Tag: comunale

13 novembre 2018 0

Cassino, spacciavano stupefacenti nella villa comunale, in manette due 20enni del Gambia

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Nel pomeriggio di ieri, personale della  Polizia di Stato del Commissariato Cassino ha arrestato in flagranza, per spaccio di sostanza stupefacente, due cittadini gambiani, entrambi ventenni.

L’operazione è stata eseguita a seguito di una segnalazione proveniente da un privato cittadino che aveva notato, all’interno della Villa Comunale della Città Martire, un andirivieni di giovani, i quali si “avvicinavano” a due ragazzi stranieri seduti su  una panchina all’interno della Villa Comunale.

La successiva attività di osservazione condotta dagli agenti ha consentito di documentare la cessione di sostanza stupefacente dei due ad un ragazzo, successivamente accertato che si trattasse di minore.

Immediatamente si è proceduto all’arresto dei due spacciatori di nazionalità gambiana, effettuando anche il sequestro di gr. 2,30 di marijuana che avevano appena ceduto.

I due soggetti, come disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Cassino dott.ssa Chiara D’Orefice, sono stati condotti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

18 luglio 2018 0

Disinfestazione su tutto il territorio comunale nella notte di giovedì 19 luglio

Di redazionecassino1

CASSINO – Nella notte di giovedì 19 luglio 2018, a partire dalle ore 1.00 verranno effettuate su tutto il territorio comunale le operazioni di disinfestazione antilarvale ed adulticida che a causa delle avverse condizioni atmosferiche non sono state svolte nella notte di lunedì 16  Durante gli interventi i cittadini sono invitati a tenere chiuse le finestre, non lasciare indumenti e alimenti all’esterno e non sostare all’aperto.

Si precisa che l’intervento di disinfestazione è inteso a sanificare tutto il territorio comunale comprese le zone e vie adiacenti e circostanti le strade previste nell’elenco di seguito riportato:

Via Sferracavalli, ex Shell-Via Cimino, Via S. Domenico Vertelle, Via S. Leonardo Filieri-Via Falasca-Via Bonifica Falasca, Zona Exodus, Via Lago-Via Camarda, Via Case Nuove, Via Casarinelli -Coop. Caira, Via Orsaia-Via Caira-Via Terelle, Fraz. Caira tutta-zona IACP.Lungo Fiume da Caira al 5°ponte, Zona Chiesa Madre, P.zza S.Benedetto, Via Del Foro, Via Torricella, S. Silvestro, Via Marconi.

Zona Campo Sportivo-Zona Via Appia Nuova-Zona S.Cesareo, Zona Pietà-Via Campo Dei Monaci, Via Polledrera, Via Di Nallo; Coop. Cassino 90-Via Casilina Sud, Quartiere S. Bartolomeo, Via Cappella Morrone-Via Ai Patini, Zona Caserma Militare e Posta S. Bartolomeo, Via Selvotta -Via S. Antonino- S. Michele e Capod’Acqua, Via Tora-Via S. Pasquale-Via Marsella-Via Varlese – Via Pescarola; Via Bellini, Via Leopardi-Via Donizetti-Via Arno- Via Boccaccio-Via Verdi, Via E. De Nicola-P.zza De Gasperi- C.so Della Repubblica-P.zza Diaz, Via Varrone -Via Condotti-P.zza Marconi- P.zza Toti-P.zza Labriola-Via Arigni -Via S. Marco-Via Virgilio -V.Le Dante-Via Parini, Via Foscolo, Via Ariosto, Via Cavour, Via Pascoli. V.Le Europa, P.zza Restagno e zone limitrofe. Via V. Grosso, Via G.B. Vico, zona mercato coperto e aree circostanti, P.zza S. Giovanni, Via Degli Eroi, Via A. Aligerno, Via A. Desiderio, Via Mazzaroppi, Via C. Colombo, Via T. Campanella, Via XX Settembre, Via Abruzzi, Via Molise, Villa Comunale.

