Tag: ufficio

1 Marzo 2017 0

Ruba alla dipendente dell’ufficio dell’impiego, ladro tradito da menomazione

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

 

Frosinone – Una menomazione alla mano sinistra del ladro ha permesso agli agenti della questura di Frosinone di risalire all’autore del furto avvenuto all’interno dell’ufficio per l’impiego.

La Squadra Volante della Questura è intervenuta a seguito di una segnalazione di un furto di 600 euro subìto da una dipendente.

Le banconote sono state prelevate dalla borsa della donna  durante l’orario lavorativo.

Gli agenti hanno visionato le immagini del circuito interno di sorveglianza ed hanno estrapolato il fotogramma incriminato:  si nota un ragazzo dall’apparente età di 20 – 25 anni  che  si dirige verso la borsa della signora, trafuga le banconote ed indisturbato si avvia verso l’uscita.

Da un’attenta analisi del filmato, gli agenti hanno notato che la mano sinistra che ha commesso l’azione illecita presenta una menomazione.

La “firma d’autore”  lasciata sul furto ha portato ad identificare il giovane, un 22 enne del capoluogo, per il quale è scattata la denuncia per furto aggravato.

11 Novembre 2016 0

Tenta la truffa ai danni dell’ufficio postale, in manette 50enne napoletana

Di redazionecassino1

Frosinone – Cercava di mettere in atto una truffa ai danni dell’Ufficio postale di Frosinone, mostrando un documenti falsi, ma per una 50enne napoletana sono scattate le manette dei Carabinieri. Per convincere il direttore delle Poste delle sue generalità, dopo aver mostrato un codice fiscale ed una carta d’identità con dati di fantasia, ma con apposta la sua foto, aveva presentato addirittura una busta paga di una società ovviamente fittizia. L’intervento dei militari del NORM ha però consentito di smascherare la donna che, già gravata da precedenti penali specifici, veniva trattenuta presso le camere di sicurezza e poi condotta presso il Tribunale di Frosinone per il rito direttissimo.La donna dovrà rispondere dei reati di “possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e tentativo di truffa“.

3 Agosto 2010 0

Rapina con il mitra all’ufficio postale, bottino da 30 mila euro

Di redazione2

Rapina a mano armata intorno alle 9 presso l’ufficio postale di Colli frazione di monte san giovanni campano. Ad agire tre persone con il volto travisato. Secondo una prima ricostruzione sembra che in due siano entrati armati di pistola all’interno dei locali. Uno è rimasto fuori a fare da palo con in mano un arma tipo mitra. Il bottino è di circa 30 mila euro. I malviventi avrebbero agito subito dopo lo scarico del portavalori. Negli uffici c’erano persone anziane per il ritiro della pensione, la rapina soprattutto per le modalità in cui si è consumata ha destato non poco scalpore e qualche malessere tra i pensionati. L’auto con la quale i tre sono fuggiti è stata rinvenuta dai carabinieri a poca distanza dall’ufficio postale. Si tratta di un’utilitaria grigia risultata rubata. Sono partite le indagini per capire chi si possa nascondere dietro questo colpo. I carabinieri hanno interrogato anche i dipendenti presenti agli sportelli. Massimo riserbo per ora sul contenuto delle dichiarazioni. Tamara Graziani

29 Luglio 2010 0

Abuso d’ufficio e danneggiamenti: la procura indaga un assessore, due funzionari e un barista

Di redazione

Quattro persone di Cassino sono state indagate dalla locale procura della Repubblica per reati che vanno dall’abuso d’ufficio, occupazione abusiva del suolo pubblico e danneggiamenti. Notifiche sono state notificate oggi ad un ex assessore della giunta recentemente sciolata, due funzionari del comune di Cassino e al titolare di un bar. Le circostanze su cui si sono soffermate le attenzioni degli inquirenti riguardano due distinte situazioni ma vicine l’una all’atra: un tratto di via Giallonardi adiacente ai giardinetti del tribunale occupato abusivamente dai tavoli di un bar e la vicina e vecchia recinzione del tribunale che, dalla stessa via Giallonardi si snoda anche per un tratto di via Enrico De Nicola. L’occupazione abusiva del suolo pubblico riguarderebbe oltre al barista anche i due funzionari del comune e il sequestro dell’area in questione; quella della recinzione invece l’assessore. Pare, infatti, che sarebbero stati commissionati dei lavori di sistemazione della struttura in ferro che però si sarebbero ben presto bloccati per poi ripristinare lo stato dei luoghi. La recinzione, però, ormai non era più la stessa e, per questo, l’assessore competente sarebbe stato indagato per danneggiamenti. Ermanno Amedei

