Giorno: 2 giugno 2012

2 giugno 2012 1

Si schianta con la moto a Milano, muore centauro pontecorvese

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ morto a Milano ad una settimana dalla gioia di diventare padre. Robi Granieri era un 39enne originario di Pontecorvo che viveva nel capoluogo lombardo con la moglie e la figlia quando, stamattina, il sottoufficiale del Reggimento Trasmissione di Milano che lavorava nella Base Nato di Solbiate Olona, è deceduto a causa di un incidente stradale avvenuto proprio a Milano. Il militare, in sella alla moto, si è schiantato contro un Bmw ed è morto sul colpo.

2 giugno 2012 0

Lavoro irregolare sotto al tendone del circo a Castrocielo, denunciato il titolare

Di redazione

Adoperava manodopera irregolare e per questo l’amministratore di un circo che ha piantato le tende a Castrocielo è stato denunciato dai carabinieri di Aquino. I controlli sono scattati insieme al personale della Stazione di San Giorgio a Liri, del Nucleo carabinieri Ispettorato del Lavoro di Frosinone e del servizio veterinario dell’A.S.L. di Pontecorvo che ha portato alla denuncia del titolare di una nota compagnia circense poiché responsabile del reato di “impiego di manodopera irregolare”. Gli accertamenti effettuati dai militari hanno consentito di verificare che sotto al tendone vi lavorava un cittadino straniero sprovvisto di permesso di soggiorno. Nella circostanza il datore di lavoro veniva altresì segnalato alle competenti Autorità amministrative poiché impiegava su 15 dipendenti complessivi 14 operai non risultanti regolari dalla scrittura o da altra documentazione obbligatoria, pertanto il citato circo veniva sottoposto a sospensione con decorrenza dal 4 giugno.

2 giugno 2012 0

Terremoto in Emilia, oltre 16.000 persone assistite dal Sistema nazionale di Protezione Civile

Di redazione

In Emilia-Romagna prosegue l’assistenza alle persone ospitate in seguito al terremoto nei 35 campi allestiti dal sistema nazionale della protezione civile, nelle strutture al coperto (come scuole, palestre e caserme), nei vagoni letto messi a disposizione da Ferrovie dello Stato e Genio Ferrovieri, negli alberghi e campeggi messi a disposizione attraverso la convenzione stipulata con Federalberghi e Assohotel dalla Regione Emilia-Romagna. In particolare, oltre 8.700 cittadini sono accolti nei campi tende e circa 3.000 nelle strutture, mentre sono circa 1.700 coloro che hanno scelto le strutture alberghiere e ricettive, per un totale di oltre 13.400 assistiti. Nella Regione Lombardia, all’interno dei 3 campi di accoglienza allestiti nella provincia di Mantova, risultano inoltre ospitate 620 persone, cui se ne aggiungono 1.980 che hanno trovato assistenza nelle strutture al coperto e negli alberghi, per un totale di 2.600 persone. Sono circa 4.500 le forze messe in campo dal Servizio nazionale di protezione civile: volontari delle colonne mobili delle Regioni, delle Province Autonome e delle organizzazioni nazionali, operatori ed esperti della protezione civile, vigili del fuoco, personale delle forze armate e dell’ordine, e delle altre strutture operative. A questi si aggiunge il personale delle strutture territoriali di protezione civile.

