Tag: elezioni

27 Marzo 2019 0

Amministrative 2019: Indette elezioni dal Prefetto di Frosinone. Cassino e Veroli, comuni più grandi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono state indette le elezioni amministrative nella provincia di Frosinone. Secondo le indicazioni del Ministro dell’Interno, il Prefetto in data 25 marzo ha indetto le elezioni comunali per il giorno 26 maggio e l’eventuale ballottaggio il 9 giugno. Di seguito l’elenco dei comuni coinvolti. Di seguito i comuni dove si voterà con sistema maggioritario. Numero di abitanti, consiglieri comunali da eleggere e numero di sezioni.

ACUTO 1.910 10 2 ARCE 5.783 12 6 ARNARA 2.379 10 3 AUSONIA 2.650 10 3 BROCCOSTELLA 2.807 10 3 CASALVIERI 2.867 10 4 CASTELLIRI 3.533 12 4 CEPRANO 8.740 12 7 COLFELICE 1.853 10 2 COLLE SAN MAGNO 744 10 1 CORENO AUSONIO 1.671 10 2 FALVATERRA 567 10 1 FONTECHIARI 1.318 10 2 GALLINARO 1.246 10 2 GIULIANO DI ROMA 2.343 10 3 ISOLA DEL LIRI 11.963 16 12 MOROLO 3.267 12 32 ​ PALIANO 8.146 12 7 PESCOSOLIDO 1.552 10 3 PIGLIO 4.657 12 4 POSTA FIBREN O 1.217 10 2 RIPI 5.346 12 5 ROCCA D’ARCE 971 10 2 S. DONATO VAL DI COMINO 2.122 10 2 SAN GIORGIO A LIRI 3.166 12 3 S. AMBROGIO S. GARIGLIANO 994 10 1 S. ANDREA DEL GARIGLIANO 1.566 10 2 SANT’APOLLINARE 1.931 10 2 SANT’ELIA FIUMERAPIDO 6.227 12 8 SANTOPADRE 1.410 10 2 SAN VITTORE DEL LAZIO 2.679 10 2 SETTEFRATI 792 10 2 STRANGOLAGALLI 2.501 10 3 VALLEMAIO 1.002 10 1 VALLEROTONDA 1.671 10 4 VICO NEL LAZIO 2.256 10 2 VILLA SANTO STEFANO 1.707 10 2

Con sistema proporzionale CASSINO 33.658 24 33 VEROLI 20.763 16 19 Foto d’archivio

22 Febbraio 2019 0

Incertezza sulla data delle elezioni per il nuovo consiglio comunale di Cassino

Di redazionecassino1

CASSINO – L’insediamento del Commissario Benedetto Basile e dei due sub commissari, sancisce definitivamente l’uscita di scena del sindaco D’Alessandro alla guida della Città. Quali le date possibili per tornare alle urne a Cassino? La consultazione elettorale si potrebbe tenere dopo l’adempimento di alcune formalità di legge, in particolare, con il trasferimento degli atti al presidente della Repubblica, il decreto di scioglimento dell’assise, la nomina e l’insediamento del Commissario, avvenuto questa mattina.

Le elezioni amministrative del 2019 si dovrebbero tenere, quindi, in un periodo compreso tra il 15 aprile e il 15 giugno. Non c’è ancora l’ufficialità, ma molto probabilmente le elezioni europee si terranno domenica 26 maggio e sempre in quella data ci potrebbe essere l’election day con l’accorpamento delle amministrative. Questo significa che entro domenica 24 febbraio dovrà esserci il decreto ufficiale di scioglimento del Consiglio comunale di Cassino, da quel momento serviranno almeno 90 giorni tra lo scioglimento ufficiale e le nuove elezioni.

Non mancano, tuttavia alcune difficoltà che potrebbero far slittare le elezioni amministrative da maggio a giugno prossimo. L’amministrazione comunale aveva già preventivato difatti una serie di eventi non rinviabili e che andranno onorati anche senza il sindaco: il 75° anniversario della distruzione e la partenza del Giro d’Italia il 16 maggio. In concomitanza con grandi eventi si tende, difatti, a evitare la sovrapposizione con i comizi. Ma bisognerà fare molta attenzione alla comunicazione istituzionale durante i 30 giorni prima del voto, in quanto le normative in materia sono abbastanza stringenti.

