Tag: strada

17 Ottobre 2019 0

Voragine profonda 12 metri in via Lata a Velletri, strada parzialmente interdetta al traffico

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Una voragine profonda circa 12 metri si è aperta nell’asfalto di via Lata a Velletri, nel tratto compreso tra piazza Garibaldi e la rotatoria di Viale dei Volsci.

Il buco è largo circa un metro quadro e da accesso ad un vuoto nascosto dal sottile manto stradale, scavato probabilmente dallo scorrere dell’acqua.

La segnalazione è stata fatta all’alba di oggi ai vigili del fuoco del distaccamento di Velletri che hanno provveduto a limitare il traffico su quel lato di strada. Son in corso verifiche per stabilire le reali dimensioni della “camera” ed eventuali interventi da apportare.

27 Giugno 2019 0

Immondizie e profilattici usati sulla strada per Montecassino

Di Ermanno Amedei

CASSINO – La strada per il faro della cultura occidentale ridotta ad un immondezzaio. Viene da chiedersi chi, partendo in auto da Cassino, trovi comodo percorrere chilometri di tornanti e curve della provinciale per l’abbazia di Montecassino al solo scopo di gettare sul ciglio della strada alcuni sacchetti delle immondizie.

Eppure c’è chi lo fa. Molto più semplice spiegare la presenza di fazzolettini e profilattici sulle piazzole panoramiche che, come balconcini affacciano sulla città, e che di notte diventano piazzole dell’amore. Quel che è complicato capire perchè aprire un finestrino e gettare lì quel rifiuto.

Purtroppo è così e, nonostante i volenterosi che indignati nel vedere simili scempi, si adoperano per pulire, la strada per il faro della civiltà, è alla mercé degli incivili.

Ermanno Amedei

27 Giugno 2019 1

Cassino, si rivede la polizia locale in strada a sanzionare gli automobilisti indisciplinati

Di felice pensabene

CASSINO – Non erano trascorse neppure ventiquattr’ore dall’insediamento della nuova Giunta comunale che un evento nuovo e piacevole è accaduto in città.

Da tempo, troppo per la verità, non si vedevano gli agenti della polizia locale in giro per le vie cittadine a sanzionare gli automobilisti indisciplinati. Qualcuno li aveva adirittutra paragonati ad una specie in via di estinzione, ma oggi ha dovuto ricredersi.

Bene, questa mattina, quasi fosse una sorpresa, ma così non dovrebbe essere in una città civile, su viale Dante e in altre vie principali di Cassino sono rispuntati i vigili urbani.

Un tentativo di ristabilire un minimo di controlli e di disciplina nel caotico traffico cittadino.

Ad onor del vero, l’esperimento lo aveva tentato l’assessore al personale Benedetto Leone nella passata amministrazione, ma era durato poco. Certo, il numero ristretto del personale in forza alla polizia locale è il vero nocciolo della questione ed è risaputo da tempo.

Proprio l’aumento del personale della polizia locale sarà uno dei problemi fonamentali, anzi la sfida vera che la nuova amministrazione, targata Enzo Salera ed Alifuoco, titolare della delega alla polizia locale, dovranno affrontare nel più breve tempo possibile.

Non sappiamo se rivedere qualche agente della municipale per strada, sia un segnale di cambiamento di rotta della nuova amministrazione. Quel che è certo è la soddisfazione di molti cittadini nel rivedere la loro presenza in strada non è passata inosservata, non fosse altro per far capire che violare le norme del codice della strada può costare caro. Lo avranno imparato bene gli indisciplinati sanzionati questa mattina.

F. Pensabene

23 Giugno 2019 0

Scossa di terremoto nel centro Italia, gente in strada ma nessun danno

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Una scossa di terremoto è stata nitidamente avvertita ai Castelli ed in particolare a Velletri. La terra ha tremato solamente per alcuni secondi alle 22.40 ed è stata vvertita anche ai piani bassi. Alcuni si sono riversati in strada ma il sisma non ha creato danni.

