Tag: sindaco

11 Aprile 2019 0

Cassino al voto; salta la candidatura a sindaco di Lena. Palombo (Lega): “Non ci sono le condizioni”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Nuovo colpo di scena nella scelta del candidato a sindaco per il centrodestra. Sembrerebbe saltata la candidatura di Claudio Lena. Data per certa qualche giorno fa e, pronta per la designazione ufficiale, ieri sera è stata messa in discussione dalla Lega che inizialmente l’aveva appoggiata. Al tavolo del centrodestra, ieri notte, il coordinatore provinciale Palombo ha sancito la rottura definitiva con gli alleati o presunti tali. L’addio definitivo è avvento nel corso della riunione nella quale si doveva condividere la candidatura di Claudio Lena come candidato unico per unire le forze di centrodestra. Il comunicato emesso dal coordinatore provinciale, del resto, non lascia spazio a dubbi sulla volontà del Carroccio di voler affossare la candidatura di Lena.

“Nel corso della riunione del 8 aprile nella quale si doveva condividere la candidatura di Claudio Lena come candidato unico per unire le forze di cdx  – scrive Palombo – si è registrata invece nella stessa riunione la non condivisione della candidatura proposta da parte della portavoce di FdI Angela Abbatecola la quale si era impegnata a comunicare il giorno successivo l’adesione al progetto del cdx unito. Non solo non è pervenuta alcuna decisione in merito, ma dai quotidiani di questa mattina si è appreso invece che la stessa ha partecipato ad una riunione con altre forze civiche e politiche sostenendo di creare un cartello anti Lena. A questo si aggiunge il logorio da parte di alcune forze politiche che hanno lavorato per non determinare un cdx unito. La Lega che non ha voluto esprimere un proprio candidato ma ha individuato in Lena la persona che poteva rappresentare la garanzia per la tenuta del progetto politico prende atto con rammarico e profonda amarezza che non ci sono le condizioni per poter continuare”.

Torna tutto in alto mare, quindi, il progetto di unità del centrodestra e la candidatura di Lena a pochi giorni dalla scadenza del termine, del 27 aprile, per la presentazione delle liste alle prossime elezioni del 26 maggio. Quel che è certo che vi saranno ulteriori sviluppi nel corso dei prossimi giorni visti anche i tempi ristretti. Resta, tuttavia, il ‘teatrino’ indecoroso’ della politica locale sulla scelta di persone in grado di ridare fiducia ai cittadini e, soprattutto, digintà a questa Città.

F. Pensabene

9 Aprile 2019 0

Cassino al voto; il centrodestra sceglie Claudio Lena a candidato sindaco

Di redazionecassino1

CASSINO – Sembra che anche il centro destra abbia scelto il proprio candidato a sindaco per Cassino, si sarebbe, infatti, raggiunto l’accorso sul nome di Claudio Lena. Il docente universitario, nonchè fratello del dirigente Gianni Lena, dovrebbe ricevere l’investitura ufficiale nella giornata di oggi. Si sarebbe, quindi, trovata la convergenza tra i rappresentanti della Lega, di Forza Italia e dell’Udc. Prende tempo Fratelli d’Italia che, del resto, aveva avanzato la candidatura di Fabio Marino. Con tutta probabilità, però, anche il partito della Meloni alla fine accetterà la designazione di Lena.

Si compone, quindi, il quadro degli aspiranti sindaci con Lena per il centrodestra, Enzo Salera per il centrosinistra, Renato De Sanctis con i No Acea e la sinistra unita per Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone con un polo civico si sfideranno alle prossime elezioni del 26 maggio per la poltrona di Primo cittadino di Cassino.

Restano, tuttavia, in sospeso le posizioni di Massimiliano Mignanelli che dovrà scegliere se convergere su Lena o Petrarcone o tentare l’avventura in solitaria, e quella del Movimento 5 Stelle se presenterà la propria lista con candidato a sindaco.

 

 

8 Aprile 2019 0

Tangenti per bloccare fatture di vitto alloggio per stranieri, notificato a Salvati la misura cautelare in carcere

Di admin

SAN GIOVANNI INCARICO – Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo hanno notificato ad Antonio Salvati, 57 anni, ex presidente dell’Unione dei Comuni – Antica Terra del Lavoro, il provvedimento emesso dal Tribunale Ordinario di Roma, Sezione Speciale Riesame che prevede, come richiesto dall’AG di Cassino, l’applicazione della custodia in carcere del Salvati.