L’Assessore

Dana Tauwinkelova

26 giugno 2018 0

Cassino, il Consiglio comunale dichiara il dissesto finanziario. D’Alessandro: “Decisione da prendere già da tempo”

Di redazionecassino1

CASSINO –  Consiglio comunale infuocato quello che si è svolto ieri sera a Cassino. Per la prima volta nella storia del Comune della Città Martire è stato dichiarato il dissesto finanziario. La dichiarazione di dissesto è stata preceduta da un lungo dibattito, durato fino a notte fonda e terminato introno alle due della notte.

La maggioranza guidata dal sindaco Carlo Maria D’Alessandro, ha votato compatta la dichiarazione di dissesto.

Tante le polemiche e tante le critiche, non solo dall’opposizione.

Il sindaco nel suo lungo intervento ha ribadito che la scelta presa dall’Assise cittadina doveva essere presa qualche tempo fa: “Oggi noi siamo in questo consiglio comunale – ha sottolineato il Primo Cittadino – sostanzialmente per decidere le sorti della nostra città E’ il momento dopo decenni di assumere responsabilmente e anche con convinzione una decisione che probabilmente avrebbe dovuta essere presa qualche anno fa”.

foto di repertorio

5 giugno 2018 0

Festa dell’Arma dei Carabinieri, alla villa comunale di Frosinone le celebrazioni del 204° anniversario

Di admin

FROSINONE – La celebrazione del 204° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri si è tenuta, questa mattina, alla presenza di una rappresentanza dei militari, del personale dipendente, dei Carabinieri Forestali e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, presso la Villa Comunale di Frosinone, segno tangibile del legame straordinario tra i Carabinieri e la cittadinanza.

L’Arma dei Carabinieri festeggia, infatti, i suoi 204 anni di storia sempre caratterizzata dall’incessante, silenzioso ed umile sacrificio di donne e uomini che donano la propria vita per salvaguardare la convivenza civile, soccorrere le popolazioni e ridare loro serenità e fiducia.

Sei Compagnie, cinquantacinque Stazioni con oltre settecento uomini: il Comando Provinciale di Frosinone contribuisce in maniera significativa, giorno dopo giorno, a garantire la sicurezza e l’ordinata convivenza civile in questa meravigliosa parte del nostro Paese anche grazie all’ausilio dei Carabinieri Forestali che operano specificatamente a tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, con un Comando di Gruppo e ben quattordici Stazioni.

Dopo gli onori iniziali è stata data lettura del messaggio del Signor Presidente della Repubblica Sergio MATTARELLA.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Fabio Cagnazzo, ha salutato con gratitudine tutte le numerose autorità civili, religiose e militari presenti, gli Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri ed i loro familiari, i delegati degli Organi della Rappresentanza militare, nonché i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Inoltre ha rivolto un caloroso saluto agli orfani, alle vedove ed ai parenti tutti dei militari caduti, consapevoli di poter sempre contare sulla vicinanza di tutta la grande famiglia dell’Arma.

Il Colonnello Cagnazzo ha, poi, sottolineato il bilancio fortemente positivo dell’attività operativa, che conferma il vigoroso impegno del Comando Provinciale a contrastare i fenomeni e le manifestazioni criminose che incidono a vario titolo sulla sicurezza e sull’ordinata e civile convivenza, con una attività investigativa sempre più incisiva, e con una più capillare attività di vigilanza del territorio ed ha espresso a tutti i Carabinieri del Comando Provinciale il suo più vivo plauso ed il ringraziamento per il contribuito fornito con coraggio e spirito di sacrificio abnegazione in questo anno di intenso lavoro, esortandoli a continuare al fine di rendere sempre più sicuro il nostro territorio.

Il Comandante Provinciale ha, infine, evidenziato la costante sinergia con le altre Forze di Polizia, e in particolare i rapporti di fattiva collaborazione con il Questore, Dott.ssa Rosaria Amato e con il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Luigi Carbone. Dal punto di vista investigativo di fondamentale importanza è stata la piena sintonia con le Procure della Repubblica di Frosinone e di Cassino.

