Cassino: Itis di via Rapido, presto il trasferimento alla Folcara. Ma si cercano garanzie per spazi adeguati

Cassino: Itis di via Rapido, presto il trasferimento alla Folcara. Ma si cercano garanzie per spazi adeguati

21 Settembre 2017 0 Di Comunicato Stampa

Cassino- Entro la fine del mese di settembre sarebbero attese notizie importanti circa la sede per la classi del biennio dell’istituto tecnico industriale E.Majorana di Cassino. Attualmente gli studenti frequentano la scuola di via Rapido, ma lo ricordiamo, non possono utilizzare né la palestra, né la biblioteca poiché chiuse per ragioni di sicurezza. La Provincia di Frosinone avrebbe dato comunicazione ai vertici dell’istituto che entro la fine di settembre ci sarà posto per gli studenti presso la sede di località Folcara, che precedentemente era utilizzata dall’istituto per geometri, mentre oggi ospita alcune classi dell’istituto alberghiero. Quindi gli alunni delle classi dell’alberghiero, ora sistemate alla Folcara raggiungerebbero i colleghi nella sede di via Casilina.
Questa mattina nel corso di una conferenza stampa, convocata per la questione, la preside dell’Itis, Gloria Guarrera, ha inteso informare gli operatori della comunicazione della vicenda che si augura di risolvere il prima possibile. È stato palesato il disagio e la preoccupazione circa l’impossibilità degli alunni di utilizzare le strutture idonee e la necessità di intervenire con opere di manutenzione. Presente anche il responsabile della sicurezza il professor Sasso che ha manifestato la volontà e la necessità di organizzare un tavolo tecnico allargato a tutti gli attori della questione al fine di trovare soluzioni che mettano d’accordo tutti e che siano dunque concertate. Per i prossimi giorni, dunque, dovrebbe essere tutto pronto per partire con il trasloco, ma la dirigente Guarrera ovviamente vuole certezza delle adeguate condizioni presso la nuova sede, principalmente spazi sufficienti per l’attività didattica, laboratori e attività. È stata ribadita nel corso della conferenza la necessità di studiare nella maniera più corretta possibile e per il bene primario di alunni, docenti ed altri operatori, una soluzione. Ricordiamo che in zona Folcara, in una palazzina vicina, sono stati sistemati gli alunni del triennio e quindi la nuova ipotesi di collocazione per il biennio si rivela essere funzionale. La dirigente ed il professor Sasso hanno infine ribadito la “ferma volontà di proseguire in un clima di collaborazione ma con la certezza che vengano affrontati e risolte le questioni di notevole rilevanza”.
N.Costa