Tag: parcheggio

9 Agosto 2019 0

Parcheggio a pagamento ad Albano, multe salate senza preavviso se scade la sosta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ALBANO LAZIALE – Ad Albano Laziale parcheggiare può costare molto caro. Ben 41,50 di sanzione amministrativa (33 se si paga entro i 5 giorni dalla notifica) solamente se il tagliando è scaduto.

Lo sa bene un automobilista che a giugno ha parcheggiato in via Garibaldi e ha pagato la sosta nello stallo con l’app easy park (0,84cent). La sosta gli si è protratta oltre le ore 9.49 che aveva previsto ed avendo tolto il volume alle varie notifiche del telefonino, allo scadere della sosta non ha potuto nell’immediatezza prolungare il tempo. Quando se ne è accorto, alle 10.30 ha nuovamente pagato altri 80 centesimi per rimanere solamente altri 5 minuti (tutto questo verificato sulla lista delle soste di Easy park).

Tornato alla macchina, non ha trovato nessun “foglietto” sul parabrezza e ha pensato di averla fatta franca ma, del resto, aveva pagato più di un euro e 60 per poco più di un’ora di sosta.

Due mesi dopo gli arriva a casa il Verbale perché, alle 10.10 l’ausiliare del traffico aveva accertato che la sosta era scaduta.

Da Albalonga, la società che gestisce i parcheggi fanno sapere che l’ausiliare, quando accerta che è scaduto il periodo di sosta per il quale l’automobilista ha pagato, lascia un invito sul parabrezza a integrare.

Ciò non è avvenuto; perché?

L’assenza di vento o pioggia smonta l’ipotesi che il maltempo possa averlo strappato via; resta quella di un buontempone che si diverte a far prendere multe ad automobilisti, oppure che lo stesso automobilista abbia trovato quel foglietto ignorandolo pur sapendo che poi la sanzione gli sarebbe stata notificata a casa. L’ultima ipotesi è quella secondo cui quel foglietto non è stato posto sul parabrezza¸così facendo non ci si dovrebbe accontentare di recuperare il ravvedimento di pochi euro ma si punta ai 33 euro che si riscuotono dopo due mesi.

Inutile andare a chiedere spiegazioni, al costo di una mattinata persa ci si rimedia solamente strette di spalle da parte dei vigili urbani, e l’invito a fare ricorsi che, costerebbero metà della multa e lunghe perdite di tempo. Ecco perchè, alla fine, ci si arrende e si paga.

Ermanno Amedei

17 Luglio 2019 0

Frosinone- Scippa un anziano al parcheggio del supermercato; 47enne denunciato dalla polizia

Di redazione

È andata male ad un 47enne che nei mesi scorsi scippo` un anziano nei pressi di un supermercato di Frosinone. L’uomo è stato infatti rintracciato dalla polizia. Nella giornata di ieri l’ufficio trattazione atti del Reparto volanti a margine di un’articolata attività di indagine è riuscita ad identificarlo e pertanto a denunciarlo. In realtà l’anziano dopo aver riscosso la pensione si era recato al supermercato per fare la spesa. Qui veniva avvicinato all’uscita dal 47 enne malvivente che molto probabilmente già lo attenzionava e lo seguiva. Nel momento in cui l’anziano si distraeva per riporre il resto del contante nel proprio portafogli dopo aver effettuato le compere il 47 enne gli scippava violentemente dalle mani il denaro liquido pari a circa 450 euro dandosi alla fuga a bordo di uno scooter.

A distanza di mesi dopo aver visionato le immagini di videosorveglianza sia dell’attività commerciale sia delle aree limitrofe, intercettata la targa del mezzo, si è potuti risalire all’autore del gesto criminoso, attraverso l’individuazione fotografica da parte della vittima. Si tratta di un 47 enne pluripregiudicato del capoluogo con precedenti specifici della stessa indole.

Foto d’archivio

1 Luglio 2019 0

Cassino, bruciano sterpaglie nel parcheggio di campo Miranda, pericolo per alcune auto in sosta

Di redazionecassino1

CASSINO – Bruciano alcune sterpaglie nel parcheggio di campo Miranda a Cassino. Lincendio è avvenuto pochi minuti fa a ridosso del lato di via Verdi. Le fiamme alimentate dal leggero vento e, soprattutto, dall’erba secca e dai rifiuti presenti fra l sterpaglie si sono propagate in breve tempo alzando una colonna di fumo che ha invaso le abitazioni circostanti. Panico fra i residenti per il fumo denso e acre e per alcune auto parcheggiate nelle vicinanze del fuoco.

Da stabilire le cause probabilmente dovute a qualce mozzicone di sigaretta. I residenti della zona hanno avvertito le forze dell’ordine e i vigili del fuoco.

Sul posto, infati, sono prontamente intervenuti una pattuglia della polizia del Commissariato di Cassino e una squadra dei vigili del fuoco del Distaccamento di Cassino, questi ultimi, in breve tempo, hanno provveduto a spegnere le fiamme.