Provvedimento non ancora definitivo in attesa di eventuale appello in Corte di Cassazione (ex art 310 cpp) da parte di Salvati. Tale provvedimento scaturisce da un’attività d’indagine condotta dal Comando Provinciale di Frosinone e dalla Compagnia di Pontecorvo per il reato di concussione, intralcio alla giustizia e corrruzione elettorale. I particolare Salvati avrebbe chiesto 250 mila euro in varie trance ad un imprenditore del luogo legale rappresentante di una cooperativa, al fine di ottenere i pagamenti delle fatture di vitto e alloggio dei richiedenti asilo politico alloggiati in apposite strutture del territorio.

7 Aprile 2019 0

Cassino al voto: Salera vince le primarie ed è il candidato sindaco per il centrosinistra

Di redazionecassino1

CASSINO – Dopo la candidatura di Petrarcone, presentata venerdì pomeriggio, le primarie del centrosinistra hanno indicato il candidato sindaco dello schieramento.

Enzo Salera, unfatti, ha vinto le primarie del centrosinistra di Cassino con 1313 voti, seconda Sarah Grieco con 848 preferenze e terzo Luigi Maccaro con 455 voti, 6 schede bianche e 13 quelle nulle, si chiude con un grande successo di partecipazione l’esperienza delle primarie in vista delle elezioni amministrative di fine maggio.

Alta l’affluenza alla  consultazione nei quattro seggi allestiti in di via XX Settembre.Si sono recati ad esprimere la loro preferenza ben 2635 cassinati. Già dalle prime ore si è visto il gran fermento che animava la consultazione voluta dal partito di via Arigni, infatti alle 9 avevano già votato oltre cento persone.

Soddisfazione è stata espressa dai vertici del partito per la grande partecipazione.

Enzo Salera, Giueppe Golini Petrarcone e Renato De Sanctis sono quindi tre degli aspiranti a contendersi la poltrona di  primo cittadino di Cassino. Resta da vedere le altre forze politiche quali candidati proporranno ai cittadini della Città Martire alle prossime elezioni amministrative del 26 maggio. Attesa c’è per le scelte del centro destra, mentre per la Lega il nome che circola, ormai con insistenza, è quello di Giuseppe Sebastianelli.

F.P.

foto di repertorio

31 Marzo 2019 0

Cassino al voto: Maccaro, Salera e Grieco i candidati sindaco alle primarie del Pd

Di redazionecassino1

CASSINO – Saranno tre i candidati a sindaco per il Pd che si sfideranno alle primarie del 6 aprile prossimo. Si è conclusa ieri sera alle 20 la fase di presentazioni delle firme per correre alla consultazione. Il numero minimo di consensi era fissato in 250 preferenze, ma tutti e tre i candidati lo hanno superato abbondantemente. Primo a consegnare le firme è stato Luigi Maccaro, della lista Demos, con 473, Enzo Salera, consigliere uscente ed ex assessore al bilancjo della giunta Petrarcone, ne ha prodotte 354, ultima a presentarsi alla sede Pd di via Arigni, l’ex consigliere comunale Sarah Grieco con 425 preferenze.

Alle operazioni hanno assistito anche il reggente provinciale della federazione Domenico Alfieri, le dirigenti provinciali Giuseppina Bonaviri e Francesca Cerquozzi, oltre al capogruppo regionale Mauro Buschini ed i componenti della commissione primarie Romeo Fionda, Giuseppe Moretti e Marco Procino.

Soddisfazione è stata espressa da tutti i candidati per la novità della consultazione nella scelta del prossimo candidato a sindaco per Cassino, espressione di democrazia. In tanti, ha sottolineato Enzo Salera, che hanno incoraggiato i candidati, l’iniziativa ha avuto grande partecipazione fra i cittadini della Città martire, infatti totale sono stati 1255 quelli che si sono recati ai banchetti per firmare le liste.

Ora via alle primarie che si terranno sabato 6 aprile in un locale di via XX settembre 57 dalle 8 alle 20.

25 Marzo 2019 0

Cassino al voto; “fumata nera” nel Pd per la scelta del candidato sindaco. Ipotesi primarie?

