Tag: senza

8 Maggio 2019 0

Donna nel Gari a Sant’Angelo, otto giorni di ricerche ancora senza esito

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Otto giorni di ricerche, seppur meticolose, nel fiume Gari a Cassino sono state infruttuose. Di Liliana Mignanelli ancora nessuna traccia. La 56enne è stata vista l’ultima volta il 30 aprile a Sant’Angelo in Theodice nei pressi del Ponte delle Quattro Battaglie.

Un pescatore sostiene di aver visto anche il suo corpo galleggiare trasportato via dalla corrente. Otto giorni di incessanti ricerche svolte dai vigili del fuoco nell’alveo del fiume con l’ausilio di gommoni, elicotteri, unità di terra e sub, considerando che la testimonianza è ritenuta attendibile e che quindi si cerca il cadavere della donna, non hanno dato esiti. La corrente del fiume è molto forte, ma la vegetazione lungo gli argini è folta e può facilmente imbrigliare un corpo. A questo si aggiunge il fatto che la temperatura dell’acqua è bassa e ciò non favorisce l’affioramento di un cadavere. Sono stati ispezionati 23 chilometri di asta fluviale, partendo dal punto di ultimo avvistamento e sino alla diga di Suio, effettuando sia la ricerca superficiale sul pelo libero che di profondità sull’alveo. Tutte le attività di ricerca sono state georeferenziate per garantire la completa copertura dell’area di ricerca determinata.

Ermanno Amedei

16 Aprile 2019 0

Senza biglietto aggredisce capotreno e ferisce poliziotti, straniero arrestato a Frosinone

Di admin

FROSINONE – Durante i controlli nelle zone limitrofe alla stazione ferroviaria gli agenti delle Volanti sono stati allertati da personale della locale Polizia ferroviaria della presenza di un cittadino extracomunitario che sul treno della tratta Roma Frosinone aveva creato seri disagi. L’uomo, sprovvisto di regolare biglietto, aveva più volte aggredito il capotreno. Immediato l’intervento degli operatori delle volanti e della Polfer all’arrivo del convoglio presso lo scalo di Frosinone. Nell’occasione il nigeriano 23enne, sprovvisto di documenti e di titolo di viaggio, ha tentato inutilmente la fuga. Subito raggiunto ha iniziato a dare in escandescenza aggredendo gli agenti che tentavano di identificarlo. Trasferito coattivamente in Questura è stato arrestato per minacce e resistenza. Tre gli agenti che sono ricorsi alle cure mediche del locale Pronto soccorso.

12 Aprile 2019 0

Fanno spesa senza pagare, moglie e marito arrestati a Frosinone

Di admin

FROSINONE – Alle 20 circa di ieri sera, giunge su linea 113 richiesta di intervento nei pressi di un supermercato della zona bassa della città.

A chiamare la locale sala operativa è un dipendente dell’attività il quale segnala la presenza nei locali di due individui, un uomo e una donna, lui 37enne, lei poco più che maggiorenne, intenti a trafugare negli scaffali e celare prodotti all’interno dei propri abiti e borse al seguito.

Tempestivo l’intervento delle pattuglie del reparto volanti che individuano i due malfattori proprio all’uscita dell’esercizio commerciale; avevano occultato  diversi prodotti alimentari senza aver pagato in cassa:

Da un controllo sull’autovettura gli operatori, all’interno della stessa, rinvengono altri prodotti con marchio differente; in realtà la coppia aveva già fatto visita ad un altro supermercato della zona. Gli agenti insospettiti dalla presenza degli altri generi alimentari decidono di effettuare pertanto ulteriori accertamenti in quest’ultima attività dove constatano infatti l’avvenuta consumazione  di altri furti operata dalla stessa coppia con inconsueta destrezza..

Per i due, regolarmente coniugati, scatta l’arresto in flagranza.

21 Gennaio 2019 0

Reliquie di San Tommaso d’Aquino vendute su e-bay, commercio on line senza confini

