Giorno: 26 giugno 2012

26 giugno 2012 0

Gita sul monte Calvana finisce in tragedia, muore un bimbo di 11 anni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una gita sul monte Calvana, vicino Prato, è finita in tragedia. Circa una sessantina di bambini della parrocchia di Paperino di età compresa tra gli 8 e i 16 anni gli appartanenenti alla comitiva. Dopo aver percorso diversi chilometri sotto il sole diversi bambini hanno iniziato a sentirsi male. In particolare un bimbo di 11 anni è entrato in arresto cardiaco e purtroppo anche l’intervento di un elicottero è stato vano per strapparlo alla morte dopo esser giunto all’ospedale di Careggi. Altri bambini sono stati trovati disidratati e sfiniti, e portati a piccoli gruppi presso la caserma dei Vigili del Fuoco di Prato sono stati affidati alle cure dei sanitari. Ad accompagnarli alla gita c’era il parroco di Paperino e diversi adulti.

26 giugno 2012 0

Tenta di violentare una 24enne, la polizia indaga su un presunto caso di stupro

Di admin

Una ventiquattrenne del cassinate si presenta nelle prime ore della mattinata presso il Commissariato P.S. di Cassino per raccontare quanto accaduto la notte precedente.

La giovane nel fare rientro in auto presso la propria abitazione in un paese del cassinate viene affiancata da un automobilista che la costringe dapprima a rallentare e poi a fermarsi.

L’uomo sceso dall’auto costringe la donna a salire a bordo della sua automobile e si allontana.

Appartatosi tenta di avere un rapporto sessuale con la giovane e poi la riaccompagna dove l’aveva prelevata.

La ragazza preoccupata raggiunge il pronto soccorso e dopo essere stata visitata decide di raccontare tutto alla Polizia.

E’ dalle prime ore di questa mattina che gli investigatori del Commissariato di Cassino stanno lavorando per risalire all’aggressore.

Tanti gli elementi acquisiti per individuare l’uomo e poterlo assicurare alla giustizia.

26 giugno 2012 0

I carabinieri sequestrano una discarica abusiva di eternit

Di admin

In Via Belvedere a Cervaro i carabinieri della locale Stazione hanno rinvenuto su un terreno una discarica abusiva composta da vari fogli di eternit ed altro materiale. L’intera area, di circa 15 mq. e tutto il materiale presente è stato sequestrata. Sono in corso le indagini per identificare gli autori.

26 giugno 2012 0

Sesta edizione del torneo di calcio a cinque per commemorare il Maresciallo Capo Gianluca Luciani

Di admin

Come è ormai tradizione, anche quest’anno, presso la Caserma dei Carabinieri M.O.V.M. – Enrico Rebeggiani in Chieti Scalo, sede del Centro Nazionale Amministrativo dell’Arma dei Carabinieri, si è svolto un , già in servizio presso il suddetto Polo Amministrativo, deceduto nel mese di maggio 2004 a seguito di un incidente stradale.

L’evento sportivo, giunto alla sesta edizione, ha visto la partecipazione oltre ai Carabinieri in servizio presso gli Uffici del Centro Nazionale Amministrativo anche dei Comandi territoriali dell’Arma dei Carabinieri di Chieti per un totale di otto squadre e di oltre cento militari impegnati nella competizione.

Gli onori di casa sono stati fatti dal Comandante del Centro Nazionale Amministrativo dell’Arma dei Carabinieri Colonnello t.SG Claudio Cogliano, il quale nell’ottica di conferire sempre maggiore importanza al torneo, ha esteso l’invito alla partecipazione oltre ai Comandi territoriali dei Carabinieri di Chieti anche alle Autorità civili e militari presenti sul territorio.

Alla premiazione della squadra vincente e di tutti gli altri partecipanti al torneo, oltre ai familiari del defunto, hanno partecipato il Generale di Brigata Luigi Longobardi, Comandante della Legione Carabinieri “Abruzzo” e l’Assessore allo sport e alle politiche giovanili del Comune di Chieti Signor Marco Russo.

