Giorno: 18 giugno 2012

18 giugno 2012 0

Picchia un ospite alla festa di battesimo del figlio, 21enne in manette

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Picchia un invitato alla festa di battesimo del figlio e si fa arrestare. E’ l’insolita vicenda che arriva da Cagnano Amiterno in provincia de L’Aquila. L’episodio è accaduto ieri quando il papà 21enne, a casa propria, ha iniziato a litigare con un 39enne de L’Aquila per poi colpirlo con una spranga di ferro e una pnca di legno. Non soddisfatto si è anche accanito contro l’auto dell’invitato. La furia è stata arrestata, insieme al giovane, dai carabinieri intervenuti sul posto. Questa mattina, giudicato per direttissima, il 21enne è stato condannato ad un anno di carcere.

18 giugno 2012 0

Assemblea itinerante contro il progetto che “colora” le mura perimetrali di Pico

Di admin

Un’assemblea itinerante tra i vicoli del borgo medievale di Pico per contestare il progetto ormai in itinere di tinteggiare le mura perimetrali del paese medievale in colori sgarcianti che vanno dal giallo al rosso. Il comitato pro-centro storico nato oltre otto mesi e animato da don Roberto Sardelli ha invitato nel paese natale di Tommaso Landolfi docenti di urbanistica, architetti, dirigenti sindacali ed esponenti delle associazioni ambientaliste per sensibilizzare gli esperti sulla natura del progetto già in cantiere che sembra destinato a stravolgere l’aspetto del borgo medievale. La domanda che è risuonata tra i vicoli del centro storico è stata soltanto una: perché ritinteggiare le mura a pietra tipiche di un borgo medievale? Ed è proprio a questa domanda che il comitato non riesce a trovare una risposta. L’iniziativa che ha visto l’adesione di esperti come Enzo Scandurra docente dell’università La sapienza di Roma e Carlo Cellamare ha rappresentato un momento di confronto sulle modalità per preservare la storia e l’identità di un paese. Don Roberto Sardelli ha spiegato ai numerosi aderenti all’assemblea itinerante il fulcro del progetto finanziato dalla Regione Lazio e le azioni messe in campo dal comitato stesso che finora si è scontrato contro un muro di gomma da parte dell’amministrazione comunale che sembra determinata ad andare avanti con l’intonacatura delle mura perimetrali. L’obiettivo del comitato è invece quello di ottenere l’approvazione alla variante del progetto che è stata elaborata da esperti di urbanistica e di storia medievale che andrebbe a preservare la ricchezza del paese: la sua identità di borgo medievale. [nggallery id=433]

18 giugno 2012 0

Bersagliere pugliese 26enne muore in Kosovo

Di redazione

Era originario di Montemesola in provincia di Taranto il bersagliere 26enne in servizio nelle forze Nato dislocato in Kosovo, morto questa mattina per cause ancora tutte da accertare. Il giovane, celibe, sarebbe deceduto a causa di un colpo di fucile esploso mentre era in un’auto. L’arma da cui è partito il colpo era quella che aveva in dotazione e questo fa ipotizzare che il dramma possa essersi verificato a causa di un incidente avvenuto mentre il militare puliva il fucile. Non si escludono, però, anche altre ipotesi.

18 giugno 2012 2

Ritrovati dal Soccorso Alpino 10 escursionisti dispersi dalla tarda serata di ieri nella Forra del Peschio Rosso