Di redazionecassino1

CASSINO – Il mercato on-line non ha più confini, lo sanno bene tutti coloro che ne fanno uso per ragioni più diverse. On line si può comprare di tutto, del resto i fatturati delle multinazionali del commercio su internet lo dimostrano ampiamente. Quello che non ti aspetti di trovare sono le reliquie di santi o beati, invece si possono trovare anche queste. Nessuno di loro fa eccezione, persino le reliquie di uno dei santi più amati e radicati nel nostro territorio, San Tommaso d’Aquino. È sufficiente scorrere le vendite o le aste di e-bay per trovare oggetti sacri di ogni genere comprese le reliquie di san Tommaso e di molti altri tutto perfettamente regolare, anche con fattura. Ma non basta poiché le stesse reliquie sono contenute e, naturalmente vendute, in teche o d’argento del 1700 e in vetro soffiato con tanto di ‘certificazione d’autenticità ed integrità’ da un sigillo vescovile a garanzia di autenticità. Il prezzo? Molto contenuto, infatti, le reliquie del Santo di Aquino vengono proposte in vendita a prezzi che vanno da 162 euro, oltre spese di spedizione, in un “antico e raro reliquiario del 1700 con la reliquia di San Tommaso d’Aquino, teca reliquario d’argento e chiuso sul fronte da antico vetro soffiato; nell’interno la Santa reliquia con la scritta in latino ‘S. Thomae da Aquino’ oppure a 151 euro, invece, si può acquistare un “reliquario del XIX secolo con reliquie di prima classe di San Tommaso d’Aquino con vetro anteriore e sigilli episcopali integri; i fili serici sono rotti da un lato”.

F. Pensabene

 

15 Gennaio 2019 0

La Banda Musicale di Velletri è senza casa, amministrazione comunale promette soluzione

Di admin

VELLETRI – Una casa per la banda musicale Umberto Cavola di Velletri. Un gruppo di musicisti tra i 25 e i 40 elementi, alcuni dei quali conosciuti anche perchè vantano collaborazioni con cantanti importanti come Baglioni e Morandi o perché partecipano a trasmissioni come I fatti Vostri condotta da Magalli, non hanno un luogo in cui incontrarsi e provare le sinfonie.

Manca quindi una sede in cui tutti i musicisti possano suonare insieme ancor più perché, come spiega il presidente Fortunato Cavola, da banda il gruppo si sta trasformando in orchestra. “Fino ad oggi abbiamo cercato soluzioni di fortuna, quando ospiti di una scuola o di un’altra. Solitamente ci si riunisce ogni 15 giorni, ma può capitare anche tutte le settimane o, addirittura tutti i giorni a seconda dell’evento che dobbiamo preparare”. Una casa che potrebbe però arrivare presto.

“L’amministrazione comunale sta lavorando per una soluzione e tra quelle individuate vi sarebbe l’utilizzo del plesso di una ex scuola elementare attualmente chiuso, non molto lontano dalla zona urbana. Una soluzione che finalmente soddisferebbe le nostre esigenze”. Ermanno Amedei

10 Gennaio 2019 0

Maestre violente a Cassino, Sindaco: Atto da condannare ma senza generalizzare

Di admin

CASSINO – “Quanto accaduto questa mattina nell’asilo di via Zamosch ci lascia tutti sgomenti e il primo pensiero va ai genitori dei bambini e ai loro figli che hanno subito i maltrattamenti”.

Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

“Quando noi portiamo i nostri figli a scuola lo facciamo nella convinzione che trascorreranno delle giornate all’insegna dello studio, del divertimento e della serenità e questi atti sono da condannare sempre. Voglio ringraziare le forze dell’ordine e la magistratura per il lavoro svolto finora confermando loro non solo il sostegno ma anche la disponibilità, come nel passato così nel futuro, finalizzata all’accertamento di questi reati che vanno condannati da ogni punto di vista. Ma come figlio di una maestra di scuola elementare e di un professore di scuola media e come sindaco della città di Cassino ho il dovere di difendere il Corpo Docente degli istituti comprensivi di Cassino che con spirito di abnegazione svolge costantemente, con grande sacrificio e con grande passione, il proprio mestiere perché non è corretto generalizzare in nessun caso, tantomeno in questo. Spero che il lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine vada avanti speditamente per consentire di lasciarci alle spalle questa brutta storia e di tornare a vivere l’istituzione scolastica all’interno della città e in armonia come una comunità richiede”.

VIDEO – Maestre violente a Cassino, minacce e punizioni pericolose: “Ti faccio cadere tutti i denti”

18 Dicembre 2018 0

Sull’A1 a Cassino senza assicurazione con coltello e timbro delle Dogane: denunciato 59enne

Di admin

CASSINO –  Operatori della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino,  nel corso di  servizi  finalizzati alla prevenzione dei reati e alla vigilanza stradale nel tratto di competenza sull’Autostrada del Sole, nei pressi del casello di Cassino ,  procedevano al controllo  di una vettura Audi A3 con a bordo il solo proprietario, un 59enne nato e residente a Molfetta (BA).