Di redazionecassino1

CASSINO – Sembrava cosa fatta la candidatura a sindaco di Cassino per l’ex consigliere Enzo Salera dopo il passo indietro di Peppino Petrarcone, in realtà non sembra essere così. Venerdì sera, infatti, tutto è stato rimesso in discussione quando è stata avanzata anche la candidatura dell’ex consigliere Alessandro D’Ambrosio. Ad evidenziare le difficoltà emerse un comunicato del segretario cittadino, Marino Fardelli, in cui sottolinea come: “Nella serata di venerdi 22 marzo all’interno della sede del PD sono emerse due candidature a Sindaco. Questa mattina nell’incontro con il centrosinistra cittadino spiegando la difficoltà del PD in maniera ufficiale di fare una scelta a seguito delle novità emerse nella riunione sempre di ieri sera se non con l’istituto delle primarie di coalizione, secondo le regole vigenti dello Statuto del PD, appreso che oltre alle due candidature del PD sono emerse in data odierna altre candidature a nome di altri componenti della coalizione”.

L’ipotesi, quindi, che si profilerebbe sarebbe rappresentata dalle primarie, ma da realizzarsi forse entro gli inizi di aprile, visti i tempi ridottissimi. La presentazione delle liste, infatti, deve avvenire entro il 27 aprile.

Neppure l’incontro di sabato mattina, allargata all’intero centrosinistra, è riuscita ad ottenere risultati positivi neppure su possibili nuovi candidati a sindaco quali, Luigi Maccaro e Pierluigi Franchitto.

Un vero e proprio caos all’interno del Pd cittadino e nell’intero centrosinistra che rischia di spaccare il partito e la stessa coalizione con le ben note conseguenze che nel 2016 portarono alla vittoria del centrodestra se pure per pochi voti.

L’unica cosa certa, al momento, è la posizione contraria alle primarie del candidato Salera, giudicata dallo stesso, come espediente per ostacolare la sua candidatura. Una soluzione si spera possa venire dalla riunione prevista per questa mattina.

F. Pensabene

 

 

20 Febbraio 2019 0

Occupazione abusiva a Pontecorvo, il sindaco fa scattare i controlli della polizia locale

Di admin
PONTECORVO – “Occupazione abusiva dei marciapiedi: tantissime le proteste e le segnalazioni arrivate al comune da parte dei cittadini. Scattano i controlli della della polizia locale. Ad emanare la direttiva è stato il sindaco Anselmo Rotondo“. Lo si legge in una nota redatta dallo stesso sindaco di Pontecorvo. “A seguito di decine di segnalazioni arrivate dai cittadini che, non potendo transitare sui marciapiedi, a causa delle occupazioni abusive ho dato disposizione alla polizia locale di eseguire controlli su tutto il territorio comunale. Controlli che riguarderanno sia l’aspetto autorizzativo, sia quello del pagamento della tasse sull’occupazione del suolo pubblico. Si tratta di un provvedimento chiesto a gran voce dalla cittadinanza che tutela la legalità e il rispetto del decoro urbano”.
11 Febbraio 2019 0

Pistilli al sindaco: “Giusto ricordare i martiri delle foibe, ma quel piazzale andrebbe intitolato a Ummidia Quadratilla”

Di redazionecassino1

CASSINO –  Il prof. Emilio Pistilli scrive al sindaco D’Alessandro sull’intitolazione del piazzale del teatro Romano.

“Caro Sindaco, ho appena saputo dell’intento di intitolare ai Martiri delle foibe il piazzale antistante il teatro romano. Ben venga una intitolazione ai nostri martiri, però resto ancora una volta stupefatto per la mancanza di considerazione per iniziative e richieste che vengono dalla città. Nel marzo del 2009 il Centro Documentazione e Studi Cassinati (CDSC onlus) avanzò all’amministrazione dell’epoca un appello per intitolare quel piazzale alla benemerita matrona dell’antica Casinum Ummidia Quadratilla, che aveva donato alla città un anfiteatro e un teatro, proprio quello antistante il piazzale, di cui tutti oggi andiamo orgogliosi. Alla matrona nel 1961 era stato intitolata la strada che va da via Roma a via Crocifisso-Campo di Porro; successivamente, nell’ottobre 2007, inspiegabilmente fu revocata quella intitolazione a favore del monaco benedettino Angelo Pantoni, un pilastro della storia del nostro territorio. Da allora si è operata una sorta di damnatio memoriae di Ummidia Quadratilla.

