi attesi per i prossimi giorni. Persisterà almeno fino a domenica prossima, infatti, l’ondata di maltempo causata dal transito di intensi flussi artici sul nostro Paese che sta investendo l’Italia. A partire da oggi, nevicate, a tratti significative, sono attese sulle regioni centro-meridionali e sulle isole maggiori, con quota neve in graduale diminuzione. Da venerdì a domenica le nevicate sono attese anche al livello del mare su tutto il versante adriatico e sulle regioni centrali. Inoltre, l’atteso calo delle temperature su tutta la Penisola, con temperature minime che scenderanno al di sotto dello zero, favorirà gelate diffuse che, al Nord, risulteranno persistenti e interesseranno anche zone di pianura. Rovesci e temporali continueranno a insistere nei prossimi giorni in particolare sui settori tirrenici meridionali, con quantitativi cumulati localmente considerevoli, ma nella giornata di venerdì interesseranno anche il resto del centro-sud e la Sardegna, seppure in misura minore. Venti ancora forti persisteranno su gran parte delle regioni italiane, favorendo un generale aumento del moto ondoso: in particolare, si prevedono molto agitati i bacini circostanti le isole maggiori fino a venerdì.

12 Febbraio 2009 0

Camorra, autosaloni e conti correnti sotto sequestro

Di redazione

Non si spegne il clamore della maxi inchiesta sul mercato delle auto che, nel Basso Lazio, era gestito da una organizzazione vicina al clan dei Casalesi. Lunedì i carabinieri hanno notificato 73 avvisi di garanzia tra Lazio, Campania e Abbruzzo, 40 indagati  sono stati arrestati, 18 erano della provincia di Frosinone.  Mentre sono iniziati gli interrogatori di garanzia nelle varie carceri in cui i coinvolti sono detenuti in regime di arresti cautelari, continuano i sequestri svolti dalla guardia di finanza. Ieri, dopo immobili ed aziende sequestrate a Castrocielo, a San Vittore del Lazio è stato sequestrato un altro autosalobne con un parco mezzi dal valore superiore ai 700 mila euro. I finanzieri sono arrivati mentre le auto stavano per salire su una bisarca (camion adibito a trasporto macchine). Sequestrati anchje oltre 300 conti correnti in diverse banche della zona maanche in Lombardia. Individuate obbligazioni per centinaia di migliaia di euro. Le operazioni di sequestro andranno avanti per altri giorni e ci si aspettano importanti novità.