F. P.

8 Aprile 2019 0

Cassino, giovane colto da malore nel parcheggio di campo Miranda, soccorso da polizia e 118

Di redazionecassino1

CASSINO –  E’ successo pochi minuti fa nel parcheggio di campo Miranda a Cassino un giovane extracomuniitario è stato colto da malore mentre era insieme ad altri coetanei.

Il giovane insieme agli amici era intento a mangiare un panino quando improvvisamente ha perso i sensi accasciandosi al suolo. E’ rimasto per alcuni minuti sdraiato nell’erba mentre gli amici cercavano di rianimarlo in ogni modo.

Alcuni abitanti hanno notato la scena dalle finestre e non hanno esitato a chiamare le forze dell’ordine temendo il peggio.

In pochi minuti una volante del Commissariato di Cassino è giunta sul posto e, constatate le precarie condizioni del ragazzo, hanno provveduto ad allertare i sanitari del 118.

Sul posto, in breve tempo, anche un’ambulanza che dopo aver prestato le prime cure ha trasportato il giovane all’ospedale di Cassino.

F. Pensabene

27 Febbraio 2019 0

San Biagio Saracinisco, i carabinieri sequestrano il parcheggio multipiano

Di redazionecassino1

SAN BIAGIO SARACINISCO – Nel pomeriggio di ieri San Biagio Saracinisco i Carabinieri della competente Stazione di Picinisco hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo d’urgenza, emesso dalla Procura della Repubblica di Cassino, sottoponendo a sequestro il parcheggio multipiano sito lungo la strada Provinciale. Le indagini condotte dai militari operanti sono scaturite a seguito di da una denuncia-querela circa alcuni smottamenti del terreno rimosso durante degli scavi effettuati che avevano causato il danneggiamento di vicine abitazioni. Nell’occorso il suo immobile era stato invaso da abbondante fango e melma proveniente dal terreno di riporto collocato sulla sovrastante collina. Quindi, accertato l’elevato pericolo di frane in caso di calamità o eventi atmosferici temporaleschi, i militari operanti richiedevano il sequestro dell’intera area. L’autorità Giudiziaria, condividendo le risultanze investigative svolte, emetteva il citato decreto di sequestro e contestualmente indagava 4 persone, di cui un appartenente all’amministrazione comunale e tre responsabili dell’impresa costruttrice della struttura,  ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di “omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina, rifiuto di atti d’ufficio e cooperazioni in delitti colposi”.

6 Agosto 2018 0

Maxi pulizie nel parcheggio multipiano di via Di Biasio e in quello di piazza Garibaldi

Di redazionecassino1

CASSINO –  “La De Vizia Transfer ha effettuato degli interventi di pulizia nel parcheggio sotterraneo di Piazza Garibaldi, nei pressi la stazione ferroviaria della città è sul parcheggio Multipiano in via Di Biasio”. Lo ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova. “Gli interventi sono stati eseguiti il 22 luglio nei pressi dello scalo ferroviario e lo scorso 2 agosto al Multipiano con l’ausilio di mezzi appropriati a questo genere di operazioni.  Si evidenzia quindi che le foto riportate da alcuni quotidiani in questi ultimi giorni siano antecedenti alla data in cui la società che gestisce il servizio di raccolta differenziata e pulizia della città ha effettuato i lavori in oggetto. Stiamo lavorando per garantire il giusto decoro alla città di Cassino, con i mezzi e soprattutto le risorse di cui il Comune dispone. Nessuno ha la bacchetta magica, ma tutto si può dire tranne che la nostra città sia in degrado. Ci sono delle situazioni critiche, per carità nessuno lo nega, ma è pur vero che stiamo dando delle risposte in base ad una azione pianificata che coinvolge l’intero territorio comunale. Dal centro alle periferie senza distinzione. Ma che richiede soprattutto tempo. Noi ce la stiamo mettendo con l’ausilio degli uffici dell’area Tecnica e gli operai del settore manutensione che con sacrificio ed abnegazione svolgono un lavoro importante per il bene della citta di Cassino”. Ha concluso l’assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Manutenzione, Dana Tauwinkelova.

  

4 Aprile 2018 0

Il parcheggio del cimitero inglese diventa area di cantiere all’insaputa dei britannici

Di admin

CASSINO – I lavori di costruzione del marciapiede.sulla Strada Provinciale per San Angelo a Cassino procedono senza le dovute accortezze e precauzioni.

Oggi, il piazzale posto dinanzi al cimitero inglese, di proprietà della Commissione per i Cimiteri di Guerra Britannici, è stato invaso dai mezzi d’opera della ditta incaricata dei lavori.

Ma oltre ai mezzi la ditta ha scaricato un camion di sabbia da costruzione e alcuni metri cubi di cigli in travertino.

Il tutto parrebbe senza l’autorizzazione dell’ente britannico deputato alla custodia dei caduti e alla perpetuazione della memoria.

Ci troviamo di nuovo dinanzi ad una mancanza delle più elementari regole.di educazione e di buon senso. Dopo la vicenda dei polacchi con l’Albaneta e di via Di Biasio per il monumento ai tedeschi, di nuovo Cassino è vittima della superficialità… ancora Cassino che “inzacchera” la memoria.