Di admin

Questa notte la squadra forre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del Molise è intervenuta per rintracciare un gruppo di escursionisti, di cui mancavano notizie dalla tarda serata di ieri. I 10 escursionisti, tra i quali due del CAI di Foggia, erano impegnati nella discesa della Forra del Peschio Rosso, nel comune di Monteroduni(IS), da cui avevano previsto di uscire intorno alle ore 18. Percorso lungo e impegnativo che si snoda in una delle forre più suggestive del Molise e che attira molti praticanti del torrentismo. La stretta valle formata dal torrente Rava delle Copelle è caratterizzata da alti salti rocciosi, che si discendono con le corde direttamente nell’alveo. Alcuni familiari, allarmati per la mancanza di informazioni, anche perché i cellulari dei partecipanti squillavano senza risposta, alle ore 22 hanno allertato direttamente il Responsabile del Cnsas Molise. Sul posto sono arrivati immediatamente i tecnici Cnsas Molise, che hanno trovato solo le macchine degli escursionisti. Dato l’elevato numero di partecipanti e la difficoltà operativa dell’ambiente per la presenza di acqua, l’intervento si è rivelato subito difficile ed impegnativo. Alle ore 2.00 a.m. circa, la squadra di soccorso, che aveva iniziato a risalire la stretta gola del torrente Rava delle Copelle dall’ingresso a valle, ha trovato gli escursionisti che, seppure lentamente, stavano continuando la discesa. Il gruppo è stato riaccompagnato all’uscita. Erano tutti in buone condizioni di salute e non è stato necessario effettuare i controlli medici di rito. Nel Molise sono presenti ben quattro forre di considerevole importanza ed ormai ben conosciute, anche a livello nazionale. Si tratta della Forra S. Michele (Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise, comune di Castel S. Vincenzo), della Forra La Callora ( comune di Roccamandolfi) e della Forra Peschio Rosso ( comune di Monteroduni) in provincia di Isernia e della Forra del Quirino (comune di Guardiaregia), in provincia di Campobasso, con tutte le sue diramazioni, non ultima quella abbastanza impegnativa di S. Nicola. Il lavoro costante di formazione e addestramento in questo particolarissimo ambiente naturale ha permesso al Servizio Regionale CNSAS Molise di dotarsi di ben 9 tecnici formati e specializzati in interventi tecnici in forra.

18 giugno 2012 0

Lieve scossa di terremoto tra Lombardia ed Emilia Romagna

Di admin

Una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione tra le province di Mantova, Ferrara e Modena. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Felonica (MN), Bondeno (FE) e Finale Emila (MO). Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone e/o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 15,26 con magnitudo 2.5.

18 giugno 2012 0

Grecia, Abbruzzese: “Ottimo segnale, ma Europa faccia la sua parte”

Di admin

Dall’addetto stampa del Presidente del Consiglio della Regione Lazio riceviamo e pubblichiamo:

“Quello che arriva dalla Grecia, all’indomani della seconda tornata elettorale convocata a poco più di un mese dalle elezioni legislative del 6 maggio, è un messaggio di speranza per tutti gli Stati, ma anche una risposta in termini di lungimiranza politica nel comprendere che questa crisi la si può superare solo se continuiamo a credere tutti nel sistema Europa”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione dell’Agenzia ‘Osservatorio Europa’ che si è tenuta questa mattina a Sora.

“I nuovi numeri che scaturiscono dal voto permettono alla Grecia di avere una maggioranza tale in Parlamento da consentirle di rispondere in termini di rigore e di crescita in base a quanto è previsto dai piani economici fissati dai creditori internazionali per risanare i conti del Paese. Ma le riforme fiscali e strutturali, tanto per la popolazione greca, che si trova a pagare il conto della dissennata gestione politica ed economica degli ultimi decenni, quanto per il resto dell’Europa – ha continuato Abbruzzese – rappresentano la migliore garanzia per superare la crisi. L’importante è che non diventino un limite alla sopravvivenza stessa dei singoli Stati.

Una pressione fiscale forte, come quella imposta anche all’Italia, deve essere compensata da un concreto processo di crescita e di sviluppo che allo stato attuale ancora non abbiamo visto”.

“Mi auguro che il nuovo decreto sullo Sviluppo da 80 miliardi di euro, varato dal Governo Monti la scorsa settimana, abbia realmente i fondi necessari, altrimenti continueremo ad essere preda delle speculazioni finanziarie che, come logica conseguenza, stanno già causando la chiusura di tante nostre piccole e medie imprese, vero motore del Paese Italia. Sicuramente interventi strutturali e, soprattutto, interventi per favorire l’occupazione, unitamente alla dismissione del patrimonio pubblico, rappresentano un passo che va nella direzione giusta e che servirà anche a supportare gli sforzi che come Regione stiamo facendo con provvedimenti concreti. Penso al Piano Casa, al Piano triennale per il turismo o al nuovo Piano di Sviluppo rurale. L’Italia, nonostante le difficoltà interne, si è impegnata a sostenere la Grecia con ben 10 miliardi di euro, un gesto di grande solidarietà, consapevoli anche che è nell’interesse di tutti che questo Paese resti nell’area euro, rispettando gli impegni per le riforme. L’auspicio – ha concluso Abbruzzese – è che dai due appuntamenti, a partire dal G20 in Messico e dal Consiglio UE di fine mese, arrivino risposte e progetti tangibili per riuscire a bloccare una speculazione internazionale pressoché incontenibile a causa di una mancanza di segnali politici molto forti da parte dell’Europa. Segnali che devono garantire un sistema di protezione sociale in grado di tutelare le famiglie e di prevenire le numerose forme di povertà che ormai accomunano molti Paesi della zona euro”.