26 marzo 2018 0

Monumento ai marocchini: Consiglio Comunale di Pontecorvo vota per reintitolarla alle vittime marocchinate

Di admin

PONTECORVO – “Vista la richiesta del signor Emiliano Ciotti dell’associazione Vittime delle Marocchinate, con la quale chiede di istituire a proprie spese una nuova lapide, nello stesso luogo, dedicata alle vittime delle Marocchinate, invito tutti i Consiglieri Comunali a sottoscrivere il presente atto quale testimonianza attiva del ricordo di quanto avvenuto in quel lontano 1944, concordando con l’iniziativa”.

Questa la mozione del sindaco Anselmo Rotondo, votata all’unanimità dal consiglio comunale di Pontecorvo con cui si chiede la rimodulazione dell’intitolazione del monumento all’esercito Franco Marocchino inaugurato nel 2002 in località Sant’Esdra a Pontecorvo.

“Questa stele negli ultimi anni – si legge nella mozione – è stata oggetto di polemiche e di deturpazioni varie non ultimo quello tra la notte del 24-25 marzo scorso dove ignoti hanno distrutto la lapide. Un fatto su cui i carabinieri della locale Compagnia stanno indagando”. Adesso la richiesta passa alla Prefettura.

16 febbraio 2018 0

Frosinone, Rissa tra somali alla Villa Comunale. Tre arresti

Di redazione

Frosinone – Rissa a tre, interviene la Polizia di Stato e scatta l’arresto. “Rissa in atto alla Villa Comunale” è questa la segnalazione che giunge sulla linea di emergenza 113 della Questura. La nota viene diramata prontamente alle Volanti presenti sul territorio. Giunti sul posto, nella parte bassa del capoluogo, gli agenti intervengono e riescono a bloccare tre uomini che, incuranti dell’arrivo della Polizia, continuavano imperterriti nella violenta colluttazione. Per i “contendenti”, però, tutti coetanei e originari della Somalia, scatta immediatamente l’arresto.

15 gennaio 2018 0

Cassino, l’avv. Rita Riccio da oggi nuovo segretario comunale

Di redazionecassino1

Cassino – Questa mattina ha preso ufficialmente servizio il nuovo segretario comunale del Comune di Cassino, Avv. Rita Riccio che ha sostituito l’Avv. Lorenzo Norcia andato in pensione lo scorso 31 dicembre 2017.

Professionista esemplare, con esperienza trentennale, l’Avvocato Riccio ha ricoperto incarichi di prestigio e molto delicati come quando è stata chiamata a capo della segreteria generale dei Comuni di Casal Di Principe (CE) e Casaluce (CE) sciolti per infiltrazioni mafiose gestiti da Commissione Straordinaria. Diversi gli enti in cui ha prestato servizio anche come Responsabile Anticorruzione, ultimo in ordine cronologico il Comune di Formia dove è stata anche Responsabile per i beni confiscati alla criminalità organizzata. Ha svolto inoltre attività come Presidente di Nucleo di Valutazione e membro espero in Commissioni di concorso per dipendenti enti Locali e componente dell’Organo Straordinario di Liquidazione del comune di Casapesenna (CE), città dove fu arrestato in un bunker sotterraneo il boss Michele Zagaria.

“Faccio i miei più sentiti auguri di buon lavoro al segretario comunale Avv. Rita Riccio che ha preso servizio ufficialmente, questa mattina, presso il comune di Cassino. – ha detto il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro – Una figura di alto profilo che ha avuto modo, nella sua brillante carriera, anche di lavorare in contesti non di certo facili ed in situazioni straordinarie che avevano a che fare con enti soggetti ad infiltrazioni mafiose. Auguro all’avvocato Riccio un buon lavoro e una buona permanenza a Cassino, città che tra l’altro conosce per aver frequentato proprio qui l’ITC Medaglia D’Oro”.

Rivolgo, infine, un mio speciale ringraziamento per l’encomiabile lavoro svolto l’Avv. Lorenzo Norcia che il 31 dicembre scorso è andato meritatamente in pensione”.

