pubblicato il24 ottobre 2013 alle 22:32

Il traghetto Tetide imbarca acqua da una piccola falla, allerta massima ma nessun rischio

Massiccio spiegamento di forze della Capitaneria di porto di Gaeta, oggi pomeriggio, per una situazione di allerta dovuta ad una falla che si è aperta nella chiglia del traghetto Tetide, della Laziomar, sulla rotta Ventotene Formia. Sulla nave viaggiavano circa 40 passeggeri, due auto ed alcuni quintali di merce quando l’allerta è stata lanciata dallo stesso traghetto che imbarcava acqua anche se in quantità non preoccupante. Nessun rischio particolare è stato corso tanto che la rotta è stata la stessa, ma a scopo precauzionale la Capitaneria di Porto ha messo in campo tutti i sistemi di sicurezza previsti per casi simili. All’arrivo nel porto di Formia, quindi, il natante ha trovato i militari ad attenderla insieme ai sub. Questi ultimi si sono immersi per valutare dall’esterno il danno riportato sullo scafo rinvenendo un foro di pochi centimetri che è stato immediatamente tappato. Difficile dire coso lo ha provocato, lo si stabilirà in una relazione tecnica. Intanto il Tetide resta fermo in porto, in attesa delle verifiche e del benestare del Rina, l’ente che si occupa della sicurezza navale.
Er. Am.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07