18 giugno 2012 0

Golden Cup: Roccasecca, Lenola, Arce e Piedimonte passano alla terza fase

Di redazionecassino1

Proseguono gli incontri della Golden Cup per il passaggio al terzo turno. Passa agevolmente il turno Tecnostore Roccasecca che batte 3 a 0 il Villa Latina.  Ci son voluti i calci di rigore per decretare il passaggio alla fase successiva di Amatori Lenola. L’incontro, infatti è terminato in parità dopo i 90 minuti regolamentari, 4 a 4, solo ai calci di rigore, Lenola riesce a superare 5 a 6 la formazione di patron Losani. Stessa situazione fra Beghelli Point ed Amatori Arce, dopo i tempi regolamentari le due squadre erano rimaste sul punteggio di parità 1 a 1. I calci di rigori son stati necessari per consentire ad Arce di passare alla terza fase del torneo. Agguanta la fase successiva Amatori Piedimonte che riesce nell’impresa di battere il Real Sordella 2 a 3. Saranno quindi Arce, Piedimonte, Lenola e Roccasecca a contendersi il titolo e la Golden Cup. Saranno di fronte nel prossimo turno Tecnostore Roccasecca e Amatori Lenola, mentre Piedimonte dovrà vedersela con Arce. Nel “I Trofeo Città di Cassino” sono tre le formazioni che guidano la classifica del girone ‘A’, Atletic Mignano, Rocca D’Evandro, che ha osservato il turno di riposo,  e Tecnocasa che ha espugnato, 0 a 1, il campo della Longobarda Pontecorvo. Nel girone ‘B’ resta saldamente in testa alla classifica San Giorgio 1996, a quota sei punti, forte anche della vittoria sul terreno della Bottega del Vino. La formazione sangiorgese si allontana di due lunghezze da Real Foresta, bloccato dal pareggio casalingo, 2 a 2, proprio da Real Foresta. Nel prossimo turno potrebbe acquistare qualche punto prezioso S. Andrea che sarà impegnato con il fanalino La Bottega del Vino, sfruttando il turno di riposo della capolista S. Giorgio. Proprio il turno di riposo di s. Giorgio potrebbe consentire al Real Foresta di avvicinarsi e anche di scavalcare, in caso di vittoria su Acquafondata, la capolista. Nel girone ‘A’ la battaglia per il primato resta apertissima, Atletic Mignano osserverà il turno di riposo e le dirette inseguitrici potrebbero scalzare la formazione campana dal primato. Rocca D’Evandro dovrà, infatti, vedersela con la Longobarda Pontecorvo, mentre Tecnocasa sarà opposta al Terelle. Intanto si prepara la festa del CSI con un triangolare di calcio allo stadio ‘G. Salveti’ per ricordare Paolo Matrundola, nel ‘Memorial’ a lui dedicato e con la premiazione in piazza Labriola, dalle ore 18, dei campionati 2012 di calcio a 5 e calcio a 11. Saranno ospiti d’onore Franco Capraro, Giuliano Giannichedda e Fabio Pecchia, ma non è esclusa qualche sorpresa dell’ultima ora, come ci ha abituato il presidente CSI Mario Scuro.