 

 

 

 

20 settembre 2017 0

Villa comunale di Cassino, lo scarico fognario si vede e si sente

Di admin

CASSINO – Scena davvero sgradevole ed altrettanto lo era l’olezzo che oggi accoglieva i pochi frequentatori della villa comunale.

Il temporale ha liberato le fosse biologiche di via Arigni e si sono liberate nelle sorgenti del Gari trasformandole in un rivolo di liquami, carta igienica ed altro che cittadini poco accorti scaricano nei water domestici.

Dimostrazione tangibile, qual ora ve ne fosse ancora bisogno, degli scarichi fognari diretti che ancora ci sono nelle sorgenti del Gari. Vergogna a cui nessuna amministrazione ha mai manifestato l’interesse a porre rimedio.

 

 

29 agosto 2017 0

Pontecorvo: Aprirà lunedì 18 settembre l’asilo nido comunale

Di redazione

Ad annunciarlo l’Assessore Armando Satini e il Sindaco Anselmo Rotondo, di concerto con il Responsabile dell’Ufficio Tecnico che sta seguendo accoratamente il problema e ritiene di poter rispettare i tempi della risoluzione. “All’esito del distaccamento di intonaci nei locali dell’asilo nido comunale, abbiamo subito attivato una serie di indagini e controlli al fine di capire quali interventi eseguire per ripristinare al più presto il servizio, garantendo la sicurezza e la serenità delle operatrici e delle famiglie che usufruiscono del servizio. Nonostante la difficoltà di reperire interlocutori esperti nel periodo feriale, possiamo affermare che la struttura riaprirà con tutti gli interventi necessari, sia internamente all’edificio, che sul terrazzo dello stesso. In particolare, all’interno della struttura si interverrà con opere di messa in sicurezza consistenti nel risanamento degli elementi deteriorati, sia strutturali che di finitura, mediante l’utilizzo di prodotti certificati ed altamente qualificati e garantiti da società specializzate nel settore (come Mapei, Fassa Bortolo, Kerakoll ecc.). Contestualmente, all’esterno si interverrà con l’intera revisione dell’impermeabilizzazione ed isolamento del terrazzo, unitamente all’adeguamento degli scarichi di deflusso, al fine di garantire la più totale efficienza della protezione dagli agenti atmosferici ed eliminare ogni infiltrazione. Inoltre, verranno eseguite prove di carico sulle strutture portanti e sui solai, onde constatare l’efficienza di carico e la tenuta. Infine, le verifiche e i lavori di ripristino e messa in sicurezza continueranno anche su zone non direttamente toccate dalla caduta di intonaci. Tutti i lavori effettuati termineranno con le relative certificazioni di legge e lunedì 18 settembre l’asilo nido comunale aprirà nel rispetto degli standard di sicurezza. Tutto quanto rappresentato sarà curato dal nostro Ufficio Tecnico, che sta lavorando sulla questione a pieno ritmo e con la massima priorità. Le polemiche e le strumentalizzazioni montate sul caso le lasciamo ai detrattori e a quanti credono nella mistificazione e nella menzogna. Tante ne sono state dette e molte altre ancora sono state scritte sui social da persone che forse speravano di strumentalizzare questo imprevisto. A queste persone non intendiamo rispondere perché, evidentemente, non hanno a cuore il problema e amano solamente la polemica e la guerra mediatica. Diversamente, a noi preme ricordare che abbiamo operato e stiamo operando con coscienza ed immedesimazione, come se i bambini dell’asilo nido comunale fossero figli di tutti noi. Posticipare l’apertura di qualche giorno è stato necessario, quanto inevitabile: abbiamo affrontato il problema sotto ogni punto di vista, l’abbiamo fatto ponderando ogni soluzione percorribile, coinvolgendo diversi esperti e società, affrontando il problema con la massima premura e attenzione. Siamo sicuri che l’apertura dell’asilo avverrà nel termine detto e che i locali saranno sicuri ed idonei”.