 

 

24 Settembre 2018 1

Ettore Urbano, candidato sindaco alle elezioni amministrative di Piedimonte,finisce agli arresti domiciliari

Di redazionecassino1

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Nella mattinata odierna personale della Squadra Informativa del Commissariato di PS Cassino e della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Roberto Bulgarini Nomi ha eseguito la misura cautelare personale degli arresti domiciliari emessa dal GIP dott. Gabriele Montefusco nei confronti URBANO Ettore, 63 anni, candidato sindaco al comune di Piedimonte San Germano (FR) nelle tornata elettorale dell’11 giugno 2017. Al termine delle operazioni elettorali era risultata vincente per soli 32 voti la lista “Piedimonte Ora” collegata al candidato Sindaco FERDINANDI Gioacchino nei confronti della lista “Azione Comune” collegata al candidato URBANO Ettore. L’attività investigativa condotta, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Roberto Bulgarini Nomi, ha consentito di acquisire univoci elementi probatori in ordine alla condotta dell’Urbano e di altri soggetti indagati, il quali, al fine di predisporsi una valida motivazione per presentare ricorso elettorale presso il Tribunale Amministrativo Regionale (ricorso successivamente presentato dal candidato sindaco Urbano Ettore) alteravano 59 schede elettorali riportanti il voto a favore della lista “Piedimonte Ora”, apponendo su ciascuna di esse un disegno geometrico all’interno del simbolo di tale lista. L’alterazione delle schede è avvenuta allorquando queste, dopo le operazioni di voto, erano custodite negli uffici del comune di Piedimonte San Germano in attesa di essere successivamente consegnate alla Prefettura di Frosinone. Sono stati acquisiti, inoltre, elementi probatori a carico di altri soggetti indagati, i quali, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione dell’illecito intento. Le risultanze di indagine hanno accertato il ruolo di ideatore ed istigatore del disegno criminoso attuato dell’indagato URBANO Ettore. La misura cautelare personale è stata emessa per i gravi indizi di colpevolezza nonché per il pericolo di reiterazione di reati della medesima specie rivestendo l’Urbano Ettore attualmente cariche pubbliche.

11 Giugno 2018 0

Elezioni 2018, i sindaci eletti in provincia di Frosinone

Di admin

PROVINCIA DI FROSINONE – Ad Amaseno il sindaco eletto è Antonio Como ad Aquino il sindaco uscente Libero Mazzaroppi ha ottenuto la riconferma, così come Renato rea ad Arpino.

Ad Atina è stato eletto sindaco Adolfo Valente, Enzo Perciballi a Boville Ernica, mentre Gianni Taurisano è il sindaco di Filettino e Alioska Baccarini è sindaco a Fiuggi.

A Pico l’ha spuntata Ornella Carnevale, mentre a Pignataro Interamna vince Benedetto Murro e a Serrone Giancarlo Proietto. A Torrice il sindaco si chiama Mauro Assalti, Luigi Rossi a Villa Latina e Antonio Iannarelli a Villa Santa Lucia.

Ad Anagni, le poche schede scrutinate danno il ballottaggio (provvisorio) tra Daniele Natalia e Daniele Tasca. A Ferentino, Antonio Pompeo viaggia verso la riconferma al primo turno.

Ermanno Amedei

(fonte Ministero dell’Interno ore 7.48)

30 Marzo 2018 0

Elezioni amministrative, si vota il 10 giugno

Di admin

DALL’ITALIA – Fissata la data delle elezioni amministrative. I cittadini dei 594 comuni delle regioni a statuto ordinario e dei 203 nelle regioni a statuto autonomo interessati dalle elezioni amministrative 2018 sono chiamati alle urne il 10 di giugno. La data è stata fissata con decreto dal ministro dell’Interno Marco Minniti. L’eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 24 giugno.

Le consultazioni amministrative 2018 riguardano in tutto 797 comuni italiani, dei quali 203 nelle regioni a statuto speciale.

Il voto in Sicilia è fissato nella stessa data del 10 giugno, mentre in Friuli – Venezia Giulia, Valle d’Aosta e Trentino – Alto Adige gli elettori interessati andranno al voto rispettivamente il 29 aprile, il 20 maggio e il 27 maggio 2018.

Sul totale dei comuni si contano: 114 comuni “superiori”, cioè con più di 15.000 abitanti (più di 3.000 in provincia di Trento), e 683 “inferiori”; 21 capoluoghi di provincia.

I consigli circoscrizionali interessati sono il III e l’VIII Municipio di Roma Capitale.

30 Marzo 2018 0

Elezioni amministrative (Velletri), Greci inaugura domani la sede elettorale

Di admin

VELLETRI – A Velletri si scaldano i motori in vista delle elezioni di Giugno. A dire il vero c’è chi i motori li ha già caldi e, da tempo, è in campagna elettorale.

Domani si inaugura in via Lata, al civico 7, la sede elettorale del candidato sindaco Giorgio Greci. L’appuntamento pre Pasquale è previsto per le ore 17.30.

