Tag: attivita

30 Gennaio 2018 0

Sora: Gravi carenze igienico strutturali, chiusa attività di macellazione

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Incessante l’impegno dei Carabinieri del N.A.S. di Latina che, nell’ambito della sicurezza alimentare, a seguito di approfondito controllo ispettivo, concluso in tarda serata presso un’attività di macellazione di bovini, suini , ovi-caprini ed equini di Sora (FR), disponevano, con l’ausilio del personale veterinario dell’ASL Frosinone, l’immediata chiusura e la cessazione delle attività di macellazione fino al ripristino delle corrette condizioni igienico-strutturali. In effetti, tutti i locali di macellazione, (gli ambienti di lavorazione e le attrezzature annesse, i frigoriferi per la conservazione delle carni , i corridoi di collegamento fra i vari locali, i servizi igienici e gli spogliatoi dei lavoratori) si presentavano all’occhio esperto dei militari del N.A.S., con gravi carenze igienico-strutturali (sporco diffuso non rimosso da tempo in tutti gli ambienti; distacchi di intonaci dei soffitti e pareti con le attrezzature arrugginite nei locali di macellazione ; muffe e residui della lavorazione alle pareti, pavimentazioni e soffitti delle celle frigorifere). Per le carenze rilevate, il titolare dell’attività sarà altresì sanzionato con 1000 euro di contravvenzione. Il valore delle struttura chiusa ammonta a circa 800.000 euro.

29 Gennaio 2018 0

Carenze igieniche in un’attività di ristorazione, il Nas multa il proprietario e sequestra gli alimenti

Di felice pensabene

Roccagorga (Lt) – Al termine di approfondito controllo ispettivo svolto nell’ambito della sicurezza alimentare presso un’attività ristorativa di Roccagorga (LT), i Carabinieri del N.A.S. di Latina hanno rilevato gravi carenze igienico-strutturali dell’attiguo deposito alimenti e delle celle frigorifere che comportavano l’emissione di un provvedimento di chiusura immediata del medesimo. Il deposito mancava oltretutto del prescritto titolo autorizzativo sanitario.  I militari del N.A.S. nel contempo sottoponevano a sequestro oltre 90 kg. di alimenti (prodotti carnei e prodotti vegetali) poiché rinvenuti privi di documentazione relativa all’origine ed alla provenienza. Per le varie violazioni amministrative rilevate, il titolare dell’attività sarà altresì sanzionato per un cifra complessiva che supera i 5.000 euro. Il valore delle struttura chiusa e degli alimenti sequestrati ammonta a circa 75.000 euro.

20 Gennaio 2018 0

Carni lavorate nel bagno, Nas chiudono attività commerciale

Di Ermanno Amedei

LATINA – Le indagini svolte dai Carabinieri del N.A.S. di Latina, hanno chiuso e e portato a cessazione di un’attività di commercio al dettaglio di prodotti alimentari etnici di Latina.

L’attività è già oggetto di in passato di sequestro amministrativo di oltre 300 confezioni di alimenti preconfezionati posti in vendita con etichette prive delle indicazioni in lingua italiana. Inoltre era già stato oggetto di provvedimento di chiusura immediata dell’ annesso laboratorio di sezionamento di carni congelate organizzato in un wc in gravi e precarie condizioni strutturali.

A seguito di segnalazione sullo stato autorizzativo di tale attività,la medesima è risultata essere stata attivata in mancanza dei titoli sia sanitari che amministrativi. Per le varie violazioni amministrative, il titolare dell’attività sarà sanzionato per un cifra complessiva di oltre 10 mila euro.

29 Dicembre 2017 0

Frosinone, Intensa attività della Polizia di Stato: in tre vengono denunciati

Di Comunicato Stampa

Intensa attività della Squadra Volante della Questura impegnata quotidianamente nella prevenzione e repressione dei reati, attenzionando, ulteriormente, nel periodo delle festività natalizie, le persone sottoposte agli arresti domiciliari ed alla Sorveglianza Speciale. L’occhio vigile dei poliziotti, nel perlustrare la zona bassa del capoluogo, nota un 43enne, “conosciuto” e con a carico l’obbligo di restare presso la propria dimora dalle 19.00 alle 7.00. Inutili le giustificazioni dell’uomo – acquistare sigarette – : gli agenti lo denunciano. La Volante, poi, “riprende zona” e ferma per un controllo una Mercedes: identificati conducente e passeggeri; tra gli occupanti un 35enne con divieto di dimora dal comune del capoluogo. Denunciato. Gli agenti, successivamente, su segnalazione della sala operativa della Questura – furto in abitazione – effettuano il sopralluogo. Tra gli oggetti trafugati anche una pistola. Denunciato il proprietario per omessa custodia dell’arma.