2 giugno 2012 0

A piedi da Lanciano a Latina per partecipare al Raduno dei Bersaglieri

Di redazione

Dalla Sezione di Lanciano dell’associazione Nazionale Bersaglieri, riceviamo e pubblichiamo. In occasione del 60° RADUNO NAZIONALE BERSAGLIERI che si svolgerà a LATINA nei giorni 15, 16 e 17 giugno, noi bersaglieri della Sezione di Lanciano convinti di non invecchiare con il passare degli anni, sicuramente nello spirito, cercheremo a distanza di anni di aggiungere una nuova esperienza a quelle già fatte nel passato quando la nostra Pattuglia Podistica raggiunse a piedi Napoli nel 1965, Roma nel 1966, di nuovo Roma nel 1970, Pescara nel 1972, di nuovo Napoli nel 2007 e San Giovanni Rotondo nel 2009. Ricordando con entusiasmo queste imprese, forti del nostro spirito giovanile, organizziamo una PATTUGLIA di bersaglieri in congedo che in otto giorni, marciando per 250 Km., raggiungerà a piedi LATINA per partecipare al Raduno e portare un messaggio del nostro Sindaco al Suo Primo Cittadino Due componenti la pattuglia, Console e Amore, sono gli stessi marciatori dal 1965, a dimostrazione dello spirito di corpo e dell’entusiasmo che anima da sempre i bersaglieri di tutte le età. A Latina, alla presenza delle Autorità Locali, i marciatori renderanno gli onori con la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti. I bersaglieri protagonisti di questa nuova “Marcia Cremisi” sono il Ten. De Innocentiis Antonio (Comandante la Pattuglia), i Serg. Console Domenico e Amore Alfonso, e i Bers. Marfisi Antonio, Marchetti Giuseppe, C.M. Oliva Vittorio, Pantaleone Antonio, Salerno Camillo, Paolino Bruno, Di Ciano Domenico, Fratini Marco, Bastonno Nicola e Ciffolillo Antonio, mentre per l’appoggio logistico il C.M. Amoroso Antonio e il Bers. Carlini Pietro. L’appuntamento per la partenza è per sabato 9 giugno alle ore 9,oo in Lanciano, Piazza Plebiscito, dopo la deposizione della corona al Monumento ai Caduti, il Sindaco – Dott. Mario Pupillo – appunterà la Medaglia d’Oro V. M. al Labaro della Sezione Bersaglieri di Lanciano e consegnerà la pergamena con il messaggio diretto al Sindaco di Latina. I marciatori saluteranno bersaglierescamente Lanciano e si avvieranno verso Corso Trento e Trieste, Via Luigi de Crecchio, Via Ferro di Cavallo, Via Guido Rosato, Via Ercole Tinari alla volta di Piana La Fara di Atessa prima semitappa del percorso con arrivo previsto per le ore 12.

2 giugno 2012 0

Spaccio di droga, i carabiniari arrestano due uomini e sequestrano 54 grammi di eroina

Di redazione

Ancora arresti a Silvi, ancora l’eroina protagonista delle indagini dei Carabinieri di Silvi che continuano ad arrestare spacciatori locali. Ieri, alle 13,15, sono finiti in manette altri due spacciatori, Soresini Diego di anni 43 e Terra Clemente di anni 33 entrambi di Silvi e già noti ai militari. Nel corso di questi primi sei mesi i militari dell’Arma di Silvi hanno tratto in arresto 7 spacciatori “specializzati” nello spaccio dell’eroina e sequestrato oltre un chilo di sostanza. E’ questo il dato fornito dai Carabinieri i quali affermano che il mercato dell’eroina è ancora attivo e Silvi rappresenta una piattaforma dello smistamento dell’area del Cerrano con forti collegamenti con il pescarese. Il pressing costante sta permettendo ai militari dell’Arma la disarticolazione di un reticolato ben collegato ed organizzato che si muove sul territorio con una logica precisa. Ieri mattina, infatti, i militari hanno seguito ogni spostamento dei due soggetti, sicuri di arrivare all’obiettivo, i militari li hanno attesi e bloccati nell’area di servizio “ENI” sulla SS 16 ed a bordo dell’auto del Soresini vi era nascosta in un vano sotto la leva del cambio il quantitativo di 54 grammi di eroina destinata allo spaccio locale. Entrambi sono stati tratti in arresto con l’accusa di concorso in detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, ma oltre al quantitativo abbondantemente superiore ai limiti tabellari, i militari hanno raccolto una serie di importanti elementi di riscontro tali da poter dimostrare la destinazione della droga a terzi. Il sostituto procuratore di Teramo Dott. D. Rosati ha disposto gli arresti domiciliari per entrambi in attesa dell’udienza di convalida prevista per domenica 3 giugno.

2 giugno 2012 0

Terremoto in Emilia: procedure più rapide per verifica condizioni di sicurezza nelle strutture industriali

Di redazione

Favorire la rapida ripresa delle attività produttive e delle normali situazioni di lavoro in condizioni di sicurezza adeguate nei territori colpiti dalle scosse di terremoto nello scorso mese di maggio: è con questo obbiettivo che il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli, d’intesa con le Regioni Emilia Romagna, Lombardi e Veneto ha firmato un’ordinanza che semplifica l’iter per le procedure di valutazione dell’agibilità sismica negli edifici ad uso produttivo. Grazie alla semplificazione disposta, nei comuni interessati il titolare dell’azienda, in quanto responsabile della sicurezza sul luogo di lavoro, diventa il soggetto deputato ad acquisire la certificazione di agibilità sismica rilasciata – a seguito delle verifiche di sicurezza effettuate ai sensi della normativa di settore – da un professionista abilitato. Tale certificazione dovrà essere poi depositata presso il comune, che, a sua volta, le trasmetterà periodicamente ai centri di coordinamento operativo sul territorio. Come ambito territoriale di applicazione delle procedure snellite, l’ordinanza individua nelle sei province interessate dallo stato di emergenza (Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo) 52 comuni, assunti come aree di forte risentimento in relazione alla sequenza sismica iniziata il 20 maggio e in particolare rispetto alle scosse di magnitudo superiore a 3.5.

