Tag: visita

28 Maggio 2018 0

Visita del  Prefetto della Provincia di Frosinone alla Sottosezione Polizia Stradale di Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Lo scorso venerdì, il Prefetto di Frosinone dottoressa Emilia Zarrilli si è recata in vista presso la Sottosezione Polizia Stradale di Cassino per incontrare i “ragazzi” di quel Reparto che dall’inizio dell’anno si sono resi “protagonisti” di numerose operazioni di Polizia Giudiziaria.

Il Prefetto ha esternato il suo plauso per la dedizione ed il senso del dovere  degli operatori che, con intuito e professionalità, quotidianamente svolgono il proprio dovere.

Tra le operazioni più significative ricordiamo  il sequestro di 65 Kg. TLE, 10 Kg di sostanza stupefacente,  di materiale ed attrezzature di cantiere, rintraccio di persone clandestine o ricercate e da ultimo due ragazzi studenti  Erasmus che ignari circolavano in  bicicletta in autostrada.

12 Febbraio 2018 0

Dopo l’accordo con Saxa Gres, soddisfatti i lavoratori oggi pomeriggio Zingaretti in visita

Di redazionecassino1

ROCCASECCA – Soddisfazione, gioia, ma soprattutto una maggiore serenità fra i trecentoventi lavoratori della Ideal Standard di Roccasecca che fin dalle prime ore di questo pomeriggio si sono radunati nel piazzale della loro fabbrica. L’accordo siglato al Mise in mattinata ha messo la parola fine alle loro preoccupazioni sul futuro occupazionale.

Decisivo il ruolo del ministro Calenda e del Presidente della Regione Lazio, Zingaretti, nella soluzione della vicenda. Proprio Zingaretti nel pomeriggio ha voluto essere accanto ai lavoratori nello stabilimento accolto da questi con ovazioni e applausi. In molti hanno espresso la loro soddisfazione per il risultato raggiunto con l’accordo. “Un capolavoro di mediazione – ha voluto definirlo qualcuno visibilmente soddisfatto – che ci ha ridato speranza e ha evitato conseguenze drammatiche per noi e le nostre famiglie”.

In tanti su quel piazzale emozionati e soddisfatti accanto al presidente Zingaretti accolto da abbracci e strette di mano.

L’accordo prevede, infatti, l’acquisizione della ex Ideal Standard è stata possibile grazie alle risorse della Saxa Gres, un’operazione complessiva da 30 milioni di euro. Il prossimo 22 febbraio partirà il confronto per il trasferimento di tutti lavoratori (Ex art.47), che dovrà concludersi entro il 28 febbraio. Ora bisognerà attendere il 2019 per l’inizio della nuova produzione di sanpietrini che verrà realizzata proprio nello stabilimento di Roccasecca. Già nella scorsa settimana alcuni tecnici della Saxa Gres erano stati nel complesso di via Ortella per valutare e visionare gli impianti ritenuti idonei alla nuova produzione con gli “aggiustamenti” necessari ad avviare il nuovo processo produttivo. Anche il forno – secondo le indiscrezioni trapelate – in dotazione allo stabilimento dovrebbe adatto alla nuova nuova produzione.

Inizierà ora un periodo di fermo produttivo per adattare gli impianti, dove secondo le dichiarazioni di qualcuno si potrebbe tornare, in futuro, anche alla realizzazione di sanitari.

Un risultato, quello raggiunto con l’accordo di oggi, che oltre a ridare fiducia e serenità ai lavoratori, ha contribuito a salvaguardare un’eccellenza produttiva ultra cinquantennale del nostro territorio che non poteva andare perduta.

F. Pensabene

 

13 Novembre 2017 0

Il Questore, Filippo Santarelli, a Cassino: visita in Procura ed al Commissariato

Di redazionecassino1

Cassino – Questa mattina il Questore dr. Filippo Santarelli ha fatto visita al Procuratore Capo della Repubblica di Cassino dr. Luciano D’Emmanuele, che ha espresso parole di apprezzamento per gli importanti risultati conseguiti nella Città Martire dalla Polizia di Stato.

In perfetta sintonia, il Questore, recandosi per i saluti presso il Commissariato di Cassino, in procinto di ricoprire il nuovo incarico a Modena, ha elogiato il lavoro dei poliziotti, complimentandosi per l’impegno costante e continuo contro ogni forma di illegalità.

A fare gli onori di casa il dr. Alessandro Tocco, con il suo staff “Ad maiora”.

