Giorno: 28 febbraio 2018

28 febbraio 2018 0

Grande freddo, nel Lazio Trenitalia rimodula il 70% delle corse

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LAZIO – “Alla luce del bollettino meteo emanato dalla Protezione Civile, che prevede precipitazioni nevose e formazione di ghiaccio in Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Marche, è stato attivato lo stato di emergenza grave dei Piani neve e gelo su questi territori. Stato di emergenza anche in Friuli Venezia Giulia e Lazio”.

Lo si legge in una nota di Trenitalia

“La riduzione si rende necessaria, stante le previsioni di nevicate e fenomeni di gelicidio, per garantire una migliore regolarità del servizio ferroviario.

Per la giornata di domani 1 marzo è prevista la circolazione dell’80% dei treni alta velocità sulla direttrice Milano – Roma – Napoli, le imprese ferroviarie attraverso i propri canali di comunicazione renderanno note ai clienti le corse cancellate e le soluzioni di viaggio alternative.

Per il trasporto regionale, rimodulata la circolazione di treni secondo queste percentuali:

Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Marche, Lazio: 70%; Liguria, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Toscana: 50%;

Su tutte le altre regioni non sono previste riduzioni dell’offerta di treni.

In base alle attuali previsioni meteorologiche, si stima che la situazione ferroviaria possa ritornare alla normalità a partire da venerdì 2 marzo. RFI continuerà a dare aggiornamenti sulla situazione in atto e sulle misure previste”.

28 febbraio 2018 0

Grande freddo, niente scuola a Frosinone. Il sindaco agli studenti: “leggete”

Di admin
FROSINONE –  “Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, a seguito della riunione, tenutasi nel tardo pomeriggio, del Centro Operativo Comunale, presso gli uffici della Protezione civile del capoluogo, tenuto conto del protrarsi dell’allerta meteo sul territorio regionale, ha disposto la chiusura anche per la giornata di giovedì 1° marzo 2018, di tutte le scuole e degli istituti di istruzione di ogni ordine e grado ubicati in città”. Lo si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Frosinone “Il provvedimento si è reso opportuno per evitare che eventuali nevicate notturne, o accumuli di coltre ghiacciata sulle aree pubbliche, potessero creare pericoli per l’incolumità dei cittadini e, in particolar modo, degli studenti e dei loro accompagnatori. “La chiusura disposta serve a prevenire situazioni di pericolo, anziché correre ai ripari dopo urti o traumi – ha dichiarato nel comunicato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, concludendo anche con una nota di colore – Nella scuola e nella vita sociale, bisogna sicuramente cestinare tutte le raccomandazioni. Tranne una, però, che mi permetto di rivolgere ai nostri studenti: si raccomanda vivamente l’utilizzo dei libri, anche quelli di mera lettura, in questi giorni di fortunato riposo”. “Il sindaco, infine, – continua la nota – ha approvato l’effettuazione di ulteriori attività di salatura delle strade e delle aree pubbliche, anche per le prossime ore, con l’impiego complessivo di circa 500 quintali di materiale, tramite l’ausilio di quasi 100 uomini, tra operatori delle aziende private e  dipendenti comunali, che continuano a lavorare ininterrottamente dalla giornata di venerdì scorso”.
28 febbraio 2018 0

Cisterna di Latina, nulla da fare per le piccole Alessia e Martina

Di admin

CISTERNA DI LATINA – E’ finita nel peggiore dei modi tanto che il termine tragedia non basta a descrivere quanto accaduto questa mattina in via Collina dei Pini a Cisterna di Latina. Martina e Alessia sono state freddate dalla mano del padre probabilmente poco dopo che l’uomo, Luigi Capasso, aveva sparato alla moglie Antonietta Gargiulo ferendola gravemente.

Adesso si è allentato il sistema di sicurezza intorno all’appartamento in cui l’appuntato scelto dei carabinieri si è barricato tenendo con se le bambine.

Il Gis, l’unità speciale dei carabinieri ha lasciato il campo così come i vigili del fuoco e gli operatori del 118 di supporto. Mentre la gente rientra nelle proprie case commenta la tragedia di quelle due bambine e della donna ricoverata in ospedale al San Camillo di Roma attinta da tre colpi di pistola. L’uomo alle 13.30 circa, durante le trattative con i mediatori che si svolgevano sul balcone, è entrato in casa e si è sentito il rimbombo di un colpo di arma da fuoco. L’uomo non é più uscito. Quando i militari sono entrati lo hanno trovato morto così come morte erano le due bambine. In corso adesso ci sono tutti i rilievi del caso.