Il sisma è stato avertito anche a Roma e nnel vicine province di latina e Frosinone.

Da una prima stima sembrerebbe che il terremoto abbia avuto una magnitudo di 3.7 e l’epicentro sarebbe stato individuato a dieci chilometri di profondità nel territorio del comune di Colonna.

31 Maggio 2019 1

Tragedia della strada all’alba, muore a Velletri noto commerciante

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Tragedia, all’alba di questa mattina, sulla strada Provinciale Cisterna Campoleone a Velletri. Nello schianto avvenuto nei pressi del carcere, tra un camion che trasportava frutta e un furgone ha perso la vita Pasquale D’Alessio, 67enne di Cisterna di Latina.

L’uomo, noto commerciante, era alla guida del furgone ed era diretto, insieme alla moglie A. V. di 61 anni, verso il mercato ad Ariccia. Inutili per lui i soccorsi. nello schianto il furgone è stato trasformato in un cumulo di lamiere e scaraventato nella cunetta.

Miracolosamente illesa la donna. Suo posto i vigili del fuoco di velletri e gli agenti della polizia del locale commissariato.

18 Aprile 2019 0

Bimbo morto a Piedimonte, il piccolo ucciso in strada dalla madre

Di Ermanno Amedei

PIEDIMONTE SAN GERMANO -E’ stata arrestata la mamma del piccolo Gabriel. Un terribile epilogo per una storia che dai primi istanti convinceva poco. La mamma aveva raccontato di un investimento da parte di un’auto pirata. Questa notte, infatti, a Cassino i militari della locale compagnia, coadiuvati dal reparto operativo del comando provinciale di Frosinone, hanno eseguito il fermo disposto dal pm ex art 384 comma 1 c.p.p. nei confronti di di Bona Donatella, nata ad Atina (fr) il 12/10/1990, residente a Piedimonte San Germano (fr) in via Volla 45 per l’omicidio del figlio convivente Faroleto Gabriel nato a Sora (fr) il 11.12.2016. Tutto inizia ieri pomeriggio alle 16.30 quando viene lanciato l’allarme. Nonostante il tempestivo intervento del 118, il bimbo muore poco dopo. Stando alla ricostruzione, il fatto tragico si sarebbe consumato durante una passeggiata, quando la mamma presa da un raptus, scaturito da una banale richiesta del figlio di tornare dalla nonna, lo avrebbe soffocato stringendogli il collo e chiudendogli la bocca, causandone quindi la morte per asfissia.

La salma del piccolo si trova presso la camera mortuaria dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino, a disposizione dell’a.g. La donna e’ stata portata al carcere  di Roma-Rebibbia.

5 Aprile 2019 1

Mucche al “pascolo abusivo” sulla strada per Montecassino, già c’erano nel dopoguerra

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Senza orecchino identificativo o qualsiasi altro segnale le riconduca ad un proprietario, una piccola mandria di mucche si aggira sulle pendici di Montecassino tra le curve della strada Provinciale che collega la Cassino al monastero benedettino.

Il rischio è facilmente intuibile; quello dell’incidente stradale che causerebbe ferite agli animali ma anche ad automobilisti che, anche di notte, percorrendo la strada possono imbattersi in sagome dal peso di diversi quintali.

Di fronte a questo rischio, sembra irrisorio il danno che nella pratica del pascolo abusivo il piccolo gregge arreca alle proprietà private come ad esempio il danneggiamento dei muri a secco.

Le mucche si spingono nel loro pascolare fino al parcheggio dell’Università di ingegneria.

La presenza di mucche sulle pendici di Montecassino è stata una costante. Immagini dell’immediato dopoguerra le ritraggono vicino alla carcassa di un carro armato sulla Rocca Janula… da allora, evidentemente, a Cassino è cambiato ben poco.