Parteciperanno, ovviamente i candidati al consiglio comunale di tutte le liste che appoggiano la candidatura a sindaco di Greci oltre, e tutti i sostenitori.

15 Marzo 2018 0

La puntura di Ultimo … ai trombati alle elezioni

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Li vedi al supermercato spingere distrattamente il carrello. O fuori alla scuola ad accompagnare frettolosamente i figli senza soffermarsi più come prima. Con aria trasandata e dimessa. Con in volto un’ espressione di sofferenza. Chi sono? Sono i trombati alle elezioni. Quelli che magari non pensavano di vincere ma che però quel sogno, in segreto, lo avevano pure accarezzato. Ora, a qualche giorno dalla botta, hanno realizzato che invece erano solo l’ ultima ruota del carro”.

Ultimo

6 Marzo 2018 0

Elezioni regionali 2018: Zingaretti riconfermato alla guida della Regione Lazio

Di redazionecassino1

ROMA – Dopo un pomeriggio che ha visto risultati sempre altalenanti, se pur con un lieve vantaggio del Presidente uscente in leggero vantaggio, Nicola Zingaretti è stato riconfermato Presidente della Regione Lazio con circa il 33,09% e oltre 1 milione di voti ha battuto il candidato del centro destra, Stefano Parisi che si è fermato al 3,31% con oltre 950mila voti e il candidato del M5S, Roberta Lombardi che ha ottenuto il 27,09% dei voti, pari a 829mila preferenze.Sergio Pirozzi si è fermato al 4,93% con 150mila preferenze.

“Un risultato storico” lo ha definito Nicola Zingaretti, quello ottenuto dal centrosinistra unito. Un risultato importante per tutto il centro sinistra dopo la catastrofica performance nelle elezioni politiche.

Un risultato importante per Zingaretti, non solo per l’incertezza dei numeri che lo ha impegnato in un testa a testa con il candidato del centro destra Stefano Parisi, fino all’ultimo e che in alcuni momenti sembrava dover assumere connotati diversi da quelli poi ottenuti.

Un risultato che vede anche il neo Presidente riconfermato alla guida della Regione Lazio, che non ha precedenti nella storia delle elezioni regionali del Lazio.

5 Marzo 2018 0

Elezioni Regionali 2018: Zingaretti e Parisi testa a testa, risultato ancora incerto

Di redazionecassino1

ROMA –  Sono iniziate alle ore 14 le operazioni di spoglio delle schede per il rinnovo del Consiglio e del Presidente della Giunta Regionale del Lazio. Fin dalle prime battute si è profilato un risultato che vedeva un leggero vantaggio per il presidente uscente Nicola Zingaretti, attestato, secondo le prime tre proiezioni, intorno al 31% dei consensi sugli altri candidati Stefano Parisi (CENTRODESTRA) e Roberta Lombardi (M5S). Nel corso del pomeriggio i dati sono stati altalenanti, ma sempre con un vantaggio per il Presidente Zingaretti.

Il leggero vantaggio si è andato via via consolidando durante la pubblicazione delle proiezioni.

In controtendenza i dati provenienti dalle province di Frosinone e Latina, che davano in vantaggio Stefano Parisi del centrodestra. La stessa Roberta Lombardi, del M5S, era ad una percentuale intorno al 29%.

Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, invece era accreditato ad una percentuale compresa fra 5,8 – 6%. Questi i dati che si sono altalenati per tutto il pomeriggio in attesa di quello definitivo.

Al momento con 1043 sezioni scrutinate su 5285 in totale, il presidente uscente è dato al 32,0% mentre Stefano Parisi è al 32,1%, Roberta Lombardi al 27,1% dati in continuo cambiamento e che rende incerto ancora l’esito del risultato finale.Con 2379 sezioni scrutinate Zingaretti è al 34,4% mentre Parisi al 30,0%. Sembrerebbe avvicinarsi la riconferma del presidente uscente.

E’ possibile che questi dati possano ancora cambiare.

 

5 Marzo 2018 0

Elezioni 2018, laziali sfidano code e maltempo per votare: 72,58%

Di admin

LAZIO – Il 72,58% dei laziali ha sfidato maltempo e lunghe file per imbucare la propria preferenza nell’urna. Ieri sera, le code dentro e fuori dai seggi erano lunghissime, causate dal nuovo sistema di voto che rallentava le operazioni.

A Frosinone la percentuale è appena sopra la media della regione con 75,63%. In provincia di Latina la percentuale dei votanti si è fermata al 72,79% e nella Capitale al 71,81%.

Viterbo è la provincia con percentuale votanti più alta: 76,04%; in quella di Rieti la percentuale si è fermata al 74,62%.

La media dei votanti in Italia è del 72,91%.

(Fonte Ministero dell’Interno)