Categoria: Sperlonga

23 Agosto 2019 0 Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SPERLONGA (LT) – Andrà in scena al Museo Archeologico Nazionale e Villa di Tiberio di Sperlonga, domani, sabato 24 agosto, alle ore 21.00, lo spettacolo “Prometeo” della compagnia Teatro Mobile per la regia di Marcello Cava.

Lo spettacolo chiude la rassegna “Mediterranea”, a cura di Marina Cogotti, che si è svolta dal 18 luglio al 24 agosto 2019 fra Minturno, Formia e Sperlonga, ed è inclusa nella terza edizione di “Artcity Estate 2019”, realizzata dal Polo Museale del Lazio, Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli.

Un evento unico in forma di installazione artistica-teatrale sonora con un’appendice divulgativa e scientifica. Il tema fondante del testo, il rapporto tra uomo e natura, con la valorizzazione e riflessione del tentativo storico della scienza di spiegare l’inspiegabile, in un evento spettacolare, in prima assoluta, Prometeo significa “colui che conosce in anticipo” ed è la metafora dell’uomo di scienza che cerca di spiegare ciò che altrimenti risulta inspiegabile.

Nel tempo dell’individualità e della solitudine, nel desiderio e bisogno di percorsi di ascolto indipendenti ed esclusivi, la compagnia Teatro Mobile ha ideato una formula sperimentale che prevede lo spettatore visitatore audioricevente. Azioni attoriali dal vivo, significanze dei luoghi-ambiente, installazioni specifiche di arte visiva, allestimenti leggeri e mobili, musica dal vivo potranno modularsi in situazioni di base permanenti e in accadimenti eccezionali che non escludono momenti aggregativi e collettivi più simili all’evento spettacolare tradizionale. L’utilizzo degli strumenti percettivi sensoriali è così tutelato e amplificato rispetto alle costrizioni ambientali e logistiche e, trattandosi di progettualità legate a luoghi ed ambienti anche di pregio, vincolati e tutelati per funzioni ordinarie diverse, gli allestimenti di fatto inesistenti evitano ogni controindicazione legata ad impatti ambientali ed acustici diversi dall’ordinario.

Insieme al Comprensorio archeologico di Minturno, sono tre i luoghi antichi e magici che sono stati scelti per la rassegna “Mediterranea”, dedicata alle parole e ai suoni del Mediterraneo. Culla comune e veicolo di scambio e contaminazione di culture diverse nella quale miti e storie si intrecciano da sempre a musiche eredi di lunghe tradizioni, come quella napoletana, salentina o magrebina. Insieme agli artisti d’accezione che daranno vita a questa rassegna, saranno infatti protagonisti gli scenari unici del sito archeologico di Sperlonga, del teatro romano di Minturno e il piccolo e prezioso scrigno del museo archeologico di Formia.

 

Informazioni per il pubblico e modalità di accesso:

Museo Archeologico Nazionale e Villa di Tiberio Via Flacca, km 16.300 04029 Sperlonga (LT)

+39 0771 548028

Biglietto intero € 5,00 ridotto € 2,00

Spettacolo nell’area archeologica. Si consiglia l’uso di calzature adeguate.

 

Per le prenotazioni scrivere a:

pm-laz.minturno@beniculturali.it

 

E’ consentita la prenotazione, per un numero massimo di 4 posti, entro le ore 24 del giorno precedente lo spettacolo.

La mail di richiesta deve contenere Nome e Cognome del richiedente, recapito telefonico, numero di posti richiesti. La prenotazione è accettata previa mail di conferma. I biglietti devono essere ritirati entro le ore 20,30; dopo tale orario verranno resi disponibili per il pubblico in attesa.