F. Pensabene

18 giugno 2012 0

Oltre 10mila valutazioni di agibilità e 41mila verifiche speditive condotte in Emilia Romagna

Di admin

Sono 10.258 le strutture già controllate con sopralluoghi di valutazione dell’agibilità post-sismica su edifici pubblici e privati che hanno riportato danni – e su cui quindi occorre fare una valutazione di agibilità mirata con la scheda Aedes (Agibilità e Danno nell’Emergenza Sismica, ossia uno strumento omogeneo per il rilievo del danno). Di queste, 3.598 sono state classificate agibili, 1.764 temporaneamente inagibili ma agibili con provvedimenti di pronto intervento, 552 parzialmente inagibili, 125 temporaneamente inagibili da rivedere con approfondimenti, 3.623 inagibili e 596 inagibili per rischio esterno, ossia a causa di elementi esterni pericolanti il cui crollo potrebbe interessare l’edificio.   Parallelamente, proseguono le verifiche speditive condotte da tecnici del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco su un numero più ampio di edifici nell’area interessata dal sisma, che ha superato quota 41mila. È importante ricordare, quindi, che le percentuali di agibilità riferite complessivamente ai 10mila sopralluoghi di verifica dell’agibilità sono riferite a una quota minoritaria di edifici interessati dal sisma rispetto al patrimonio immobiliare totale dell’area, in quanto non comprendono le migliaia di edifici risultati agibili all’esito di una verifica speditiva o per i quali non è stata avanzata alcuna istanza di verifica.   Tra personale appartenente alle Regioni, agli Enti locali, alle Università dell’Emilia Romagna e agli Atenei che operano nell’ambito della rete di laboratori di ingegneria sismica – ReLUIS, ma anche tecnici del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e delle Forze Armate, e con il concorso di professionisti formati con corsi specifici secondo precedenti protocolli d’intesa siglati con i consigli nazionali di geometri, architetti e ingegneri, continua a crescere, intanto, il numero delle squadre di rilevatori del Sistema di Protezione Civile Nazionale impiegate sulle verifiche di agibilità.   Ai circa 300 impegnati giornalmente nei giorni scorsi, si aggiungono a partire da oggi ulteriori squadre garantite da personale dei Vigili del Fuoco, con personale formato ad hoc in questi giorni, nonché dagli ordini professionali, per un totale di 185 squadre operative oggi sul territorio. A questi si aggiungono un centinaio circa di verificatori dei Vigili del Fuoco per le speditive nonché 40 tecnici messi a disposizione delle amministrazioni comunali più colpite dall’Associazione Geometri Volontari, per fornire supporto nella gestione delle istanze di agibilità. Supporto tecnico-amministrativo in circa 18 comuni viene invece assicurato attraverso personale in turnazione dei Comuni, delle Unioni e delle Province messo a disposizione dal sistema degli Enti Locali.   Nelle province interessate il 45% dei plessi ad uso scolastico è agibile, e il 38% agibile con provvedimenti   Il lavoro delle squadre di rilevatori del Sistema di Protezione Civile Nazionale ha consentito nelle scorse settimane in particolare di condurre verifiche dell’agibilità post-sismica su 429 edifici ad uso scolastico nelle quattro province emiliane interessate dal sisma. Di queste, 191 sono risultate agibili, 161 temporaneamente o parzialmente inagibili – esiti B, C e D -, 65 inagibili e 12 inagibili per rischio esterno.   In particolare, dei 199 plessi scolastici verificati nella provincia di Ferrara sono 100 quelli agibili, 62 quelli temporaneamente o parzialmente inagibili, 32 inagibili e 5 inagibili per rischio esterno. Nel modenese, su 149 edifici scolastici verificati, 53 sono agibili, 67 parzialmente o temporaneamente inagibili, 23 inagibili e 6 inagibili per rischio esterno. Nella provincia di Bologna su 54 strutture, 22 sono agibili, 25 temporaneamente o parzialmente inagibili e 7 inagibili, mentre in provincia di Reggio-Emilia su 27 totali sono 16 quelle agibili, 7 quelle temporaneamente o parzialmente inagibili, 3 quelle inagibili cui se ne aggiunge 1 inagibile per rischio esterno.   Sul sito web del Dipartimento, www.protezionecivile.gov.it, è consultabile una sezione dedicata all’emergenza Sisma Emilia, in cui quotidianamente vengono aggiornati anche i dati relativi alle verifiche di agibilità già effettuate.