26 giugno 2012 0

Fumo in autostrada, chiuso il tratto San Severo – Foggia sull’A14

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che sull’A14 Adriatica, alle 17 è stato chiuso il tratto tra San Severo e Foggia in entrambe le direzioni, a causa del fumo prodotto da un incendio che sta interessando un’area adiacente alle competenze autostradali all’altezza del km 550 , a lato della carreggiata destra. Sul luogo dell’evento, dove sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco e il personale di Autostrade per l’Italia, attualmente (ore 17:40) la visibilità è scarsa. Autostrade per l’Italia consiglia agli utenti provenienti da Pescara e diretti verso Bari, dopo l’uscita obbligatoria a San Severo di percorrere la Strada Statale 16 Adriatica e rientrare a Foggia. Agli utenti provenienti da Bari e diretti verso Pescara si consiglia il percorso inverso. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da Isoradio 103.3 FM ed attraverso i pannelli a messaggio variabile. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

26 giugno 2012 0

Al “1° Trofeo Città di Cassino”: Rocca D’Evandro, Atletic Mignano e S.Giorgio sempre capoliste

Di redazionecassino1

Prosegue la Golden Cup con la prima finalista ammessa alla fase 4:  Tecnostore Roccasecca. La formazione roccaseccana supera 2 a 1 Amatori Lenola e conquista l’acceso Alla finale, nell’altro incontro, però,  Amatori Piedimonte batte 3 a 3 Amatori Arce, ma l risultato non è stato omolgato per il reclamo presentato proprio da Arce. Bisognerà attendere, quindi, gli esiti della giustizia sportiva per conoscere l’altra finalista. Prosegue, intanto, il  “1° Trofeo Città di Cassino” che vede, nel  girone ‘A’  Rocca D’Evandro e Atletic Mignano a punteggio pieno, a quota sei.  Dopo  la vittoria ottenuta da Rocca D’Evandro, per  3 a 0, contro Longobarda Pontecorvo, la formazione campana divide il primato con l’Atletic Mignano fermo per riposo settimanale. Battuta d’arresto, invece per Tecnocasa fermato dalla sconfitta casalinga per 2 a 3, dal Terelle. Nel girone ‘B’ resta in vetta al torneo San Giorgio 1996 a quota sei punti, nonostante il turno di riposo, mentre Real Foresta deve accontentarsi di un punto dopo il pareggio casalingo cui l’ha costretto Acquafondata 2008. Goleada fra Real S. Andrea e La Bottega del Vino, quest’ultima, infatti, soccombe sul proprio terreno per  1 a 5 a favore degli ospiti.

F. Pensabene

26 giugno 2012 0

Cavani, nei sogni di Marotta e Conte, trattativa per migrare alla ‘Vecchia Signora’?

Di redazionecassino1

La Juve e Conte vogliono fortissimamente il Matador delle notti magiche napoletane. Il suo nome circola da tempo fra gli ‘addetti ai lavori’. Edinson Cavani è sempre in cima ai pensieri di Beppe Marotta, a dispetto delle smentite: se da un lato l’idea del giocatore in grado di fare la differenza da inserire in un gruppo solido viene offuscata, dall’altro sotto traccia i bianconeri pensano al colpaccio e mettono sul tavolo contropartite tecniche e soldi cash per ingolosire Aurelio De Laurentiis.

I bianconeri sarebbero disposti a fare follie per il Matadord, offrendo il cartellino di Alessandro Matri (pagato 18 milioni di euro, un anno e mezzo fa, ma non più indispensabile nei piani di Antonio Conte), Sebastian Giovinco (riscattato a caro prezzo – 11 milioni di euro – dopo una stagione esaltante vissuta a Parma) e un conguaglio piuttosto consistente, ossia 20 milioni di euro. Una mega offerta che farebbe tremare i presidenti più audaci.

26 giugno 2012 0

Di Russo – Grossi: Giornata mondiale contro la droga “Vivi da protagonista e non da controfigura”