Ermanno Amedei

28 febbraio 2018 0

Cisterna di Latina: Il carabiniere si è suicidato e ha ucciso anche le due bambine

Di redazione

Una tragedia familiare che lascia tanto tanto dolore. Luigi Capasso, appuntato dei carabinieri, 45enne, stamattina dopo aver raggiunto con colpi d’arma da fuoco la moglie si è barricato in casa. L’uomo era con le due figlie che purtroppo ha ucciso poche ore dopo. Lui si è tolto la vita pochi minuti fa dopo una lunga trattativa con le forze dell’ordine. La moglie, con la quale era in corso la separazione coniugale, è in condizioni gravissime ricoverata in un ospedale romano. Sgomento ed incredulità a Cisterna di Latina per il fatto terribile. Le forze speciali sono entrate nell’appartamento e hanno trovato il tragico scenario.

28 febbraio 2018 0

Cisterna di Latina: (foto esclusiva)Uomini specializzati mediano con Capasso, da stamattina barricato in casa

Di redazione

La mediazione con Luigi Capasso avviene da balcone a balcone (foto esclusiva) che affacciano sul lato opposto alla strada. I suoi colleghi continuano la trattativa. L’uomo é vestito con un giubbotto ed un pantalone nero. È chiuso in casa da stamattina dopo che avrebbe raggiunto con colpi d’arma da fuoco la moglie con la quale era in corso la separazione coniugale. Nell’appartamento con lui ci sono le due figlie. “Abbiamo sentito i colpi di pistola e ci siamo affacciati”. Lo ha detto una testimone che abita nella palazzina di fronte alla quale il carabiniere ha sparato alla moglie. “La signora si lamentava, era a terra cosciente e ci ha detto che era stato il marito. Ci ha anche detto che le aveva preso la borsa e che temeva per le figlie. Abbiamo chiamato i carabinieri e l’ambulanza che sono arrivati in pochi minuti”. A proposito dei volpi la testimone ha detto: “tutti quelli che abbiamo sentito erano tutti all’esterno”.

28 febbraio 2018 0

Cisterna di Latina: Mediazioni in corso per convincere il carabiniere a liberare le figlie

Di redazione

La scuola elementare Bernardini di fronte al palazzo in cui l’uomo si é barricato in casa con le figlie é rimasta chiusa. Le forze dell’ordine hanno fatto andare via i genitori con i figli e le maestre che, alle 8, volevano entrare nel plesso. Poco fa é stata tolta la fornitura del gas all’intera palazzina. Le forze dell’ordine, inoltre hanno invitato i residenti dei palazzi circostanti a mantenere le finestre chiuse. Si chiama Luigi Capasso ed é un appuntato scelto dei carabinieri in servizio alla compagnia di Velletri l’uomo che questa mattina ha sparato al volto della moglie Antonietta G. ricoverata in un ospedale di Roma. Il matrimonio pare si fosse incrinato e i due si erano lasciati da alcuni mesi. Lei viveva nell’appartameto di parenti, dove adesso é barricato l’uomo con le due figlie. Le trattative sono in corso con un mediatore per tentare di convincerlo a desistere e liberare le bambine. Smentita l’indiscrezione che parlava dell’arrivo della madre in casa per farlo desistere. [28/02, 11:40] Ermanno Amedei: “Temiamo per il peggio. Lui non eperfettamente limpido nel suo ragionare. Stanno crrcando di convincerlo ad un epilogo della vicenda”. Lo ha detto il colonnello Vitagliano comandante provinciale di latina. “In casa sua non é entrato nessuno. Sono arrivate persone che hanno dato elementi ai nostri professionisti per aiutarci a parlare con lui.” Lo ha appena detto il colonnello Vitaliano. Ha affermato inoltre “Temiamo per il peggio. Lui non è perfettamente limpido nel suo ragionare. Stanno cercando di convincerlo ad un epilogo della vicenda”. “Non ha altre armi oltre alla pistola di ordinanza”. Alla domanda se interverranno il colonnello Vitaliano ha detto: “valuteremo in base agli esiti del colloquio”. Seguiranno aggiornamenti.

