Tag: incendi

12 Agosto 2017 0

Provincia di Frosinone: Emergenza incendi, i vigili del fuoco impegnati su più fronti

Di Comunicato Stampa
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non conosce sosta il lavoro dei vigili del fuoco. In queste ore la situazione in provincia di Frosinone è ancora in piena emergenza incendi. Si sta lavorando su più fronti decisamente vasti con roghi boschivi imponenti: San Giovanni Incarico, Ausonia, Esperia, Fontana Liri. In questi minuti si registra un rogo di sterpaglie anche in zona Casilina all’altezza di Villa Santa Lucia; quest’ultimo fortunatamente sembra essere di piccola entità. Una situazione molto pesante ed un bilancio non da poco. A preoccupare anche il vento di queste ultime ore che alimenta le fiamme. N.C.

11 Agosto 2017 0

Incendi, San Giovanni Incarico assediato dalle fiamme: evacuate 40 famiglie

Di Ermanno Amedei

SAN GIOVANNI INCARICO – Sono 40 le famiglie evacuate a San Giovanni Incarico a causa dell’incendio che ha cinto d’assedio il centro abitato.

Una situazione di grave pericolo contro cui si sono concentrate quasi tutte le risorse del sistema antincendio provinciale.

Sono diverse le squadre dei vigili del fuoco e dei volontari di Protezione civile che stanno contrastando l’avanzare delle fiamme e con il sopraggiungere del buio sarà anche più difficile perché si dovrà rinunciare ai mezzi aerei.

Ermanno Amedei 

10 Agosto 2017 0

Emergenza incendi boschivi: Oggi a quota 45 le richieste d’intervento aereo

Di Comunicato Stampa

++Aggiornamento alle ore 18.00++

Prosegue senza sosta l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra e dai velivoli regionali.

Al momento sono già 45 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento dalle Regioni. In particolare 9 sono pervenute dal Lazio, 8 dalla Sicilia, 6 dalla Calabria, 5 dall’Abruzzo e altrettante dalla Basilicata, 3 ciascuna dalla Campania e dal Molise, 2 dall’Umbria e altrettante dalla Sardegna e una, rispettivamente, dall’Emilia Romagna e dalla Puglia.

L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 15 Canadair e 8 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco oltre a 2 elicotteri del Comparto Difesa – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 12 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

È utile infine ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.

20 Luglio 2017 Off

Frosinone, ancora incendi in Ciociaria. Abitazioni minacciate da fiamme a Pastena

Di Ermanno Amedei

PASTENA – Da ieri brucia la vegetazione su una vasta zona tra Pastena e Falvaterra.

Per tutta la nootte i vigili del fuoco del comando provinciale di Frosinone sono rimasti a presidiaare la zona a difesa di alcune abitazioni aspettando le prime luci dell’alba per poter far intervenire i mezzi aerei.

Sono decine gli ettari di macchia mediterranea distrutti da ieri sera che si aggiungono alle centinaia di ettari di vegetazione, tra macchia, boschi, uliveti e vigneti distrutti dalle fiamme nei mesi di terribile siccità di giugno e luglio.

Ermanno Amedei

17 Luglio 2017 0

Formia: Mariarita Manzo su emergenza incendi “L’ambiente si difende investendo sull’ambiente!”

Di Comunicato Stampa

Riceviamo e pubblichiamo da Mariarita Manzo,responsabile Art UNO MDP, Formia.

