Vertenza Honda, il Presidente Di Giuseppantonio: “L’Azienda resterà in Val di Sangro”

20 Dicembre 2012 Off Di Comunicato Stampa

“La Honda resterà in Val di Sangro e, superata la fase di crisi che il settore sta attraversando, ci sono buone prospettive di ripresa e rilancio dell’automotive. Nell’accordo che è stato sottoscritto c’è una giusta ed equilibrata convergenza fra Sindacati, Istituzioni e Azienda. Credo sia questo uno dei messaggi più importanti che è possibile cogliere nell’incontro che abbiamo avuto oggi”. Lo ha detto il Presidente Enrico Di Giuseppantonio al termine della riunione sulla vertenza Honda svoltasi questa mattina a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico. “Nella sede ministeriale – prosegue il Presidente Di Giuseppantonio – ho ribadito l’impegno degli Enti locali a sostegno dell’automotive in Val di Sangro e, soprattutto, nell’attuazione del Documento unitario che abbiamo sottoscritto lo scorso 10 agosto in Provincia e che emblematicamente abbiamo chiamato “Documento per un’alleanza dell’Automotive Abruzzo”, a testimonianza del contributo che tutti i soggetti interessati devono dare nell’azione di rafforzamento di questa importante filiera produttiva e occupazionale. Ho anche invitato il Ministero a tenere presente, nelle gare di appalto pubbliche, che Honda produce e dà lavoro in Italia; mentre alla Dirigenza di Honda ho chiesto di aver sempre presente lo stabilimento di Atessa nell’ambito dei futuri investimenti che vorrà effettuare in Europa”.

Condividi