Campagna animalista di Aidaa: se avete emorroidi non uccidete squali per curarvi

Campagna animalista di Aidaa: se avete emorroidi non uccidete squali per curarvi

3 Marzo 2021 Off Di Ermanno Amedei
Roma – L’olio di fegato di pescecane detto anche olio di squalo è considerato un potente rigeneratore naturale, nei mesi scorsi si era sparsa la notizia che mezzo milione di squali erano a rischio di essere uccisi per la produzione di uno dei vaccini anticovid.
La cosa certa è che ogni anno migliaia di squali e pescecani vengono uccisi in maniera brutale proprio per poter estrarre dal loro fegato l’olio che viene poi venduto in tutto il mondo, ma che viene anche usato come eccipiente ad esempio per alcuni famosi unguenti, pomate e supposte che servono per lenire e curare tra le altre cose le emorroidi.
Per questo l’Associazione italiana difesa animali ed ambiente lancia una campagna informativa per chiedere alle decine di migliaia di italiani che soffrono di emorroidi di utilizzare prodotti che non contengano olio di fegato di pescecane. “E’ vero sono tanti gli usi che si fanno di questo prodotto ma crediamo che si possa fare a meno da subito in almeno in alcuni casi a partire dai prodotti e dagli unguenti per la cura delle emorroidi- si legge in una nota dell’associazione Aidaa- si certo forse leggendo queste righe alcuni sorrideranno, ma vi invitiamo a informarvi su come vengono uccisi i pescecani per lenire le malattie del nostro deretano e vedrete voi stessi che il sorriso si trasforma subito in dolore”.
Condividi