11 Dicembre 2017 0

Intensa attività di controlli per carabinieri nel weekend

Di felice pensabene

Anagni – Il personale della Compagnia di Anagni, nel decorso fine settimana ha eseguito un servizio di controllo del territorio che ha visto coinvolti i militari della Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo e Radiomobile, procedendo a:

–    deferire in stato di libertà un 61enne residente nel capoluogo ciociaro, già censito per reati contro il patrimonio, poiché inosservante del provvedimento di rimpatrio con F.V.O. e divieto di ritorno in quel comune per anni 3 emesso a suo carico dalla locale Questura;

–    segnalare alla Prefettura di Frosinone un giovane ferentinese poiché trovato in possesso di gr.1 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, sottoposta a sequestro;

–    avanzare proposto per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. nei confronti di sei giovani, gravati da pregiudizi penali per reati contro il patrimonio, la persona e gli stupefacenti, poiché a seguito del controllo non erano in grado di giustificare la loro presenza nel territorio della Compagnia.

Nel corso del dispositivo venivano altresì controllati numerosi veicoli ed i relativi occupanti, elevando anche nr.6 contravvenzioni al C.D.S..

6 Dicembre 2017 0

Ispezione del NAS e della Asl in frantoio del frusinate, disposto lo stop alle attività per carene igieniche

Di felice pensabene

Frosinone – I militari del NAS di Latina hanno ispezionato un frantoio situato nella provincia di Frosinone. Gli accertamenti hanno rivelato che lo stabilimento versava in precarie condizioni igieniche, tali da richiedere l’intervento dell’Azienda Asl del posto che, concordando con il parere dei Carabinieri, disponeva la sospensione immediata del frantoio sino ad eliminazione delle criticità riscontrate.

6 Dicembre 2017 0

Rubano capi di abbigliamento in un’attività commerciale, denunciate dalla polizia due donne

Di felice pensabene

Cassino – A seguito di laboriose indagini, svolte in relazione al furto con destrezza in una nota attività commerciale della Città Martire, gli investigatori del Commissariato di Cassino hanno identificato e denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, una 44enne cassinate, già sottoposta agli arresti domiciliari.

A dare avvio alle indagini il furto di alcuni capi di abbigliamento di pregio, messo in atto da due donne; mentre una delle due, accompagnata da una bambina, distraeva i titolari dell’attività, l’altra si occupava di scegliere con cura gli abiti migliori e di sottrarli.

A condurre gli investigatori sulle tracce della 44enne, la capillare conoscenza del territorio, da parte degli agenti che, visionate le immagini del sistema di videosorveglianza, non hanno avuto dubbi sulla identità della malfattrice; sono invece tuttora in corso accertamenti per individuare la complice.

Esito positivo anche per le indagini finalizzate ad identificare la persona che nella serata di sabato, era riuscita a sfuggire al controllo della pattuglia della Polizia di Stato che gli aveva intimato l’Alt.

L’uomo, noto alle Forze dell’Ordine, si aggirava, con fare sospetto, in compagnia di un complice nella zona della stazione di Cassino.

Intercettati da personale del Commissariato però, si davano alla fuga, costringendo gli operatori di Polizia ad un rocambolesco inseguimento a piedi, tra i palazzi popolari di Via Garigliano.

Uno di loro veniva bloccato poco dopo, mentre il secondo, è stato identificato successivamente.

Un 31enne ed un 43enne, entrambi partenopei, con numerosissimi precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati invece segnalati all’Autorità Giudiziaria per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale in concorso.

29 Novembre 2017 0

Intensa l’attività di controllo della Polizia nel Capoluogo contro lo spaccio di stupefacenti

Di felice pensabene

Frosinone – Nel corso di servizi finalizzati al controllo del territorio per la prevenzione ed il contrasto dei reati predatori, dello spaccio di sostanze stupefacenti e di microcriminalità, la Squadra Volante ferma ed identifica un uomo  nella zona della stazione ferroviaria.

È un rumeno di 42 anni, che aveva anche cercato di eludere il controllo.

