Si accorgono che è vivo poco prima di chiudere la cassa da morto

26 gennaio 2010 0 Di redazione

Sembrava che un infarto lo avesse ucciso ma evidentemente non era così. Si tratta di un apicoltore polacco di 76 anni che deve la vita alla moglie; la donna ha deciso di far riaprire la bara per prender l’orologio. La notizia arriva da Katowice, una cittadina polacca in cui lavora il 76 enne. Il medico legale, forse con troppa fretta, ne aveva certificato la morte per cui un’agenzia di pompe funebri lo aveva sistemato in una bara. Poco prima di sigillarla, però, la moglie, ormai vedova, ha chiesto di aprirla per prendere il suo orologio e tenerlo come ricordo. E’ stato allora che glia ddetti dell’agenzia funebre, aprendo il coperchio, si sono accorti che l’uomo aveva battito cardiaco: era vivo e stava per essere tumulato. E’ stato così salvato da una morte atroce.