Categoria: Pontinia

6 Settembre 2013 0

Trasporti “low cost” utilizzando gasolio agricolo, denunciato un imprenditore di Pontinia e sequestrato il camion

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nell’ambito di un intensificato dispositivo di controlli su strada, gli agenti della polizia stradale ed i finanzieri del comando provinciale di Latina, hanno ispezionato un autocarro adibito al trasporto di mais trinciato. Oltre a constatare che il conducente (autista per conto terzi) non era in regola con le previste autorizzazioni, la polizia stradale notava che il camion aveva due serbatoi di diversa grandezza. Quello più grande (della capacità di 290 litri) era dotato di una pompa di prelevamento, di fabbricazione artigianale, collegato all’alimentazione del motore. Insieme ai militari della guardia di finanza intervenuti sul posto notavano che il serbatoio conteneva gasolio per uso agricolo che, proprio perchè destinato unicamente ad usi agevolati (quale l’agricoltura), sconta un’imposta (accisa) molto inferiore rispetto a quella ordinaria, tale da abbatterne il costo di un terzo. Si è risaliti quindi al deposito ove l’autocarro era stato rifornito ed è stato individuato il relativo titolare, peraltro proprietario del mezzo, un imprenditore agromeccanico cinquantenne di pontinia che avrebbe dovuto utilizzare il prodotto agevolato esclusivamente per le lavorazioni agricole. Nei confronti di quest’ultimo, il nucleo di polizia tributaria ha proceduto al sequestro del camion e di 200 litri di gasolio agricolo ancora presenti nel serbatoio del mezzo, denunciando il responsabile alla procura della repubblica di latina per violazione al testo unico sulle accise (di cui al d.Lgs. 504/1995) che, oltre alla reclusione, prevede una consistente multa che può arrivare sino a dieci volte l’imposta evasa. La polizia stradale ha elevato le contestazioni amministrative inerenti la modifica delle caratteristiche costruttive del veicolo, l’esercizio non autorizzato di attività di trasporto merci conto terzi ed il mancato rispetto del limite massimo giornaliero di guida prescritto, ammontanti ad oltre 5000 euro.

20 Giugno 2013 0

Cocaina, hashish e marijuana, avvocato civilista del Foro di Latina arrestato per spaccio di stupefacenti

Di Ermanno Amedei

Alle ore 18.00 di ieri a Pontinia (LT), via Lungobotte, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Latina, nel corso di un servizio antidroga, hanno tratto in arresto per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” P.C., 42enne di Latina, praticante abilitato al patrocinio (civilista) del Foro di Latina, impiegato presso un noto studio legale del centro cittadino. Il predetto, mentre alla guida della propria autovettura Fiat 500 effettuava una improvvisa e alquanto insolita svolta per immettersi in un parcheggio di un noto caseificio, veniva notato da una pattuglia del Nucleo Investigativo, impegnata in un servizio di contrasto allo spaccio di stupefacenti, disposto nell’ambito del più ampio dispositivo voluto intensificare in tutta la Provincia dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Giovanni De Chiara con l’avvio della stagione estiva; identificato l’uomo, si procedeva alla perquisizione personale e veicolare nel corso della quale venivano rinvenuti, parte sulla persona e parte nel vano portaoggetti della vettura, 8 involucri contenenti complessivi gr. 55 di cocaina e la somma contante euro 2.445,00, ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio. Tra gli involucri vi erano numerose dosi già confezionate e pronte per essere spacciate. Si procedeva quindi anche alla perquisizione dell’abitazione in cui l’uomo, celibe, vive con la madre; nel corso di tale operazione sono stati rinvenuti, all’interno di un armadio metallico chiuso a chiave e sito nella camera del soggetto, altri numerosi involucri di diverse dimensioni, contenenti ulteriori gr.194,3 di cocaina, gr.24 di hashish, gr.2,6 di marjuana, nonché kg. 1 di sostanza da taglio tipo mannite, un bilancino di precisione e materiale vario atto al confezionamento delle singole dosi, tutto sottoposto a sequestro.

8 Giugno 2013 0

Controlli a tappeto delle guardie ittiche di Latina per proteggere la riproduzione delle carpe

Di Comunicato Stampa

Fino al 31 giugno vige il divieto della pesca della carpa per il fermo biologico necessario al pesce per la riproduzione. Un fermo che le guardie ittiche Fipsas di Latina, coordinate dal responsabile provinciale Emiliano Ciotti intendono far rispettare con una serie di controlli sui fiumi. Proprio in un controllo sul fiume Selceta (idrovora mazzochio) nel comune di Pontinia, le guardie ittiche hanno individuato 8 pescatori verbalizzandone due. Un pescatore di nazionalita rumena ma residente in italia, è stato trovato con carpa pescata qualche ora prima, piena di uova, purtroppo rinvenuta morta. Il pesce è stato sequestrato e all’uomo è stata elevata una sanzione da 600 euro. Sullo stesso luogo in compagnia del pescatote è stato rinvenuto nel fiume un vitello morto. Sono partite le segnalazione alle autorita competenti per la bonifica dell’area.

17 Maggio 2013 0

Vendeva patenti e assicurazioni false, denunciato dai carabinieri un 61enne

Di felice pensabene

I Carabinieri della Stazione di Pontinia, al termine di indagini di polizia giudiziaria, hanno deferito in stato di libertà un 61enne originario della provincia di Taranto, residente ad Aprilia, censurato, per i reati di “Falsità materiale commessa da privato”, “Falsità in scrittura privata” e “Truffa”.

Il predetto, nel mese marzo 2013, in Pontinia si faceva consegnare un 46 del luogo, invalido civile, un somma contante di euro 1.350 quale compenso per il rilascio della patente guida e del tagliando assicurativo, entrambi risultati falsi e sottoposti a sequestro.