Di redazionecassino1

“Il manifesto che come Comune abbiamo pensato e realizzato, in occasione della giornata mondiale di lotta contro la droga, è un chiaro invito ai ragazzi, di qualunque fascia di età, a credere nelle proprie possibilità e a cercare in sé stessi le risorse necessarie per affrontare la vita.” A riferirlo è l’assessore ai servizi sociali del Comune di Cassino, Stefania Di Russo. “Sicuramente – ha continuato la Di Russo – l’attenzione verso il problema delle droghe è molto elevato, in quanto negli ultimi cinque anni il prezzo degli stupefacenti al dettaglio è diminuito notevolmente. Un fattore che ha reso più facile la diffusione delle droghe, fino a far diventare, ad esempio, la cocaina una delle sostanze illecite più consumate, seconda solo alla cannabis. Analogo discorso è valido per le droghe sintetiche, le cosiddette droghe alternative, che hanno subito un ribasso nei prezzi fino al 20%, senza ovviamente dimenticare la dipendenza da alcool che ogni anno nel mondo miete milioni di vittime. Una serie di dati molto preoccupanti e sui quali l’intervento delle istituzioni diventa di fondamentale importanza. Tutto questo senza sottovalutare le altre forme di dipendenza che colpiscono anche i più piccoli e che non vanno assolutamente sottovalutate, come ad esempio internet, i videogiochi, il cellulare. Diventa, quindi, di importanza quasi vitale individuare il disagio giovanile agli albori, riuscendo ad interpretare nel modo migliore i segnali che il ragazzo lancia e che solitamente consistono in comportamenti insoliti ed aggressivi, inappetenza, sbalzi d’umore, scarso profilo scolastico, continue richieste di denaro e bugie che il soggetto affetto da dipendenza racconta per giustificare i propri comportamenti. Come istituzioni, quindi, è nostro dovere agire sulle famiglie e sulla scuola, individuando il disagio giovanile ai suoi albori ed intervenendo in maniera specifica. A tal proposito nel corso del prossimo Consiglio Comunale verrà discusso il regolamento sull’Osservatorio sociale e stiamo già lavorando in sinergia con l’Università degli Studi di Cassino, Asl ed Exodus, per la costituziuone di un osservatorio sul disagio giovanile che sono convita di riuscire a portare all’attenzione del Consiglio Comunale già nel prossimo autunno.” Sulla stessa lunghezza d’onda, l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Cassino Danilo Grossi: “Ritengo fondamentale l’impegno di tutte le forze sociali nell’affrontare un tema così delicato per il quale è importante l’attezione di tutti gli addetti ai lavori. A tal proposito ho convocato per martedì 10 luglio tutti i dirigenti scolastici delle scuole medie e superiori di Cassino e le Forze dell’Ordine per una riunione, cui parteciperà ovviamente anche l’assessore Di Russo, nel corso della quale è nostra intenzione dare concreta applicazione ad un piano di attenzione verso le problematiche legtate alla diffusione delle droghe anche in ambito scolastico. Quello di martedì 10 luglio non sarà, soprattutto dopo i blitz che le Forze dell’Ordine hanno effettuato nel corso di questo anno nelle nostre scuole, un incontro prettamente teorico, ma programmatico e sarà l’occasione per stabilire una serie di azioni concrete, attraverso un lavoro congiunto di Comune e Forze dell’Ordine, da effettuare sul nostro territorio a partire dal prossimo anno scolastico.”

26 giugno 2012 0

Mazzaroppi: Ancora sulla Tarsu, la residua maggioranza non amministrare o è in malafede

Di redazionecassino1

Da Libero Mazzaroppi riceviamo e pubblichiamo.

Lascia davvero sconcertati il comunicato degli otto (reduci) che hanno ancora l’ardire di definirsi e “firmarsi” maggioranza, a proposito della Tarsu che, negli ultimi tre anni, è stata incassata abbondantemente oltre il limite consentito dalla Legge.

Anche se velatamente, è stata però costretta ad ammetterlo (la verità è troppo evidente per poter essere negata); e, come sempre, la premiata ditta “grincia & co.” ha voluto dire la sua con le solite argomentazioni capziose e false.

Ancora una volta, senza pudore alcuno, nel maldestro tentativo di coprire i loro errori, gli estensori del comunicato a firma della maggioranza non riescono a nascondere l’astio contro la nostra opposizione rea di esercitare una costante azione di controllo in favore ed a tutela dei cittadini.

Di fatto, anche se sperano di confondere gli aquinati, sono stati costretti ad ammettere di aver preso dei soldi in più, cercando di minimizzare l’entità della somma illegittimamente prelevata dalle tasche dei cittadini.

E’ una falsità.

Noi sappiamo che non si tratta di pochi spiccioli e sappiamo non solo che non è consentito secondo norma, ma anche che è moralmente riprovevole specie in una fase di crisi e di sofferenza che attanaglia tutte le famiglie e tutti gli strati sociali della popolazione.