Ermanno Amedei

24 Marzo 2019 0

Cassino, Campionati nazionali di marcia su strada. Entusiasmo per “Diversamente in marcia” alla IV edizione

Di felice pensabene

Dopo l’edizione dello scorso anno a Roma, questa mattina sono tornati per la quinta volta sulle strade di Cassino i Campionati Italiani di marcia: in palio i titoli nazionali della 20 km senior e promesse. L’organizzazione è curata dal Cus Cassino e la prova femminile della 20 km è l’occasione per ricordare Anna Rita Sidoti: anche quest’anno sarà consegnato alla vincitrice il trofeo che celebra l’indimenticabile campionessa del mondo dei 10.000 di marcia ad Atene nel 1997.

I Campionati di marcia hanno visto un appuntamento ormai consolidato, la IV edizione di “Diversamente in marcia”, organizzata dall’associazione “Sport No Frontiere ” di Cassino con la collaborazione del consigliere comunale Edilio Terranova, di Maria Palumbo, dell’ex assessore alla cultura  e sport Maria Iannone, della presidente del sodalizio cassinate, Valeria Santini.

La mini gara prevista per “Diversamente in marcia” ha visto la partecipazione di oltre venti ragazzi che hanno interamnete concluso il percorso. Entusiasmo alle stelle fra tutti i “diversamente atleti”, tutti premiati con il ricordo della IV edizione. Un momento di divertimento, di sport e di aggregazione per questi atleti speciali che ogni anno vivono la manifestazione con entusiasmo e agonismo.

La giornata tricolore dedicata agli specialisti del tacco e punta, che si preparano per l’Incontro internazionale di Podebrady (Repubblica Ceca, 6 aprile), la Coppa Europa di Alytus (Lituania, 19 maggio) e i Mondiali di Doha (Qatar, 27 settembre-6 ottobre), è inoltre valida come seconda prova dei Societari di marcia e prevede anche competizioni per gli juniores, gli allievi e i cadettiIn totale saranno 227 i partecipanti, di cui 33 uomini e 21 donne per la 20 km senior e promesse. Gli juniores saranno impegnati sulla distanza dei 15 km (uomini) e 10 km (donne). La 10 km attende anche allievi e allieve per i Cds di categoria. Per i cadetti è l’ora del trofeo nazionale sulla 6 km (uomini) e la 4 km (donne). Tra loro, i vincitori delle ultime due edizioni di Cassino, Federico Tontodonati (Aeronautica) che trionfò nel 2016 e Francesco Fortunato (Fiamme Gialle), “man of the match” nel 2017, già tricolore quest’anno agli Assoluti indoor di Ancona per il quarto titolo consecutivo nei 5000 al coperto. Più combattuta la sfida tra le promesse con la tricolore indoor Lidia Barcella (Bracco Milano) in crescita dopo il quinto posto di domenica scorsa a Lugano (1h38:35) e un gruppo di avversarie tra cui Annalisa Russo (Gs Valsugana Trentino), Beatrice Foresti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Anthea Mirabello (Cus Cassino) pronte a inserirsi anche per il podio assoluto. I Campionati di marcia hanno visto anche la IV edizione di “Diversamente in marcia”, organizzata dall’associazione “Sport No Frontiere” di Cassino con la collaborazione del consigliere comunale Edilio Terranova, di Maria Palumbo, della presidente del sodalizio cassinate, Valeria Santini. La mini gara prevista per “Diversamente in marcia” ha visto la partecipazione di oltre venti ragazzi. Entusiasmo alle stelle fra tutti i “diversamente atleti” premiati con il ricordo della IV edizione. Un momento di divertimento, di sport e di aggregazione per questi atleti speciali che ogni anno vivono la manifestazione con entusiasmo e agonismo.

F. Pensabene

14 Marzo 2019 0

Vittime delle Marocchinate, Maenza si impegna a dare nome a strada o parco

Di Ermanno Amedei

MAENZA – “Un vero e proprio cantiere aperto quello che porta sin dalla nascita l’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate”.

Lo si legge in una nota dell’associazioneNazionale Vittime delle Marocchinate.

