Cerimonia per carabiniere ucciso dalla mafia

19 giugno 2009 0 Di redazionecassino

Si terrà giovedì 25 giugno con inizio alle ore 17.00 a Caira, frazione di Cassino in piazza Marino Fardelli, la commemorazione del Carabiniere Marino Fardelli nell’occasione del 46° Anniversario della Strage di Ciaculli dove persero la vita nella periferia di Palermo 7 tra militari, carabinieri e agenti di polizia in quella che fu definita la prima Strage di Mafia perpetrata nei confronti delle Forze dell’Ordine. I familiari del carabiniere Marino Fardelli hanno messo in campo una macchina organizzatrice di notevole portata coinvolgendo sia le Istituzioni, sia le Forze dell’Ordine, la Prefettura e le massime autorità cittadine e novità assoluta è la partecipazione dei bambini della 5a classe della Scuola di Caira, grazie alla preziosa collaborazione intrapresa con la Direzione Didattica del II Circolo di Cassino. L’evento, patrocinato dal Comune di Cassino e dal Comune di Palermo, dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e da ANCI Giovane (Associazione Giovani Amministratori Locali), vedrà la partecipazione del Sindaco di Cassino Bruno Scittarelli, dal Procuratore Capo di Cassino Mario Mercone, dal Prefetto di Frosinone Piero Cesari e la partecipazione del Vice Presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati On.le Francesco Saverio Garofani. Al termine degli interventi saranno consegnate 5 Borse di Studio agli studenti della 5a Elementare di Caira che meglio si sono distinti per il lavoro dal titolo “La figura del Carabiniere. Il sacrificio di Marino Fardelli” dopo che le insegnanti coordinate dalla referente Maria Dragonetti hanno dedicato una unità didattica proprio per l’avvenimento. Il Presidente della Repubblica ha voluto testimoniare la propria vicinanza ai familiari e per l’occasione ha donato agli organizzatori una Medaglia commemorativa  che verrà consegnata al vincitore del concorso. Nei giorni scorsi sono giunti anche i patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Difesa e della Regione Lazio. Nella cornice commemorativa anche Poste Italiane, grazie alla sensibilità dimostrata dal Presidente Giovanni Ialongo, originario di Pico, ha voluto testimoniare il proprio contributo atto proprio a voler commemorare degnamente il sacrificio di valorosi eroi di una strage dimenticata per tanti anni, realizzando per l’occasione un annullo filatelico speciale figurato che riproduce con scritte e immagini il tema della manifestazione. Sempre i familiari entro l’anno corrente daranno vita ad un volume in ricordo con foto, testimonianze e ricordi strappati ai diversi concittadini di Caira e che raccoglierà anche i contributi delle Autorità intervenute alla manifestazione commemorativa. Lo scorso anno presso il luogo dove 46 anni fa si perpetrò il tragico evento, una delegazione di familiari  intervenne alla commemorazione che ogni anno si svolge a Palermo alla presenza delle alte cariche istituzionali, militari, politiche e religiose. I familiari con questa iniziativa, dopo quella dello scorso anno organizzata dal Comune di Cassino grazie alla sensibilità del Sindaco e dell’Ufficio di Gabinetto, intende così rendere omaggio e a perenne memoria, un proprio congiunto sempre ricordato con affetto dai cittadini di Caira