Controlli antidroga a Cassino, passati al setaccio i luoghi dello spaccio: coppia in manette

Controlli antidroga a Cassino, passati al setaccio i luoghi dello spaccio: coppia in manette

13 gennaio 2018 0 Di admin

CASSINO – I Carabinieri della Compagnia di Cassino, comandati dal capitano Ivan Mastromanno, con l’ausilio di Unità Cinofile del Nucleo Carabinieri Cinofili di Ponte Galeria (Roma), hanno effettuato un controllo a vasto raggio nella città di Cassino per contrastare il fenomeno dello spaccio della droga.

La loro attenzione si è concentrata sui luoghi solitamente frequentati da tossicodipendenti e spacciatori ed in particolare la villa comunale, il tratto pedonale che costeggia il fiume Gari, nonché effettuavano perquisizione domiciliari di soggetti sospettati di detenere stupefacenti presso i rispettivi domicili.

Nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita a carico dei coniugi M.A., di anni 47 e S.S., di anni 41, entrambi già censiti per reati in materia di riciclaggio, furto ed associazione per delinquere, i carabinieri hanno rinvenuto 24,875 grammi di cocaina suddivisa in tre involucri ed un bilancino di precisione nonché la somma contante di 3.085 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute provento dell’attività delittuosa, che i due celavano all’interno di lenzuoli appositamente cucite e nascoste in un grosso armadio.

Quanto rinvenuto è stato  sottoposto a sequestro. Stante la flagranza di reato i due coniugi sono stati tratti in arresto e, dopo aver espletate le formalità di rito, sono stati ristretti in regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione  Nell’ambito dello stesso servizio i Carabinieri della Stazione di Cassino, con l’ausilio di personale del NAS di Latina procedevano al controllo di due attività di ristorazione,  site in pieno centro di Cassino, trovate in regola sulle norme igienico – sanitarie.

L’intera attività di P.G. ha consentito di identificare 37 persone, sospettate di fare uso di sostanza  stupefacente e nei cui confronti si stanno svolgendo opportune verifiche; eseguire 3 perquisizioni domiciliari e 4 personali; sottoporre a controllo 25 autovetture; elevare n. 4 contravvenzioni al Codice della Strada.