27 Febbraio 2018 0

Cassino, “Spuntano…due posti riservati” nel parcheggio di via Tommaso Piano, ma destinati a chi?

Di redazionecassino1

CASSINO – Un brano di qualche anno fa iniziava così: “Spunta la luna dal monte…!“, ma a quanto pare a Cassino a spuntare dal nulla sono due parcheggi riservati nel parcheggio retrostante il Comune, in via Tommaso Piano e, soprattutto, riservati a chi? Con l’avvento dell’amministrazione D’Alessandro, stiamo imparando a vederne di tutte i colori, con buona pace della “tolleranza zero” verso i furbetti, tanto sbandierata in campagna elettorale. Non è dato neppure sapere quale sia la brillante mente che abbia pensato di garantire al sindaco, a qualcuno del suo staff o a quale dirigente quei due posti. Già, perché si tratta proprio di posti riservati, con tanto di “R” ben in vista di color rosso e delimitati da catena e paletti, “R” peraltro poi frettolosamente cancellata, ma comunque ben visibile lo stesso. Sicuramente il messaggio è chiaro, far capire ai malintenzionati che avessero avuto l’ardire di occuparli, chi comanda.

Ma non basta, poiché sull’Albo Pretorio del Comune è apparsa un’Ordinanza di Polizia Locale (N° 56 del 23.02.2018) che autorizza due parcheggi per invalidi. Fin qui tutto normale se non fosse che il documento allegato non “risulta consultabile on line”. Non si capisce il motivo e non si capisce dove questi stalli per disabili debbano essere realizzati e se, effettivamente siano per dei disabili. Quel che è certo che gli unici posti riservati  che sono spuntati sono quelli in bella mostra nel parcheggio di via Tommaso Piano.

E’ inspiegabile anche come si possano creare due posti riservati su un terreno che, a detta di molti e bene informati,  apparterrebbe al Genio Civile sul quale negli anni passati non è stato possibile realizzare parcheggi riservati per i disabili che lavorano o si recano negli uffici comunali per loro esigenze, proprio in virtù di quello specifico diritto, nonostante le richieste delle associazioni dei disabili. Ora viene da chiedersi, se per i disabili non si potevano realizzare stalli riservati, e si sa quanto ce ne sia bisogno peiprio in quel parcheggio, perché per altri è possibile?

Occorre, infine, ricordare a quella brillante mente che ha avuto l’intuito di realizzare quei due parcheggi, che il Codice della Strada prevede parcheggi riservati oltre che ai disabili, soltanto alle auto di servizio delle forze dell’ordine dei mezzi di soccorso (ambulanze e vigili del fuoco) non certo per le auto private di sindaci, dirigenti comunali o assessori.

Quello che risalta agli occhi, in tutta questa poco edificante storia, è la differenza con la precedente amministrazione Petrarcone che privilegiava una mobilità cittadina sostenibile, ecologica, alternativa ed a basso impatto inquinante. A D’Alessandro & Co. quel tipo di mobilità non interessa, tanto i dati sull’inquinamento atmosferico sono tutti nella norma ed è sufficiente un “capo classe energetico” per risolvere il problema delle polveri sottili, del PM10, del caos del traffico a Cassino. Convinti loro…!

F. Pensabene

13 Gennaio 2018 0

Parcheggio abusivo a Veroli, Forestali sequestrano manufatto e denunciano responsabile

Di admin

VEROLI – Un parcheggio abusivo di alcune centinaia di metri quadrati è stato sequestrato dai carabinieri forestali a Veroli. Il piazzale è stato individuato in via Colle Capito dove il cantiere per relizzarlo non era stato ancora chiuso.

Le dimensioni sono di circa 70 per 35 metri lineari. I militari hanno constato che l’opera era priva di qualsiasi autorizzazione urbanistica, pertanto al fine di non portare il reato ad ulteriori conseguenze, il piazzale parcheggio è stato posto sotto sequestro giudiziario.

 

Al responsabile è stata contestata l’infrazione del Codice dell’Ambiente poiché il manufatto erano stati ammantato con rifiuti quali: fresato d’asfalto, rifiuti provenienti da attività di demolizione edile, plastiche e vetri. Il reato su menzionato, è stato notiziato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone.

Al fine della corretta regimazione delle acque, verificato che la terra è sottoposta a vincolo idrogeologico è stato altresì elevato verbale amministrativo poiché per la realizzazione del piazzale/parcheggio è stato effettuato un notevole movimento di terra senza il prescritto nulla osta.

18 Dicembre 2017 0

Diverbio per un parcheggio e spunta un coltello, denunciato un 42enne

Di redazionecassino1

Fiuggi – Un diverbio  per un parcheggio termina con una denuncia ed il sequestro di un coltello a scatto lungo 17 cm. E’ quanto accaduto nella serata di ieri a Fiuggi. Interviene la Squadra Volante del capoluogo: gli agenti giunti sul posto ricostruiscono l’accaduto e denunciano un 42enne dell’hinterland della città termale. L’uomo aveva minacciato ed aggredito un 23enne.