pubblicato il13 ottobre 2016 alle 13:32

Dopo il ristorante chiuso dai carabinieri del Nas a Cassino, sequestri di alimenti e multa anche per un panificio

Cassino – A finire nella rete dei controlli dei carabinieri del Nas di Latina è stato, ancora una volta, una attività commerciale di Cassino. Si tratta di un panificio che preparava anche cibi da asporto.

Anche in questo caso gli investigatori mantengono celato il nome dell’attività ma rendono pubblico l’esito dell’ispezione e, soprattutto, la sanzione amministrativa comminata a chi non rispetta le leggi, come in questo caso ma anche come al caso del ristorante chiuso l’altro giorno sempre a Cassino.

L’obiettivo è convincere eventuali altre attività commerciali a mettersi in regola in particolare in merito alle norme che regolano gli aspetti igienico sanitari. Nel caso del panificio, gli uomini del tenente Maurizio Santori, hanno sequestrato 80 chili di alimenti vari  tra prodotti dolciari, pane, preparazioni gastronomiche e prodotti di carne che erano stati sottoposti a congelamento senza le prescritte indicazioni e senza la documentazione attestante la loro provenienza.

Il titolare del panificio, invece, è stato sanzionato con un’ammenda di 1.500 euro. I controlli, ovviamente, continueranno e non solamente a Cassino.

Ermanno Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07