Per sanare questa ingiustizia il CDSC avanzò una richiesta scritta di intitolarle il piazzale parcheggio del teatro romano, richiesta che aveva anche il benestare della Soprintendenza Archeologica; fu protocollata nell’ufficio comunale e lì è rimasta. Tutte le amministrazioni che si sono susseguite furono dal CDSC sollecitate a darle corso, ma inutilmente; anche Lei ha ricevuto più volte la nostra sollecitazione sia pure verbalmente.

Siamo alle solite: il primo che si sveglia tra gli amministratori presenta la sua idea e … detto fatto.

Ripeto, è cosa giusta e lodevole dedicare uno spazio della Città ai martiri delle foibe, ma non mancano certo altri luoghi, forse più confacenti e più centrali per onorare quei nostri martiri. Il primo che mi viene in mente – ma è solo un esempio – potrebbe essere il largo cosiddetto dell’Excelsior, innesto Via Roma e Via Corso della Repubblica, dove starebbe bene anche una stele a memoria.

Ma non sta a me decidere tali cose.

Fare memoria è sempre una cosa importante per una popolazione, in particolar modo per la Città di Cassino che è stata defraudata di tutto dalla guerra e che vorrebbe recuperare almeno il suo patrimonio memorialistico. Ma non lo si faccia sovrapponendo ancora una volta una memoria ad altra ugualmente importante”.

Emilio Pistilli

Presidente onorario CDSC onlus

2 Febbraio 2019 0

Rubano 23 computer nella scuola Velletrano a Velletri, il sindaco: opera di imbecille che a scuola non ha imparato

Di admin

VELLETRI – Visita notturna dei ladri nella scuola media Andrea Velletrano a Velletri. Uno o più malviventi, si sono introdotti all’interno del plesso di viale Regina Margherita e lì, forzando un armadio blindato, si sono impossessati di 20 notebook, pc portatili e tre computer da tavolo, materiale tecnologico utilizzato per la didattica e per la gestione amministrativa della scuola.

Valore del bottino è di diverse migliaia di euro ma il danno alla scuola e agli studenti è ancor più importante. In un post su Facebook il sindaco Orlando Pocci ha scritto: “Il furto di questa notte presso la scuola media Andrea Velletrano è opera di qualche imbecille che evidentemente, a scuola, non ha imparato molto! I computer che hanno rubato servivano per formare i ragazzi ed erano stati acquistati con enormi sacrifici. Faremo del tutto per aiutare la scuola e la renderemo ancora più sicura e protetta. Confido nel lavoro delle forze dell’ordine per trovare i responsabili di questa vergogna e punirli come prevede la legge”.

2 Febbraio 2019 0

Il “Game over” al Sindaco espresso imbrattando la facciata del Municipio

Di redazionecassino1

CASSINO –  “Il declino di un’intera comunità”, lo definisce così, e certamente non gli si può dar torto, il cittadino di Cassino che sul proprio profilo facebook ha postato la foto dell’atto vandalico messo in atto durante la notte sulla facciata di piazza De Gasperi del palazzo municipale.

L’autore del gesto ha voluto esprimere il suo dissenso politico verso l’amministrazione D’Alessandro in modo visibilmente efficace, almeno secondo lui, utilizzando il concetto espresso dal consigliere Di Mascio nei giorni scorsi.  Per entrambi il Primo cittadino sarebbe arrivato il “Game Over”.

La differenza fra le due modalità di epressione del pensiero è facilmente intuibile, quella del buontempone notturno ricadrà, per i costi della cancellazione, se pur in modo marginale, sulle tasche dei cittadini, comprese quelle dell’ignoto autore, l’altro no. Non è vandalizzando un ‘bene comune’ che si potrà accelerare la fine di un’amministrazione comunale.

Certo è che esprimere il proprio dissenso sulla politica di questa Amministrazione è sempre legittimo, basterebbe farlo in modo palese, nelle sedi opportune, senza doversi fare aiutare dall’oscurità, magari evitando di imbrattare a destra e a manca i muri degli edifici, tanto più se appartenenti all’intera collettività come quelli del Municipio!

Foto tratta dal profilo facebook di Mario Musilli