 

25 Ottobre 2017 Off

Tre Istituti Comprensivi in visita al Comune, ricevuti dal sindaco D’Alessandro

Di redazionecassino1

 

 

 Cassino – Questa mattina il sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha accolto una delegazione dei tre istituti comprensivi della città martire giunta per consegnare l’invito alla Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza promossa da UNICEF, un evento che si terrà il prossimo 20 novembre presso

“Che gioia stamattina! – ha dichiarato il sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Lorenzo, Alessia, Elisa, Michele e tutti gli altri bambini sono venuti a chiedermi di partecipare alla Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Ho accettato con grande piacere il loro invito e, felice dalla visita e della curiosità che i piccoli avevano nei loro occhi, abbiamo improvvisato una breve visita nei luoghi in cui svolgo ogni giorno il mio lavoro di primo cittadino.

Mi sono divertito molto a trasmettere loro, anche solo per un attimo, il senso di responsabilità che deriva dallo stare seduto sulla poltrona del sindaco, in Sala Giunta o nei banchi del Consiglio Comunale, nella sala dedicata al sindaco della ricostruzione Gaetano Di Biasio

Quei volti emozionati, le loro domande e la loro soddisfazione mi hanno fatto capire quanto è importante insegnare alle nuove generazioni il senso delle istituzioni. Credo proprio che troverò il modo di ripetere questa bella esperienza e coinvolgere, via via, tutti i bambini della nostra città. Stiamo pensando di dare alle scuole e quindi ai bambini ed ai ragazzi, la possibilità di seguire da vicino i lavori del consiglio comunale. Un modo per avvicinare le nuove generazioni alle istituzioni in periodo storico particolare che porta i giovani a disinteressarsi della politica e della gestione amministrativa di un ente come il Comune “. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria d’Alessandro.

:

 

13 Ottobre 2017 0

La Virtus Cassino rende visita alla rivale storica della Luiss Roma

Di redazionecassino1

Sta per avere inizio un mese che non lascerà un attimo di respiro agli uomini di coach Luca Vettese, che dalla terza alla settima giornata, andranno ad affrontare ben quattro incontri a dir poco difficili e complicati, che molto diranno circa le ambizioni della BPC Virtus Cassino in questo Campionato Nazionale di Serie B Girone D, 2017-18.

Si inizia dunque con la terza giornata. E la Virtus renderà visita alla rivale storica della Luiss Roma, compagine contro la quale la società cassinate nel lontano ormai 12 aprile del 2014 , ha conquistato la promozione nel terzo campionato nazionale, e società allo stesso tempo che i lupi rossoblù affrontano da ormai ben quattro anni.

La società della presidentessa Donatella Formisano, poi, ospiterà in casa Salerno. E sarà un tour de force pazzesco. Panzini e compagni infatti affronteranno di seguito tutte le pretendenti al salto di categoria ovvero  Salerno, Palestrina, Barcellona e poi Cagliari. tutti match nei quali la Virtus dovrà cercare di dare il meglio possibile, perché è proprio da queste partite, che poi si costruiranno inevitabilmente i successi stagionali.

Nei due anticipi della terza giornata, oltre alla Luiss Roma che affronterà proprio la Virtus Cassino, si sfideranno all’Arena “Altero Felici” la Stella Azzurra Roma e la Pallacanestro Palestrina, sempre alle ore 18.00 di sabato 14 ottobre 2017.

Nei match della domenica, invece, Barcellona renderà visita a Catanzaro in un campo ostico come quello del PalaPulerà, che nella precedente sfida casalinga aveva visto sconfitto di ben quaranta punti Patti, mentre Salerno riceve la formazione siciliana di Costa D’Orlando. Valmontone, al contempo, sempre alle 18.00, affronta, per rialzarsi dopo la sconfitta di Barcellona, Patti, e nelle altre partite, Battipaglia riceve Venafro, Scauri-Cagliari e Isernia-Tiber Roma.

Dopo la vittoria schiacciante della Virtus Cassino nella preaseason, la Virtus andrà ad affrontare una gara decisamente diversa rispetto a quella dello scorso settembre, in quanto ci saranno in palio due punti fondamentali ed il roster dei padroni di casa sarà impreziosito dal recupero del pivot titolare Beretta, che non aveva disputato al PalaVirtus la gara amichevole. Due elementi non di poco conto, ma che allo stesso tempo non devono rappresentare degli alibi per una Virtus che ha e deve avere solo un obiettivo: vincere.