2 giugno 2012 0

Sale la tensione in Kosovo, tre soldati Nato feriti tra cui un carabinieri di Chieti

Di redazione

Sale la tensione in Kosovo dove ieri si sono scontrate le truppe nato impegnante nella rimozione di blocchi stradali e civili serbi. Negli scontri di ieri sarebbero state usate armi da fuoco da entrambe le parti e a rimanere feriti sono stati tre civili serbi, e tre soldati in forze alla Nato, due militari tedeschi e un maresciallo dei carabinieri di Chieti. Quest’ultimo avrebbe riportato una ferita al sopracciglio mentre uno dei due tedeschi è stato ferito in modo serio. Nel Kosovo, lo ricordiamo, vive una comunità di albanesi che costituisce il 90% della popolazione ma al nord, nella regione dello Zvecan, nei pressi della cittadina di Rudare, la maggioranza è costituita da serbi che chiedono l’annessione alla loro terra d’origine. Gli scontri di ieri non lasciano presagire nulla di buono.

2 giugno 2012 0

Ladri di rame in azione a Frosinone, la polizia arresta due rumeni

Di redazione

Nella serata di ieri alla sala operativa del Commissariato di Polizia di Fiuggi giungeva una telefonata anonima che segnalava la presenza di un mezzo sospetto nel deposito della locale azienda di smaltimento rifiuti. I poliziotti della Volante si avvicinavano alla località segnalata e trovavano, nei pressi dell’ingresso, un furgone Ford Transit senza nessuno a bordo. Dopo una veloce ricognizione del mezzo gli stessi controllavano il prato circostante e notavano delle impronte ancora fresche. Gli operatori, seguendo le tracce, giungevano quindi alla rete metallica che delimita il perimetro esterno del citato sito trovandola spostata in un punto allo scopo di consentire il passaggio. Sicuri ormai che qualcuno fosse penetrato all’interno del deposito i poliziotti intervenivano e sorprendevano due cittadini rumeni intenti ad asportare con tenaglie ed attrezzi vari le parti in rame di alcuni monitor accatastati nella discarica. Dopo un breve tentativo di fuga i due ladri venivano bloccati e condotti presso i locali Uffici di Polizia dove venivano dichiarati in arresto per furto aggravato. A carico dei due rumeni è stata anche inoltrata la richiesta al Questore per l’emissione del Foglio di Via Obbligatorio.

2 giugno 2012 0

Vandali incendiano i bagni dei pellegrini in visita a Lanciano

Di redazione

Atto vandalico oggi pomeriggio a Lanciano. Ignoti hanno dato alle fiamme il bagno pubblico in via Monsignor Tesauri nei pressi del parcheggio di piazza Senatore D’Amico. I servizi igienici sono quelli usati dai pellegrini in visita al Miracolo Eucaristico e, qualcuno, nel primo pomeriggio di oggi, ha pensato di appiccare il fuoco alla carta asciugamani e alla carta igienica. Ben presto le fiamme hanno avvolto anche alcuni oggetti in plastica generando una densa coltre di fumo. Intervenuti i vigilie del fuoco, hanno impiegato pochi minuti a domare le poche fiamme ma il danno era ormai fatto e la struttura è stata dichiarata inagibile. I pellegrini, per adoperare i servizi igienici, dovranno trovare ospitalità nei locali pubblici.

2 giugno 2012 1

Lieve e graduale miglioramento delle condizioni di salute del padre abate di Montecassino

Di admin

Si rende noto che le condizioni di salute dell’Abate di Montecassino Dom Pietro Vittorelli fanno registrare qualche lieve graduale miglioramento che fa ben sperare. Tuttavia l’équipe medica ritiene che il paziente si trovi ancora in una fase estremamente delicata, per cui rimane sotto osservazione e a riposo assoluto perché le terapie in atto possano avere buon esito. Martedì 5 giugno alle ore 21,00 presso la Chiesa Madre in Cassino ci sarà una Veglia di preghiera organizzata dalla Diocesi e dal Monastero, per rispondere al bisogno che in tanti avvertono di unirsi tutti insieme in preghiera per chiedere a Dio l’aiuto necessario nel presente difficile momento. Tutti sono invitati a partecipare.