La paura del terremoto si concentra sulle “lesioni” dei muri

10 Aprile 2009 0 Di Comunicato Stampa

Sull’onda del terremoto de L’Aquila, la paura dei crolli attanaglia anche i Cassinati. Le scosse, che comunque sono state avvertite nitidamente anche nella provincia di Frosinone, hanno lasciato il “segno” (guarda la video notizia) nello stato di ansia della gente e sui muri delle loro case. In questi giorni, ogni nuova crepa o lesione che viene individuata nelle abitazioni fa scattare la segnalazioen ai vigili del fuoco per chiedere una verifica statica dello stabile. Decine di telefonate, in questi giorni, sono arrivate ai centralini dei pompieri da San Vittore, Sant’Elia, Piedimonte, Pontecorvo e soprattutto Cassino. Ieri mattina i pompieri hanno risposto alle paure dei residenti del quartiere San Bartolomeo ed in particolare a chi abita nelle tre grosse “torri”. I vigili, armati di piuccozza, hanno fatto saltare inb più punti l’intonaco in prossimità delle lesioni per accertarne la profondità. La lesione è preoccupante infatti se coinvolge anche il muro portante, cioè quello in cemento armato. Un altro intervento è stato effettuato in Piazza Labriola su un cornicione dei portici. In nessun caso sono stati riscontrati problemi di stabilità.