Tag: nuova

29 Novembre 2019 0

Inaugurata a Bukavu una nuova Casa di Sant’Egidio

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Attualità – Nella Repubblica Democratica del Congo è nata la nuova Casa di Sant’Egidio, inaugurata il giorno 25 Novembre 2019, di fronte a più di 600 persone e alle delegazioni delle città vicine. La sede è Bukavu e all’inaugurazione era presente anche Hilde Kieboom, vice presidente della Comunità, e il sindaco della città, M. Darius Sumuni Mukunda.

La comunità di Sant’Egidio in Congo La Repubblica Democratica del Congo sta vivendo negli ultimi decenni una storia fatta di carestie, epidemie, guerre civili. Proprio per questo la Comunità di Sant’Egidio vuole essere sempre più presente, là dove effettivamente serve una mano tesa. Proprio per questo è stata progettata, costruita ed inaugurata la nuova sede, dove troveranno spazio tutte le attività della Comunità in questa area disastrata. L’idea di fondo è quella di creare uno spazio di incontro, dove possano trovare posto i ragazzi di strada e gli anziani abbandonati. La Comunità di Sant’Egidio promuove qui anche la sede della Scuola della Pace, con la forma stilizzata di una grande Arca di Noè, dove chiunque possa trovare un amico fidato.

Un aiuto ecosostenibile In effetti il centro di Bukavu è ancora in fase di costruzione, che sarà però terminata a breve. Si tratta di un ottimo esempio di architettura ecosostenibile, questione tanto importante oggi, in Africa come nel resto del mondo. La copertura della struttura sarà dotata di pannelli solari, che porteranno energia elettrica per il centro della Comunità di Sant’Egidio, ma anche per il quartiere che si sviluppa nei suoi dintorni e per la sede dell’Università Cattolica di Bukavu. Ad oggi in loco si stanno anche formando giovani ingegneri e tecnici, che fanno parte di una cooperativa che si occuperà dell’installazione e della manutenzione dell’impianto fotovoltaico.

L’attività della Comunità in Africa La Comunità di Sant’Egidio opera da sempre dove più c’è bisogno. Le attività sono svariate, in Italia ma anche all’estero, soprattutto in Africa, nelle zone in cui ormai da anni sono in presenti vere e proprie emergenze. Nata con l’intento di vivere realmente la comunità di fedeli di cui Gesù Cristo parla nei Vangeli, la Comunità oggi opera in diversi settori e accoglie chiunque abbia bisogno, ma anche tutti coloro che intendono prestare parte del proprio tempo al volontariato. Chiunque può dare una mano, fisicamente attraverso le attività di volontariato per i poveri, gli anziani, i migranti, i bambini; in modo invece figurato si può dare una mano attraverso l’adozione a distanza o altre attività simili.

Andrea Riccardi Il fondatore della Comunità di Sant’Egidio fu Andrea Riccardi, nel 1968. Si trattò inizialmente di un’associazione laica dedita alla preghiera, che cominciò a operare come semplice gruppo di liceali che intendevano leggere, comprendere e mettere in pratica il vangelo. Era il periodo del Concilio vaticano 2° e Andrea Riccardi cercò di rendere pratica la spinta innovativa presente nel messaggio del concilio stesso. Il fondatore della comunità si mise in gioco e in pochi anni riuscì a rendere più pratici gli interventi dell’associazione, che sin da subito dedicò del tempo agli emarginati, ai poveri, agli ultimi dimenticati dalla società. A distanza di oltre 50 anni la comunità è oggi presente in oltre 70 Paesi, con progetti che vanno dalla creazione di scuole per l’infanzia, fino alla promozione della pace e all’auto concreto a chi ne ha bisogno, anche nel nostro Paese.

9 Ottobre 2019 0

Passaggio di presidenza alla Fidapa BPW Italy di Cassino, la nuova presidente è Anna Maria Cacciami

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Passaggio di consegne al vertice della sezione Fidapa di Cassino, dove venerdì 4 ottobre si sono avvicendate la presidente uscente Silvia Gallozzi Volante e la nuova presidente Anna Maria Cacciami.

Una cerimonia che si è svolta alla presenza delle socie della Sezione, che nel 2020 celebrerà i 35 anni dalla sua costituzione. Nel ringraziare per il mandato ricevuto, la nuova presidente ha illustrato alcuni punti del programma che la sezione realizzerà nel biennio 2019/2021.