 

 

 

 

 

3 Agosto 2019 0

Sperlonga, sequestro della discoteca “Valle Corsari” carenze di condizioni di sicurezza e solidità del locale

Di felice pensabene

SPERLONGA (LT)– – Su disposizione della Procura della Repubblica di Latina, personale dipendente ha eseguito questa mattina il provvedimento di sequestro preventivo della discoteca “Valle Corsari”, per carenza delle condizioni di sicurezza e solidità della struttura, oltre ad irregolarità relative ai requisiti previsti per i locali di trattenimento e pubblico spettacolo ex artt. 68, 69 ed 80 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

L’attività di controllo, a questo e ad altri locali della Provincia, ha avuto inizio nel decorso mese di aprile, a cavallo delle festività pasquali, allorché, in seno ad un monitoraggio ad ampio raggio delle aree destinate alla movida, sono stati attuati controlli amministrativi presso i locali di trattenimento danzante e pubblico spettacolo soggetti, fra l’altro, al rispetto del TULPS e delle norme poste a tutela dell’incolumità degli avventori, in special modo il Codice di Prevenzione Incendi ed il Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro.

Nel corso dei ripetuti controlli presso il locale “Valle Corsari”, è stato possibile ricostruire le vicende amministrative del locale degli ultimi 3 anni, la cui gestione “subentrava” alla precedente, regolarmente autorizzata. Infatti sono state riscontrate modifiche allo stato dei luoghi non autorizzate e risalenti carenze relative alle dotazioni di sicurezza ed emergenza, specialmente, in caso di incendio e di evacuazione di massa della discoteca.

La Procura della Repubblica, condividendo le ipotesi di reato prospettate dalle articolazioni della Questura, emetteva il provvedimento d’urgenza in questione a carico del noto locale per trattenimenti all’aperto del Sud Pontino, nonché fra i maggiori del basso Lazio.

 

 

 

11 Novembre 2018 0

Cacciatore abusivo a Sperlonga, la forestale gli sequestra l’arma e lo denuncia

Di Ermanno Amedei

SPERLONGA – Importante operazione compiuta all’alba dai Forestali della Stazione di Itri. Gli Agenti, coordinati dal Maresciallo Di Mambro, hanno eseguito un blitz nel territorio di Sperlonga, in loc. Monte Lauzo, in giornata di particolare interesse in considerazione della ripresa del passo della fauna migratoria. I Forestali hanno infatti fermato un soggetto trovato in possesso di fucile risultato, a seguito degli accertamenti eseguiti, privo del titolo che ne legittimasse il porto, fatto che ha comportato il sequestro dell’arma ed il deferimento all’autorità giudiziaria anche del legittimo proprietario per violazione degli obblighi di custodia. I Carabinieri Forestali di Itri si sono contraddistinti anche in passato per importanti operazioni di contrasto alle illegalità specie in campo venatorio, illegalità che finiscono verosimilmente per danneggiare proprio gli operatori del settore da sempre rispettosi delle regole, ben contenti quindi delle attività di controllo poste in essere dalla locale Stazione.

12 Luglio 2018 0

13enne muore in piscina. Tragedia a Sperlonga

Di Comunicato Stampa

La tragedia si è consumata nel tardo pomeriggio di ieri, quando la giovane 13enne, ordinaria di Frosinone, S.F.B. stava nuotando nella piscina di un hotel di Sperlonga. La ragazzina sarebbe stata risucchiata da una pompa della piscina che le avrebbe impedito di risalire. La ragazzina è deceduta nella notte all’ospedale Gemella di Roma dove era stata immediatamente trasferita. Secondo una prima ricostruzione la giovane stava nuotando e improvvisamente sarebbe accaduto il peggio. Ad accorgersi che qualcosa non andava, un turista americano che immediatamente si è tuffato per riportarla in superficie. La ragazzina sarebbe poi stata soccorsa da un medico che si trovava a bordo piscina. A seguito delle manovre di rianimazione, la ragazza sembrava si stesse riprendendo. Sul posto sono giunti immediatamente i sanitari del 118 e un’eliambulanza che l’ha trasportata a Roma. Purtroppo però le sue condizioni, già gravi, sono peggiorate ulteriormente e la piccola non è riuscita a sopravvivere. Foto d’archivio