Da accertamenti effettuati attraverso la banca dati interforze emerge che nei confronti dell’uomo  è in atto il provvedimento del Foglio di Via Obbligatorio dal comune del capoluogo.

L’atteggiamento dell’uomo desta sospetto  e gli agenti  decidono di procedere a perquisizione personale, che da esito positivo.

Nello zaino nasconde  un  coltello di 20 cm. Scatta la denuncia. I controlli proseguono.

La Volante attenziona  via Bellini. Nella zona dello spaccio i poliziotti intercettano un altro cliente, un 20enne dell’hinterland frusinate.

Il giovane è stato segnalato al Prefetto per detenzione ad uso personale di sostanza stupefacente: trovato in possesso di  0,77 grammi di hashish.

 

 

6 Ottobre 2017 0

Il saluto di commiato del Col. Tuccio, bilancio di tre anni di attività in Ciociaria

Di felice pensabene

Frosinone –  Dopo oltre tre anni il Col. Giuseppe TUCCIO, prima di lasciare la Ciociaria per assumere altro prestigioso incarico, ha voluto salutare i giornalisti dei media locali e, nell’occasione, ha ribadito l’importanza dell’entusiasmante esperienza professionale e personale vissuta durante il suo periodo di comando e in particolare, del lavoro di squadra che è stato possibile effettuare grazie agli ottimi rapporti di collaborazione avuti con tutte le Istituzioni della Provincia.

Nel corso di tale periodo, soprattutto i rapporti di sinergia tenuti con tutte le altre Forze di Polizia, hanno consentito di raggiungere importanti risultati sia repressivi che preventivi. Dal punto di vista investigativo di fondamentale importanza è stata la piena sintonia avuta con l’Autorità Giudiziaria.

Va sottolineato che, l’elevata mole di lavoro espressa in questi anni sia in termine di attività preventiva tesa ad individuare e bloccare eventuali infiltrazioni di tipo mafioso/camorristico sia repressiva, atta a limitare gli effetti negativi della criminalità comune, dedita soprattutto alla commissione dei reati predatori (furti e rapine), ha sicuramente fatto registrare il calo complessivo dei delitti commessi in Provincia e mostrato gli ottimi risultati ottenuti sia dall’Arma dei Carabinieri.

In particolare, il Col. TUCCIO ha voluto evidenziare che il considerevole impegno operativo espresso ha permesso di raggiungere importanti risultati. Tali obiettivi sono stati raggiunti soprattutto grazie ai valori che da sempre contraddistinguono i Carabinieri  (onestà, passione, abnegazione, spirito di sacrificio e senso del dovere) spesso emersi dalle quotidiane attività dei militari di questa Provincia, che si sono distinti sia per le loro spiccate capacità professionali, ma soprattutto per il coraggio evidenziato in situazioni di pericolo, anche a rischio di compromettere la propria incolumità.

Le attività svolte durante i tre anni hanno consentito di:

trarre in arresto circa 500 persone responsabili di vari reati; deferire in stato di libertà circa 400 persone; avanzare circa 500 proposte per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

Proprio grazie all’individuazione ed all’allontanamento di tali soggetti, peraltro tutti già censiti per reati specifici, si è sicuramente riusciti ad evitare la commissione di numerosi altri reati.  Il Col. TUCCIO, nell’accomiatarsi dal Comando Provinciale di Frosinone, ringrazia tutte le Autorità civili, militari e religiose del territorio ed in particolare tutti i Carabinieri della Provincia per l’importante contribuito fornito in questi tre anni di intenso lavoro, nella consapevolezza che si continuerà a profondere il massimo impegno per la tutela e la sicurezza dei cittadini ciociari.

 

1 Settembre 2017 0

Cassino: Il Panificio Lanni festeggia 30 anni di attività. Attesa per la festa di domenica 3 settembre