Con un’attenzione particolare nei confronti delle tematiche femminili, della parità di genere, lotta alle discriminazioni e contrasto alla violenza contro la donna; non mancheranno, inoltre, argomenti che riguarderanno il sociale, l’ambiente, il lavoro, la salute. Un programma per certi versi ricco di progetti ambiziosi, che con l’entusiasmo e il desiderio di operare per il “bene…essere” della donna e in generale della società tutta, il gruppo di socie della sezione di Cassino affronterà con rinnovata energia e decisione. Il direttivo, composto dalla vice presidente Elisabetta Lamberti, la segretaria Alberta Valente, la tesoriera Alessia Mentella e la past president Silvia Gallozzi Volante, punta a raggiungere quegli obiettivi che il movimento di opinione della Fidapa persegue da circa 90 anni in Italia, in Europa e nel mondo.

18 Settembre 2019 0

Il Generale Nistri inaugura la nuova sede della Compagnia Carabinieri di Cassino, taglia il nastro la vedova del capitano Grimaldi

Di Ermanno Amedei

CASSINO – “Alle ore 10:30 di oggi si è tenuta la cerimonia di inaugurazione del nuovo stabile sede della Compagnia Carabinieri di Cassino, già intitolata al Car. Medaglia d’Oro al Merito Civile “alla memoria” Marino Fardelli”.

Lo si legge in una nota del comando provinciale Carabinieri di Frosinone.

“La cerimonia si è svolta alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, del Vice Comandante Generale dei Carabinieri Generale di Corpo d’Armata Ilio Ciceri, del Comandante della Legione Carabinieri Lazio Generale di Brigata Marco Minicucci, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Frosinone Colonnello Fabio Cagnazzo, delle massime Autorità civili, militari e religiose della Provincia.

La presenza dell’Arma dei Carabinieri nella città di Cassino risale al 1880, anno in cui fu istituita una Sezione Carabinieri con alle dipendenze le Stazioni di Cassino, Atina, Piedimonte San Germano, Cervaro, Vallerotonda, Murata D’Arce, Pontecorvo, Roccasecca ed Aquino.  Detta Sezione, a far data dal 6 aprile 1914, fu elevata a Tenenza, mantenendo tale configurazione sino all’anno 1960, allorquando venne istituita, in via del Foro, la Compagnia Carabinieri di Cassino. Nel 1984 il reparto si è trasferito alle sede di via Sferracavalli sino allo scorso 19 febbraio.

Dal Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, il cui territorio  comprende un’area di oltre 560 kmq con una popolazione complessiva di oltre 77mila abitanti, dipendono le Stazioni di Cassino, Atina, Cervaro, Picinisco, Piedimonte San Germano, Sant’Apollinare, Sant’Elia Fiumerapido, Vallerotonda e Acquafondata.

La cerimonia odierna ha voluto rappresentare la consegna all’Arma di una caserma estremamente idonea alle esigenze proprie e della comunità. Lo stabile, di proprietà dell’Abbazia di Montecassino e destinato sino a poco tempo fa a Rettorato dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, è divenuto ora presidio di legalità e sicurezza per l’intera comunità. Il Palazzo Badiale, sede della nuova Caserma, fu interamente ricostruito nel dopoguerra (opera terminata nel 1951) dall’Arch. Giuseppe Breccia Fratadocchi, che curò anche la ricostruzione dell’Abazia e della Chiesa di Santa Scolastica, utilizzando la stessa pietra calcarea.

Durante la manifestazione, alla quale hanno preso parte anche una rappresentanza di alunni della scuola media “Conte” e quelli della scuola paritaria  “San Benedetto” di Cassino, componenti dell’Associazione Nazionale Carabinieri e delle altre Associazioni  Combattentistiche e d’Arma con i rispettivi labari, il Sindaco di Cassino dr. Enzo Salera ha consegnato il tricolore al Comandante della Stazione che ha provveduto ad issarlo, dopo la benedizione da parte di Sua Eccellenza Monsignor Gerardo Antonazzo, Vescovo di Sora, Cassino, Aquino e Pontecorvo, sulle note dell’inno nazionale suonato dalla Fanfara delle Legione Allievi Carabinieri di Roma.

