Task force alla Asl di Frosinone per il Coronavirus, nessun allarme ma alto grado di attenzione

Task force alla Asl di Frosinone per il Coronavirus, nessun allarme ma alto grado di attenzione

28 Gennaio 2020 Off Di Ermanno Amedei

Frosinone – Convocata oggi presso Direzione generale della Asl di Frosinone una riunione operativa del tavolo tecnico sull’infezione da nuovo Coronarivus. A darne notizia con una nota è la Asl di Frosinone.

Presenti i direttori degli ospedali frusinati, i direttori dei distretti sanitari, i direttori dei pronto soccorso e dell’Uoc di Malattie Infettive, il direttore del Dipartimento di emergenza, il direttore della Uoc assistenza infermieristica con i coordinatori infermieristici dei pronto soccor-so.

La task force presieduta dal Direttore sanitario Aziendale, Patrizia Magrini ha condiviso e contestualizzato alle realtà locali le indicazioni operative già diffuse da Ministero e Regione Lazio per la gestione di eventuali casi sospetti dell’infezione epidemica in Cina.

“Come le massime Autorità Sanitarie spiegano da giorni – si legge nella nota – non vi è nessun allarme, ma un alto grado di attenzione e la predisposizione di quanto necessario a gestire eventuali casi sospetti, ad oggi di evenienza remota, dal momento che non vi sono stati casi sul territorio nazionale e che il cordone di sorveglianza organizzato negli aeroporti garantisce l’individuazione tempestiva di eventuali accessi nel nostro Paese. E’ importante piuttosto, – continua la nota – considerato che siamo nel periodo di massimo picco dell’influenza stagionale, non andare al Pronto Soccorso – deputato alle priorità di emergenze/urgenze – in caso di febbre con comuni sintomi influenzali, che possono essere adeguatamente gestiti a domicilio o nei punti di intervento sanitario presenti sul nostro territorio.

I cittadini devono anche sapere che dal Ministero della Salute, dall’Istituto Spallanzani e dalla Regione Lazio la situazione è seguita con la massima attenzione e tempestivi-tà, e che in modo coordinato e integrato – dai Direttori di Distretto, collegati con i Medici di Me-dicina Generale, ai Pronto Soccorso degli ospedali – tutta la ASL è attivata per fornire ogni tipo-logia di assistenza e la continua sorveglianza della situazione in rapporto allo sviluppo dell’epidemia internazionale”.

Condividi