8 Luglio 2010 0

La Consulta dei Sindaci del Cassinate chiede un ufficio Equitalia

Di redazione

Da qualche anno l’Equitalia Gerit spa, agente per la riscossione della provincia di Frosinone, ha chiuso i propri uffici di Cassino arrecando un notevole disagio ai cittadini di Cassino ma anche a quelli di tutto il Cassinate, che sull’ufficio di Cassino gravitavano. I disagi sono ancora maggiori per i piccoli comuni montani del territorio, costretti a doversi recare a Frosinone per il disbrigo di pratiche urgenti ed importanti che spesso risultano pregiudizievoli per la stabilità economica dei nuclei familiari. Raccogliendo anche le istanze dei sindaci dei comuni limitrofi, il presidente Bruno Vincenzo Scittarelli ha convocato la Consulta dei Sindaci del Lazio Meridionale per affrontare l’argomento ed adottare le possibili determinazioni. Nel corso della riunione i sindaci presenti hanno evidenziato le difficoltà che incontrano i propri amministrati per potersi recare presso gli sportelli Equitalia per cui, all’unanimità, è stata adottata una deliberazione con la quale, premesso “che la Equitalia Gerit spa è agente della riscossione per la provincia di Frosinone; che la stessa, da diversi anni, ha chiuso i propri uffici di Cassino al servizio di tutto il comprensorio; che tale situazione provoca innumerevoli disagi alla popolazione di questa Città e dei Comuni limitrofi; con voti unanimi delibera di richiedere alla Equitalia Gerit spa, per le motivazioni in narrativa, l’apertura di un apposito ufficio operativo nella città di Cassino al servizio di tutto il Cassinate”. Il presidente Scittarelli, nell’invitare tutti i colleghi sindaci interessati ad adottare la delibera nei propri comuni, ricorda che “questa è una battaglia a difesa del territorio che non può essere continuamente spogliato di servizi importanti e quotidiani per la collettività di una area vasta, in cui molti comuni sono montani, quindi con collegamenti disagiati verso il capoluogo, e soprattutto costituito in buona parte da anziani. Auspico che l’Equitalia comprenda l’importanza sociale di questa richiesta predisponendosi al meglio per accoglierla e soddisfarla”.

28 Giugno 2010 0

“L’ufficio di Camera di Commercio rimarrà a Cassino”, parola di Rivieccio

Di redazione

“La sede distaccata della camera di commercio a Cassino non chiuderà”. A sostenerlo con convincimento è l’assessore Ciro Rivieccio che smentisce categoricamente l’ipotesi della soppressione del servizio ai commercianti. “I responsabili della Camera di Commercio mi hanno dato le dovute garanzie, mostrandomi la necessaria documentazione, che l’ufficio di Cassino non chiuderà, anzi, verrà ampliato nei servizi. A tal proposito, dal primo luglio, l’ufficio rimarrà chiuso due volte a settimana per permettere al personale di frequentare un corso di perfezionamento”. Ma non solo; l’assessore Rivieccio assicura che l’amministrazione Cassinate sui sta muovendo per tentare di portare in città anche una sede distaccata di Equitalia, “Tutto questo per dimostrare la vicinanza di questa amministrazione ai commercianti del cassinate”. Ermanno Amedei ermadei@libero.it