3 Luglio 2017 0

Mare Sicuro, spiaggia libera occupata con lettini ed ombrelloni da affittare. Scatta la denuncia e il sequestro

Di Ermanno Amedei

Sperlonga – Sul fronte della polizia marittima, a seguito di specifiche segnalazioni pervenute, gli uomini della Guardia Costiera di Gaeta, sono intervenuti presso un tratto di arenile libero del Comune di Sperlonga – località Salette. I segnalanti lamentavano l’impossibilità di fruire liberamente di un tratto di arenile libero, a seguito di abusiva occupazione di pubblico demanio marittimo da parte di noleggiatori di attrezzature balneari. Il personale militare, intervenuto nella zona di spiaggia libera ed oggetto della segnalazione, aveva modo di accertare l’effettiva preventiva occupazione di un tratto di arenile con l’illecito posizionamento di oltre 50 attrezzature balneari (lettini, sedie a sdraio ed ombrelloni), occupando un’area di circa 120 metri quadri. Tale materiale, infatti, era stato posizionato senza alcuna effettiva richiesta di noleggio da parte degli utenti, facendo apparire, di fatto, un tratto di arenile libero, come un vero e proprio stabilimento balneare in regime di concessione demaniale marittima, ingannando così tutti gli ignari utenti che invece avrebbero voluto usufruire liberamente e gratuitamente di quel tratto di arenile.

Individuato l’autore dell’illecita attività – L.F. di Fondi -, i militari della Guardia Costiera provvedevano a diffidare all’immediata rimozione delle attrezzature abusivamente posizionate, al fine di riconsegnare alla libera fruizione alla collettività il tratto di spiaggia. Le attrezzature rimosse sono state poste sotto sequestro e l’autore dell’abusiva occupazione demaniale è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria di Latina per i successivi provvedimenti di legge.

A tale attività di polizia marittima svolta dai militari della Guardia Costiera di Gaeta per la tutela del pubblico demanio marittimo, si aggiunge quella svolta per assicurare la sicurezza della balneazione. Infatti presso uno stabilimento del litorale di Formia veniva riscontrata l’assenza del previsto servizio di assistenza e salvataggio, con grave pregiudizio per la sicurezza dei numerosi bagnanti presenti in zona. Oltre mille euro la sanzione amministrativa elevata a carico del trasgressore.

16 Gennaio 2017 0

Appalti truccati tra Sperlonga, Priverno e Prossedi. dieci arresti tra cui Armando Cusani

Di Ermanno Amedei

Sperlonga – Dieci misure cautelari, di cui quattro in carcere e sei ai domiciliari, sono stati eseguiti questa mattina dai carabinieri di Terracina nel corso di una operazione denominata Tiberio e che ha visto finire in manette anche il sindaco di Sperlonga Armando Cusani, ex presidente dell’amministrazione provinciale di Latina. Corruzione ed associazione a delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti sono i reati contestati agli indagati dai carabinieri comandati dal capitano Margherita Anzini.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip presso il tribunale di Latina Giuseppe Cario, e sono scaturiti da un’articolata attività d’indagine, avviata dal nucleo investigativo e coordinata dal sost. Proc. Presso la procura della repubblica di latina dott. Valerio De Luca, a seguito di approfondimenti relativi al procedimento relativo al mancato intervento da parte del comune di Sperlonga in relazione agli abusi edilizi connessi alla realizzazione del locale albergo “Grotta di Tiberio” di cui è proprietario lo stesso Cusani

Le indagini, condotte inizialmente dalla stazione carabinieri di Sperlonga avevano consentito di accertare l’inerzia dei responsabili dell’ufficio tecnico del locale comune che si erano succeduti nel tempo, nell’avvio della procedura di ripristino dello stato dei luoghi, in applicazione della legge 380/2001, nonostante fosse evidente l’esistenza di un abuso edilizio emerso durante e dopo la realizzazione dell’albergo, peraltro sancito da una sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Roma nel 2014.