22 Gennaio 2013 0

Fiamme nel retro di un bar a Pontinia, paura tra i residenti

Di Comunicato Stampa

Fiamme, questa notte nel retro di un bar in piazza dell’Indipendenza a Pontinia. L’allarme è scattato poco dopo le due e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Latina. Il rogo riguardava materiale collocato nella parte esterna dell’attività ed in particolare i motori dei condizionatori e della cella frigorifera. Momenti di panico per i residenti della palazzina che abitano ai piani superiori. I loro alloggi si sono riempiti di fumo ma il pronto intervento dei pompieri ha sventato ulteriori gravi conseguenze. Restano da stabilire le cause dell’incendio. Al momento non sarebbe stato trovato alcun innesco tale da dare la certezza del dolo ma il sospetto resta. Er. Am.

22 Dicembre 2012 0

Ancora sangue sulle strade pontine, muore 23enne di Pontinia

Di Comunicato Stampa

Ha perso la vita uscendo di strada mentre era alla guida della sua Lancia Ypsilon. La tragedia è avvenuta questa mattina alle 4.40 in via Migliara in località Casteltroiano a Pontinia. Simone D.P. 23enne del posto, è deceduto e per lui non c’è stato nulla da fare nonostante il celere intervento dei vigili del fuoco e degli operatori del 118. Un altro grave incidente è avvenuto qualche ora dopo a Sezze in via Migliara. Nella circostanza due auto si sono scontrate frontalemente e un uomo è rimasto incastrato tra le lamiere. Liberato dai pompieri è stato affoidato alle cure degli operatori del 118 che lo hanno trasportato in ospedale dove resta ricoverato in prognosi riservata. Er. Amedei

20 Luglio 2012 0

Minaccia e perseguita la ex moglie, arrestato 32enne del luogo

Di Ermanno Amedei

Alle ore 00.30 di ieri, a Pontinia, i Carabinieri del locale Comando Stazione insieme ai colleghi della Stazione di Borgo Grappa, nel corso di un servizio per il controllo del territorio, hanno arrestato E.C. 30enne residente a Pontinia, coniugato, di fatto separato, disoccupato, con pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio e la persona. Nella circostanza l’uomo, alle precedenti ore 21.00, dopo aver minacciato telefonicamente la ex consorte, una 32enne del luogo, affinché ritirasse la denuncia presentata dalla stessa nei suoi confronti per minaccia ed ingiuria, alle successive ore 23.00, si recava presso l’abitazione della ex moglie tentando di incendiare la porta d’ingresso. Nell’occorso, i Carabinieri operanti prontamente intervenuti, hanno bloccato l’uomo mentre tentava di dileguarsi. L’incendio è stato prontamente domato. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

13 Marzo 2011 0

Viola e Santori (Coldiretti Latina): “Domani assemblea a Pontinia per lo sciopero del latte. Pronti a proteste eclatanti”

Di Ermanno Amedei

“Siamo pronti e non lasceremo nulla di intentato per dare dignità al settore”. Così Saverio Viola, direttore provinciale della Coldiretti di Latina presenta l’assembla dei produttori di latte che si terrà a Pontinia, alle ore 19.00. Dopo la manifestazione di venerdì a Roma la Coldiretti ha chiamato a raccolta gli allevatori per preparare al meglio la mobilitazione e declinare le fasi di una vertenza che si preannuncia particolarmente aspra.“Gli industriali devono riflettere – sottolinea Daniela Santori, presidente della sede Coldiretti di Latina – circa la situazione di oggi nelle stalle. Coldiretti chiede 45 centesimi per litro e gli allevatori sono pronti a lasciare le proprie stalle e far sentire il proprio grido d’allarme. Il costo del pasto delle mucche è cresciuto in percentuale otto volte in piu’ di quello degli uomini con gli alimentari che – spiega ancora Viola – sono aumentati del 2 per cento nello stesso periodo secondo l’Istat. Sono quindi le stalle a subire i primi effetti dei rincari delle materie prime che sotto la spinta delle rivolte in nord africa ha fatto volare i costi di produzione negli allevamenti dove non è piu’ possibile mantenere gli animali con il latte sottopagato. Gli attuali 38 centesimi per litro rappresentano un importo insostenibile per gli allevatori che hanno annunciato lo sciopero del latte con la mancata consegna del latte munto dalla mucche alle industrie che sarà invece utilizzato per alimentare i vitellini. Oltre all’aumento dei costi per il movimento delle macchine come i trattori –spiega il presidente provinciale di Santori – in agricoltura il caro petrolio colpisce sopratutto le attività agricole che utilizzano il carburante per il riscaldamento di locali come le stalle, ma anche per l’essiccazione dei foraggi destinati all’alimentazione degli animali. Coldiretti chiede che sia annullata l’accisa sui carburanti destinati al riscaldamento, come già è avvenuto negli anni passati e annuncia battaglia. 17 per cento è l’aumento dei costi dei mangimi che non permette piu’ di garantire l’alimentazione degli animali. Non tutti tengono conto, inoltre, che il prezzo della benzina alla pompa supera del 316 per cento quello del latte alla stalla. I consumatori pagano il prodotto oltre 1 euro e 60 senza neppure sapere cosa arriva nelle tasche dei produttori. Per questo siamo in mobilitazione e chiediamo attenzione sulla provenienza. Per questo – conclude Viola – domani sera, oltre a decidere circa lo sciopero del latte, così come nelle altre province laziali, non possiamo escludere che saranno ufficializzate eclatanti manifestazioni di protesta. Questo non per creare disagi ma per far comprendere agli industriali che questa volta non potranno prenderci in giro”.