La manifestazione è proseguita poi con il taglio del nastro da parte della madrina Sig.ra Fortuna De Nardo, moglie del defunto Capitano Adolfo Grimaldi, già Comandante della Compagnia di Cassino dal 1°ottobre 2007 al 27 giugno 2013 ed alla presenza del Sig. Marino Fardelli, nipote detentore della medaglia d’oro. L’Abate di Montecassino Dom Donato Ogliari ha infine benedetto i locali della Caserma.

Presso la Sala Funzionale il Comandante Generale ha incontrato una rappresentanza di studenti del liceo artistico “Augusto Righi” di Cassino che hanno realizzato e donato alla Compagnia un quadro  raffigurante sullo sfondo l’Abbazia di Montecassino ed ai lati lo stemma araldico dell’Arma ed un bambino che si rifugia nelle braccia sicure di un Carabiniere.

Il Comandante Generale nella sua allocuzione, dopo aver ringraziato le Autorità presenti, ha  ricordato la Medaglia d’Oro al merito civile alla memoria Fardelli Marino, giovane Carabiniere deceduto a 20 anni nell’adempimento del proprio dovere, Vittorio Marandola, Medaglia d’Oro al Valor  Militare alla Memoria, trucidato a Fiesole nel 1944, la madrina della cerimonia Sig.ra Fortuna De Nardo (vedova del Cap. Grimaldi) ed infine gli alunni delle scuole intervenute, evidenziando che sono il bel futuro del nostro paese. Successivamente il Comandante Generale ha sottolineato che la cerimonia di oggi simbolicamente si contraddistingue in due momenti, quello della consegna della bandiera, che rappresenta il passaggio tra le istituzioni locali ed il Comando di Stazione e quello raffigurante nel quadro donato dai ragazzi del liceo artistico alla Compagnia, che evidenzia  la vicinanza tra l’Arma ed i cittadini che si realizza attraverso la capillare presenza dei Comandi Stazioni nel territorio nazionale, che consentono un pieno rapporto di prossimità con la popolazione.  Inoltre ha posto l’accento sul ruolo che il Carabiniere deve ricoprire, richiamato ad ispirare fiducia, con l’impegno e l’umiltà, affinché l’Arma possa risultare quale riferimento ed accoglienza verso i cittadini, in particolare nei riguardi delle fasce più deboli. Il Generale ha altresì ricordato i Carabinieri deceduti nell’adempimento del dovere, definiti “eroi del quotidiano”, che attraverso l’esempio elevano le più alte virtù umane”.

13 Settembre 2019 0

La Prefettura cerca una nuova sede per il Commissariato di polizia di Velletri

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – Una nuova sede per il commissariato di Pubblica Sicurezza di Velletri. I problemi dovuti all’inaccessibilità del palazzo di Corso della Repubblica, che ospita la polizia di Stato a Velletri sono noti a cominciare dalle scala che danno accesso all’ingresso e ai piani superiori: ostacoli insormontabile per disabili e anziani. Di cambiare sede se ne parla da tempo. Un progetto prevedeva addirittura un nuovo edificio costruito in viale dei martiri, al fianco delle Poste. I costi che avrebbe dovuto sostenere la prefettura erano elevati e per questo, quella realizzazione, nonostante inserita nel prg come nuovo commissariato, sembra essere naufragata e in zona è rimasto il cantiere dell’edificio mai ultimato.

La prefettura di Roma, però, in questo periodo sull’argomento sembra aver cambiato marcia e ha bandito pubblicamente la ricerca di mercato di un immobile da affittare su Velletri. Si cerca una struttura di circa 1250 metri quadrati di cui 950 adibiti ad uffici, 104 ad archivio, 100 metri ad alloggio, 60 metri a magazzino con la disponibilità di 7 posti auto. Tra le caratteristiche preferenziali la presenza di videosorveglianza e la presenza di adeguata autorimessa e parcheggio.

Al bando possono partecipare anche le pubbliche amministrazioni o le amministrazioni locali.

Le offerte che dovranno pervenire in Prefettura entro le 12 del 12 settembre dovranno contenere oltre a tutta la documentazione necessaria per certificare le varie messe a norma dello stabile, anche l’offerta economica. La valutazione, la congruità e la regolarità dell’offerta verrà affidata ai tecnici all’agenzia del Demanio e l’eventuale locazione sarà sottoposta all’autorizzazione del Ministero dell’Interno.

