Sindaco condannato per concussione, comunità scossa

11 aprile 2009 0 Di redazione

Una comuinità scossa quella di Pontecorvo in seguito alla sentenza di primo grado che ha condannato il sindaco Roscia a sei anni di reclusione e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. La concussione, il reato per cui il primo cittadino era sotto processo, è incompatibile con la carica di sindaco e per questo sicuramente, non appena la sentenza verrà notificata alla prefettura, Roscia sarà sospeso e la sua carica sarà affidata al vice sindaco. Un equilibrio che potrebbe durare fino alla fine del mandato previsto per il 2011 oppure fino al terzo grado di giudizio. Quando anche la Cassazione si esprimerà sulla vicenda, allora Roscia potrebbe perdere definitivamente la fascia tricolore nel caso di conferma della sentenza di primo grado, oppure tornare a fare il sindaco nel caso di ribaltamento della stessa sentenza.