Botte tra egiziani per gli autolavaggi a Cassino, in due minacciavano i testimoni: arrestati

Botte tra egiziani per gli autolavaggi a Cassino, in due minacciavano i testimoni: arrestati

28 Marzo 2018 Off Di Ermanno Amedei

CASSINO – Si torna a parlare a Cassino della vicenda degli egiziani e della loro gestione di impianti di autolavaggi.

La polizia del commissariato ha eseguito due arresti per estorsione nei confronti di altrettanti cittadini stranieri. La vicenda é saltata agli onori della cronaca con il nome di Gold Wash, operazione con cui gli uomini diretti dal vice questore Alessandro Tocco sgominarono una banda che a Cassino seminò il panico per aggressioni tra gestori di autolavaggi stranieri.

Vere e proprie risse che avvenivano in pieno centro tra passanti estranei ai fatti e automobilisti in transito.

Gli arrestati odierni sono indagati per minacce, intralcio alla giustizia e estorsione in danno delle vittime e testimoni del processo Gold Wash che si sta svolgendo al palazzo di giustizia di cassino.

Ermanno Amedei