25 Luglio 2019 0

Cassino, dopo l’interruzione idrica di ieri, oggi ‘nuova falla’ in largo Dante

Di felice pensabene

CASSINO –  Dopo il black out idrico che ha costretto i cittadini di Cassino a rimanere senza acqua per l’intero pomeriggio di ieri (dalle 14 ad oltre le 24) e fino a notte fonda in una giornata in cui le torride temperature hanno superato i 37°C, questa mattina una nuova falla si è aperta nel sistema idrico cittadino.

Questa mattina, infatti, si è aperta una grossa buca con una cospicua perdita idrica, in largo Dante. La voragine ha dimensioni ragguardevoli ed ha provocato il dissesto del manto stradale formando una grossa buca.

Da ore operai sono all’opera per sistemare l’inconveniente. I lavori che hanno interessato un lato della strada hanno creato disagi al traffico.

21 Giugno 2019 0

Primo Consiglio comunale mercoledì, Salera lavora alla nuova Giunta. Assessori via al toto-nomi

Di felice pensabene

CASSINO – Manca poco meno di una settimana al primo Consiglio comunale dell’era Salera. L’Assise cittadina, infatti, è fissata per mercoledì prossimo ed in quella sede si conosceranno i nomi di assessori e di tutta la compagine amministrativa. Il sindaco, intanto, continua a lavorare alla formazione della squadra che lo affiancherà nell’amministrare la Città. Nei giorni scorsi erano circolati alcuni nomi di possibili assessori, ma il vero nodo per completare l’intero esecutivo è quello della terza donna espressione del partito democratico. La squadra sembra, comunque, aver preso forma, almeno secondo i bene informati, sui nomi dei componenti dati quasi certi. Oltre alla veste di sindaco Salera dovrebbe tenere per sé la competenza su Bilancio e tributi, fondamentali per l’intera amministrazione. Gli altri assessorati, il cui numero dovrebbe variare fra i sei o sette sarebbero Francesco Carlino (PD) come vice sindaco e responsabile dei Lavori pubblici, Luigi Maccaro (Demos) andrebbe ad occuparsi delle Politiche sociali, mentre le due donne, Chiara Delli Colli (PD) potrebbe occuparsi di Attività produttive, commercio, artigianato, industria e trasporti e a Mariaconcetta Tamburrini dovrebbe toccare l’Istruzione (lista Salera Sindaco). Cultura e sport dovrebbero tornare a Danilo Grossi (Salera sindaco), infine Ambiente e Manutenzione e, probabilmente anche l’Urbanistica, toccherebbero ad Emiliano Venturi (quota sindaco). L’ultimo tassello del mosaico amministrativo in ‘quote rosa’, resta quello più delicato e spinoso e riguarda gli Affari Generali, gli Affari legali e la Polizia locale con i problemi che quest’ultimo ha in fatto di carenza di organico ed organizzazione. Un compito non facile per la donna che il partito democratico dovrà indicare su cui si giocherà molto la credibilità politico-amministrativa del neo sindaco agli occhi dei cittadini.

F. Pensabene

 

 

9 Maggio 2019 0

Bus Cotral distrutto da fiamme a Fonte Nuova, illesi i 20 passeggeri

Di Ermanno Amedei

FONTE NUOVA – Autobus del Cotral distrutto dalle fiamme, ieri sera, sulla tratta Roma Monterotondo nel comune di Fonte Nuova. Poco prima delle 22 in via Selva dei Cavalieri, probabilmente a causa di un guasto meccanico, il mezzo pubblico è stato avvolto dalle fiamme mentre a bordo c’erano, oltre all’autista, anche 20 passeggeri. Alle prime avvisaglie di fumo il conducente ha guidato il mezzo fino ad uno spiazzo lontano dal traffico e dai palazzi facendo scendere i passeggeri. Una manovra che ha limitando i danni al solo pullman andato però completamente distrutto. Nessuno degli occupanti è rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri della stazione di Mentana che indagano sull’accaduto.