“Appuntamento con gli incendi Ogni anno, d’estate, al problema “siccità” si accompagna quello degli incendi. Un fenomeno disastroso che attraversa l’Italia e dal quale non è esente certo il nostro territorio. Un appuntamento che ricorre puntualmente, che non giunge improvviso o inatteso. E che ogni volta, in maniera reiterata, mette a repentaglio il nostro patrimonio naturalistico e paesaggistico e mette in pericolo le abitazioni, le zone agricole, la montagna, l’incolumità pubblica. Anche la montagna appartiene alle nostre risorse più importanti, è parte cospicua e di pregio del nostro territorio e merita, pertanto, di essere tutelata, difesa, valorizzata. L’ordinaria amministrazione non è sufficiente a fare prevenzione adeguata e ad affrontare le emergenze ambientali che, purtroppo, nelle nostre zone, nell’intero comprensorio, si ripetono anche assumendo dimensioni rovinose. Il rogo di Castellonorato e Penitro ma anche egli accadimenti di S.Cosma , di Itri, di questi giorni sono solo alcuni esempi allarmanti di quanto le nostre colline siano indifese e troppo spesso preda di incendi e devastazioni. Davvero importante il supporto dei Vigili del fuoco e della Protezione civile locale , della Forestale che vanno ringraziati per il difficile lavoro che svolgono, ma non sempre sufficiente ad evitare il disastro ambientale. Una proposta di potenziamento delle risorse da mettere a disposizione della tutela ambientale e da destinare in particolare ad un Piano Antincendio fu elaborata e predisposta, nell’ambito dell’assessorato di cui ero responsabile, ma non ebbe possibilità di realizzazione. Non ebbe fortuna politicamente la proposta, ritenuta evidentemente di secondaria importanza e non meritevole di attenzione, tanto da non essere inclusa nella relativa voce di bilancio richiesta. Era invece per noi tutti – quale parte politica rappresentativa di SEL- un punto programmatico importante nell’ambito delle politiche ambientali; avrebbe rappresentato un importante supporto e una integrazione al Piano operativo di emergenza comunale e di protezione civile già esistente , intendeva essere finalizzato in particolare alle emergenze legate agli incendi e per rendere maggiormente incisiva l’azione di prevenzione degli stessi. La sua mancata considerazione è stata tra le ragioni delle difficoltà e delle contrarietà che hanno portato, prima ancora che le cose prendessero la piega che tutti conosciamo, unitamente ad altri importanti motivi di divisione, all’allontanamento dall’esperienza amministrativa a Formia. Nello specifico, si trattava di una proposta, che riteniamo ancora di enorme utilità, e che era stata discussa, concordata e condivisa con il Settore Protezione Civile del Comune di Formia ; prevedeva , tra le altre cose, un piano straordinario di controllo del territorio anche attraverso misure di videosorveglianza, non costosissime, in grado di monitorare e tenere sotto osservazione h24 tutte le aree collinari della nostra città. Non una risoluzione miracolosa ma un metodo sicuramente sperimentato, anche a dire della stessa Protezione Civile, capace di fornire esiti positivi in termini di una maggiore e più efficace azione di contrasto. Sebbene fuori da ruoli amministrativi, crediamo ancora che si possa riconsiderare tale ipotesi, mettendo nell’agenda politica comunale tale delicato tema, in considerazione della gravità che il fenomeno ricorrentemente assume nella nostra città e del rischio incolumità che determina ogni volta . Ribadiamo la necessità di un più vigile lavoro ed investimento sul terreno della difesa del patrimonio boschivo, montano e collinare dalla devastazione che il fuoco sempre determina, nei momenti di maggiore siccità. Anche l’esperienza del Fuoco prescritto , l’anno scorso realizzato in via sperimentale ed informativa con il Parco degli Aurunci , può rappresentare ancora una metodica da non trascurare. Il Comune di Formia vanta la presenza di una struttura molto efficiente di Protezione Civile, attualmente egregiamente coordinata, e che si avvale di volontari competenti e seri, di grande disponibilità: il loro lavoro è meritevole e rappresenta, a giudizio di tutti, e senza retorica, una risorsa irrinunciabile. Li abbiamo visti all’azione a Formia come altrove, in tutte le occasioni di emergenza e di calamità naturali. Ma le risorse umane non bastano se non si accompagnano ad un impiego vero, concreto ed adeguato alle necessità, di risorse economiche, di attrezzature idonee e di progettualità mirate. L’ambiente si difende investendo sull’ambiente!”. Foto d’archivio

13 Luglio 2017 0

Incendi, a Cervaro le fiamme lambiscono il Santuario De Piternis

Di Ermanno Amedei

Cervaro – Le famme non danno tregua e anche quella di oggi verrà ricordata come una giornata terribile dal puntodi vista del caldo e soprattutto degli incendi.

Un’altra giornata di duero lavoro per i vigili del fuoco di Cassino che sono stati impegnati su ogni angolo del territorio di loro competenza. ne pomeriggio si sono  dovuti schierare a protezione del Santuario della Madonna De Piternis a Cervaro.

