Cassino al voto / Schieramenti al lavoro, Nardone (PdL): “Pronto alla candidatura”

25 Ottobre 2010 Off Di Comunicato Stampa

Sono già diversi gli aspiranti alla candidatura a sindaco di Cassino in tutti gli schieramenti ma nel centrosinistra comincia a scricchiolare la coalizione che punta alle primarie per la scelta del candidato. Infatti la lista Cambiare Cassino di Andrea Vizzaccaro (ex pd) ha deciso di non partecipare più alle primarie. Comunque entro il 5 novembre dovranno essere presentate le candidature sulle quali esprimersi nella tornata delle primarie fissate per il 28 novembre. Intanto è sceso in campo il giudice Paolo Andrea Taviano che ha presentato il movimento “Cassino città futura”. “Il nascente movimento, è stato detto, vuole rappresentare la voce del popolo, vuole lavorare per la collettività perché rappresenta la vera alternativa agli schieramenti di centrodestra e di centrosinistra”. Taviano sarà probabilmente il candidato a sindaco di alcune liste civiche. Nel centrodestra il più autorevole candidato, per la sua esperienza politica ed amministrativa, è l’avvocato Michele Nardone che si è detto pronto alla candidatura per quando il partito dovrà fare le scelte. Altri concorrenti potrebbero essere Giuseppe Sebastianelli e Carmelo Palombo. Entrambi fanno riferimento a Mario Abbruzzese. Sempre nel centrodestra c’è l’alleanza Scittarelli-Picano-D’Aguanno che starebbero allestendo liste civiche con un candidato a sindaco ancora da scegliere. Insomma, per ora, si prevedono due candidati a sindaco all’interno del centrodestra con possibilità di andare al ballottaggio. Il Pdl, però, dovrà fare delle scelte e Nardone si dice pronto. In una intervista l’ex vice sindaco della giunta Scittarelli spiega i motivi della scelta:“Come amministratore ho potuto conoscere direttamente tutte le criticità del territorio e le difficoltà di gestione della macchina amministrativa”. Sulla politica dal basso verso l’alto dice: “Intendo una politica che sappia ascoltare il territorio, intercettare i bisogni della comunità ed imparare a dirigersi verso obiettivi responsabilmente condivisi, passo per passo, con la società civile. Il programma di un candidato al ruolo di sindaco non deve essere una specie di ‘libro dei sogni’ ma un documento scritto su basi informative concrete e verificate, con obiettivi raggiungibili e programmati nel tempo dell’intera consiliatura.” Nardone si dichiara pronto per la candidatura a sindaco: “Con alcuni esperti del mio staff, sto già lavorando alla progettazione di nuovi strumenti amministrativi per la valorizzazione e promozione del mondo giovanile, perché non dobbiamo dimenticarci che nell’amministrare si pongono automaticamente le basi per lo sviluppo del domani.” Nardone, che è componente della segreteria del sindaco Alemanno, sarebbe favorevole per Cassino al modello di Roma Capitale: “Sicuramente Roma Capitale come ‘stella polare’ di una efficace governance politica e di una moderna organizzazione amministrativa. Una stella che terrò presente nel tracciare la navigazione del mio programma di governo per Cassino”. Sulle acque agitate nel Pdl dice: “Credo nella necessità di continuare su questa strada, presentandoci alle prossime elezioni con una candidatura unica e vincente”.

Condividi