“Sappiamo che non sarà assolutamente una gara semplice” commenta il coach dei benedettini , Luca Vettese. “Loro vorranno sicuramente continuare nel trend positivo che li ha visti vittoriosi per ben due volte su due in questo inizio di stagione, e con un Beretta in più, e con un Simone Bagnoli in meno noi, sicuramente ci possono mettere in difficoltà. Mi sento di dire, che noi tutti come squadra, abbiamo un dovere da eseguire, e così come lo abbiamo portato a termine nella partita contro Catanzaro, dove non abbiamo fatto né più né meno di quello che la città e la società si aspetta da noi, dovremo farlo anche contro la Luiss. Hanno un allenatore molto bravo, con cui mi sento e che stimo, che sa preparare bene le partite, che sa far giocare molto bene le sue squadre a pallacanestro, e che ci ha messo sempre in difficoltà nelle partite soprattutto dove non avevamo a nostro favore il fattore campo. La Luiss ha dei ragazzi giovani, che se messi in ritmo possono farti molto male. Lo scorso anno lo abbiamo potuto constatare noi per primi, che siamo stati sopra per quasi tutta la partita, per poi cedere il passo negli ultimi due quarti, dove loro erano entrati in uno “stato di trance” clamoroso. Marcon, Faragalli, De Dominicis, dimenticherò sicuramente qualcuno, sono ragazzi, ripeto, giovani, ma che nonostante questo, giocano da diversi anni in serie B e conoscono bene la categoria. Dovremo stare attenti a non abbassare la guardia, a curare la partita nei minimi particolari, diminuire le palle perse rispetto a quelle della sfida contro Catanzaro, contenere i loro lunghi, Martone e Beretta sotto le plance, e sono sicuro che partiremo sicuramente da un buon punto per conquistare la vittoria. Mi aspetto sicuramente una risposta importante e di carattere dai miei ragazzi”.

Parole sante, quelle del coach cassinate, che non intende sottovalutare l’impegno dei lupi rossoblù, che venderanno cara la pelle per conquistare i tanto ambiti due punti. Punti questi che significherebbero, certamente, morale in vista del prossimo scontro diretto casalingo contro un’altra candidata alla vittoria finale come Salerno. Palla a due alle ore 18 al PalaLuiss.

Diretta sulla web-radio della Virtus Cassino a partire dalle ore 17.45.

 

ROSTER LUISS ROMA: Beretta, Bonaccorso, Bristot, De Dominicis, Di Fonzo, Faragalli, Feruglio, Gebbia, Marcon, Martone, Miriello, Sanguinetti, Scuderi, Sorrentino, Veccia.

ROSTER VIRTUS CASSINO: Banach, Di Poce, Panzini, Petrucci, Del Testa, De Ninno, Guglielmo, Cena, Sergio, Carrizo.

 

3° GIORNATA CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B GIRONE D:

14/10/17 ore 18.00: Luiss Roma – Virtus Cassino [PALALUISS] 14/10/17 ore 18.00: Stella Azzurra Roma – Pall. Palestrina [ARENA ALTERO FELICI] 15/10/17 ore 16.00: Basket Scauri – Accademia Su Stentu Cagliari [PALABORRELLI] 15/10/17 ore 17.00: Virtus Valmontone – Patti Basket [TENSOSTRUTTURA VALMONTONE] 15/10/17 ore 18.00: Il Globo Isernia Basket – Tiber Basket Roma [PalaFraraccio] 15/10/17 ore 18.00: Treofan Battipaglia – Basket Venafro [PalaZauli] 15/10/17 ore 18.00: Virtus Arechi Salerno – Costa D’Orlando [PalaSilvestri] 15/10/17 ore 18.00: Mastria Vending Catanzaro – Basket Barcellona [PalaPulerà]

 

 
6 Luglio 2017 0

Il questore in visita al commissariato di Cassino

Di admin

Cassino – Questa mattina il Questore Filippo Santarelli ha incontrato gli uomini e le donne del  Commissariato di Cassino.

A fare gli onori di casa il Dirigente Alessandro Tocco con il quale il Questore si è complimentato per la brillante operazione “Tower” che si inserisce nell’attività di forte contrasto della Polizia di Stato allo spaccio di stupefacenti nel territorio cassinate, con il prezioso ausilio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo” e dalle unità cinofile antidroga della Polizia di Stato.

L’indagine, che ha preso avvio nell’ottobre 2016, ha fatto emergere elementi incontrovertibili per ritenere che tutti i componenti del nucleo familiare fossero dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti e pertanto nelle prime luci dell’alba dello scorso 4 luglio sono state eseguite nei loro confronti  4 misure cautelari, smantellando così una vera e propria   azienda familiare  della droga.

