Emanuele morto per lo spavento, autopsia individua malore naturale come causa del decesso

Emanuele morto per lo spavento, autopsia individua malore naturale come causa del decesso

16 Settembre 2017 Off Di Ermanno Amedei

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – Sarebbe morto per cause naturali. Il decesso di Emanuele Bove, il 40enne di Sant’Andrea del Garigliano, non sarebbe da attribuire a un colpo subito ma ad un malore. Sarebbe questa l’indiscrezione trapelata a fine dell’autopsia che si è svolta ieri sul suo corpo a Cassino.

Resta indagato, per omicidio volontario il 50enne di San Giorgio a Liri reo confesso di aver danneggiato, martedì sera la sua auto in Via Roma sospettando che Emanuele avesse una relazione con sua moglie. Alle 23, quando Emanuele è tornato a riprendere l’auto, l’ha trovata con parabrezza e lunotto termico sfasciati da ciò che sembravano colpi di ascia. Non è chiaro se vi fosse anche il 50enne di San Giorgio e se con lui vi sia stato un litigio ma il suo corpo è stato ritrovato esanime ad un centinaio di metri dalla sua auto ucciso, a quanto pare, dal un malore causato dallo spavento.
Ermanno Amedei

Omicidio o malore? Indagini a 360 gradi sulla morte di Emanuele Bove – FOTO

Uomo morto a Sant’Andrea, è ancora mistero

 

Emanuele Bove ucciso per gelosia, 50enne indagato per omicidio

Condividi