Il veicolo risultava sprovvisto di copertura assicurativa e l’uomo  immediatamente mostrava, con atteggiamento nervoso, la necessità di voler accelerare le procedure di recupero del veicolo con carro attrezzi per andare via.

Tale comportamento insospettiva i poliziotti che decidevano di eseguire una perquisizione personale e veicolare: nel portaoggetti della portiera anteriore, lato guida, veniva rinvenuto un coltello a serramanico lungo 20 cm con lama di 9 cm.

Nel bagagliaio, invece, ben occultato si rinveniva un Timbro a secco portatile con stemma della Repubblica Italiana e dicitura “Dipartimento delle  Dogane  nr. 35”, del genere di quelli utilizzati per bollette doganali e altri documenti di trasporto relativi a prodotti sottoposti ad accise in uso in zone dogana; il fermato non ha dato una spiegazione plausibile.

L’arma rinvenuta ed il Timbro venivano sequestrati, mentre il 59enne veniva  deferito all’A.G. per porto abusivo di arma bianca e possesso ingiustificato di Pubblico Sigillo/Impronta della Repubblica Italiana.

Durante la stessa notte l’attività di controllo – con personale medico della Questura di Frosinone – sulle arterie stradali della provincia ha permesso la contestazione, a tre utenti, per guida sotto l’effetto di sostanze alcooliche e, ad una persona, per guida dopo aver fatto uso di sostanze stupefacenti.

 

 

7 Dicembre 2018 0

Otto auto dello stesso proprietario di Cassino senza assicurazione e immatricolate all’estero, denunciato 62enne

Di admin

CASTROCIELO – Gli agenti del Distaccamento della Polizia Stradale di Sora, durante un servizio di controlli preventivi nel territorio di Castrocielo sulla Via Leuciana hanno notato la presenza di veicoli in sosta, la maggior parte dei quali privi di targhe. Tale circostanza ha richiamato la loro attenzione degli agenti che hanno proceduto ad una più attenta e specifica verifica: otto autovetture, prive di assicurazione, non erano state immatricolate in Italia. Si accertava inoltre che tali veicoli erano nella disponibilità di un 62enne, nato a Pontecorvo e residente a Cassino, socio di una società di servizi di Castrocielo. Le autovetture sono state tutte sequestrate ed affidate in giudiziale custodia al trasgressore che è stato contravvenzionato ed invitato presso gli uffici del Distaccamento Polstrada di Sora per i successivi accertamenti.

11 Ottobre 2018 0

Costruivano un fabbricato senza licenza, denunciate due persone

Di redazionecassino1

FERENTINO – Nella mattinata odierna  i Carabinieri del locale Stazione, nel  corso di servizi di controllo del territorio finalizzati a contrastare le normative edilizie, hanno deferito in stato di libertà due persone responsabili di costruzione abusiva. Nel corso dell’attività dei militari sono emerse responsabilità a carico di L.S. 28enne e F.S. 51enne, appartenenti ad una nota famiglia rom stanziale a Frosinone, rispettivamente titolare e amministratore  di una società immobiliare con sede in Frosinone. I due soggetti realizzavano un fabbricato di circa 70 mq sito Ferentino, località Roana, in assenza della prescritta autorizzazione edilizia. Nel contesto i Carabinieri verificavano che i due denunciati, già censiti per analoghi reati, truffa, rissa, ricettazione e riciclaggio, avevano occupato abusivamente 2 mq. di suolo pubblico.

25 Settembre 2018 0

Truffa alle assicurazioni, 55enne di Sora aveva 13 polizze senza saperlo

Di admin

SORA – Aveva intestate a sua insaputa ben 13 polizze assicurative. La 55enne di Sora è tra le vittime di una truffa ai danni di una compagnia di assicurazione cscoperta nel corso di una indagine svolta dalla Squadra Mobile di Savona e che ha portato all’arresto di 10 persone.

Nello specifico la donna, nei primi mesi dell’anno, nei pressi del Distaccamento Polizia Stradale di Sora, aveva sporto denuncia contro ignoti a seguito di una “visita” da parte di un investigatore privato ingaggiato dall’Ufficio Antifrode di una nota compagnia di assicurazioni, poiché a suo nome vi erano 13 polizze stipulate con documenti di riconoscimento con il suo nome ma con foto diverse.

La circostanza rientra in una frode alla compagnia di assicurazione di ampio spettro nel quale sono state sporte analoghe denunce in altre città d’Italia e per le quali la Questura di Savona stava svolgendo indagini, che si sono concluse come detto con l’arresto dei presunti responsabili.