Come abbiamo già fatto in occasione del dissesto (prima dichiarato e difeso dalla maggioranza e poi revocato a seguito del competente ricorso promosso e inoltrato a spese delle nostre famiglie), anche in merito alla questione Tarsu  obbligheremo la maggioranza grinciana a rimangiarsi le sue affermazioni.

Comunque rassicuriamo i cittadini che, come abbiamo sempre fatto, anche in questa circostanza, diremo noi la verità con atti e fatti alla mano.

Sino ad oggi Grincia ed i suoi non ci hanno ancora messo a disposizione le carte (che il Sindaco continua, chissà perché, gelosamente a nascondere).

Continuino pure ostinatamente a coinvolgere e trasformare in parafulmine i dipendenti con le loro scelte sbagliate ed illegittime. D’altra parte, il vizio di scaricare sugli altri le proprie responsabilità è una pratica condotta in perfetto stile grinciano. E, si sa, il lupo perde il pelo, ma non il vizio.

Noi, per ora, ci limitiamo a dire che Grincia in Consiglio Comunale, replicando ai nostri rilievi sulla Tarsu in eccesso e fuorilegge, ebbe a dire: “se ho preso dei soldi in più, anche un solo centesimo, li restituirò ai cittadini”.

Bene Sindaco: inizia a restituire gli euro indebitamente incamerati (lo hai detto domenica disinvoltamente), e poi ti diremo il resto!

Ma, al di là della pur grave ragione di merito relativa alla questione Tarsu, essa dà conferma di una verità già da tempo nota a tutti, e cioè che la (residua) maggioranza che fa capo a Grincia, dal giorno del suo insediamento, non ne azzecca una che sia una; il che prova che essa o è incapace di amministrare o è in malafede: nell’un caso e nell’altro non merita la fiducia e la stima dei cittadini.

Libero Mazzaroppi

per il Coordinamento delle Opposizioni   con i cittadini… sempre.

26 giugno 2012 0

Aquino – Gervasio (Pd): Quali verità sulla seconda farmacia?

Di redazionecassino1

La Giunta Comunale ha individuato, come previsto dalla legge sulle liberalizzazioni, l’area nella quale ubicare la nuova sede farmaceutica nel comune di Aquino.

“La scelta formulata contraddice le finalità della legge relativa alla esemplificazioni che mira a favorire la concorrenza” Assessore LA STARZA.

Ebbene si, avete letto bene, non sono quegli “orchi cattivi” dell’opposizione a criticare l’amministrazione comunale.

Si tratta proprio di un membro della Giunta stessa, in aperto contrasto con la scelta presa dai suoi colleghi della ormai risicata maggioranza.

A questo punto è d’obbligo porsi alcuni interrogativi:

1) Perché l’assessore LA STARZA ha votato contro questo provvedimento?

2) perchè sei persone (di cui una ha espresso il voto contrario) si arrogano il diritto di decidere una questione di così vitale interesse pubblico?

3) queste sei persone sono in palese contrasto tra loro visto che un assessore ha votato contro dichiarando che la delibera è fuorilegge?

4) Perché il Sindaco e la sua risicata maggioranza non hanno investito il Consiglio Comunale per una scelta così importante e delicata?

5) Ma soprattutto come mai una delibera di giunta approvata il 30 di aprile, dichiarata immediatamente eseguibile, è stata pubblicata solo il 22 giugno, con quasi due mesi di ritardo, facendoci correre il rischio di un commissariamento?

6) c’è qualcuno che ha votato e che è in apparente o palese conflitto di interesse?

7) si vuol sfavorire qualcuno seriamente interessato ad aprire una seconda farmacia a favore di qualcun’altro?

8) Perché il sindaco (che dice di essere coerente) coerentemente non caccia dalla giunta un assessore che non è in linea con la sua proposta (in passato per molto meno lo ha fatto)?

9) si stanno tutelando posti di lavoro, promesse passate… o impedendo nuove assunzioni?

10) Possibile che in tutto il territorio di Aquino non esistano altre zone idonee ad ospitare la nuova sede farmaceutica?

Noi ci limitiamo a ribadire le critiche espresse dall’Assessore LA STARZA e invitiamo la Giunta a riveda questo provvedimento nel rispetto dei principi sanciti dalla legge sulle liberalizzazioni: maggiore concorrenza, maggiori servizi, risparmio per l’utenza e, perché no, magari anche qualche posto di lavoro che di questi tempi non guasterebbero.