Tag: chiuso

2 Settembre 2019 0

Maltempo, cipressi e rami su tombe e cappelle gentilizie; chiuso il cimitero di Velletri

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Un cimitero devastato dal maltempo. Dopo una domenica chiuso, il camposanto di via Lata a Velletri è stato riaperto questa mattina dopo che i volontari della protezione civile hanno messo in sicurezza l’area dai rami pericolanti che minacciavano di cadere.

Ieri mattina i custodi sono arrivati di buonora, hanno trovato cipressi e abeti, o anche grossi rami, caduti su cappelle gentilizie e sulle croci o lapidi delle tombe interrate.

Una situazione che ha consigliato all’amministrazione comunale di mantenere chiusi i cancelli fino a questa mattina, quando almeno i pericoli sono stati eliminati.

“Non ci sono stati danni ingenti – dichiara l’assessore alla manutenzione Romano Favetta – Ma la precauzione di lasciare chiusa l’area, così come due parchi nel centro, è servita ad evitare che la caduta di un albero potesse ferire qualcuno”.

2 Settembre 2019 0

Il maltempo spazza i Castelli, allagamenti ad Albano e cimitero chiuso a Velletri

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Due pomeriggi, quello di sabato e di domenica ai Castelli, caratterizzati da violenti temporali che hanno seminato danni in tutta la zona. Ieri, scene drammatiche ad Albano dove il Corso si è trasformato in un torrente in piena spazzando via gli arredi esterni dei locali e allagandone diversi.

Ad Ariccia i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per salvare un uomo rimasto intrappolato nella propria auto in via Selvotta.

A Genzano, in via Ville di Nemi, un fulmine ha colpito un grosso cedro del libano rendendolo instabile e costringendo a chiudere la strada.

A Velletri, stesso provvedimento in via Capanna Murata per un albero abbattuto e caduto sulla sede stradale. Danni anche all’interno del cimitero di Velletri. Cipressi e pini si sono abbattuti su tombe e cappelle gentilizie arrecando danni e costringendo l’amministrazione comunale a mantenere chiuso il Camposanto di via Lata.

29 Agosto 2019 0

Manca il personale, distaccamento vigili del fuoco di Marino chiuso per un turno.

Di Ermanno Amedei

MARINO  – “Le gravi e costanti difficoltà organizzative del dispositivo di soccorso dei vigili del fuoco di roma e provincia si palesano nuovamente”.

Lo scrive in una nota Riccardo Ciofi, Segretario generale Fns Cisl roma capitale e Rieti facendo riferimento alla chiusura del distaccamento di Marino del 27 agosto, giorno in cui, dalle 8 alle 20, il distaccamento è rimasto chiuso per mancanza di personale.

“La chiusura della sede di Marino con il conseguente invio del personale in sostituzione è l’ultima di una serie di eventi che ci fanno preoccupare non poco. Oltre alle problematiche relative allo stato di obsolescenza degli automezzi, si aggiungono le carenze endemiche del personale che hanno portato alla chiusura del distaccamento. Abbiamo richiesto un incontro urgente al comandante di Roma per tentare di trovare delle soluzioni percorribili nell’immediato che possano consentire ai vigili del fuoco di Roma e provincia di continuare a fornire il soccorso a tutti i cittadini”.

 

29 Giugno 2019 0

Pozzilli, grave incidente. Tratto stradale ss 85 chiuso

Di redazione

Nrl primissimo pomeriggio di oggi si è verificato un brutto incidente sulla strada statale 85 “Venafrana”. Si tratta du uni scontro frontale. Il tratto stradale risulta essere provvisoriamente chiuso in entrambe le direzioni. Si tratta del km 28,100 a Pozzilli (IS). Tre persone sono ferite in modo grave. Sul posto sono presenti il personale di Anas e delle Forze dell’Ordine per ripristinare la circolazione il prima possibile. Prestare attenzione per chi intenda percorrere tale tratto.

29 Giugno 2019 0

Controlli dei Nas. Chiuso un ristorante a Gaeta

Di redazione

Inizio d’estate all’insegna di massiccia attività di controlli da parte dei Nas di Latina. I Carabinieri del N.A.S. di Latina sono stati impegnati in attività ispettive che hanno riguardato Night Club, Pub e ritrovi notturni della movida di alcune città della provincia del sud pontino. A Terracina, Fondi e Gaeta sono stati effettuati , nell’arco di un recente servizio notturno preordinato, complessivamente n.7 controlli a quattro Pub , due Ristoranti ed a una Rivendita di alimenti etnici. I militari del N.A.S. hanno elevato sanzioni amministrative (a causa di riscontrate violazioni di natura igienico-sanitaria, di pulizia e manutenzione strutturale dei locali produttivi ispezionati e di mancato rispetto della normativa inerente la tracciabilità degli alimenti) per complessivi 9.000 euro. In particolare a Gaeta, con la collaborazione di personale ispettivo del servizio di prevenzione dell’Asl LT, veniva chiusa immediatamente l’attività di un ristorante per gravi carenze igienico-strutturali della cucina, fino alla risoluzione delle carenze rilevate. Nel contempo, sempre nella stessa struttura ristorativa, gli ispettori del N.A.S. procedevano al sequestro di  circa 50 kg. di vari prodotti alimentari per i quali il ristoratore non era in grado di fornire alcuna documentazione o indicazione inerente l’origine e la provenienza ai fini della tracciabilità. Il valore degli alimenti sequestrati -destinati a sicura distruzione- e del ristorante chiuso  supera i 310.000 euro; le sanzioni amministrative erogate al  titolare ammonteranno ad un cifra complessiva pari a 2.500 euro. Foto d’archivio                      

6 Maggio 2019 0

Easy Life Disco Soft chiuso e sanzionato dai carabinieri, privo di agibilità e con lavoratore ‘in nero’

Di felice pensabene

FONTANA LIRI –  I militari della locale Stazione e del NORM – Sezione Radiomobile della Compagnia di Sora hanno proceduto alla notifica dell’ordinanza di chiusura attività commerciale emessa dal comune di Fontana Liri nei confronti dell’“Easy Life Disco Soft”.