19 Maggio 2010 0

Prigionieri delle vetture dell’ufficio postale

Di redazione

“Il problema della carenza di parcheggi all’interno ed a ridosso del centro storico di Alatri (Fr) è tristemente noto. Ad aggravarlo contribuiscono una dozzina di autoveicoli appartenenti alle Poste italiane che, dalla chiusura dell’ufficio fino al mattino, vengono parcheggiate lungo la circonvallazione costringendo spesso i passanti ad effettuare veri e propri slalom a causa della ristrettezza degli spazi”. Ad affrontare il problema in una nota è Giulio Rossi del gruppo “Alatri abbandonata”. “Alcuni mesi fa – continua Rossi – i responsabili del servizio postale concordarono con il Comune di sistemare le autovetture durante le ore notturne nel parcheggio adiacente lo stabile dei servizi sociali, nel quartiere delle Civette, ma ciò non è stato possibile per colpa di ignoti malintenzionati che nottetempo le danneggiavano, rendendole a volte temporaneamente inservibili. Il problema deve comunque essere affrontato di nuovo e risolto al più presto e per questo fine si propone una soluzione che coinvolge un altro importante ente pubblico della Città di Alatri: la direzione dell’ospedale “San Benedetto”, infatti, potrebbe consentire all’amministrazione delle Poste di utilizzare la parte finale del nuovo parcheggio che è perfettamente illuminata e per questo dovrebbe essere potenzialmente al riparo da quegli ignobili atti di vandalismo. Si tratta di una soluzione a costo zero, di pubblica utilità, perché risolve anche se in minima parte il problema della carenza di parcheggi del centro storico, e che non crea problemi all’ospedale perché quella parte di parcheggio, fin dal giorno della sua apertura, non è stata mai utilizzata. Se questa proposta può apparire sensata, spetta però agli enti interessati concordare tempi e modalità di utilizzo”.

15 Maggio 2010 0

ufficio decentrato all’osteria della fontana: funzionale a partire da lunedi’ 24 maggio

Di redazione2

A partire da lunedì 24 il nuovo ufficio Anagrafe sarà operativo.

L’ufficio comunale decentrato è stato collocato nei locali adiacenti la nuova scuola media di Osteria della Fontana.

Si tratta di un progetto fortemente voluto dall’Assessore al Personale e agli Affari Generali del Comune di Anagni, Vittorio Colantoni, che lo aveva già anticipato nell’ambito del proprio programma sviluppato nella lista civica Identità Anagnina: Abbiamo sin da subito ritenuto fondamentale lavorare per un’attenta e funzionale gestione della cosa comune – prosegue Colantoni – soprattutto perché occorre che la stessa struttura comunale funzioni e funzioni con armonia ed efficienza

La sede comunale decentrata dell’ufficio anagrafe – spiega il Primo Cittadino Carlo Noto – rappresenta la concretizzazione di un punto importante previsto nella nostra programmazione amministrativa, soprattutto in quanto fornirà un fondamentale servizio di pubblica utilità

Per garantire più servizi e per venire incontro alle esigenze più volte rappresentante dei cittadini, in particolare delle zone periferiche, l’Amministrazione ha previsto, nella giornata di martedì, anche la presenza di un agente di Polizia Municipale per segnalazioni ed istanze presso il medesimo edificio. Per quanto riguarda gli ulteriori servizi (Pubblica Istruzione, Servizi Sociali), dal prossimo settembre, in concomitanza con la riapertura delle scuole, sarà garantita la presenza di un dipendente per espletare le pratiche scolastiche, sociali, ecc.: l’intento, infatti, è quello di creare un vero e proprio sportello polifunzionale.

Tamara Graziani

13 Maggio 2010 0

Allarme bomba nell’ufficio postale, carabinieri a caccia del mitomane

Di redazione

Allarme bomba all’ufficio postale. Questa mattina, a Palombaro (Ch), presso il locale ufficio postale, il direttore è stato raggiunto da una telefonata durante la quale una voce femminile anonima lo informava della presenza di una bomba all’interno dell’ufficio. Immediatamente sono stati informati i carabinieri che hanno setacciato gli uffici alla ricerca dell’ordigno che, per fortuna, non c’era. Si sarebbe trattato, quindi, solo del gesto di un mitomane, per cui è stata prodotta denuncia a carico di ignoti per “procurato allarme”.

27 Febbraio 2010 0

Caro bollette o bollette pazze? Fila lunghissima davanti l’ufficio del gas

Di redazione

Decine di utenti, in questi giorni, hanno preso d’assalto l’ufficio della Italcogim, l’azienda che gestisce la rete metanifera a Lanciano. Una improvvisa impennata delle bollette ha creato malumore tra gli utenti, alcuni, davanti l’ufficio di via Romagnoli, si sfoga e racconta di una bolletta bimestrale di 600 euro, “Ma – dice la donna – la bolletta precedente era di circa 150 euro”. Poi c’è chi racconta di bolletta da migliaia di euro; tanti racconti in attesa che la fiola si assottigli e sperare che l’impiegata possa dare “soluzioni” meno costose.