Di Comunicato Stampa

Redazionale – Trent’anni di attività. Trent’anni di successi e di attenzione per il cliente. Il Panificio Lanni di Cassino è pronto a celebrare una tappa davvero speciale e cosa c’è di meglio che preferire di festeggiarla e quindi condividerla con i clienti e non solo? Nasce così l’idea di una grande festa, prevista per domenica 3 settembre a partire dalle ore 20.30, proprio negli ampi spazi antistanti il panificio di via Garigliano. Un appuntamento che si trasforma in un’occasione per far sentire a tutti la grande energia che anima il gruppo ogni giorno. Tutti i clienti, e non solo, sono dunque invitati ad unirsi ai festeggiamenti. Una serata all’insegna dell’allegria e della buona musica. La famiglia Lanni infatti ha allestito un programma di tutto rispetto. Si esibiranno gli “Spazio Vasco” e accompagneranno Claudio “il gallo” Golinelli, il bassista ufficiale di Vasco Rossi che arriva direttamente dalla stellare esperienza del Modena Park. Ovviamente per la serata ci sarà spazio anche per gustare panini e bere birra. Divertimento assicurato anche per i più piccoli con zucchero filato e truccabimbi. La serata si concluderà con il taglio della torta che verrà offerta a tutti. Per la speciale occasione il tratto di via Garigliano adiacente al Panificio subirà delle limitazioni per la sosta delle auto proprio per consentire una perfetta riuscita dell’evento. A tal proposito i titolari dell’esercizio manifestano ringraziamento per l’amministrazione comunale e gli uffici competenti per aver consentito di pianificare lo svolgimento del grande evento ed aver concesso le necessarie autorizzazioni. La Storia del Panificio e della famiglia Lanni. L’attività nasce nel 1987 con Tonino Lanni e la moglie Palma Amato. L’attività, prima di giungere nella sede di via Garigliano, si trovava in via Bellini. Il sogno di Tonino Lanni di aprire un’attività invade la sua testa e si fa sentire sempre più forte quando,da ragazzo, lavorava facendo consegne del pane. La passione per un mestiere così affascinante prende concretezza e si trasforma in quella che poi sarà destinata a diventare una delle attività storiche di Cassino. Per la famiglia Lanni intraprendere un cammino duro, faticoso come l’apertura di un panificio ben presto si rivela essere una scelta giusta e la fiducia dei clienti, costante e duratura, è sicuramente il più grande successo. La serietà e la tenacia vengono ripagate quotidianamente. Negli anni il Panificio si è fatto amare e, con i suoi 14 dipendenti ed un’offerta di prodotti sempre freschi e gustosi, è una realtà affermata. È una grande famiglia di persone sempre cortesi, disponibili e professionali. Gente che ha fatto del pane, un’arte. E che ha saputo trovare dei punti di forza in caratteristiche inossidabili. Ma il panificio Lanni, con il tempo, ha abilmente seguito le richieste della clientela trasformando continuamente la sua offerta che oggi oltre al pane, prevede pasticceria, pizzeria, gastronomia e caffetteria. Oltre ai curatissimi servizi di catering. Tra gli obiettivi per l’immediato futuro anche l’ampliamento dell’offerta e dei servizi. Tutto finalizzato ad arricchire l’ampio banco di prelibatezze per i tantissimi clienti, che lo scelgono ogni giorno anche per la pausa pranzo. Al fianco di Tonino e Palma, 62 anni lui, 55 anni lei, c’è anche il figlio 26enne, Paolo, che ha deciso di proseguire l’attività dei genitori con grande passione e dedizione. La figlia Emanuela, invece, si è dedicata agli studi universitari ed oggi è un medico. La famiglia Lanni, che da sempre nel lavoro spende tutte le proprie energie, ha un bagaglio di esperienza che in trent’anni si è colorato e collaudato seguendo i gusti del cliente. Persone instancabili e dal carattere forte che custodiscono con amore ed orgoglio anche uno speciale tesoro, ovvero il ricordo del carabiniere Antonio Lanni, zio dell’imprenditore Tonino Lanni, fucilato per rappresaglia dalle forze militari tedesche a Tortona il 27 luglio 1945. Ogni anno la famiglia lo ricorda con una celebrazione e dal 29 luglio del 2012 un monumento in memoria del carabiniere Antonio è stato posizionato in uno spazio antistante l’ingresso dell’attività.

La forza, lo spirito di iniziativa e la voglia di non arrendersi mai sono dunque radicati in questa famiglia che, orgogliosa del grande coraggio delle scelte, di fronte a nuove sfide è perennemente pronta a mettersi in gioco.

Ai signori Lanni gli auguri di proseguire nel loro lavoro sempre con la stessa tenacia, professionalità e passione che hanno caratterizzato i primi importanti trent’anni di attività facendo del Panificio uno tra i più importanti punti di riferimento tra le attività commerciali del territorio. Foto gallery height=”1768″ class=”size-full wp-image-112787″ /> dav[/caption]