“Negli ultimi mesi come nell’ultimo periodo i rappresentanti dell’A.N.V.M. hanno avuto e hanno tutt’ora un calendario fitto di incontri con le istituzioni di ogni ordine e grado, con associazioni e con tutto il mondo civile che ha preso a cuore la vicenda delle Marocchinate, manifestando vicinanza e collaborazione al presidente Emiliano Ciotti e all’associazione da lui presieduta. Lo stesso Ciotti ha incontrato nella giornata di mercoledì 13 u.s. il sindaco di Maenza Claudio Sperduti. Il primo cittadino del comune lepino, conoscendo a fondo la vicenda delle violenze dell’esercito del C.E.F, si è impegnato e ha dato tutta la sua disponibilità con l’amministrazione da lui capeggiata per portare a breve in consiglio comunale una mozione con lo scopo nobile di intitolare un parco, una strada o una struttura del comune in ricordo delle vittime violentate e uccise dall’esercito franco-algerino. E sempre il comune di Maenza è stato il primo comune in Italia ad aver approvato una mozione in ricordo delle vittime. Il comune di Maenza, tra l’altro, è bene ricordarlo è stato tra i più colpiti della provincia di Latina da tali fatti. In concomitanza della presentazione del libro di Emiliano Ciotti del prossimo 6 aprile a Roccagorga, l’A.N.V.M. con la presenza del sindaco Claudio Sperduti daranno un riconoscimento alla famiglia di una persona, da poco deceduta, che nel 1944 a rischio della propria vita, ha tentato di difendere una donna che stava per essere violentata dalle truppe marocchine. In quell’episodio questa persona fu ferita ad una gamba in modo serio dopo essere stata raggiunta da numerosi colpi di fucile sparati dai soldati del C.E.F. Al termine dell’incontro è stato donato copia del libro al sindaco Claudio Sperduti. Il presidente Emiliano Ciotti e tutta l’associazione ringraziano il primo cittadino ed il comune di Maenza per la collaborazione messa a disposizione e per il bel gesto che ci sarà il 6 aprile”.

10 Marzo 2019 0

Pirata della strada investe e uccide 53enne rumeno, arrestato dai carabinieri per omicidio stradale

Di felice pensabene

SAN DONATO VALCOMINO – Intorno alle 22.00 di ieri 9 marzo, lungo la SR 509, a meno di un chilometro dal centro abitato di San Donato Val Comino, per cause in via di accertamento, un 53enne cittadino romeno veniva investito da un’auto che si dava alla fuga. Alcuni passanti davano l’allarme ed immediatamente giungevano sul posto personale del soccorso 118 ed i Carabinieri del locale Comando Stazione;  nonostante i disperati tentativi dei sanitari, per l’uomo non c’era nulla da fare e dopo pochi minuti il medico ne constatava il decesso. Nell’eseguire i rilievi del caso, i militari operanti rinvenivano diverse parti d’auto, compatibili con il paraurti anteriore di un’Alfa Romeo, di colore bianco. Sulla base della conoscenza diretta da parte degli operanti delle pochissime auto con tali caratteristiche presenti nel territorio, i militari si portavano in Settefrati, presso l’abitazione di C. B., 76enne del posto (già censito per violazione degli obblighi di assistenza familiare). Nei pressi dell’abitazione veniva individuata l’Alfa Romeo 147 bianca, in uso al prevenuto, che presentava parte del paraurti anteriore danneggiato e mancante. Dinanzi a tale evidenza, l’uomo cercava di giustificarsi asserendo di aver investito poco prima un cinghiale. Successivamente condotto presso il suindicato Comando Arma, l’uomo veniva altresì sottoposto ad esame etilometrico, che risultava positivo con un tasso pari a 0,55. Stante gli esiti degli accertamenti, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G. l’uomo veniva tratto in arresto per “fuga del conducente in caso di omicidio stradale” e posto agli arresti domiciliari, mentre il veicolo sottoposto a sequestro.