L’ordinanza è scaturita da un accertamento svolto nella metà dello scorso mese di marzo, quando militari dell’Aliquota Operativa di Sora unitamente a quelli della locale Stazione e della Tenenza della Guardia di Finanza di Arce hanno eseguito un ispezione amministrativa al locale, che è risultato essere privo del previsto certificato di agibilità.

Nel medesimo contesto è stato accertato l’impiego di un lavoratore subordinato senza preventiva comunicazione dell’instaurazione del rapporto di lavoro, per cui è stata elevata una sanzione di € 3.600 mentre altre due sanzioni sono state elevate per mancata emissione dello scontrino fiscale per € 500.

foto repertorio

17 Settembre 2018 0

Autostrada, questa notte casello (sud) di Ceprano chiuso per lavori

Di Ermanno Amedei

CEPRANO –  A causa di necessari lavori di manutenzione e messa in sicurezza, questa notte resta chiusa l’uscita autostradale di Ceprano in direzione Sud.

A comunicarlo è la stessa società Autostrade che in una nota scrive: “Autostrade per l’Italia comunica che sulla A1 Milano-Napoli, dalle ore 22 di lunedì’ 17 alle ore 6 di martedì 18 settembre, sarà chiusa l’uscita della stazione di Ceprano, per chi proviene da Roma, per lavori di rimozione di un portale. In alternativa si consiglia di uscire alla stazione autostradale di Frosinone”.

23 Agosto 2018 0

Chiuso l’hotel del sesso a Rieti, alcova di prostitute e transessuali

Di Ermanno Amedei

RIETI – Gli agenti della Polizia di Stato hanno notificato al titolare di un noto hotel reatino il decreto di chiusura dell’attività per 15 giorni. La chiusura è conseguente ad un’indagine, svolta dagli agenti della Squadra Mobile, che ha permesso di accertare numerosi casi di donne e transessuali di nazionalità straniera che si prostituivano nell’hotel dopo aver pubblicizzato i loro annunci su un sito web. Sul sito inserivano i loro numeri telefonici, foto e video hard, indicazioni su come recarsi nelle stanze dell’hotel reatino e consigli sull’elusione della registrazione quali ospiti della struttura ricettiva. Il gestore dell’hotel, quindi, è stato anche denunciato per aver omesso di comunicare in Questura le generalità di alcune persone alloggiate. Nel corso delle indagini, inoltre, gli agenti della Polizia di Stato, mentre procedevano all’arresto di un cittadino nigeriano destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, hanno anche rinvenuto in una camera dell’hotel della sostanza stupefacente. Le caratteristiche di evidente pericolosità sociale dell’attività dell’hotel, che si riflette sulla moralità ed il buon costume, hanno quindi suggerito l’adozione del provvedimento di chiusura.

22 Agosto 2018 0

Genova insegna (e fa paura), chiuso per lesioni il ponte tra San Giorgio e Pignataro

Di Ermanno Amedei

SAN GIORGIO A LIRI – Genova e la vicenda del suo ponte insegna e, per questo, nessun si assume il rischio di lasciare inascoltate le minacce fatte da lesioni su ponti o strutture anche in Ciociaria.

Per questo, oggi, l’amministrazione provinciale competente del tratto di strada che collega San Giorgio a Liri a Pignataro Interamna, ha chiuso il ponte con cui la strada attraversa un piccolo fiume. Il provvedimento è stato preso in seguito alla segnalazione di alcune lesioni sulla struttura portante del manufatto in cemento.

5 Luglio 2018 0

Chiuso dal Nas un agriturismo con annesso ristorante, si cucinava con acqua da un pozzo privo di potabilità

Di felice pensabene

LATINA – L’incessante attività di controllo dei Carabinieri del N.A.S. di Latina, impegnati quotidianamente nell’ambito della sicurezza alimentare, ha consentito recentemente, di far disporre, quale provvedimento a tutela della salute pubblica , la chiusura immediata di un AGRITURISMO (con annesso RISTORANTE ed attività di preparazione e cottura di alimenti e bevande) sito nell’ambito del territorio comunale di FORMIA (LT).

I militari del N.A.S. , nel corso di approfondita ispezione , scoprivano che la preparazione e cottura dei cibi somministrati agli avventori  avveniva utilizzando acqua, attinta da un pozzo artesiano, priva della indispensabile certificazione di potabilità emessa da laboratorio accreditato, tutto ciò contrariamente a quanto dichiarato dal titolare dell’attività, che, nella documentazione inerente le proprie procedure di autocontrollo, attestava di servirsi di acqua proveniente dall’acquedotto comunale.

Per tale grave violazione il conduttore dell’attività verrà inoltre sanzionato con una cifra pari a 2.000 euro. Il valore della struttura ristorativa chiusa supera gli 800.000 euro.

FOTO DI REPERTORIO