Tag: cercano

16 Maggio 2019 0

Cercano lavoratori in nero e trovano 7 etti di droga, arrestato commerciante

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ANAGNI – Nel corso di un controllo finalizzato al contrasto del lavoro nero, i militari della Guardia di Finanza della Tenenza di Anagni hanno accertato, presso un noto locale dell’anagnino per rilevare la forza lavoro presente e, nell’ambito dell’attività di istituto, all’interno di un locale magazzino, rinvenivano circa 700 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish e marjuana detenuta ai fini dello spaccio. Scattata un’accurata perquisizione, i militari della città dei Papi hanno rinvenuto anche 2 bilancini elettronici di precisione e due coltelli per il taglio della droga. Stante la flagranza di reato i finanzieri estendevano la perquisizione anche all’interno dell’autovettura e all’abitazione del giovane anagnino, rinvenendo ulteriori grammi 3 di hashish ed 520 euro, in banconote di piccolo taglio ritenute provento del traffico di sostanze stupefacenti. Al termine dell’attività, la sostanza stupefacente veniva sottoposta a sequestro penale e messa a disposizione della locale Autorità Giudiziaria, mentre per il giovane anagnino – titolare dell’attività – veniva tratto in arresto per “produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope”, e “agevolazione dell’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope”.

12 Ottobre 2018 0

Cercano una ragazza e trovano un arsenale, arrestato 22enne a Torre Cajetani

Di Ermanno Amedei

FIUGGI – I carabinieri di Fiuggi, partendo da una segnalazione di maltrattamenti in famiglia ai danni di una giovane donna della provincia di Roma, hanno arrestato F. B. 22enne di Roma, domiciliato in Torre Cajetani, già censito per reati inerenti stupefacenti, detenzione illegale di armi e maltrattamenti in famiglia.

Ieri pomeriggio i genitori della ragazza si sono recati presso la Caserma di Fiuggi poiché non avevano più notizie della propria figlia da parecchi giorni, adducendo che la giovane probabilmente si trovava insieme al suo compagno in un’abitazione della zona. I militari comandati in loco dal maresciallo Raffaele De Somma e dal comandante provinciale colonnello Fabio Cagnazzo  immediatamente si sono attivati effettuando un controllo presso il domicilio del giovane dove hanno accertato la presenza della ragazza notando però un certo nervosismo nel ragazzo. Ritenendo che lo stesso potesse detenere armi e droga, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire diverse armi e munizioni,  precisamente  8 proiettili da guerra, 1 bomba a mano priva di polvere da sparo, 1 pistola avancarica, 1 fucile avancarica di epoca spagnola,  1 evolver privo di congegni di scatto ed impugnatura, 1 tirapugni, 4 coltelli di genere proibito, 4 pugnali di grosse dimensioni, 1 balestra, numerose armi giocattolo prive del tappo rosso nonché 38 grammi di marijuana già divisa in dosi e pronte per lo spaccio nonché materiale per il confezionamento.

Le armi, le munizioni e la sostanza stupefacente sono state poste sotto sequestro mentre l’arrestato, ad espletate formalità di rito è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G..

8 Aprile 2018 0

Movida con rissa tra giovani ubriachi a Cassino, due arresti: si cercano gli altri

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Uno sguardo di troppo ad una ragazza, forse qualche parola fuori posto, ma soprattutto, tanto alcool e quasi certamente droga sono alla base di una rissa che, questa notte, ha visto due gruppi di ragazzi fronteggiarsi e picchiarsi in piazza Diaz a Cassino. Era l’1.30 circa quando è scoppiato il parapiglia davanti ad un locale frequentato da giovani.

Sul posto sono dovute arrivare diverse pattuglie di carabinieri e polizia per sedare gli animi, riuscendoci solamente dopo aver vinto la resistenza di alcuni che, presi dalla foga della lite e offuscati dall’assunzione di alcool, si sono scagliati anche contro le forze dell’ordine ferendo alcuni agenti. Alla fine la calma è tornata e due giovani marocchini, da tempo residenti a Cassino, un 22 enne ed un 29enne, sono stati arrestati per resistenza, minacce a P.U., rifiuto di fornire le proprie generalità, lesioni personali, e denunciati per rissa aggravata.

Danneggiate anche alcune auto parcheggiate nella zona. I carabinieri indagano per risalire alle identità degli altri, pare siano italiani, che hanno preso parte alla rissa.

Ermanno Amedei

7 Ottobre 2017 0

Lo cercano per fargli gli auguri, lo trovano morto nel suo letto a Cassino

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Lo hanno cercato per tutto il giorno per fargli gli auguri di compleanno ma lui non rispondeva nè al citofono nè al cellulare. L’uomo era morto nel giorno del suo 64esimo compleanno. È accaduto oggi in un appartamento al primo piano di una palazzina in via Aquedotto degli Auronci nel rione Colosseo di Cassino.