Ai poliziotti il Questore ha pertanto  rivolto parole di apprezzamento e gratitudine per il lavoro che quotidianamente svolgono al servizio del cittadino e nell’attività di contrasto e prevenzione contro ogni forma di illegalità, sempre con grande impegno e dedizione.

15 Maggio 2017 0

Visita dell’ambasciatore della Bielorussia, le precisazioni della Fondazione del Museo Memoriale del 2° Corpo d’Armata Polacco in Italia

Di redazionecassino1

Si è data notizia sulla stampa locale che lo scorso 10 maggio l’Ambasciatore della Repubblica di Belarus in Italia, S.E. Aleksandr Guryanov, a capo di una delegazione dell’Ambasciata e con la partecipazione del Sindaco di Cassino, Ing. Carlo Maria D’Alessandro, ha deposto una corona di fiori presso il Cimitero polacco di Montecassino per commemorare i suoi connazionali sepolti in quel cimitero . “Omaggio ai caduti bielorussi” ha titolato qualche giornale. Una tale notizia genera disinformazione perché induce a pensare che assieme ai soldati polacchi combattesse un reparto bielorusso. Così non è e si impone una puntualizzazione. E’ necessrio chiarire innanzitutto che i soldati del 2° Corpo d’armata del generale Anders erano tutti cittadini polacchi. Gran parte di loro era originaria delle regioni orientali della Polonia invase dall’Armata Rossa il 17 settembre 1939 per effetto dell’accordo tra Stalin e Hitler (Patto Molotov-Ribbentrop), che nell’agosto del 1939 avevano concordato di spartirsi la Polonia: ai tedeschi le regioni occidentali, ai sovietici quelle orientali. Nella parte di Polonia occupata dai sovietici tutte le persone considerate ostili alla sovietizzazione di quelle regioni furono deportate nei “campi di lavoro rieducativi” dell’Unione Sovietica, i famigerati Gulag. Dopo che Hitler a giugno 1941 ruppe l’alleanza con Stalin attaccando a sorpresa l’Unione Sovietica, il dittatore sovietico si decise a liberare i polacchi internati nei Gulag per farne un esercito da contrapporre ai tedeschi. Da quel momento i cittadini polacchi che erano rinchiusi nei Gulag poterono fare richiesta di arruolarsi nell’esercito polacco che si stava organizzando sotto il comando del gen. Anders. Coloro che si arruolarono nel 2° Corpo polacco erano quindi tutti volontari e resta difficile pensare che uomini di altre nazionalità potessero chiedere di far parte di un esercito polacco. Alla fine della guerra l’Unione Sovietica si annesse definitivamente le regioni orientali della Polonia, che aveva occupato grazie all’accordo con la Germania nazista, e questo spiega perché su molte lapidi del cimitero di Montecassino sono riportate località di nascita dei caduti che si trovano oggi in Bielorussia. Ma questo non sta a dimostrare che quei caduti fossero bielorussi, dato che quelle località prima della guerra erano parte integrante della Polonia. Sul sito dell’Ambasciata di Belarus si legge che l’Ambasciatore Guryanov ha effettuato il 10 maggio 2017 la visita al Cimitero polacco di Montecassino nell’ambito degli eventi dedicati al 72° anniversario della vittoria nella “Grande Guerra Patriottica”, come fu chiamata da Stalin la sua guerra contro i vecchi alleati nazisti. Ma i soldati del 2° Corpo polacco, che erano caduti a Montecassino per la libertà e la democrazia della Polonia nei confini del 1939, non avrebbero certo gradito che nel loro Sacrario fosse celebrata la ricorrenza della vittoria dell’Unione Sovietica, che per loro significava la perdita di quella libertà per cui avevano dato la vita. Alla fine della guerra, infatti, la grande maggioranza degli uomini del 2° Corpo polacco fu costretta all’esilio. Coloro che decisero di tornare alle loro case nella ex Polonia orientale divenuta Bielorussia sovietica furono deportati in Siberia e solo nel 1957, grazie ad un’amnistia, i pochi sopravvissuti furono liberati. Quella dell’Ambasciatore Guryanov è stata quindi una celebrazione completamente estranea e contraria agli ideali e alla storia del 2° Corpo polacco e in qualche modo anche offensiva per la memoria di chi hadato la sua vita per la libertà.

