Movida al tempo del coronavirus, i controlli dei carabinieri a Roma

Movida al tempo del coronavirus, i controlli dei carabinieri a Roma

23 Agosto 2020 Off Di Antonio Nardelli

ROMA – Movida e Covid-19. I Carabinieri di Roma stanno esprimendo un notevole impegno in termini di personale e mezzi per far si che questo binomio possa convivere senza produrre pericoli per l’incolumità pubblica, confidando anche nel senso di responsabilità dei cittadini.

Vanno inquadrati in questo contesto gli oltre 300 controlli – tra persone ed esercizi commerciali – che sono scattati anche la notte scorsa nei quartieri maggiormente frequentati dai giovani in cerca di divertimento, come Pigneto, San Lorenzo e Trastevere.

Il fine delle attività dei militari non è stato, evidentemente, percepito in questo modo da due uomini, esortati da una pattuglia di Carabinieri a indossare le mascherine durante la loro passeggiata in piazza Santa Maria in Trastevere, in quel momento piena di persone. All’invito dei Carabinieri, i due hanno iniziato a dare in escandescenze: uno in particolare ha inveito, offeso e minacciato i militari che, a quel punto, hanno portato gli amici in caserma. Per entrambi è scattata la sanzione di 400 euro a testa per la violazione delle norme anti-Covid, mentre il più esagitato, un romano di 50 anni pregiudicato, è stato anche denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Sempre i Carabinieri della Compagnia di Trastevere, poco dopo, hanno denunciato a piede libero un cittadino tunisino di 40 anni, nella Capitale senza fissa dimora, che in viale Trastevere è stato sorpreso in possesso di una patente nautica intestata ad un 72enne di Brugherio (MB), risultata rubata da un’auto parcheggiata in strada. Il 40enne è stato deferito all’A.G. con l’accusa di ricettazione.

A San Lorenzo e Pigneto, invece, una task force composta da 20 militari delle Compagnie Carabinieri Roma piazza Dante, Roma Casilina, Roma Montesacro, Roma San Pietro e Roma Trionfale hanno passato al setaccio i vicoli dei quartieri simbolo della movida.

Non sono state evidenziate irregolarità sul fronte delle norme anti-Covid, ma in due esercizi commerciali gestiti da cittadini del Bangladesh di via dei Sardi e largo degli Osci, i Carabinieri hanno punito le violazioni al regolamento di Polizia Urbana del Comune di Roma. In particolare, sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 9.500 euro, per la somministrazione di bevande alcoliche, anche da asporto, fuori dall’orario consentito e per la mancata esposizione della tabella con i prezzi dei prodotti destinati alla somministrazione.

Condividi
  • 12
    Shares