Qualcuno ha pensato di sporgersi alla sua finestra lasciata semiaperta e dal vetro ha notato che l’uomo era disteso sul letto. All’allarme lanciato sono accorsi i vigili del fuoco di Cassino, gli operatori del 118 e i carabinieri.

Entrati nell’appartamento hanno trovato il corpo esanime dell’uomo che viveva da solo, ucciso da un malore, proprio nel giorno del suo compleanno.

Ermanno Amedei

21 Settembre 2017 0

Cassino: Itis di via Rapido, presto il trasferimento alla Folcara. Ma si cercano garanzie per spazi adeguati

Di redazione

Cassino- Entro la fine del mese di settembre sarebbero attese notizie importanti circa la sede per la classi del biennio dell’istituto tecnico industriale E.Majorana di Cassino. Attualmente gli studenti frequentano la scuola di via Rapido, ma lo ricordiamo, non possono utilizzare né la palestra, né la biblioteca poiché chiuse per ragioni di sicurezza. La Provincia di Frosinone avrebbe dato comunicazione ai vertici dell’istituto che entro la fine di settembre ci sarà posto per gli studenti presso la sede di località Folcara, che precedentemente era utilizzata dall’istituto per geometri, mentre oggi ospita alcune classi dell’istituto alberghiero. Quindi gli alunni delle classi dell’alberghiero, ora sistemate alla Folcara raggiungerebbero i colleghi nella sede di via Casilina. Questa mattina nel corso di una conferenza stampa, convocata per la questione, la preside dell’Itis, Gloria Guarrera, ha inteso informare gli operatori della comunicazione della vicenda che si augura di risolvere il prima possibile. È stato palesato il disagio e la preoccupazione circa l’impossibilità degli alunni di utilizzare le strutture idonee e la necessità di intervenire con opere di manutenzione. Presente anche il responsabile della sicurezza il professor Sasso che ha manifestato la volontà e la necessità di organizzare un tavolo tecnico allargato a tutti gli attori della questione al fine di trovare soluzioni che mettano d’accordo tutti e che siano dunque concertate. Per i prossimi giorni, dunque, dovrebbe essere tutto pronto per partire con il trasloco, ma la dirigente Guarrera ovviamente vuole certezza delle adeguate condizioni presso la nuova sede, principalmente spazi sufficienti per l’attività didattica, laboratori e attività. È stata ribadita nel corso della conferenza la necessità di studiare nella maniera più corretta possibile e per il bene primario di alunni, docenti ed altri operatori, una soluzione. Ricordiamo che in zona Folcara, in una palazzina vicina, sono stati sistemati gli alunni del triennio e quindi la nuova ipotesi di collocazione per il biennio si rivela essere funzionale. La dirigente ed il professor Sasso hanno infine ribadito la “ferma volontà di proseguire in un clima di collaborazione ma con la certezza che vengano affrontati e risolte le questioni di notevole rilevanza”. N.Costa

2 Settembre 2016 0

Sequestrata discarica con secchi di vernice a Sant’Elia. Si cercano collegamenti con “l’acqua rossa”

Di Ermanno Amedei

Sant’Elia Fiumerapido – Una discarica abusiva, ma in larga parte secchi di vernice, è stata sequestrata dai vigili urbani di Sant’Elia, non molto lontano dal fiume Rapido e dal confine del comune di Cassino.

La zona è la stessa in cui da mesi gli ambientalisti continuano a denunciare la presenza di un sinistro colore rossiccio nei piccoli corsi d’acqua della zona. Da alcuni giorni, la fettuccia biancorossa e il decreto di sequestro, sono comparsi nella zona. Quasi certamente le indagini in corso serviranno a cercare, qual ora ve ne fossero, collegamenti tra il fenomeno dell’acqua rossa e il contenuto dei secchi.

Er. Amedei

27 Novembre 2009 0

Cercano fondi della mala e trovano un’evasione fiscale

Di redazione

Indagando nel mercato immobiliare di Fiuggi, alla ricerca di capitali della mala investiti nel “mattone” della città termale, gli uomini della guardia di Finanza coordinati dal colonnello Giancostabile Salato, hanno scoperto una evasione fiscale di oltre 1 milioni di euro di ai fini dell’Iva e di circa 410 mila euro ai fini delle Imposte dirette. All’evasione in questione, inoltre, si è aggiunta anche una violazione per quanto concerne il lavoro nero, difatti è stato individuato un dipendente che lavorava nell’ufficio della suddetta società e lo faceva completamente a nero, in modo tale che venivano cosi evasi i contributi previdenziali. Una condotta, quella della società in questione finalizzata, finalizzata, secondo gli investigatori della finanza, a monopolizzare il settore immobiliare nella città di Fiuggi, difatti avendo posto in essere condotte evasive e risparmiandosi dal retribuire in modo corretto e secondo la legge i dipendenti, la società, avendo meno costi ha conseguito notevoli vantaggi nell’acquisto ed edificazione di terreni, tanto inseguiti per investire, a seguito del crollo dei prezzi, dovuto alla crisi economica che sta affliggendo la città di Fiuggi.