Ci si rammarica che la Città di Cassino abbia partecipato a questa cerimonia con la massima autorità cittadina accreditando un punto di vista unilaterale e fallace. Pietro Rogacien Presidente della Fondazione

10 Maggio 2017 0

L’ambasciatore della Bielorussia in visita a Cassino incontro con il sindaco D’Alessandro

Di redazionecassino1

Cassino – Il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha incontrato questa mattina l’ambasciatore della Repubblica di Bielorussia, Aleksandr Evgenievich Guryanov in visita a Cassino per commemorare i connazionali caduti nella seconda guerra mondiale sepolti nel Cimitero Polacco. Il primo cittadino ha accompagnato l’ambasciatore presso il sacrario militare di Montecassino dove insieme hanno deposto delle corone di fiori in onore dei soldati bielorussi che hanno perso la vita in territorio italiano.

“Secondo le stime dell’Ambasciata sono molti i soldati di origine bielorussa sepolti nel Cimitero Militare Polacco di Cassino, come del resto anche quelli di nazionalità ucraina e russa – ha detto il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – Insieme abbiamo parlato di come in questa terra molti popoli hanno combattuto, molte persone hanno perso la vita ed è a loro che dobbiamo la libertà che abbiamo oggi in Europa. Il sacrificio di migliaia di soldati ha permesso a noi ed ai nostri figli di vivere in questa terra in libertà e democrazia.

L’alto rappresentante dell’ambasciata della Repubblica di Bielorussia si è detto disposto a collaborare con il Comune di Cassino per pianificare possibili scambi culturali ed economici con la “Russia bianca”. Presto, infatti, una delegazione dell’ente ricambierà la visita e si recherà a Roma e poi successivamente a Minsk per discutere delle varie opportunità di incontro tra le nostre realtà.

Infine, ho detto all’Ambasciatore Aleksandr Evgenievich Guryanov che proprio occasioni come questa rappresentano l’incontro tra popoli che hanno condiviso l’orrore della guerra e cercano ogni giorno di ricordare quegli eventi per piantare un seme di speranza per il futuro”. Ha concluso il primo cittadino, Carlo Maria D’Alessandro.

 

20 Aprile 2017 0

Il generale Agovino in visita al Provinciale di Frosinone

Di admin

Frosinone – Ieri mattina, il Generale di Divisione dei Carabinieri Angelo Agovino, Comandante della Legione Carabinieri “Lazio”, ha fatto visita al Comando Provinciale dei CC di Frosinone.

L’Alto Ufficiale, accolto dal Comandante Provinciale Colonnello Giuseppe Tuccio, nell’occasione ha incontrato il Prefetto S.E. Dott.ssa Emilia Zarrilli, il Procuratore Capo della Repubblica di Frosinone Dott. Giuseppe De Falco, e successivamente, presso il Comando Provinciale, si è intrattenuto con tutti gli Ufficiali, una cospicua rappresentanza di Comandanti di Stazione ed il personale della sede. Erano, inoltre, presenti i membri della rappresentanza militare Co.Ba.R. (Consiglio di Base di Rappresentanza) e gli appartenenti all’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo.

Il Generale Agovino, durante l’incontro con il personale, si è soffermato sull’importante funzione svolta dai Carabinieri nella costante presenza e visibilità sul territorio attraverso i Comandi di Stazione, il cui obiettivo primario è quello di garantire sicurezza anche e soprattutto attraverso il costante contatto con i cittadini. Nella circostanza ha elogiato l’operato dei Reparti per i brillanti risultati conseguiti  e per l’impegno quotidianamente profuso a tutela della legalità.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Giuseppe Tuccio, ha ringraziato il Comandante della Legione per la sensibilità e la vicinanza manifestata nei confronti del personale nonché per l’attenzione all’attività operativa che i Carabinieri svolgono in Ciociaria.

Il Generale Angelo Agovino, che presto assumerà un nuovo prestigioso incarico presso il Comando Carabinieri Ministero Affari Esteri, ha infine rivolto il proprio saluto a tutti i Carabinieri della nostra Provincia.

 

12 Aprile 2017 0

Visita del Papa al carcere di Paliano, tavolo tecnico in Questura

Di admin

Paliano – Si è riunito questa mattina in Questura il Tavolo Tecnico che ha definito i dettagli organizzativi relativi alla visita del Sommo Pontefice presso la Casa di Reclusione di Paliano in programma nella giornata di domani in occasione della ricorrenza del Giovedi Santo.

Il carattere strettamente privato della visita di Papa Francesco non consentirà alcun contatto con il pubblico che è presumibile si assieperà numeroso all’esterno della struttura carceraria.

Proprio per assicurare le condizioni di massima sicurezza saranno disposti – a cura del Comune di Paliano – divieti di sosta e di circolazione sulle arterie viarie e piazze interessate dal transito di Sua Santità.