28 febbraio 2018 0

Aggiornamenti Cisterna di Latina: La mamma del carabiniere, chiuso in casa con le figlie, tenta di convincerlo ad uscire

Di redazione

Sono momenti di grande apprensione a Cisterna di Latina dove un carabiniere di 45anni, dopo aver ferito la moglie questa mattina con alcuni colpi di pistola, si è barricato in casa con le due figlie. Attualmente sul posto ci sono le forze dell’ordine. Nella trattativa ancora in corso per tentare di convincerlo a desistere dal folle gesto sono arrivati sul posto la madre e gli amici del carabiniere. Hanno indossato i giubbotti antiproiettile e sarebbero entrati nell’alloggio. Poco fa, scortato dalla polizia , é arrivato un grosso furgone bianco. La moglie intanto è ricoverata in gravi condizioni. Seguiranno aggiornamenti.

28 febbraio 2018 0

Tensione a Cisterna di Latina. Carabiniere continua a rimanere chiuso in casa con due bambine

Di redazione

Continua l’attesa e cresce l’agitazione a Cisterna di Latina dove il carabiniere in servizio a Velletri rimane barricato in casa al secondo piano della palazzina in via collina dei Pini con le due figlie di 8 e 12 anni. La palazzina é circondata da carabinieri e polizia con giubbotti antipriettile. Poco fa é arrivata una squadra di specialisti per una eventuale incursione. La situazione è in continua evoluzione. Seguiranno aggiornamenti. La vicenda ha avuto inizio questa mattina quando l’uomo avrebbe sparato alla moglie mentre stava per recarsi a lavoro. Poi si è chiuso in casa.

28 febbraio 2018 0

Ducato e Canceglie mantengono il primato, Collecedro sempre più solo in vetta

Di redazionecassino1

 Dopo la 19esima giornata, la quarta del girone di ritorno, in Eccellenza proseguono la loro marcia in vetta alla classifica le due formazioni di Sora, entrambe vittoriose in trasferta. Ducato Sora, conquista i tre punti battendo 1 a 2 Amatori Cerreto, mentre Canceglie (nella foto) supera 2 a 3 i padroni di casa dei Tordoni. Mantiene la terza posizione la Longobarda fermata dal pareggio casalingo, 2 a 2, da Tibia e Peroni. Tornano alla vittoria Cervaro, 2 a 1, contro Viticuso e Caira, stesso risultato, contro Sordella. Il prossimo turno potrebbe vedere il Ducato prendere un leggero vantaggio, se riuscirà a superare lo scoglio Sangermanese, su Canceglie che osserva un turno di riposo. In Promozione sempre più saldo in vetta alla classifica Collecedro che con la vittoria ottenuta contro i padroni di casa del Real Castelnuovo per 1 a 4, mette una rilevante distanza con la diretta inseguitrice, Labbirra che deve recuperare il match contro Niemoslive. Torna alla vittoria Moscuso che supera 5 a 1 Sant’Ambrogio City e si riprende la terza piazza in classifica. Incontro “di cartello” nel prossimo turno quello fra Janula e Colfelice che potrebbe portare a qualche cambiamento in classifica, per tutte le altre formazioni di testa incontri relativamente tranquilli. Collecedro sarà impegnato contro Drink Team Duff, mentre Labbirra sarà impegnato in trasferta contro l’ostica formazione di Pignataro.

F. Pensabene

28 febbraio 2018 0

Cisterna di Latina: Barricato in casa dopo aver sparato alla moglie

Di redazione

Il terribile fatto si è consumato stamattina presto. La donna, A. G. stava uscendo come abitudine per recarsi a lavoro in un’azienda di surgelati. Il marito, un 45enne, l’avrebbe attesa e le avrebbe sparato con una pistola ferendola gravemente. Poi sarebbe salito in casa dove si troverebbe in questo momento barricato con le figlie di 8 e 12 anni. Attualmente sul posto ci sono le forze dell’ordine e la zona della palazzina è circondata. Non si conoscono le ragioni del gesto. Seguiranno aggiornamenti sulla vicenda.