Per questo era stata ipotizzata anche l’ipotesi di corruzione in capo ai responsabili dell’ufficio tecnico del Comune di Sperlonga che si erano succeduti nel tempo. Le ulteriori indagini, svolte dal nucleo investigativo di Latina e dai colleghi del norm della compagnia di Terracina, oltre a confermare la sussistenza dei reati di corruzione, hanno consentito di accertare l’esistenza di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei delitti di turbata libertà degli incanti ed alla corruzione, al fine di pilotare le aggiudicazioni delle seguenti gare di appalto: la valorizzazione del complesso archeologico Villa Prato di Sperlonga per un importo di 700mila euro; ristrutturazione del comune di Prossedi per un importo di 230mila euro; affidamento del servizio di spazzamento delle strade extraurbane del comune di Priverno per un importo di circa 40mila euro; restauro dell’istituto scolastico “Don Andrea Santoro” di Priverno di circa 35mila euro.

6 Giugno 2016 0

I sindaci eletti nei comuni della provincia di Latina

Di Antonio Nardelli

I sinadaci eletti in provincia di Latina sono: Cardillo Giancarlo a Castelforte, Fargiorgio Antonio a Itri, Coletta Damiano a Latina, Stefanelli Gerardo a Minturno, Tessitori Gianfranco a Norma, Medici Carlo a Pontinia, Bilancia Anna Maria a Priverno, Petroni Barbara a Roccasecca dei Volsci, Cusani Armando a Sperlonga, Procaccini Nicola a Terracina.

2 Novembre 2015 0

Tragedia a Sperlonga, coppia esce di strada. Muore 69enne

Di Ermanno Amedei

Coniugi fuoristrada con auto, 69enne muore a Sperlonga Incidente mortale nella tarda mattinata di oggi a Sperlonga. Erano da poco passate le 12 quando una Hyunday Gatz su cui viaggiava una coppia di anziani è uscita di strada ribaltandosi. La vettura capovolta è stata sollevata con cuscini ad aria per permettere ai vigili del fuoco di raggiungere la 69enne rimasta incastrata tra le lamiere. Per lei è stato inutile dato che è deceduta poco dopo. Il marito 72enne, invece, è riuscito a liberarsi da solo e a lanciare l’allarme.

19 Agosto 2015 0

Chiosco distrutto da incendio a Sperlonga, ombra del dolo

Di Ermanno Amedei

Un bar estivo, ricavato in un chioschetto sulla litoranea a Sperlonga, è andato completamente distrutto, questa notte, a causa di un incendio di natura sospetta. L’allarme è stato lanciato poco prima delle 4 ma all’arrivo dei vigili del fuoco del distaccamento di terracina le fiamme erano già alte. Il fatto è avvenuto in località Lago Longo e del Beach Bar poco è rimasto poco. Cosa possa aver innescato le fiamme è ancora al vaglio degli investigatori ma è forte il sospetto del dolo. Alcuni avrebbero riferito di una lite scoppiata davanti al chiosco poco prima della chiusura. Er. Amedei Foto Repertorio

24 Marzo 2015 0

Commerciante di pesce abusivo a Sperlonga, maxi sanzione dalla Capitaneria di Porto

Di Ermanno Amedei

Vendeva pesce direttamente dalla sua auto in pieno centro a Sperlonga. Niente autorizzazione, nessun rispetto di regole igienico sanitarie, nessuna tracciabilità del pesce che proponeva agli acquirenti. Il commerciante abusivo è stato individuato dalla guardia costiera di Gaeta insieme ai carabinieri del posto. Usava il suo fuoristrada per trasportare prodotti ittici di vario genere fino a quando non sono scattati i controlli e le pesanti sanzioni. Millecinquecento euro per la vendita illegale, il sequestro dell’auto e la sanzione di duemila euro per averla usata nell’attività illecita oltre al fermo amministrativo del mezzo. Sequestrati anche 40 chli di prodotto ittico che, ritenuto idoneo al consumo, è stato dato in beneficenza.