pubblicato il13 luglio 2016 alle 14:00

Impianto di compostaggio a Piedimonte. Anche il consiglio comunale di Cassino vota il no

Anche l’amministrazione comunale di Cassino, capeggiata dal sindaco Carlo Maria D’Alessandro, ha votato ,in seno al consiglio comunale, di ieri sera la delibera di ferma contrarietà alla realizzazione dell’ impianto di compostaggio prevista in contrada Ruscito. In maniera compatta anche il consiglio comunale di Cassino, dunque, si è schierato sul fronte del “No” all’impianto il cui potenziale di trattamento ammonta a 40.000 tonnellate annue di rifiuti umidi per la produzione di ammendanti per l’agricoltura. Sono molti altri i comuni che hanno deliberato di sostenere la campagna di lotta contro l’impianto.
Il territorio sposa quindi in pieno la battaglia dei cittadini, del comitato No Rifiuti di Piedimonte San Germano, del consorzio di bonifica Valle del Liri e delle associazioni, per avviare ogni tipo di iniziativa tese ad evitare l’apertura dell’ impianto. In queste ore il comitato No rifiuti, presieduto da Alessio Carlomusto, ha comunicato la prossima chiusura della campagna raccolta firme. Data ultima per sottoscrivere la raccolta fissata per domani. Successivamente i moduli raccolti saranno depositati al comune di Piedimonte San Germano che provvederà ad allegarli al corposo ricorso al Tar in fase di redazione.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07