25 Febbraio 2019 0

Cassino, il gen. Rispoli visita la sede della nuova caserma dei carabinieri nell’ex Rettorato

Di felice pensabene

CASSINO – Nella mattinata odierna, il Comandante della Legione Carabinieri Lazio, Gen. D. Andrea Rispoli si é recato in visita presso la nuova sede della Compagnia Carabinieri di Cassino ubicata in via G. Marconi n. 45 (palazzo badiale, già sede del Rettorato), ove é stato ricevuto dal Comandante Provinciale di Frosinone, Col. Fabio Cagnazzo. Nella circostanza, l’alto ufficiale dopo aver incontrato i Carabinieri della sede, si é recato in visita presso la Procura della Repubblica di Cassino, ove é stato ricevuto dal Procuratore Capo, dott. Luciano D’Emmanuele. Il Comandante della Legione ed il Procuratore Capo, di ritorno presso la nuova Caserma, hanno salutato l’abate di Montecassino ed altre autorità civili e militari. Nel salutare i convenuti, il Gen. Rispoli rimarcava la bellezza del palazzo, evidenziando il fatto che, una struttura così importante é il giusto connubio tra la storia della città martire e le tradizioni secolari dell’Arma dei Carabinieri, perciò la sede ideale per un presidio dello Stato come appunto é la Compagnia Carabinieri di Cassino, per altro recentemente riconfigurata a maggiore impegno operativo anche attraverso l’elevazione del livello di Comando al grado di Magg. /Ten. Col. E con un comandante della sezione operativa di Norm retta da Ufficiale è un cte di Norm retto da Ufficiale.

L’inaugurazione ufficiale nei tempi e nei modi previsti.

26 Novembre 2018 0

Via Zamosch, nuova area verde davanti la scuola, nascerà “Il giardino dei sorrisi”

Di felice pensabene

CASSINO – Questa mattina sono iniziati i lavori di cantierizzazione dell’area antistante la scuola di via Zamosch, dove, grazie ad un’opera di riqualificazione, nascerà il Giardino dei Sorrisi.

“Con questo intervento Cassino avrà una nuova area verde destinata soprattutto ai più piccoli, un luogo dove poter giocare a stare insieme all’aria aperta – ha dichiarato il sindaco Carlo Maria D’Alessandro – altro aspetto fondamentale dell’intervento – grazie alla realizzazione di un piazzale ad uso esclusivo dello scuolabus, l’ingresso a scuola diventerà più sicuro. Inoltre, il parcheggio delle auto sarà ordinato e disposto ai lati dell’area di gioco. Ci stiamo impegnando affinché Cassino possa essere una città sempre più a misura di bambino”.

“Abbiamo deciso di chiamarlo così perché vogliamo che diventi un nuovo luogo di aggregazione, di gioco e di scambio culturale per bambini e adulti – ha commentato l’assessore ai Servizi Sociali, Benedetto Leone – questo intervento è stato possibile grazie alle risorse che il Ministero dell’Interno mette a disposizione dei Comuni che accolgono i richiedenti protezione. La nostra comunità ha bisogno di luoghi di incontro per crescere nel rispetto delle tradizioni e della cultura di tutti”.

5 Novembre 2018 0

Domenica 11 nuova giornata ecologica ‘Rifiutiamo’ in campo Miranda

Di felice pensabene

CASSINO – Domenica 11 novembre, a partire dalle ore 8 fino alle ore 12, si terrà la quinta giornata ecologica “Rifiutiamo”, promossa dall’Assessorato all’ambiente del Comune di Cassino con la collaborazione della De Vizia Trasfer. Il punto di raccolta sarà ubicato in Campo Miranda “Ci attende un’altra giornata all’insegna della tutela dell’ambiente del nostro territorio. – ha detto l’assessore all’Ambiente del comune di Cassino, Dana Tauwinkelova – Siamo giunti in un solo anno alla quinta edizione della giornata ecologica che rientra nella serie di interventi mirati alla sensibilizzazione della cittadinanza alla massima collaborazione con le istituzioni, per riuscire a mettere in campo le dovute azioni finalizzate a garantire il giusto decoro in tutte le zone della città di Cassino. La giornata ecologica si svolgerà nel piazzale di Campo Miranda e consisterà nella raccolta straordinaria e gratuita di rifiuti ingombranti e non solo, ma provenienti esclusivamente da civile abitazione. Potranno essere conferiti anche legno, pittura e vernici, ferro, oli vegetali esausti, piccoli e grandi elettrodomestici e Raee. Colgo l’occasione per ricordare che i cittadini di Cassino possono conferire i loro rifiuti ingombranti, legno, ferro e RAEE durante tutto l’anno richiedendo il servizio gratuito a domicilio al numero verde 800086508”.