Tag: ufficio

26 Febbraio 2010 0

Si era costruito a casa un ufficio anagrafe clandestino

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si era costruito a casa una sorta di ufficio anagrafe personale con decine di documenti in bianco pronti per dare una identità nuova a chi ne avesse bisogno. Per questo oggi, a Napoli, i carabinieri del NORM della Compagnia di Pontecorvo, comandati dal tenente Vincenza Sannino e dal capitano Pierfrancesco Di Carlo, in collaborazione con quelli della Stazione di Napoli Borgoloreto, hanno tratto in arresto nella flagranza di reato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, ricettazione e falsità materiale, Giovanni De Fabbio, 50 anni. Lo stesso, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, nel corso della perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di numerosissime carte d’identità, patenti di guida, documenti in bianco o sprovvisti di foto, timbri del comune di Napoli nonché uno scanner, duplicatori di schede e personal computer contenenti programmi idonei alla falsificazione di tali documenti. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

24 Febbraio 2010 0

Colpo da 10 mila euro all’ufficio postale attraverso… il buco

Di redazione

La “banda del buco” colpisce a Colfelice (Fr) e, nella notte tra lunedì e martedì, mette a segno un furto ai danni dell’ufficio postale. Un buco effettuato in una parete delle struttura ha permesso agli “scavatori” di entrare nottetempo nell’ufficio postale e svuotare le casse portando via circa 10 mila euro. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri allertati non appena il personale delle poste, aprendo gli uffici, si è accorto della visita notturna, del furto e dei danni subiti.

30 Gennaio 2010 0

Rapina all’ufficio postale, bottino di 13mila euro

Di admin

Hanno atteso l’arrivo dell’impiegata delle poste e, mentre la donna era intenta ad aprire le porte dell’ufficio postale in pieno centro a San Pietro Infine (Ce), due malviventi, armati di pistola ed incappucciati, l’hanno prima bloccata, poi l’hanno costretta ad aprire la porta blindata e, una volta dentro, anche la cassaforte. Si sono così impossessatidi circa 13mila euro con cui sono fuggiti non prima di aver rinchiuso l’impiegata in una stanza, legandola e imbavagliandola. Subito allertati, sono giunti suposto i Carabinieri della stazione di Mignano Monte Lungo (Ce) che stanno svolgendo indagini per tentare di risalire agli autori del colpo.

15 Settembre 2009 0

Rapinatori in erba assaltano l’ufficio postale

Di redazione

Due rapinatori in erba, ieri, hanno assaltato l’ufficio postale di Marina di San Salvo (Ch). Il nervosismo ha giocato loro un brutto scherzo che ha permesso alle forze dell’ordine di intervenire in tempo per arrestarli. Si tratta di Mirko Bocola di 20 anni e T.M. di 16 anni entrambi di Apricello in provincia di Foggia. Poco dopo l’apertura dell’ufficio postale, alcuni passanti li hanno notati mentre passeggiavano nervosamente davanti all’ingresso,proprio come avrebbero fatto due rapinatori in attesa di trovare il coraggio per entrare e minacciare i cassieri. Quando il coraggio è stato trovato, qualcuno aveva gia informato le forze dell’ordine che sono arrivate sul posto proprio mentre i due entravano e, armati di un coltello e con il volto coperto dai passamontagna, hannop intimato alla cassiera di consegnare i soldi. Inutile il tentativo di fuga, i due sono stati arrestati per tentata rapina.

7 Settembre 2009 0

Un’ex scuola materna diventa “ufficio” dello spacciatore

Di redazione

Una ex scuola materna trasformata in luogo di spaccio di droga. Ad accorgersene sono stati i carabinieri di Pescara impegnati un una operazione di controllo del territorio. I militari hanno notato un via vai di giovani tossicodipendenti nei pressi della struttura in disuso di via Tavo. Hanno fatto quindi irruzione nel plesso e, dove un tempo c’erano bambini, hanno trovato, seduti sui banchi, alcuni giovani: uno spacciatore e due consumatori che avevano appena comprato alcune dosi di eroina. Lo spacciatore aveva addirittura il bilancino e preparava la dose sul posto. La perquisizione ha permesso di trovare 30 dosi di eroina confezionate singolarmente, ciuscuna del peso di 0,5 grammi; un involucro contenente 28,5 grammi di eroina; un involucro contenente 4 grammi di cocaina; la somma contante di euro 485,00 in banconote di piccolo e medio taglio, verosimilmente provento dell’attività delittuosa.