Le fiamme alimentate dalla fitta vegetazione sono arrivate al  muro di recinzione ma li sono state domate prima che potessero danneggiare la struttura.

Ermanno Amedei

6 Luglio 2017 0

Emergenza incendi: Sette roghi in atto nella provincia di Frosinone. Vigili del fuoco in difficoltà, l’appello del dirigente Mantovani

Di Comunicato Stampa

Brucia la provincia di Frosinone. Sette incendi attualmente in atto, molti dei quali con le fiamme che lambiscono le abitazioni, stanno mettendo in seria difficoltà la macchina antincendio provinciale. “Le sei dei vigili del fuoco del comando provinciale e quelle dei distaccamenti, in tutto sei, non sono sufficienti a fronteggiare gli incendi in corso”. Lo dichiara il dirigente provinciale dei vigili del fuoco Massimo Mantovani. Abbiamo chiesto alla protezione civile Regionale di inviarci squadre di volontari ma al momento non mi risulta che ne siano arrivati”. Le situazioni di pericolo maggiore sono quelle dell’incendio di Ferentino, quello di Monte Scalambra a Serrone, ma anche Esperia, Colfelice, Castro dei Volsci ed altri nel Cassinate.

1 Luglio 2017 0

Incendi a Formia e Sperlonga, Vigili del Fuoco e Protezione civile a difesa di case e villaggi turistici

Di Ermanno Amedei

Latina – Nottata di superlavoro tra Sperlonga e Formia per i vigili del fuoco che hanno dovuto fronteggiare due vasti incendi. A Sperlonga la zona colpita dalle fiamme è quella di Punta Cesarola,  dove l’incendio ha lambito il villaggio sovrastante. Il forte vento ha reso difficile le operazioni di spegnimento. A Formia, invece, la località Castellone è stato lo scenario di un altro vasto incendio. In entrambi i casi, a dare manforte ai vigili del fuoco del comando di Latina, sono state squadre di volontari di Protezione civile

“A Formia nella zona di Castellonorato c’è stato l’intervento di sei squadre con venticinque volontari della Protezione civile, che hanno supportato il lavoro dei Vigile del Fuoco”. Lo comunica in una nota la Protezione civile della Regione Lazio.

“Per spegnere le fiamme si è ricorso a due interventi aerei dell’elicottero regionale della Protezione civile e sono stati usati 4 pick-up e due autobotti. L’altro importante incendio, a Sperlonga, a visto l’intervento di tre squadre con circa 15 volontari. Anche qui è stato richiesto l’intervento dell’elicottero regionale, e da terra sono intervenuti 2 pick-up e una autobotte”

22 Giugno 2017 0

Incendi sterpaglie sull’A1, Autostrada chiusa ad Anagni

Di Ermanno Amedei

Anagni – Un incendio di sterpaglie sta caausando gravi disagi al traffico sull’autostrada Roma Napoli nel territorio di Anagni.

Le fiamme divampate ai bordi delle carreggiate ha generato una densa coltre di fumo che ha limitato la visibilità e, per questo, alle 18 circa, è stato necessario bloccare il traffico.

Sul posto stanno lavorando i vigili del fuoco di Frosinone e una squadra di Colleferro. Inevitabile lee ripercussioni sul traffico. In direzione Roma si è creaata una coda di auto lunga diversi chilometri.

Ermanno Amedei

21 Giugno 2017 0

Emergenza incendi, evacuate case nel viterbese: chiesto intervento protezione civile

Di Ermanno Amedei

Viterbo – Circa 50 persone sono state fatte evacuare dai vigili del fuoco a Sant’Angelo di Roccalvecce nel Viterbese.

Un vasto incendio ha minacciato alcune abitazioni e il fumo ha invaso il centro abitato tanto che, a scopo precauzionale, i vigili del fuoco hanno fatto evacuare una decina di abitazioni. Sul posto stanno operando quattro squadre oltre a mezzi aerei.

La situazione incendi nel viterbese è complessa. Dal primo pomeriggio un vasto incendio sta interessando Montefiascone in località Madonnelle. Il rogo ha tre fronti e sta incenerendo macchia mediterranea, campi di grano e, anche in questo caso, sta minacciando abitazioni. Chiesto l’intervento della Protezione Civile.