14 Agosto 2009 0

Rapina l’ufficio postale ma viene braccato dai Carabinieri

Di admin

Erano le ore 12.30 circa di oggi 14 agosto 2009 quando TERRENZIO Diego, 35enne, di Pescara, già noto alle forze dell’Ordine per fatti di giustizia, parzialmente travisato da una bandana, faceva irruzione all’interno dell’Ufficio Postale di Silvi Paese, località San Silvestre e, dopo aver minacciato gli impiegati con una pistola, si faceva consegnare € 4.000,00 (quattromila) in contanti. Non contento del bottino, si impossessava anche della borsa di una cliente presente in quel momento nell’Ufficio Postale, contenente € 200,00 circa, dileguandosi subito dopo a bordo di una Fiat Punto. Superata la paura iniziale per quanto accaduto, gli impiegati davano immediatamente l’allarme ai Carabinieri della Stazione di Silvi Marina, comandata dal Maresciallo Antonio Tricarico, ai quali fornivano dettagli circa le caratteristiche somatiche del rapinatore. A questo punto è scattato il collaudato piano di cinturazione della zona con tutte le pattuglie in circuito, anche quelle delle stazioni limitrofe e con la collaborazione del Nucleo Operativo di Giulianova e, poco dopo, una pattuglia di Silvi intercettava l’autovettura in pieno centro ingaggiando un rocambolesco inseguimento. Il malvivente, giunto in località Piomba, vistosi braccato, fermava il veicolo in prossimità di un’aperta campagna scappando a piede e brandendo l’arma in mano con la quale non esitava a minacciare i militari che lo inseguivano. Ad un certo punto stremato, veniva raggiunto dai militari e dopo una colluttazione con i carabinieri, allo scopo di sottrarsi alla cattura, veniva disarmato e tratto in arresto. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita ai legittimi proprietari. La pistola rinvenuta e utilizzata per commettere la rapina, sembrava vera. Solo quando i militari hanno estratto il caricatore si sono resi conto che in realtà era una pistola a salve, una riproduzione perfetta di una Beretta cal 92, priva di tappo rosso. Sia l’autovettura utilizzata dal malvivente risultata essere di sua proprietà, sia la pistola, sono state sottoposte a sequestro. Dopo le formalità di rito per TERRENZIO Diego sono scattate le manette e si sono spalancate le porte del Carcere di Teramo in attesa dell’udienza di convalida davanti dl Tribunale ove dovrà rispondere di rapina, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

18 Giugno 2009 0

I vandali danneggiano cinque auto dell’ufficio postale

Di redazione

Atti vandalici ai danni dell’ufficio postale di Cassino. Nel corso della notte, uno o più balordi, hanno preso di mira le auto dei portalettere parcheggiate nel retro della sede centrale delle Poste di piazza De Gasperi. I lunotti termici di ben cinque auto dei portalettere, le Fiat Panda bianche e gialle, parcheggiate una di fila all’altra, sono andati in frantumi. Ad accorgersene, questa mattina, sono stati gli stessi dipendenti delle Poste prima di iniziare il giro di consegna della corrispondenza. Un atto vandalico rivolto esclusivamente all’istituto di pizza De Gasperi dato che nessuna altra autovettura è rientrata nelle mire dei vandali. Il direttore ha allertato subito le forze dell’ordine denunciando quanto accaduto. Intanto i dipendenti addetti alla distribuzione della corrispondenza, si sono organizzati per iniziare il loro giro. La qualità del loro lavoro, espressa principalmente nella puntualità di consegna, è cresciuto e, proprio nell’ultimo periodo, ha avuto attestati di stima da parte dei cittadini. Non è la prima volta che in Piazza De Gasperi si verificano fatti simili. Alcuni mesi fa, altre auto vennero danneggiate da un uomo, 35enne, andato in escandescenza.

6 Febbraio 2009 0

Furto da 30 mila euro all’ufficio postale

Di redazione

Bottino da 30 mila euro quello che i ladri sono riusciti a portar via, nella notte tra mercoledì e giovedì dall’ufficio postale di Fiuggi. I malviventi sono entrati passando da una finestra e dopo aver disattivato il sistema d’allarme. Con una fiamma ossidrica si sono creati il varco abbattendo due porte blindate e due casseforti sistemate negli uffici di via Anticolana. In questa maniera sono riusciti ad impossessarsi della somma ed a fuggire. La polizia indaga ul furto.